Biografie

Abu Mazen

Abu Mazen
Abu Mazen nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Il primo vero presidente della Palestina

Abu Mazen nasce a Safad, in Palestina (Israele), il 26 marzo del 1935. Politico palestinese, eletto il 9 gennaio del 2005 come Presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, il suo vero nome in realtà è Mahmud Abbas, almeno stando all'anagrafe. Abu Mazen invece, con cui è ormai noto in tutto il mondo, non è altro che la cosiddetta "kunya" con cui è stato ribattezzato, per così dire, secondo le regole dell'onomastica araba, almeno per quanto riguarda le persone di un certo spessore sociale. Si tratta di un titolo onorifico vigente in Palestina, il quale deriva dal nome di un proprio figlio, solitamente il primogenito. "Abu", letteralmente, in arabo, significa "padre di". E Mazen è il primo figlio di Mahmud Abbas, ossia di Abu Mazen.

Ad ogni modo, di Abu Mazen non si sa molto prima della sua avventura politica in difesa del popolo palestinese. Stando ad alcune fonti, già nel 1948, all'età di appena tredici anni, il giovane Mahmud Abbas abbandona la sua città, Safad, a causa della nascita dello stato d'Israele e per via degli scontri e della guerra che si sarebbe trascinata ancora a lungo.

È negli anni '60 che Abu Mazen comincia la sua avventura politica. Secondo alcune fonti giornalistiche, nel 1967, ossia in un periodo di forti tensioni non solo in Palestina ma intorno a tutta l'area araba che avvolge Israele, Abu Mazen è tra coloro che più di tutti, nel gestire i difficili rapporti con gli Usa e il governo di Tel Aviv, rifiuta la richieste di negoziati diretti, subordinandole ad una serie di chiarimenti preliminari. Per il futuro presidente della più alta autorità del popolo arabo-palestinese, al centro del problema ci sono soprattutto alcuni insediamenti forzati da parte degli israeliani all'interno dei confini della Palestina, considerati illegali. Un punto focale, per Abu Mazen, in tal senso, è la Cisgiordania. Inoltre, il politico palestinese vuole che Israele accetti che una parte terza assicuri la sicurezza del futuro Stato di Palestina.

Nel 1968 entra ufficialmente nel Consiglio Nazionale Palestinese ed inizia la sua carriera politica e militare al fianco di Yasser Arafat. Successivamente, dopo la laurea in legge presso l'Università di Damasco, Abu Mazen continua la sua ascesa politica, anche grazie a quella accademica. Nel 1982 infatti, ottiene il dottorato in storia al Collegio Orientale di Mosca, discutendo una tesi dal titolo scomodo e controverso e che in futuro, soprattutto dopo il suo insediamento, non mancherà di causargli dei problemi: "La connessione tra nazismo e sionismo, 1933-1945".

L'accusa che gli viene rivolta, più volte, è quella di negazionismo, soprattutto a causa di alcune considerazioni che fa Abu Mazen nella sua tesi, oltre che in varie altre occasioni. A suo dire, infatti, gli israeliani avrebbero gonfiato il numero delle vittime dell'Olocausto per tutta l'epoca postbellica, con il fine di ottenere maggiori garanzie politiche ed economiche da parte delle super potenze, su tutte quella americana. La tesi di laurea di Abu Mazen, ufficialmente viene pubblicata nel 1984 in arabo, ad Amman, in Giordania, dall'editrice "Dar Ibn Rushd".

Tuttavia, queste considerazioni e posizioni antiebraiche non gli attirano l'antipatia della gente, tutt'altro. Anche durante il predominio politico di Yasser Arafat, a capo del popolo palestinese dal 1996 sino alla sua morte avvenuta nel 2004, Abu Mazen è sempre uno degli uomini di spicco sia dell'allora movimento militare Al Fatah e sia, successivamente, nell'Olp, punto di riferimento per le popolazioni palestinesi.

Nel 1991 pertanto Abu Mazen partecipa come coordinatore ai colloqui di pace di Madrid. E, due anni dopo, nel 1993, ricopre lo stesso ruolo ad Oslo, al cui summit è forse uno dei personaggi chiave delle decisioni intraprese. Nel 1996 poi, assume la carica di Segretario Generale del Comitato Esecutivo dell'Olp. Inoltre, nel 2003 diviene anche Primo Ministro, per quanto per pochissimo tempo, a causa soprattutto dei dissidi con Arafat e per i contrasti nati con i gruppi più radicali del movimento.

