Biografie

Carlo Tavecchio

Carlo Tavecchio
Carlo Tavecchio nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Carlo Tavecchio

Biografia

Carlo Tavecchio nasce il 13 luglio del 1943 a Ponte Lambro, nella Brianza comasca. Dopo essersi diplomato in Ragioneria, inizia a lavorare in banca, diventando dirigente della Banca di Credito Cooperativo dell'Alta Brianza. Nel 1970 viene condannato a quattro mesi di reclusione per falsità in titolo di credito continuata in concorso. Quattro anni più tardi è uno dei fondatori della Polisportiva di Ponte Lambro.

La politica

Entrato in politica come esponente della Democrazia Cristiana, a 33 anni viene eletto sindaco del suo paese: è il 1976. Nello stesso periodo, diventa presidente di una squadra di calcio, la ASD Pontelambrese, che nel corso della sua gestione arriva fino al campionato di Prima Categoria.

Dirigente sportivo

Nel 1987 viene eletto consigliere del Comitato Regionale della Lnd, la Lega Nazionale Dilettanti: mantiene tale incarico fino al 1992, anno in cui viene nominato vicepresidente della Lnd. La sua carriera da primo cittadino dura per quasi due decenni, per un totale di quattro mandati consecutivi, non privi di altre grane giudiziarie.

Gli anni '90, le condanne e la successiva assoluzione

Nel 1994 Carlo Tavecchio viene condannato a due mesi e 28 giorni di reclusione per evasione fiscale e mancato pagamento dell'Iva. Nel 1995 lascia la carica di sindaco, allo scadere del quarto mandato, e un anno più tardi viene condannato a tre mesi di reclusione per omissione di versamento di ritenute assicurative e previdenziali.

Sempre nel 1996, lascia la vicepresidenza della Lega Nazionale Dilettanti per salire al vertice del Comitato Regionale Lombardia.

Nel 1998 viene condannato a tre mesi di reclusione per abuso d'ufficio (a causa della violazione delle norme anti-inquinamento, che comporta anche il pagamento di sanzioni per più di 7mila euro) e ad altri tre mesi di reclusione per omissione o falsità in denunce obbligatorie.

Serve attendere il 2016, quando la Delibera N.690 del 7 settembre esposta dall'ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) lo assolve dalle diverse accuse risalenti agli anni compresi tra il 1970 e il 1998.

Nel 1999 prende il posto di Elio Giulivi alla guida della Lnd; in seguito, viene scelto dal Ministero dell'Economia come consulente in relazione alle dinamiche tributarie e fiscali per le società sportive dilettantistiche, oltre che dal Ministero della Salute come membro della commissione ministeriale per le problematiche riguardanti gli impianti sportivi.

Gli anni 2000

Nel 2002 Carlo Tavecchio viene nominato esperto di campi in erba artificiale e calcio giovanile e dilettantistico, mentre cinque anni più tardi diventa vicepresidente della Figc, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, e viene inserito dalla Uefa nella Commissione per il calcio dilettantistico e giovanile in qualità di membro effettivo; nel 2009 assume la funzione di vicepresidente vicario della Figc.

Il 5 maggio del 2014 la trasmissione di inchiesta giornalistica "Report", in onda su Raitre, lascia intendere alcune presunte macchie nella gestione dei campi in erba sintetica italiani che vedrebbero protagonista Tavecchio; il programma, inoltre, propone stralci di un'intervista nella quale il presidente della Lnd si lascia sfuggire l'infelice frase: "Prima si pensava che [nel calcio la donna] fosse handicappata rispetto al maschio".

Nell'estate dello stesso anno, con le dimissioni di Giancarlo Abete dalla presidenza della Figc dopo la prematura uscita dell'Italia ai Mondiali in Brasile, Carlo Tavecchio si candida come nuovo presidente, sostenuto da diciotto squadre di Serie A su venti.

