Biografie

Achille Occhetto

Achille Occhetto
Achille Occhetto nelle opere letterarie

Biografia Sinistre evoluzioni

Achille Occhetto nasce a Torino il giorno 3 marzo 1936. A lungo esponente del Pci (Partito Comunista Italiano), ne ha assunto la guida nel 1988. E' stato principale autore della svolta della sinistra italiana che portò nel 1991 alla fondazione del Partito Democratico della Sinistra, di cui poi Occhetto sarebbe stato il primo segretario, fino al 1994.

Conseguita la maturità classica nel 1953 si impegna sin da giovanissimo in politica. E' segretario della Federazione Giovanile Comunista Italiana dal 1963 al 1966; in seguito ottiene l'incarico di segretario regionale del PCI in Sicilia venendo eletto consigliere comunale di Palermo nel 1971. In questo periodo l'operato di Occhetto si distingue per la sua ferma lotta contro la mafia.

Nel 1986 è coordinatore nazionale del PCI; due anni dopo ne diviene segretario nazionale, succedendo ad Alessandro Natta. Durante il periodo in cui Occhetto è alla guida della sinistra italiana, il partito è testimone di fatti storici per i quali vi saranno sensibili conseguenze: il crollo del muro di Berlino e lo scioglimento dell'Unione Sovietica.

Considerata finita l'esperienza del comunismo in Italia come in Europa, Occhetto decide di sciogliere il PCI per fondare un nuovo movimento della sinistra progressista italiana: dopo aver a lungo meditato uno dei nomi probabili è "Comunità e Libertà" (un po' a imitazione del movimento "Comunione e Liberazione"), ma alla fine si chiamerà "Partito Democratico della Sinistra".

La svolta da PCI a PDS viene rifiutata da circa un terzo dei militanti comunisti che scindendosi danno vita al "Partito della Rifondazione Comunista"; Sergio Garavini è il primo segratario.

Alle elezioni politiche del 1994 Achille Occhetto è il leader della coalizione di sinistra, denominata "Alleanza dei Progressisti". Suo antagonista politico è Silvio Berlusconi, che guida l'allora nascente partito "Forza Italia" e il raggruppamento centrista che comprende l'ex Democrazia Cristiana (il "Patto per l'Italia") e il centrodestra ("Polo delle Libertà").

Il risultato elettorale è per Occhetto molto deludente: la vittoria del centrodestra lo spinge addirittura a lasciare la segreteria del partito.

Negli anni successivi, seppur senza ricoprire ruoli dirigenziali all'interno del PDS (nel 1998 il partitot cambierà nome in DS - Democratici di Sinistra), continua a occuparsi di politica.

Si allontana definitivamente dal partito nell'anno 2004, quando decide di aderire ad un progetto unitario con Antonio Di Pietro; i due danno vita alla lista "Di Pietro-Occhetto" che si presenta alle elezioni europee: la lista raccoglie il 2,1% dei consensi. Il risultato non è per nulla incoraggiante considerato che l'"Italia dei Valori", il movimento di Di Pietro, aveva precedentemente raggiunto risultati maggiori da solo.

Occhetto viene eletto deputato europeo lascia tuttavia l'incarico in favore di Giulietto Chiesa. Il progetto si sfalda: Di Pietro riprende in mano la sua "Italia dei Valori" e Occhetto costituisce un movimento denominato "Il Cantiere per il bene comune"; a questa iniziativa aderiscono Giulietto Chiesa, Antonello Falomi, Diego Novelli, Paolo Sylos Labini ed Elio Veltri.

L'idea è quella di un partito che non si presenti regolarmente alle elezioni, ma che fornisca indicazioni di voto per i partiti della sinistra dell'Unione (coalizione del centro-sinistra italiano).

Il dichiarato obiettivo è quello di condurre alla nascita di un nuovo soggetto politico di sinistra, europeo e socialista, che in qualche modo allude anche ad una "Rifondazione della Sinistra" comprendente gli attuali partiti che si riconoscono nell'area, come i DS, i Verdi, lo SDI e Rifondazione.

A maggio del 2006 Di Pietro viene nominato ministro del governo Prodi, abbandonando così l'incarico al Parlamento europeo: Occhetto gli subentra aderendo (da indipendente) al gruppo del Partito del Socialismo Europeo; entra poi nella "Commissione giuridica" e nella "Commissione per gli affari esteri".

