Biografie

Chuck Berry

Chuck Berry
Chuck Berry nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Chuck Berry Discografia

Biografia L'invenzione del rock

Charles Edward Anderson Berry, o più semplicemente Chuck Berry, nasce a Saint Louis, nello stato del Missouri, in Usa, il 18 ottobre del 1926. Cantante e compositore, tra i primi chitarristi rock di sempre, si contende - e probabilmente sempre si contenderà - con Elvis Presley, il primato per aver inventato o, quanto meno, portato al successo, il genere più famoso del Novecento: il rock and roll.

Di sicuro Chuck Berry è stato il primo ad aver utilizzato la scala pentatonica negli assolo di rock, la cosiddetta "double-stop", portando il suo strumento, la chitarra, a gareggiare quando non proprio a primeggiare sulla voce, fino agli anni '50 considerata la cosa principale di qualsiasi band e in qualsiasi genere musicale. Secondo la celebre rivista "Rolling Stones" è al quinto posto nella speciale classifica dei cento migliori chitarristi della storia del rock.

Gli anni giovanili di Chuck sono quelli consueti, soprattutto per quei ragazzi di colore che, nell'America degli anni '40, devono lottare contro i pregiudizi razziali e, soprattutto, contro le prepotenze della classe dirigente bianca. È un ragazzo turbolento, con una forte tendenza a delinquere. Gli anni che passa in riformatorio, durante l'adolescenza, non sono di certo pochi.

Quarto figlio di una famiglia di sei figli, si fa le ossa nel quartiere "The Ville". Suo padre è un diacono della chiesa battista e si dà da fare come imprenditore, dando tuttavia alla famiglia numerosa una certa agiatezza economica, soprattutto a confronto con molte altre famiglie di colore degli Stati Uniti, in quegli anni in grande difficoltà.

Il piccolo Chuck si innamora ben presto del blues e della chitarra, esibendosi davanti ad un pubblico sin nel lontano 1941, quando è poco più che un teenager, presso la Sumner High School. Da questo momento però, per tre anni, il giovane musicista frequenta le cosiddette cattive compagnie, tanto che nel 1944, ancora studente, viene arrestato e incarcerato per rapina a mano armata, insieme con la sua banda. La delusione per i famigliari è forte e il giovane viene spedito ad Algoa, nel riformatorio vicino Jefferson City, nel Missouri. Durante la detenzione conosce altri musicisti, forma con loro un quartetto vocale e si allena come pugile. In breve intuisce che la musica può essere la sua unica maniera per emergere e stare lontano da certe situazioni criminose.

All'età di ventuno anni, una volta fuori di prigione, Chuck Berry sposa la sua fidanzata Themetta "Toddy" Suggs, esattamente il 28 ottobre del 1948. Due anni dopo arriva la prima figlia, Darlin Ingrid Berry, nata il 3 ottobre del 1950.

In questo periodo, pur non abbandonando mai la musica, il futuro chitarrista si dà da fare con diversi lavori, arrangiandosi a St. Louis come operaio, portinaio e altro. Nello stesso anno in cui nasce la figlia, la famiglia Berry riesce a comprare un piccolo appartamento in Whittier Street (verrà poi dichiarato edificio storico proprio per aver ospitato l'idolo rock in quegli anni).

Prima del 1955, anno fatidico per lui dal punto di vista musicale, Berry pensa alla musica come ad un suo secondo lavoro, suonando con varie formazioni, prediligendo il blues ma non disdegnando nemmeno il country, la musica dei bianchi. Nel 1953 conosce una certa notorietà al seguito del pianista Johnnie Johnson, dando inizio a una lunga collaborazione.

A dare una svolta alla sua carriera è il grande bluesman Muddy Waters, il quale fa il suo nome a Leonard Chess, della Chess Records di Chicago. Nel maggio del 1955 Berry si presenta con un lavoro fatto e finito, tutto blues, che però non interessa più di tanto il titolare dell'etichetta. Questi però, rimane sorpreso da una sorta di scherzo inciso da Berry e compagni, un riadattamento di un vecchio classico country & western di Bob Wills, intitolato "Ida Red", e trasformato in "Ida May". Il chitarrista e cantante viene convinto a incidere nuovamente il brano che, il 21 maggio 1955, diventa "Maybellene". Con lui ci sono il pianista Johnnie Johnson, Jerome Green alle maracas, il batterista Jasper Thomas e il bassista e cantante blues Willie Dixon. La canzone quell'anno vende un milione di copie e porta Chuck Berry e i suoi in vetta alle classifiche americane. Il brano in questione, secondo molti, segna forse il vero inizio del genere "Rock and Roll", frutto della commistione tra rythm'n'blues e country.

