Biografie

Gabriele Oriali

Gabriele Oriali
Gabriele Oriali nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Gabriele Oriali

Biografia

Gabriele Oriali nasce il 25 novembre del 1962 a Como. Mentre lavora come garzone in un negozio di barbiere per mettere da parte qualche spicciolo, intraprende la carriera di calciatore cominciando a giocare a pallone come terzino destro nel Cusano Milanino: tra i suoi compagni di squadra c'è anche Aldo Maldera.

Gabriele Oriali all'Inter

Benché juventino e ammiratore di Giampaolo Menichelli, all'età di tredici anni diventa interista: non nel senso che inizia a tifare per i nerazzurri, ma proprio perché la società milanese F.C. Inter lo acquista per 100mila lire. Passato dalla difesa al centrocampo e diventato un abile mediano, debutta in prima squadra già nella stagione 1970/1971, quando l'allenatore è Giovanni Invernizzi.

Con il passare del tempo, per tutti gli anni Settanta è uno dei titolari fissi dell'Inter, vincendo due scudetti, nella stagione 1970/1971 e nella stagione 1979/1980, oltre a due Coppe Italia, nel 1978 e nel 1982. Gianni Brera gli affibbia il soprannome Piper, perché schizza rapido, in giro per tutto il campo, come una pallina d’acciaio in un flipper.

Campione del mondo 1982

Proprio nel 1982 Gabriele Oriali è tra gli azzurri che permettono all'Italia di diventare campione del mondo nel torneo di Spagna '82. La sua prima convocazione in Nazionale era arrivata il 21 dicembre del 1978, per una amichevole proprio contro la Spagna; nel 1980 Lele (questo il suo diminutivo) aveva preso parte agli Europei, quando l'Italia non era riuscita ad andare più in là del quarto posto.

Gli ultimi anni da calciatore e l'inizio della carriera di dirigente

L'anno successivo Oriali si trasferisce dall'Inter alla Fiorentina, per poi appendere gli scarpini al chiodo nel 1987, dopo aver segnato 43 reti in 392 partite di Serie A. Terminata la carriera di calciatore, inizia a lavorare come dirigente: dapprima è direttore generale della Solbiatese, e contribuisce alla promozione della squadra lombarda in C2.

Gli anni '90

Poi, a partire dal 1994, è direttore sportivo del Bologna: suoi sono gli acquisti di Carlo Nervo, di Francesco Antonioli e di Michele Paramatti. In Emilia Gabriele Oriali ottiene una prima promozione, dalla Serie C1 alla Serie B nel 1995, e una seconda promozione in Serie A già l'anno successivo.

Nel 1997 riesce a portare in maglia rossoblù Roberto Baggio, mentre l'anno seguente lascia Bologna per accasarsi al Parma, dove compra Abel Balbo dalla Roma e Juan Sebastian Veron dalla Sampdoria. Da dirigente gialloblù vince una Coppa Uefa, grazie al successo in finale contro il Marsiglia, e una Coppa Italia, sconfiggendo la Fiorentina: in campionato, invece, la stagione 1998/1999 si conclude al quarto posto, che equivale alla conquista dei preliminari di Champions League per l'anno successivo.

Nell'estate del 1999, però, Lele Oriali lascia Parma e torna all'Inter al posto di Sandro Mazzola: rimarrà in nerazzurro per ben undici anni, lavorando come intermediario tra la dirigenza e la squadra e come consulente di mercato.

Una vita da mediano

Sempre nello stesso anno (1999) la sua immagine viene osannata dalla canzone "Una vita da mediano", scritta da Luciano Ligabue (primo singolo del disco "Miss Mondo"), che contiene una dedica per l'ex calciatore (citandolo nel testo) e sottolinea quanto sia duro e importante il lavoro del centrocampista, in campo come nella vita.

Gli anni 2000

Nel 2001 viene coinvolto, insieme ad Alvaro Recoba, nello scandalo dei passaporti falsi: il 27 giugno la Commissione disciplinare della Lega Calcio emette la sentenza di primo grado che inibisce per un anno Oriali (sentenza che sarà confermata dalla Commissione di Appello Federale e che comporterà anche una multa di due miliardi di lire per l'Inter).

Al di là di questo sgradevole episodio, in ogni caso, al fianco del direttore tecnico Giuliano Terraneo (che nel 2003 verrà sostituito da Marco Branca) e del presidente Massimo Moratti, Gabriele Oriali contribuisce all'acquisto di campioni come Ivan Ramiro Cordoba, Christian Vieri, Francesco Toldo, Marco Materazzi, Dejan Stankovic, Walter Samuel, Julio Cesar, Maicon, Luis Figo, Esteban Cambiasso, Zlatan Ibrahimovic, Patrick Vieira, Thiago Motta, Samuel Eto'o, Diego Milito e Wesley Sneijder.

La fine dello scandalo dei passaporti falsi

Nel 2006, Giuseppe Lombardi, Gip del Tribunale di Udine, accoglie la richiesta di patteggiamento di Oriali (e quella di Recoba) nell'ambito del procedimento relativo alla naturalizzazione illecita del calciatore uruguayano, che era stato trasformato in giocatore comunitario pur non avendo antenati europei: il dirigente nerazzurro viene condannato a una pena di sei mesi di reclusione, sostituita con una multa di 21.420 euro, essendo ritenuto colpevole del reato di concorso in falso e del reato di ricettazione per una patente italiana concessa allo stesso Recoba.