Beniamino Donnici presenta ricorso sostenendo che l'elezione di Occhetto sia illegittima, in quanto egli stesso aveva già firmato un documento di rinuncia dalla carica. Tale ricorso in un primo momento è rigettato dal TAR del Lazio, ma viene poi accolto dal Consiglio di Stato, che dispone la decadenza della carica di Occhetto da parlamentare europeo.

Frasi di Achille Occhetto

3 fotografie

Foto e immagini di Achille Occhetto

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Achille Occhetto ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Achille Occhetto nelle opere letterarie

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Achille Occhetto

Mogol

Mogol

Autore italiano
α 17 agosto 1936
Aga Khan IV

Aga Khan IV

Principe arabo, autorità religiosa e imprenditore
α 13 dicembre 1936
Papa Francesco

Papa Francesco

Pontefice della chiesa cattolica argentino
α 17 dicembre 1936
Abraham Yehoshua

Abraham Yehoshua

Scrittore e drammaturgo israeliano
α 19 dicembre 1936
Alice Kessler

Alice Kessler

Ballerina e cantante tedesca
α 20 agosto 1936
Andrei Chikatilo

Andrei Chikatilo

Serial killer russo
α 16 ottobre 1936
ω 16 febbraio 1994
Antonia S. Byatt

Antonia S. Byatt

Scrittrice inglese
α 24 agosto 1936
Burt Reynolds

Burt Reynolds

Attore statunitense
α 11 febbraio 1936
Carla Fracci

Carla Fracci

Ballerina italiana, danza classica
α 20 agosto 1936
Dacia Maraini

Dacia Maraini

Scrittrice italiana
α 13 novembre 1936
Dan Peterson

Dan Peterson

Allenatore di pallacanestro e telecronista sportivo statunitense
α 9 gennaio 1936
Dave Van Ronk

Dave Van Ronk

Cantautore folk statunitense
α 30 giugno 1936
ω 10 febbraio 2002
David Carradine

David Carradine

Attore statunitense
α 8 dicembre 1936
ω 3 giugno 2009
Ellen Kessler

Ellen Kessler

Ballerina e cantante tedesca
α 20 agosto 1936
Ferdinando Imposimato

Ferdinando Imposimato

Magistrato e politico italiano
α 9 aprile 1936
Georges Perec

Georges Perec

Scrittore francese
α 7 marzo 1936
ω 3 marzo 1982
Gerhard Ertl

Gerhard Ertl

Chimico e fisico tedesco, premio Nobel
α 10 ottobre 1936
Gianfranco D'Angelo

Gianfranco D'Angelo

Attore teatrale e cinematografico
α 19 agosto 1936
Gianni Vattimo

Gianni Vattimo

Filosofo italiano
α 4 gennaio 1936
James Lee Burke

James Lee Burke

Scrittore statunitense
α 5 dicembre 1936
Jim Henson

Jim Henson

Inventore dei Muppets, produttore e regista statunitense
α 24 settembre 1936
ω 16 maggio 1990
Joaquin Navarro Valls

Joaquin Navarro Valls

Giornalista e medico spagnolo
α 16 novembre 1936
John McCain

John McCain

Politico, senatore USA
α 29 agosto 1936
Joseph Blatter

Joseph Blatter

Dirigente sportivo svizzero
α 10 marzo 1936
La Televisione

La Televisione

Elettrodomestico
α Anno 1936
Lino Banfi

Lino Banfi

Attore italiano
α 11 luglio 1936
Mario Vargas Llosa

Mario Vargas Llosa

Scrittore peruviano, premio Nobel
α 28 marzo 1936
Pippo Baudo

Pippo Baudo

Presentatore TV italiano
α 7 giugno 1936
Richard Bach

Richard Bach

Scrittore statunitense
α 23 giugno 1936
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Politico e imprenditore italiano
α 29 settembre 1936
Tony Dallara

Tony Dallara

Cantante italiano
α 30 giugno 1936
Virna Lisi

Virna Lisi

Attrice italiana
α 8 novembre 1936
ω 18 dicembre 2014
Yves Saint Laurent

Yves Saint Laurent

Stilista francese
α 1 agosto 1936
ω 1 giugno 2008
Zubin Mehta

Zubin Mehta

Direttore d'orchestra indiano
α 29 aprile 1936