Biografie

Ardengo Soffici

Ardengo Soffici
Ardengo Soffici nelle opere letterarie

Biografia Disinvoltura intellettuale

Il poeta, scrittore e pittore Ardengo Soffici nasce a Rignano sull'Arno (Firenze) il 7 aprile 1879. Nella primavera del 1893 si trasferisce a Firenze con la famiglia, assistendo alla rovina finanziaria del padre, senza poter far nulla, che porta la famiglia in uno stato di povertà.

I primi studi sono indirizzati verso l'arte, ma presto vengono interrotti perchè ha la necessità di cercarsi un lavoro. Trova un impiego presso lo studio di un avvocato fiorentino. A questo periodo risalgono i contatti di Soffici con un ristretto gruppo di giovani artisti che si muovevano intorno all'Accademia delle Arti e alla Scuola del Nudo, dove erano maestri Giovanni Fattori e Telemaco Signorini. Attraverso la pittura giunge quindi nel mondo della cultura e come autodidatta diviene scrittore.

E' uno dei primi intellettuali italiani a trasferirsi a Parigi, per entrare in contatto con le correnti più innovative del periodo. Negli anni tra il 1899 e il 1907 vive quindi nella capitale francese. Qui lavora come illustratore: è malpagato e conduce una vita di stenti e rinunce. Ha tuttavia la possibilità di incontrare sia artisti emergenti che già affermati come Guillaume Apollinaire, Pablo Picasso e Max Jacob. Importanti sono inoltre gli incontri con artisti e scrittori italiani quali Giovanni Vailati, Mario Calderoni e Giovanni Papini; con quest'ultimo Soffici stringerà, al ritorno in Italia, una forte amicizia, nonostante la diversità di carattere. Torna quindi in Italia e partecipa al movimento della rivista "Leonardo".

Nel 1910 ritorna a Parigi dove viene a conoscenza dell'opera di Arthur Rimbaud, poeta allora quasi ignoto in Italia: nel 1911 pubblicherà nei Quaderni de "La Voce" una monografia su di lui.

Sempre su "La Voce" Soffici è protagonista di un violento attacco al Futurismo; diventerà poi un seguace di Marinetti, cogliendo per la propria produzione poetica la sua retorica e la tecnica dell'analogia.

In "Lacerba", rivista - il cui primo numero esce il giorno 1 gennaio 1913 - che fonda assieme a Papini, si batte, anche con la produzione di opere pittoriche, per la riduzione del Futurismo e Cubismo.

Ardengo Soffici partecipa come volontario alla prima guerra mondiale. Nel dopoguerra è uno dei più decisi fautori del ritorno all'ordine: si accampa su posizioni contrassegnate da deciso sciovinismo culturale, dalla esaltazione dei modelli classici (soprattutto il Quattrocento italico) e da scelte tematiche con forti accenti giornalistici.

Ardengo Soffici muore a Forte dei Marmi (Lucca) il 19 agosto 1964.

Bibliografia essenziale:

Poesia

- Bif& ZF + 18 = Simultaneità - Chimismi lirici, Edizioni della "Voce", Firenze 1915

- Elegia dell'Ambra, Firenze 1927

- Marsia e Apollo, Vallecchi, Firenze 1938

- Thréne pour Guillaume Apollinaire, Milano 1927

Narrativa e prosa

- Ignoto toscano, Firenze 1909

- Lemmonio Boreo, Libreria della "La Voce", Firenze 1912

- Arlecchino, Firenze 1914

- Giornale di bordo, Libreria della "La Voce", Firenze 1915

- Kobilek: giornale di battaglia, Vallecchi, Firenze 1918

- La giostra dei sensi, Firenze 1918

- La ritirata del Friuli,, Vallecchi, Firenze 1919

- Rete mediterranea, Firenze 1920

- Battaglia fra due vittorie, Firenze 1923

- Ricordi di vita artistica e letteraria, Firenze 1931

- Taccuino di Arno Borghi, Firenze 1933

- Ritratto delle cose di Francia, Roma 1934

- L'adunata, Firenze 1936

- Itinerario inglese, Firenze 1948

- Autoritratto d'artista italiano nel quadro del suo tempo: 1. L'uva e la croce, Firenze 1951, 2.Passi tra le rovine, Firenze 1952, 3.Il salto vitale, Firenze 1954 4.Fine di un mondo, Firenze 1955