Finisce nel mirino della stampa e dell'opinione pubblica, però, quando durante un discorso relativo alla presenza di stranieri nel campionato italiano pronuncia la frase:

"Opti Pobà è venuto qua che prima mangiava le banane e adesso gioca titolare nella Lazio".

La sua espressione viene ritenuta razzista e offensiva, e molti esponenti del calcio italiano criticano apertamente Tavecchio, invitandolo a compiere un passo indietro. Il 28 luglio, la Fifa chiede alla federazione italiana di avviare un'indagine sul fatto, e anche la Commissione Europea stigmatizza le parole del dirigente lombardo.

Nei giorni seguenti, la "Gazzetta dello Sport" va a ripescare le sue dichiarazioni a "Report", lasciando intendere una nuova brutta figura per il calcio italiano.

Alla guida della FIGC

Nonostante le polemiche, in ogni caso, l'11 agosto del 2014 Carlo Tavecchio viene eletto presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Sulla frase pronunciata a luglio da Tavecchio si svolgono tre inchieste ai diversi livelli del governo del calcio. Quella della FIGC termina il 25 agosto 2014 con l'archiviazione, non avendo il Procuratore federale riscontrato nell'episodio aspetti di rilevanza disciplinare. Il procedimento avviato dall'UEFA si conclude invece il 6 ottobre successivo con la comminatoria di una sospensione per sei mesi di Tavecchio da tutti gli incarichi di rilevo europeo. Il 5 novembre successivo la FIFA estende a livello mondiale la squalifica comminata dall'UEFA.

Sostenuto da Lega A, Lega D, AIAC e AIA, il 6 marzo 2017 Carlo Tavecchio viene riconfermato presidente della FIGC vincendo con il 54,03% dei voti, prevalendo sull'altro candidato Andrea Abodi (45,97%). Lascia la Federazione il 20 novembre 2017, dopo che la nazionale azzurra manca clamorosamente la qualificazione ai mondiali del 2018 (e dopo l'esonero del C.T. Giampiero Ventura).

Frasi di Carlo Tavecchio

3 fotografie

Foto e immagini di Carlo Tavecchio

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Carlo Tavecchio ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Carlo Tavecchio nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Carlo Tavecchio

13 biografie

Nati lo stesso giorno di Carlo Tavecchio

Mal

Mal

Cantante britannico naturalizzato italiano
α 27 febbraio 1943
Albano Carrisi

Albano Carrisi

Cantante italiano
α 20 maggio 1943
Amedeo di Savoia-Aosta

Amedeo di Savoia-Aosta

Imprenditore italiano
α 27 settembre 1943
Angelo Bagnasco

Angelo Bagnasco

Cardinale e arcivescovo cattolico italiano
α 14 gennaio 1943
Anna Maria Cancellieri

Anna Maria Cancellieri

Prefetto italiano
α 22 ottobre 1943
Antonio Tabucchi

Antonio Tabucchi

Scrittore italiano
α 24 settembre 1943
ω 25 marzo 2012
Arthur Ashe

Arthur Ashe

Tennista statunitense
α 10 luglio 1943
ω 6 febbraio 1993
Ben Kingsley

Ben Kingsley

Attore inglese
α 31 dicembre 1943
Billie Jean King

Billie Jean King

Tennista statunitense
α 22 novembre 1943
Bobby Fischer

Bobby Fischer

Campione di scacchi statunitense
α 9 marzo 1943
ω 17 gennaio 2008
Catherine Deneuve

Catherine Deneuve

Attrice francese
α 22 ottobre 1943
Christopher Walken

Christopher Walken

Attore statunitense
α 31 marzo 1943
David Cronenberg

David Cronenberg

Regista canadese
α 16 marzo 1943
Edie Sedgwick

Edie Sedgwick

Artista, modella e attrice statunitense
α 20 aprile 1943
ω 16 novembre 1971
George Harrison

George Harrison

Cantante e musicista inglese, Beatles
α 25 febbraio 1943
ω 29 novembre 2001
George Benson

