Biografie

Billie Holiday

Billie Holiday
Libri in lingua inglese Discografia

Biografia Lady Day

Billie Holiday Nasce con il nome di Eleanor Fagan a Baltimora il 7 aprile del 1915.

Il padre, Clarence Holiday, abbandona la famiglia molto presto mentre la madre non è certamente una persona, e tantomeno una madre, convenzionale. A causa di questo desolante quadro familiare, quindi, Billie cresce sostanzialmente sola e con notevoli problemi caratteriali.

Una delle tante leggende e dicerie che circolano sul suo conto (questa però, purtroppo, con solidi e non peregrini elementi di verità), le attribuiscono addirittura un passato di prostituzione, esercitata in giovanissima età per guadagnarsi da vivere e sollevarsi dal regime di miseria in cui versava la sua famiglia.

La sua vita ha una svolta quando, trasferitasi a New York, viene scoperta da John Hammond, un artista che cantava in un Club di Harlem e che disponeva di notevoli agganci e conoscenze. Nel 1933 Hammond arrangia per lei, con Benny Goodman (ossia uno dei massimi clarinettisti, sia classici che jazz, della storia), un paio di pezzi che segnano l'inizio della sua carriera. Nello stesso anno apparve nel film di Duke Ellington "Symphony in black".

In seguito entra a far parte di una delle orchestre più in voga del momento, quella di Count Basie e incide una canzone con l'orchestra di Artie Shaw. Ormai nel "giro", sembra che la sua carriera stia per decollare, tant'è che le collaborazioni e le richieste di incisioni si susseguono. Ad esempio, sul fronte delle produzioni più importanti, sono da segnalare diversi dischi con il pianista Teddy Wilson e il sassofonista Lester Young, altri nomi storici del jazz. Quest'ultimo le attribuirà il celebre soprannome di "Lady Day" e, nel 1939, diventa la stella del Cafe Society.

Sull'onda del successo, ormai riconosciuta come una delle voci più intense della musica, incide la splendida "Strange Fruit", un capolavoro di interpretazione e un inno contro il razzismo di cui lei stessa in fondo è vittima. Il brano, per reazione di alcuni ambienti conservatori, viene vietato in diversi paesi.

Negli anni Quaranta e Cinquanta Billie Holiday si esibisce, con grande successo, in locali di tutti gli Stati Uniti e nel 1946 recita nel film "New Orleans" con Louis Armstrong, ma sfortunatamente è proprio in questo periodo che comincia a fare uso di eroina. Lo sregolato e dissoluto regime di vita a cui si sottopone interferisce pesantemente con la sua carriera rovinandole fra l'altro la preziosa voce.

A questo riguardo Tony Scott, un suo musicista collaboratore, ha detto di lei: "... Billie Holiday è stata e sempre sarà un simbolo della solitudine: una vittima dell'american way of life come donna, come nera e come cantante jazz. Per la società bianca tutto questo voleva dire essere l'ultima ruota del carro. Questo insieme di shock e traumi la spinse a cercare un qualcosa che l'aiutasse ad annebbiare il dolore spirituale e mentale. Appena si presentò l'opportunità, cominciò subito a far uso di stupefacenti.

Nel 1956 scrive "La Signora canta il blues", la sua autobiografia, da cui fu tratto un film con Diana Ross nel 1973.

Nel 1959 dopo la sua ultima incisione, subisce un attacco di epatite e viene ricoverata in ospedale a New York. Anche il suo cuore ne risente. Muore il 17 luglio, all'età di 44 anni, con la polizia attorno al suo letto. Il suo grande amico, Lester Young, era morto il 15 marzo dello stesso anno.

Sempre dalle parole di Tony Scott, riportiamo una toccante immagine della cantante: "[...] Solo due donne nella mia vita non mi hanno mai offeso: mia madre e Billie Holiday. Tutti ascoltano i dischi di Billie, tutti conoscono il suo nome. rappresenta la "vittima". La sua voce tocca chiunque, anche chi non capisce le parole, perché il suo canto nasce direttamente dall'anima. L'anima di un essere umano molto profondo, che capisce la tristezza, la felicità, la solitudine, il successo e che fu sempre destinata ad avere un no good man a fianco, un buono a nulla".