- D'ogni erba un fascio. Racconti e fantasie, Firenze 1958

- Diari 1939-1945 (con G. Prezzoloni), Milano 1962

Saggistica

- Il caso Rosso e l'impressionismo, Firenze 1909

- Arthur Rimbaud, Firenze 1911

- Cubismo e oltre, Firenze 1913

- Cubismo e futurismo, Firenze 1914

- Serra e Croce, Firenze 1915

- Cubismo e futurismo e oltre, Firenze 1919

- Scoperte e massacri, Firenze 1919

- Primi principi di un'estetica futurista, Firenze 1920

- Giovanni Fattori, Roma 1921

- Armando Spadini, Firenze 1925

- Carlo Carrà, Milano 1928

- Periplo dell'arte, Firenze 1928

- Medardo Rosso: 1858-1928, Firenze 1929

- Ugo Bernasconi, Milano 1934

- Apollinaire, Firenze 1937

- Salti nel tempo, Firenze 1938

- Selva: arte, Firenze 1938

- Trenta artisti moderni italiani e stranieri, Firenze 1950

Frasi di Ardengo Soffici

3 fotografie

Foto e immagini di Ardengo Soffici

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Ardengo Soffici ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Ardengo Soffici nelle opere letterarie

14 biografie

Nati lo stesso giorno di Ardengo Soffici

Augusto

Augusto

Primo imperatore romano
α 23 settembre 63
ω 19 agosto 14
Alcide De Gasperi

Alcide De Gasperi

Politico italiano
α 3 aprile 1881
ω 19 agosto 1954
Andrea Palladio

Andrea Palladio

Architetto italiano
α 30 novembre 1508
ω 19 agosto 1580
Blaise Pascal

Blaise Pascal

Filosofo e matematico francese
α 19 giugno 1623
ω 19 agosto 1662
Federico Garcia Lorca

Federico Garcia Lorca

Poeta spagnolo
α 5 giugno 1898
ω 19 agosto 1936
Groucho Marx

Groucho Marx

Attore comico e scrittore statunitense
α 2 ottobre 1890
ω 19 agosto 1977
James Watt

James Watt

Matematico e ingegnere scozzese
α 19 gennaio 1736
ω 19 agosto 1819
Albert Einstein

Albert Einstein

Fisico tedesco, premio Nobel
α 14 marzo 1879
ω 18 aprile 1955
Edward Morgan Forster

Edward Morgan Forster

Scrittore inglese
α 1 gennaio 1879
ω 7 giugno 1970
Emiliano Zapata

Emiliano Zapata

Rivoluzionario messicano
α 8 agosto 1879
ω 10 aprile 1919
Ethel Barrymore

Ethel Barrymore

Attrice statunitense
α 15 agosto 1879
ω 18 giugno 1959
Josif Stalin

Josif Stalin

Dittatore russo
α 21 dicembre 1879
ω 5 marzo 1953
Lev Trotsky

Lev Trotsky

Politico e rivoluzionario russo
α 7 novembre 1879
ω 20 agosto 1940
Paul Klee

Paul Klee

Pittore tedesco
α 18 dicembre 1879
ω 29 giugno 1940
W.C. Fields

W.C. Fields

Attore comico statunitense
α 29 gennaio 1879
ω 25 dicembre 1946
Douglas MacArthur

Douglas MacArthur

Militare statunitense
α 26 gennaio 1880
ω 5 aprile 1964
Giorgio Morandi

Giorgio Morandi

Pittore italiano
α 20 luglio 1890
ω 18 giugno 1964
Herbert Hoover

Herbert Hoover

31° presidente degli Stati Uniti d'America
α 10 agosto 1874
ω 20 ottobre 1964
Ian Fleming

Ian Fleming

Scrittore inglese, padre di James Bond
α 28 maggio 1908
ω 12 agosto 1964
Palmiro Togliatti

Palmiro Togliatti

Politico comunista italiano
α 26 marzo 1893
ω 21 agosto 1964
William Garbutt

William Garbutt

Allenatore inglese di calcio
α 9 gennaio 1883
ω 24 febbraio 1964