Proprio nel maggio del 2003 infatti, Abu Mazen rilascia un'intervista al famoso quotidiano israeliano Haaretz, in cui torna sull'argomento Olocausto, tirando nuovamente in ballo la sua tesi di molti anni prima. Questa volta, Abbas precisa di non voler discutere dei numeri delle vittime dell'Olocausto, affermando però che quanto avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale a danno degli ebrei è da considerarsi come "un crimine terribile e imperdonabile contro la nazione ebraica e contro l'umanità".

A confermare la sua ascesa politica, ci sono le elezioni, datate 2005, un anno dopo la morte del leader Arafat. Il 9 gennaio di quell'anno, infatti, Abu Mazen viene eletto alla presidenza dell'Autorità Nazionale Palestinese, carica ricoperta oltre che da Arafat, anche da Rawhi Fattuh, seppure ad interim e solo per un anno. Si tratta di un momento molto importante per la storia del popolo palestinese, chiamato direttamente a votare il proprio candidato premier, secondo i vincoli della legge. Mahmud Abbas viene eletto con il 62,3% di preferenze, prevalendo su Marwan Barghouti, il suo avversario. È l'uomo scelto dal popolo, anche e soprattutto, come detto, per essere stato uno dei membri fondatori di Al Fatah e, poi, dell'Olp, avendo egli anche condiviso con il famoso leader Yasser Arafat l'esilio in Giordania, in Libano e in Tunisia.

Nel gennaio 2009 il mandato politico di Abu Mazen scade. Attraverso una proroga però ottenuta mediante una clausola costituzionale, decide di restare a capo dell'Autorità Palestinese.

Frasi di Abu Mazen

3 fotografie

Foto e immagini di Abu Mazen

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Abu Mazen ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Abu Mazen nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

11 biografie

Nati lo stesso giorno di Abu Mazen

Alain Delon

Alain Delon

Attore francese
α 8 novembre 1935
Corrado Augias

Corrado Augias

Giornalista, scrittore e conduttore tv italiano
α 26 gennaio 1935
Donald Sutherland

Donald Sutherland

Attore canadese
α 17 luglio 1935
Dudley Moore

Dudley Moore

Attore inglese
α 19 aprile 1935
ω 27 marzo 2002
Elio Fiorucci

Elio Fiorucci

Stilista e artista italiano
α 10 giugno 1935
ω 20 luglio 2015
Elvis Presley

Elvis Presley

Cantante e attore statunitense
α 8 gennaio 1935
ω 16 agosto 1977
Enzo Jannacci

Enzo Jannacci

Cantautore e cabarettista italiano
α 3 giugno 1935
ω 29 marzo 2013
Fred Bongusto

Fred Bongusto

Cantante italiano
α 6 aprile 1935
Gianni Letta

Gianni Letta

Politico italiano
α 15 aprile 1935
Giovanna Ralli

Giovanna Ralli

Attrice italiana
α 2 gennaio 1935
Jerry Lee Lewis

Jerry Lee Lewis

Cantante rock statunitense
α 29 settembre 1935
Julie Andrews

Julie Andrews

Cantante e attrice inglese
α 1 ottobre 1935
Lando Buzzanca

Lando Buzzanca

Attore italiano
α 24 agosto 1935
Leonardo Del Vecchio

Leonardo Del Vecchio

Imprenditore italiano, Luxottica
α 22 maggio 1935
Luciano Pavarotti

Luciano Pavarotti

Tenore italiano
α 12 ottobre 1935
ω 6 settembre 2007
Luciano Benetton

Luciano Benetton

Imprenditore italiano
α 13 maggio 1935
Marc Augé

Marc Augé

Etnologo e antropologo francese
α 2 settembre 1935
Omar Sivori

Omar Sivori

Calciatore argentino
α 2 ottobre 1935
ω 18 febbraio 2005
Piersanti Mattarella

Piersanti Mattarella

Politico, vittima di mafia
α 24 gennaio 1935
ω 6 gennaio 1980
Richard Kuklinski

Richard Kuklinski

Noto criminale statunitense
α 11 aprile 1935
ω 5 marzo 2006
Tenzin Gyatso

Tenzin Gyatso

Dalai Lama, autorità religiosa tibetana
α 6 luglio 1935
Woody Allen

Woody Allen

Regista statunitense
α 1 dicembre 1935