Biografie

Chesley Sullenberger

Chesley Sullenberger
Chesley Sullenberger nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Chesley Sullenberger

Biografia

Pilota capitano comandante di aerei di linea, Chesley Sullenberger deve la sua fama all'episodio che il 15 gennaio 2009 lo vide protagonista: con il suo aereo compì un ammaraggio di emergenza a New York sulle acque del fiume Hudson portando in salvo tutte le 155 persone presenti sul velivolo.

La storia

Chesley Burnett Sullenberger, III nasce il 23 gennaio del 1951 a Denison, in Texas, figlio di un dentista di origini svizzere e di un'insegnante delle scuole elementari. Appassionatosi sin da bambino di modellini di aerei, già da piccolo sostiene di voler volare, attirato anche dai jet militari di una base Air Force situata non molto lontano da casa sua.

All'età di dodici anni Chesley dimostra un QI molto elevato, che gli permette di entrare a far parte del Mensa International, mentre alle superiori è flautista e presidente del circolo di latino. Membro attivo della Waples Memorial United Methodist Church della sua città, si diploma nel 1969, non prima di avere imparato a volare a bordo di un Aeronca 7DC. Nello stesso anno si arruola nell'Air Force Academy statunitense, e nel giro di breve tempo diventa a tutti gli effetti un pilota di aerei.

Successivamente ottiene un Bachelor of Science presso l'Air Force Academy, e nel frattempo consegue un Master's degree in Psicologia Industriale alla Purdue University.

Dopo gli studi accademici

Dal 1975 al 1980 Sullenberger è impiegato come fighter pilot per l'Air Force a bordo di un McDonnell Douglas F-4 Phantom IIS; quindi, sale di grado e ottiene la qualifica di capitano. Dal 1980 in poi lavora per la US Airways.

Nel 2007 è il fondatore e l'amministratore delegato della SRM, la Safety Reliability Methods, Inc., un'impresa specializzata nella sicurezza.

L'evento del 15 gennaio 2009

Il nome di Chesley Sullenberger sale agli onori delle cronache di tutto il mondo il 15 gennaio del 2009, giorno in cui è il pilota del volo commerciale US Airways 1549 partito dall'aeroporto La Guardia di New York con destinazione Charlotte, nel North Carolina.

Il volo decolla alle ore 15.24 dall'aeroporto newyorchese, e un minuto più tardi tocca la quota di 700 piedi: Chesley, che ha 57 anni, è affiancato dal copilota Jeffrey B. Skiles, di 49 anni, alle sue prime esperienze su un A320, avendo ottenuto l'abilitazione a pilotare questo genere di mezzi da poco tempo.

L'impatto con uno stormo di uccelli

È proprio il copilota Skiles a trovarsi ai comandi al momento del decollo, ed è proprio lui a rendersi conto, a quota 3200 piedi, dello stormo di uccelli che si dirige contro il velivolo. Alle 15.27 la collisione con lo stormo provoca, nella sezione frontale del mezzo, alcune scosse molto forti: a causa dell'impatto le carcasse di vari uccelli investono i motori dell'apparecchio, i quali perdono potenza molto velocemente.

A quel punto Chesley Sullenberger decide di riprendere subito i comandi, mentre Skiles intraprende la procedura di emergenza necessaria a far ripartire i motori, che intanto si sono definitivamente spenti. Pochi secondi più tardi, Chesley comunica, con il call sign "Cactus 1549", che l'aereo ha subìto un forte impatto con uno stormo di uccelli. Patrick Harten, controllore del traffico aereo, gli suggerisce la rotta da seguire per permettergli di tornare su una delle piste di atterraggio dell'aeroporto da cui il velivolo era partito poco prima.

Il pilota, tuttavia, si accorge quasi immediatamente che un eventuale tentativo di atterraggio di emergenza a La Guardia non avrebbe un esito positivo, e riferisce di essere intenzionato a provare ad atterrare al Teterboro Airport in New Jersey. La struttura prescelta viene informata dal controllore di volo, ma Sullenberger poco dopo capisce che anche la distanza dal Teterboro Airport è comunque eccessiva per sperare in un buon esito. Insomma, nessun aeroporto può essere raggiunto.

L'ammaraggio sull'Hudson

In quell'occasione l'aereo è obbligato, sei minuti dopo il decollo, a eseguire un ammaraggio di emergenza nel fiume Hudson. L'ammaraggio riesce alla perfezione (non ci sono vittime) proprio grazie all'abilità di Sullenberger: tutti i passeggeri - centocinquanta, nel complesso - e i membri dell'equipaggio - cinque - riescono a uscire dall'aereo posizionandosi sugli scivoli galleggianti e sulle ali, per poi essere tratti in salvo in breve tempo con l'aiuto di diversi battelli.

Chesley Sullenberger eroe nazionale

Successivamente, Sullenberger riceve una telefonata del presidente degli Stati Uniti George W. Bush, che lo ringrazia per aver salvato le vite dei passeggeri; lo chiamerà anche il neo-presidente Barack Obama, che lo inviterà insieme al resto dell'equipaggio a prendere parte alla sua cerimonia di insediamento.

Il 16 gennaio il Senato degli Stati Uniti approva una risoluzione per riconoscere e onorare Chesley Sullenberger, Skiles, l'equipaggio e i passeggeri. Il 20 gennaio Chesley è presente all'insediamento di Obama, mentre due giorni più tardi riceve dalla Guild of Air Pilots and Air Navigators una Masters Medal.