Da quest'anno, il 1955, sino al 1958, Berry realizza tutti i suoi capolavori, scrivendo un momento importante, se non proprio fondamentale, nella storia del rock e soprattutto del rock and roll. Brani ormai leggendari vedono la luce, come "Roll Over Beethoven", "Thirty Days", "You Can't Catch Me", "School Day", "Johnny B. Goode", "Rock and Roll Music".

A dare una battuta d'arresto alla sua lanciatissima carriera di musicista è ancora una volta una vicenda giudiziaria, la quale incide non poco sull'immaginario comune. Nel 1959 l'autore della celebre e sempre amata "Johnny B. Goode", suonata dai più grandi di sempre e colonna sonora di film di successo, viene arrestato per avere avuto rapporti sessuali con una minorenne: una quattordicenne impiegata in uno dei suoi locali. La condanna inizialmente è di cinquemila dollari di multa e ben cinque anni di carcere. Tuttavia, due anni dopo, ricorso in appello nel 1961, Berry ottiene una riduzione della pena a tre anni di reclusione.

Di nuovo in libertà nel 1963, il musicista di colore fatica a rientrare nel giro che conta. In parte sono proprio le nuove band della cosiddetta "British invasion" a salvarlo, riportando in auge il suo nome e molti dei suoi migliori brani. Gruppi come i Rolling Stones, i Beatles, i Beach Boys gli tributano il dovuto, rielaborando i suoi migliori singoli.

John Lennon di lui ha modo di affermare: "È uno dei più grandi di sempre. L'ho già detto molte volte, ma è il primo vero poeta rock.".

Fino al 1965 Chuck Berry vivacchia di rendita, pubblicando in totale altri otto singoli interessanti, ma non dello stesso livello dei precedenti. Entro il 1969 pubblica cinque dischi per la Mercury, compreso un live a Fillmore, ma senza ottenere molta attenzione dal pubblico e da parte degli addetti ai lavori. È ancora una volta la Chess Records a portargli fortuna. Nel 1972 per la sua vecchia casa incide una nuova versione dal vivo della sua vecchia canzone "My Ding-a-Ling". Il brano, sorprendendo lo stesso chitarrista, balza in testa alle classifiche.

Dopo quest'ultimo momento di gloria, Berry continua ad esibirsi dal vivo fino al 1979, quando il giorno 1 giugno viene chiamato a suonare alla Casa Bianca, davanti al presidente Jimmy Carter. Nel frattempo pubblica altri due dischi, non particolarmente esaltanti: "Chuck Berry", del 1975, e "Rock It", del 1979.

Sempre nel 1979 l'artista americano sconta altri quattro mesi di prigione, oltre a un cospicuo numero di ore nei servizi sociali, questa volta a causa di una condanna per evasione fiscale.

Dagli anni '80 in poi, nonostante tutte le vicissitudini che lo riguardano, Berry si rimette in sesto e si dedica con tutto se stesso ai concerti dal vivo, realizzandone un centinaio ogni anno e per tutto il decennio. Nel 1986 Taylor Hackford gira un documentario su di lui, dal titolo "Hail! Hail! Rock 'n' Roll", e incentrato sul festival celebrativo fatto in suo onore, per il suo sessantesimo compleanno. Per l'occasione, a tributare Berry, ci sono i migliori di sempre: da Keith Richards a Eric Clapton, fino ad Etta James, Julian Lennon, Robert Cray e Linda Ronstadt.

Alla fine del 1990 l'artista fa parlare ancora di sé e per motivi non riguardanti la sua musica. Deve pagare circa un milione di dollari a 59 donne che lo accusano di aver installato una telecamera nei bagni di un suo famoso ristorante nel Missouri, con il fine di spiarle nei momenti meno opportuni. Durante la perquisizione che subisce, vengono trovati a casa sua oltre a dei video compromettenti, con immagini registrate dai bagni del suo locale, tra le quali comparirebbe anche una minorenne, anche sessanta grammi di marijuana. Berry patteggia e se la cava con due anni di libertà vigilata e circa cinquemila dollari di multa.