George Benson

Cantante e chitarrista statunitense
α 22 marzo 1943
Gianni Rivera

Gianni Rivera

Politico ed ex calciatore italiano
α 18 agosto 1943
Gigi Meroni

Gigi Meroni

Calciatore italiano
α 24 febbraio 1943
ω 15 ottobre 1967
Giorgio Squinzi

Giorgio Squinzi

Imprenditore italiano
α 18 maggio 1943
Gustavo Zagrebelsky

Gustavo Zagrebelsky

Giurista italiano
α 1 giugno 1943
Jacques Attali

Jacques Attali

Economista e scrittore francese
α 1 novembre 1943
Janis Joplin

Janis Joplin

Cantante statunitense
α 19 gennaio 1943
ω 4 ottobre 1970
Jef Raskin

Jef Raskin

Informatico statunitense, inventore del Macintosh
α 9 marzo 1943
ω 26 febbraio 2005
Jim Morrison

Jim Morrison

Cantante statunitense, Doors
α 8 dicembre 1943
ω 3 luglio 1971
Joe Pesci

Joe Pesci

Attore statunitense
α 9 febbraio 1943
John Kerry

John Kerry

Politico statunitense
α 11 dicembre 1943
Joni Mitchell

Joni Mitchell

Cantautrice canadese
α 7 novembre 1943
Julio Iglesias

Julio Iglesias

Cantante spagnolo
α 23 settembre 1943
Keith Richards

Keith Richards

Chitarrista inglese, Rolling Stones
α 18 dicembre 1943
Laura Biagiotti

Laura Biagiotti

Stilista italiana
α 4 agosto 1943
ω 26 maggio 2017
Lech Walesa

Lech Walesa

Politico polacco, Nobel per la pace
α 29 settembre 1943
Luciana Savignano

Luciana Savignano

Ballerina italiana
α 30 novembre 1943
Lucio Battisti

Lucio Battisti

Cantautore italiano
α 5 marzo 1943
ω 9 settembre 1998
Lucio Dalla

Lucio Dalla

Cantautore italiano
α 4 marzo 1943
ω 1 marzo 2012
Marcello Pera

Marcello Pera

Politico italiano
α 28 gennaio 1943
Mario Monti

Mario Monti

Economista italiano
α 19 marzo 1943
Massimo Fini

Massimo Fini

Scrittore e giornalista italiano
α 19 novembre 1943
Michele Guardì

Michele Guardì

Autore tv italiano
α 5 giugno 1943
Michele Mirabella

Michele Mirabella

Attore e conduttore tv italiano
α 7 luglio 1943
Mick Jagger

Mick Jagger

Cantante inglese, Rolling Stones
α 26 luglio 1943
Orietta Berti

Orietta Berti

Cantante italiana
α 1 giugno 1943
Raffaella Carrà

Raffaella Carrà

Conduttrice TV italiana
α 18 giugno 1943
Robert De Niro

Robert De Niro

Attore statunitense
α 17 agosto 1943
Roberto Vecchioni

Roberto Vecchioni

Cantautore italiano
α 25 giugno 1943
Roberto Colaninno

Roberto Colaninno

Manager e imprenditore italiano
α 16 agosto 1943
Roger Waters

Roger Waters

Musicista inglese, Pink Floyd
α 6 settembre 1943
Sam Shepard

Sam Shepard

Commediografo, attore e scrittore statunitense
α 5 novembre 1943
ω 27 luglio 2017
Sharon Tate

Sharon Tate

Attrice statunitense
α 24 gennaio 1943
ω 9 agosto 1969
Terrence Malick

Terrence Malick

Regista statunitense
α 30 novembre 1943
Toto Cutugno

Toto Cutugno

Cantautore italiano
α 7 luglio 1943
Vittorio Feltri

Vittorio Feltri

Giornalista italiano
α 25 giugno 1943