I riconoscimenti e la riconoscenza

Un'altra cerimonia va in scena il 24 gennaio, nella città di Danville, in California (dove il pilota era andato a vivere, trasferendosi dal Texas): a Sullenberger vengono consegnate le chiavi della città, prima della nomina a ufficiale di polizia onorario. Il 6 giugno egli fa ritorno nella sua città natale, Denison, per prendere parte alle celebrazioni locali del D-Day; a luglio, poi, è a St. Louis, nel Missouri, percorrendo la parata di star del red carpet che precede l'All-Star Game della Major League Baseball.

Inoltre, Chesley presta il volto a una campagna pubblicitaria per il St. Jude Children's Research Hospital. Pochi mesi più tardi, nella sala piloti dell'aeroporto La Guardia viene appeso un quadro su cui è rappresentata la procedura utilizzata da Sullenberger in occasione dell'ammaraggio, che viene poi riportata anche tra le procedure di emergenza dell'aeroporto.

Il film

Nel 2016 viene realizzato il film "Sully", biografia dedicata proprio al pilota eroe americano diretta e co-prodotta da Clint Eastwood e sceneggiata da Todd Komarnicki. A interpretare l'eroe protagonista è Tom Hanks. Il film si basa sull'autobiografia "Highest Duty: My Search for What Really Matters" (Massimo dovere: La mia ricerca di ciò che conta davvero) scritta dallo stesso Chesley Sullenberger insieme al giornalista Jeffrey Zaslow.

Frasi di Chesley Sullenberger

4 fotografie

Foto e immagini di Chesley Sullenberger

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Chesley Sullenberger ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Chesley Sullenberger nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Chesley Sullenberger

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Chesley Sullenberger

Sting

Sting

Cantante e musicista inglese
α 2 ottobre 1951
Abel Ferrara

Abel Ferrara

Regista statunitense
α 19 luglio 1951
Anatolij Karpov

Anatolij Karpov

Scacchista russo
α 23 maggio 1951
Ayman Al-Zawahiri

Ayman Al-Zawahiri

Terrorista egiziano, leader di Al-Qaeda
α 19 giugno 1951
Carlo Vanzina

Carlo Vanzina

Regista e sceneggiatore italiano
α 13 marzo 1951
Christian De Sica

Christian De Sica

Attore e regista italiano
α 5 gennaio 1951
Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

Cantautore italiano
α 16 maggio 1951
Claudio Ranieri

Claudio Ranieri

Allenatore di calcio italiano
α 20 ottobre 1951
Denis Verdini

Denis Verdini

Politico italiano
α 8 maggio 1951
Dodi Battaglia

Dodi Battaglia

Chitarrista italiano, Pooh
α 1 giugno 1951
Francesco Moser

Francesco Moser

Atleta italiano, ciclismo
α 19 giugno 1951
Francesco De Gregori

Francesco De Gregori

Cantautore italiano
α 4 aprile 1951
Geoffrey Rush

Geoffrey Rush

Attore australiano
α 6 luglio 1951
Gianfranco Vissani

Gianfranco Vissani

Chef italiano
α 13 gennaio 1951
Giuliano Poletti

Giuliano Poletti

Politico italiano
α 19 novembre 1951
Giuni Russo

Giuni Russo

Cantante italiana
α 7 settembre 1951
ω 14 settembre 2004
Gordon Brown

Gordon Brown

Politico inglese, ex primo ministro
α 20 febbraio 1951
Ilona Staller

Ilona Staller

Pornostar ungherese
α 26 novembre 1951
Ivano Fossati

Ivano Fossati

Cantautore italiano
α 21 settembre 1951
Jerry Calà

Jerry Calà

Attore e regista italiano
α 28 giugno 1951
Joey Ramone

Joey Ramone

Cantante e musicista rock statunitense
α 19 maggio 1951
ω 15 aprile 2001
Kathryn Bigelow

Kathryn Bigelow

Regista statunitense
α 27 settembre 1951
Kurt Russell

Kurt Russell

Attore statunitense
α 17 marzo 1951
Marco Risi

Marco Risi

Regista italiano
α 4 giugno 1951
Marco Predolin

Marco Predolin

Conduttore tv e radiofonico italiano
α 26 marzo 1951
Marisa Laurito

Marisa Laurito

Attrice, showgirl, cantante e conduttrice tv italiana
α 19 aprile 1951
Massimo Ranieri

Massimo Ranieri

Cantante, attore e presentatore tv italiano
α 3 maggio 1951
Michael Keaton

Michael Keaton

Attore statunitense
α 5 settembre 1951
Michele Santoro

Michele Santoro

Giornalista e conduttore tv italiano
α 2 luglio 1951
Paolo Crepet

Paolo Crepet

Psichiatra, scrittore e sociologo italiano
α 17 settembre 1951
Pedro Almodovar

Pedro Almodovar

Regista spagnolo
α 24 settembre 1951
Phil Collins

Phil Collins

Cantante e musicista inglese
α 30 gennaio 1951
Pier Luigi Bersani

Pier Luigi Bersani

Politico italiano
α 29 settembre 1951
Pino Arlacchi

Pino Arlacchi

Politico e sociologo italiano
α 21 febbraio 1951
Red Ronnie

Red Ronnie

Presentatore tv italiano
α 15 dicembre 1951
Red Canzian

Red Canzian

Cantante e musicista italiano, Pooh
α 30 novembre 1951
Roberto Duran

Roberto Duran

Ex pugile panamense
α 16 giugno 1951
Robin Williams

Robin Williams

Attore statunitense
α 21 luglio 1951
ω 11 agosto 2014
Romina Power

Romina Power

Cantante italiana
α 2 ottobre 1951
Rosario Crocetta

Rosario Crocetta

Politico italiano
α 8 febbraio 1951
Rosy Bindi

Rosy Bindi

Politica italiana
α 12 febbraio 1951
Sally Ride

Sally Ride

Astronauta statunitense
α 26 maggio 1951
ω 23 luglio 2012