Dieci anni dopo, nel 2000, è il suo ex pianista Johnnie Johnson a citarlo in giudizio, con l'accusa di mancati crediti ricevuti per quanto riguarda canzoni come "No particular place to go", "Sweet little sixteen" e "Roll over Beethoven", delle quali sostiene di essere il coautore. Ma questa volta il chitarrista ha la meglio sul suo ex pianista.

Negli anni successivi e nonostante l'età, Chuck Berry continua le sue esibizioni a St. Louis senza rinunciare nemmeno ai tour europei, come quello cominciato nel 2008, il quale lo ha portato un po' ovunque e anche con buon successo di pubblico.

Rimane in attività fino alla fine della sua vita. La morte lo coglie all'età di 90 anni, il 18 marzo 2017, nella sua città natale.

Frasi di Chuck Berry

3 fotografie

Foto e immagini di Chuck Berry

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Chuck Berry ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Chuck Berry nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Chuck Berry Discografia

12 biografie

Nati lo stesso giorno di Chuck Berry

Umberto II di Savoia

Umberto II di Savoia

Monarca italiano
α 15 settembre 1904
ω 18 marzo 1983
Ivan il Terribile

Ivan il Terribile

Monarca russo
α 25 agosto 1530
ω 18 marzo 1584
Erich Fromm

Erich Fromm

Psicoanalista e sociologo tedesco
α 23 marzo 1900
ω 18 marzo 1980
Jacques de Molay

Jacques de Molay

Monaco francese, ultimo Maestro dell'Ordine dei Cavalieri Templari
α Anno 1243
ω 18 marzo 1314
Laurence Sterne

Laurence Sterne

Scrittore britannico
α 24 novembre 1713
ω 18 marzo 1768
Tamara De Lempicka

Tamara De Lempicka

Pittrice polacca
α 16 maggio 1898
ω 18 marzo 1980
William C. Durant

William C. Durant

Imprenditore statunitense, fondatore della General Motors
α 8 dicembre 1861
ω 18 marzo 1947
Elisabetta II

Elisabetta II

Regina britannica
α 21 aprile 1926
Kriyananda

Kriyananda

Maestro spirituale
α 19 maggio 1926
ω 21 aprile 2013
Alan Greenspan

Alan Greenspan

Economista statunitense
α 6 marzo 1926
Alfredo Di Stefano

Alfredo Di Stefano

Calciatore argentino e spagnolo
α 4 luglio 1926
ω 7 luglio 2014
Allen Ginsberg

Allen Ginsberg

Poeta beat statunitense
α 3 giugno 1926
ω 5 aprile 1997
Arnaldo Pomodoro

Arnaldo Pomodoro

Scultore italiano
α 23 giugno 1926
Carlo Fruttero

Carlo Fruttero

Scrittore italiano
α 19 settembre 1926
ω 15 gennaio 2012
Claudio Villa

Claudio Villa

Cantante e attore italiano
α 1 gennaio 1926
ω 7 febbraio 1987
Dario Fo

Dario Fo

Drammaturgo italiano, premio Nobel
α 24 marzo 1926
ω 13 ottobre 2016
Fidel Castro

Fidel Castro

Rivoluzionario e politico cubano
α 13 agosto 1926
ω 26 novembre 2016
Giangiacomo Feltrinelli

Giangiacomo Feltrinelli

Editore e attivista italiano
α 19 giugno 1926
ω 14 marzo 1972
Hugh Hefner

Hugh Hefner

Editore statunitense, fondatore di Playboy
α 9 aprile 1926
Ingvar Kamprad

Ingvar Kamprad

Imprenditore svedese, fondatore di Ikea
α 30 marzo 1926
Ivan Illich

Ivan Illich

Sociologo e filosofo austriaco
α 4 settembre 1926
ω 2 dicembre 2002
Jerry Lewis

Jerry Lewis

Comico statunitense
α 16 marzo 1926
ω 20 agosto 2017
John Coltrane

John Coltrane

Musicista jazz statunitense
α 23 settembre 1926
ω 17 luglio 1967
Luigi Veronelli

Luigi Veronelli

Gastronomo, enologo e scrittore italiano
α 2 febbraio 1926
ω 29 novembre 2004
Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