DISCOGRAFIA ESSENZIALE

1933 Billie Holiday: The Legacy Box 1933-1958

1933 Billie Holiday (1933-1937)

1936 The Quintessential Billie Holiday, Vols. 1-9

1937 The Billie Holiday and Her Orchestra...

1950 Billie Holiday Sings

1955 All or Nothing at All

1958 Blues Are Brewin'

1991 Billie Holiday Live

1995 Fine & Mellow (Indigo)

1995 Lady Sings the Blues: The Billie Holiday...

1999 The Essential Billie Holiday

2000 Billie, Ella, Lena, Sarah!

Frasi di Billie Holiday

3 fotografie

Foto e immagini di Billie Holiday

Video Billie Holiday

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Billie Holiday ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Libri in lingua inglese Discografia

14 biografie

Nati lo stesso giorno di Billie Holiday

Adam Smith

Adam Smith

Economista e filosofo scozzese
α 5 giugno 1723
ω 17 luglio 1790
Giovanni Giolitti

Giovanni Giolitti

Politico e statista italiano
α 27 ottobre 1842
ω 17 luglio 1928
John Coltrane

John Coltrane

Musicista jazz statunitense
α 23 settembre 1926
ω 17 luglio 1967
Juan Manuel Fangio

Juan Manuel Fangio

Pilota argentino
α 24 giugno 1911
ω 17 luglio 1995
Frere Roger di Taizé

Frere Roger di Taizé

Religioso svizzero, fondatore della comunità di Taizé
α 12 maggio 1915
ω 16 agosto 2005
Anthony Quinn

Anthony Quinn

Attore messicano - statunitense
α 21 aprile 1915
ω 3 giugno 2001
Arthur Miller

Arthur Miller

Drammaturgo statunitense
α 17 ottobre 1915
ω 11 febbraio 2005
Augusto Pinochet

Augusto Pinochet

Dittatore cileno
α 25 novembre 1915
ω 10 dicembre 2006
Aurelio De Felice

Aurelio De Felice

Scultore italiano
α 29 ottobre 1915
ω 14 giugno 1996
Edith Piaf

Edith Piaf

Cantante francese
α 19 dicembre 1915
ω 10 ottobre 1963
Eli Wallach

Eli Wallach

Attore statunitense
α 7 dicembre 1915
ω 24 giugno 2014
Elisabeth Schwarzkopf

Elisabeth Schwarzkopf

Soprano tedesco naturalizzata inglese
α 9 dicembre 1915
ω 3 agosto 2006
Frank Sinatra

Frank Sinatra

Attore e cantante statunitense
α 12 dicembre 1915
ω 14 maggio 1998
Ingrid Bergman

Ingrid Bergman

Attrice svedese
α 29 agosto 1915
ω 29 agosto 1982
Les Paul

Les Paul

Chitarrista statunitense
α 9 giugno 1915
ω 12 agosto 2009
Mario Monicelli

Mario Monicelli

Regista italiano
α 16 maggio 1915
ω 29 novembre 2010
Orson Welles

Orson Welles

Attore e regista statunitense
α 6 maggio 1915
ω 10 ottobre 1985
Pietro Ingrao

Pietro Ingrao

Politico e giornalista italiano
α 30 marzo 1915
ω 27 settembre 2015
Roland Barthes

Roland Barthes

Critico letterario francese
α 12 novembre 1915
ω 26 marzo 1980
Saul Bellow

Saul Bellow

Scrittore statunitense, premio Nobel
α 10 giugno 1915
ω 5 aprile 2005
Tadeusz Kantor

Tadeusz Kantor

Drammaturgo polacco
α 6 aprile 1915
ω 8 dicembre 1990
Thomas Merton

Thomas Merton

Religioso statunitense, monaco trappista, scrittore e saggista
α 31 gennaio 1915
ω 10 dicembre 1968
Cecil De Mille

Cecil De Mille

Regista e produttore statunitense
α 12 agosto 1881
ω 21 gennaio 1959
Enrico De Nicola

Enrico De Nicola

Primo Presidente della Repubblica Italiana
α 9 novembre 1877
ω 1 ottobre 1959
Ethel Barrymore

Ethel Barrymore

Attrice statunitense
α 15 agosto 1879
ω 18 giugno 1959
Frank Lloyd Wright

Frank Lloyd Wright

Architetto statunitense
α 8 giugno 1869
ω 9 aprile 1959
George Marshall

George Marshall

Generale statunitense
α 31 dicembre 1880
ω 16 ottobre 1959
Giuseppe Bottai

Giuseppe Bottai

Gerarca fascista e politico italiano
α 3 settembre 1895
ω 9 gennaio 1959
Luigi Sturzo

Luigi Sturzo

Sacerdote cattolico e politico italiano
α 26 novembre 1871
ω 8 agosto 1959
Mario Lanza

Mario Lanza

Tenore italiano
α 31 gennaio 1921
ω 7 ottobre 1959
Raymond Chandler

Raymond Chandler

Scrittore statunitense del genere giallo
α 23 luglio 1888
ω 26 marzo 1959
Ritchie Valens

Ritchie Valens

Cantante statunitense
α 13 maggio 1941
ω 3 febbraio 1959
Vincenzo Cardarelli

Vincenzo Cardarelli

Poeta italiano
α 1 maggio 1887
ω 18 giugno 1959