Biografie

Cesare Lombroso

Cesare Lombroso
Cesare Lombroso nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Crani e crimini

Nato Marco Ezechia Lombroso il 6 novembre 1835 a Verona da famiglia ebraica benestante, Cesare Lombroso è considerato, a torto o a ragione, il maggior rappresentante italiano del positivismo evoluzionistico di derivazione darwinista, ricordato per le sue ossessive quanto forse un po' puerili misurazioni fisiognomiche, allo scopo di individuare fantomatici "tipi" umani. Come ad esempio quello criminale: il suo chiodo fisso.

Compiuti gli studi universitari a Pavia (dove si laurea nel 1858), ma anche a Padova e a Vienna, partecipa come medico militare alla campagna contro il brigantaggio successiva all'unificazione e, incaricato di clinica psichiatrica e di antropologia a Pavia, svolge ricerche sul cretinismo e sulla pellagra.

I suoi campi di interesse si estendono comunque in più direzioni. Grande rilevanza ha per la sua formazione lo studio dell'antropologia, poi declinata allo studio delle malattie mentali (nel 1871 Lombroso ottiene la direzione del manicomio di Pesaro), delle razze umane e alle applicazioni statistiche alle malattie sociali. Atteggiamenti culturali riconducibili, in ultima analisi, alle propaggini culturali sviluppatesi da personaggi come Cattaneo e Romagnosi.

Nel crogiolo dei suoi interessi finisce poi tutto quello che la scienza di inizio secolo riteneva strano e misterioso, con uno spirito pioneristico che oggi non può non suscitare tenerezza. Ecco allora gli sforzi dedicati alla grafologia, all'immarcescibile parapsicologia e allo spiritismo, allora di gran moda.

Possiamo dire che Lombroso non esprime una posizione organica e coerente sullo spiritismo; lo studioso appare diviso da due opposte tensioni: da una parte quella di dare comunque conto dei fatti, di tutti i fatti, anche quelli raccolti da fonte indiretta; dall'altra quella di mantenersi fedele al proprio credo materialistico, senza nulla concedere a ipotesi di tipo spiritualistico o metafisico.

Lombroso interpreta questo o quel fenomeno particolare basandosi su intuizioni tanto suggestive quanto dotate di scarsa o nulla compatibilità reciproca. Né si preoccupa di svilupparle nelle loro conseguenze, e forse non può: quando ad esempio ricorre all'ipotesi della quarta dimensione (vero e proprio passepartout per qualsiasi fenomeno, perché permette di scavalcare la legge di gravità e l'ordine del tempo e dello spazio) egli sembra servirsene quale mera pezza d'appoggio teorica per la spiegazione di un fatto.

Se le prove sperimentali sono insufficienti o di dubbia interpretazione, Lombroso si appella alla fonte storico-antropologica, usata qui come deus ex machina che garantisce la realtà dei fenomeni attestandone l'universale accettazione.

Il suo sguardo sul mondo dello spiritismo resta quello stesso sguardo "eternamente aperto sugli aspetti 'curiosi' della realtà, ridotti a 'fatti' e spiegati con un metodo immutabile che avrebbe dovuto definitivamente svelarli nella loro assoluta oggettività e renderli plausibili e controllabili, magari a costo di fulminei cortocircuiti concettuali e vertiginosi collegamenti tra eventi lontani nel tempo e nello spazio".

Cesare Lombroso resta soprattutto famoso per la sua teoria fisiognomica, ossia il tentativo di ricondurre la determinazione del carattere degli individui alle proprie caratteristiche fisiche (come le già citate misure del cranio o alcune sue deformità).

Il sogno di portare alla luce il male, il cancro oscuro che si nasconde nell'Uomo e che in realtà risiede dentro la sua testa, il nobile tentativo di Lombroso di preservare la società dal disordine delle azioni malvagie con azioni preventive, a cui dedicherà anche alcuni celebri scritti (vedi le cinque edizioni de "L'Uomo delinquente"), andrà incontro ad inevitabile fallimento.

Cesare Lombroso muore a Torino il 19 ottobre 1909.

Frasi di Cesare Lombroso

3 fotografie

Foto e immagini di Cesare Lombroso

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Cesare Lombroso ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Cesare Lombroso nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

8 biografie

Nati lo stesso giorno di Cesare Lombroso

Elizabeth Arden

Elizabeth Arden

Imprenditrice canadese
α 31 dicembre 1878
ω 19 ottobre 1966
Ernest Rutherford

Ernest Rutherford

Chimico e fisico neozelandese naturalizzato inglese
α 30 agosto 1871
ω 19 ottobre 1937
Jonathan Swift

Jonathan Swift

Scrittore irlandese
α 30 novembre 1667
ω 19 ottobre 1745
Papa Pio X

Papa Pio X

Pontefice della chiesa cattolica italiano
α 2 giugno 1835
ω 20 agosto 1914
Cixi

Cixi

Imperatrice cinese
α 29 novembre 1835
ω 15 novembre 1908
Andrew Carnegie

Andrew Carnegie

Imprenditore e filantropo scozzese emigrato negli Stati Uniti
α 25 novembre 1835
ω 11 agosto 1919
Giosuè Carducci

Giosuè Carducci

Poeta italiano, premio Nobel
α 27 luglio 1835
ω 16 febbraio 1907
Mark Twain

Mark Twain

Scrittore statunitense
α 30 novembre 1835
ω 21 aprile 1910
Nuvola Rossa

Nuvola Rossa

Capo indiano Sioux Oglala
α Anno 1822
ω 10 dicembre 1909
Geronimo

Geronimo

Capo Apache, condottiero nativo americano
α 16 giugno 1829
ω 17 febbraio 1909
Alfredo Oriani

Alfredo Oriani

Scrittore italiano
α 22 agosto 1852
ω 18 ottobre 1909
George Meredith

George Meredith

Scrittore e poeta inglese
α 12 febbraio 1828
ω 18 maggio 1909
Giovanni Vailati

Giovanni Vailati

Matematico e filosofo italiano
α 24 aprile 1863
ω 14 maggio 1909
Joe Petrosino

Joe Petrosino

Poliziotto italiano naturalizzato statunitense, pioniere nella lotta alla mafia
α 30 agosto 1860
ω 12 marzo 1909