Attrice statunitense
α 1 giugno 1926
ω 5 agosto 1962
Mel Brooks

Mel Brooks

Regista e attore statunitense
α 28 giugno 1926
Michel Foucault

Michel Foucault

Filosofo e storico francese
α 15 ottobre 1926
ω 26 giugno 1984
Miles Davis

Miles Davis

Trombettista jazz statunitense
α 26 maggio 1926
ω 28 settembre 1991
Mirko Tremaglia

Mirko Tremaglia

Politico italiano
α 17 novembre 1926
ω 30 dicembre 2011
Roger Corman

Roger Corman

Regista e produttore cinematografico statunitense
α 5 aprile 1926
Sathya Sai Baba

Sathya Sai Baba

Maestro spirituale indiano
α 23 novembre 1926
ω 24 aprile 2011
Tiberio Mitri

Tiberio Mitri

Pugile e attore italiano
α 12 luglio 1926
ω 12 febbraio 2001
Tony Bennett

Tony Bennett

Cantante statunitense
α 3 agosto 1926
Valéry Giscard d'Estaing

Valéry Giscard d'Estaing

20° Presidente della Repubblica francese
α 2 febbraio 1926
Vittorio Bachelet

Vittorio Bachelet

Giurista e politico italiano
α 20 febbraio 1926
ω 12 febbraio 1980
Al Jarreau

Al Jarreau

Cantante statunitense
α 12 marzo 1940
ω 12 febbraio 2017
Chester Bennington

Chester Bennington

Cantante statunitense, Linkin Park
α 20 marzo 1976
ω 20 luglio 2017
Chris Cornell

Chris Cornell

Cantante statunitense
α 20 luglio 1964
ω 18 maggio 2017
Cino Tortorella

Cino Tortorella

Autore e presentatore tv italiano
α 27 giugno 1927
ω 23 marzo 2017
Danilo Mainardi

Danilo Mainardi

Etologo e divulgatore scientifico italiano
α 25 novembre 1933
ω 8 marzo 2017
Dionigi Tettamanzi

Dionigi Tettamanzi

Arcivescovo e cardinale cattolico italiano
α 14 marzo 1934
ω 5 agosto 2017
George Romero

George Romero

Regista statunitense
α 4 febbraio 1940
ω 16 luglio 2017
Gianni Boncompagni

Gianni Boncompagni

Regista e autore tv italiano
α 13 maggio 1932
ω 16 aprile 2017
Giovanni Sartori

Giovanni Sartori

Politologo italiano
α 13 maggio 1924
ω 4 aprile 2017
Helmut Kohl

Helmut Kohl

Politico tedesco
α 3 aprile 1930
ω 16 giugno 2017
Jake LaMotta

Jake LaMotta

Pugile statunitense
α 10 luglio 1921
ω 19 settembre 2017
Jeanne Moreau

Jeanne Moreau

Attrice francese
α 23 gennaio 1928
ω 31 luglio 2017
Jerry Lewis

Jerry Lewis

Comico statunitense
α 16 marzo 1926
ω 20 agosto 2017
Joaquin Navarro Valls

Joaquin Navarro Valls

Giornalista e medico spagnolo
α 16 novembre 1936
ω 5 luglio 2017
Kenneth Arrow

Kenneth Arrow

Economista statunitense, Premio Nobel
α 23 agosto 1921
ω 21 febbraio 2017
Laura Biagiotti

Laura Biagiotti

Stilista italiana
α 4 agosto 1943
ω 26 maggio 2017
Nanni Svampa

Nanni Svampa

Cantante dialettale milanese
α 28 febbraio 1938
ω 27 agosto 2017
Paolo Villaggio

Paolo Villaggio

Attore italiano
α 31 dicembre 1932
ω 3 luglio 2017
Paolo Limiti

Paolo Limiti

Autore e conduttore tv italiano
α 8 maggio 1940
ω 27 giugno 2017
Roger Moore

Roger Moore

Attore inglese
α 14 ottobre 1927
ω 23 maggio 2017
Sam Shepard

Sam Shepard

Commediografo, attore e scrittore statunitense
α 5 novembre 1943
ω 27 luglio 2017
Stefano Rodotà

Stefano Rodotà

Giurista e politico italiano
α 30 maggio 1933
ω 23 giugno 2017
Tomas Milian

Tomas Milian

Attore cubano naturalizzato italiano
α 3 marzo 1933
ω 22 marzo 2017
Zygmunt Bauman

Zygmunt Bauman

Filosofo e sociologo polacco
α 19 novembre 1925
ω 9 gennaio 2017