Nel 2011, un'intervista concessa da Franco Baldini, ex direttore sportivo della Roma, a "Repubblica" scagiona parzialmente Oriali per l'episodio del passaporto falso di Recoba. L'ex dirigente giallorosso spiega di avere consigliato, all'epoca dei fatti, a Oriali la collaborazione di una persona che poi si era rivelata poco limpida, e che in tutta la vicenda lo stesso Oriali non c'entrava nulla. Anche per questo motivo, l'ex centrocampista interista fa sapere di poter prendere in considerazione la possibilità di domandare una revisione del processo.

Gli ultimi anni all'Inter

A partire dal 2008, Gabriele Oriali inizia - con José Mourinho come allenatore - a svolgere il ruolo di dirigente accompagnatore, sedendosi non più in tribuna ma in panchina. Nel luglio del 2010, però, lascia l'Inter per divergenze con la dirigenza (sarà sostituito da Amedeo Carboni, chiamato dal nuovo tecnico Rafa Benitez), dopo aver conquistato cinque scudetti consecutivi tra il 2006 e il 2010, una Champions League nel 2010, tre Supercoppe Italiane e tre Coppe Italia.

Gli anni 2010

A partire dalla stagione 2011/2012, Gabriele Oriali entra a far parte della squadra di opinionisti di Premium Calcio per il programma "Serie A Live", mentre nella stagione successiva commenta le partite di Europa League sullo stesso canale.

Il 25 agosto del 2014 viene nominato dal presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) Carlo Tavecchio team manager della Nazionale maggiore, accogliendo l'incarico che fino al 2013 era stato svolto da Gigi Riva.

E' sposato con Delia con cui vive a Desio, poco fuori Milano, e ha quattro figlie: Veronica, Valentina e Francesca (gemelle), e Federica.

Frasi di Gabriele Oriali

6 fotografie

Foto e immagini di Gabriele Oriali

Video Gabriele Oriali

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Gabriele Oriali ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Gabriele Oriali nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Gabriele Oriali

7 biografie

Nati lo stesso giorno di Gabriele Oriali

Scialpi

Scialpi

Cantante italiano
α 14 maggio 1962
Alain Robert

Alain Robert

Scalatore e arrampicatore urbano francese
α 7 agosto 1962
Alberto Angela

Alberto Angela

Paleoantropologo e Conduttore TV italiano
α 8 aprile 1962
Alessandra Mussolini

Alessandra Mussolini

Politica italiana
α 30 dicembre 1962
Anna Maria Barbera

Anna Maria Barbera

Attrice e comica italiana
α 15 gennaio 1962
Anthony Kiedis

Anthony Kiedis

Cantante statunitense, Red Hot Chili Peppers
α 1 novembre 1962
Axl Rose

Axl Rose

Cantante rock statunitense
α 6 febbraio 1962
Baz Luhrmann

Baz Luhrmann

Regista australiano
α 17 settembre 1962
Biagio Izzo

Biagio Izzo

Attore italiano
α 13 novembre 1962
Billy Beane

Billy Beane

Dirigente sportivo statunitense
α 29 marzo 1962
Bruno Barbieri

Bruno Barbieri

Chef italiano
α 12 gennaio 1962
Chuck Palahniuk

Chuck Palahniuk

Scrittore statunitense
α 21 febbraio 1962
Cristiano De André

Cristiano De André

Cantautore italiano
α 29 dicembre 1962
David Fincher

David Fincher

Regista statunitense
α 28 agosto 1962
David Foster Wallace

David Foster Wallace

Scrittore statunitense
α 21 febbraio 1962
ω 12 settembre 2008
Dean Karnazes

Dean Karnazes

Atleta statunitense, ultra-maratoneta
α 23 agosto 1962
Demi Moore

Demi Moore

Attrice statunitense
α 11 novembre 1962
Elena Sofia Ricci

Elena Sofia Ricci

Attrice italiana
α 29 marzo 1962
Ferran Adrià

Ferran Adrià

Chef spagnolo
α 14 maggio 1962
Jim Carrey

Jim Carrey

Attore canadese
α 17 gennaio 1962
Jodie Foster

Jodie Foster

Attrice e regista statunitense
α 19 novembre 1962
Jon Bon Jovi

Jon Bon Jovi

Cantante e musicista statunitense
α 2 marzo 1962
Jordan Belfort

Jordan Belfort

Noto truffatore statunitense
α 9 luglio 1962
Kirk Hammett

Kirk Hammett

Chitarrista statunitense, Metallica
α 18 novembre 1962
Licia Colò

Licia Colò

Conduttrice TV italiana
α 7 luglio 1962
Luca Carboni

Luca Carboni

Cantautore italiano
α 12 ottobre 1962
Manuel Valls

Manuel Valls

Politico francese di origine spagnola
α 13 agosto 1962
Margherita Buy

Margherita Buy

Attrice italiana
α 15 gennaio 1962
Maria Grazia Cutuli

Maria Grazia Cutuli

Giornalista italiana, assassinata in Afghanistan
α 26 ottobre 1962
ω 19 novembre 2001
Massimo Giletti

Massimo Giletti

Conduttore tv italiano
α 18 marzo 1962
Massimo Giannini

Massimo Giannini

Giornalista e conduttore tv italiano
α 6 febbraio 1962
Massimo Bottura

Massimo Bottura

Chef italiano
α 30 settembre 1962
Michel Petrucciani

Michel Petrucciani

Pianista jazz francese
α 28 dicembre 1962
ω 6 gennaio 1999
Nicolás Maduro

Nicolás Maduro

Politico venezuelano
α 23 novembre 1962
Paolo Belli

Paolo Belli

Cantante italiano
α 21 marzo 1962
Paolo Longo

Paolo Longo

Pianista jazz e compositore italiano
α 19 luglio 1962
Pasquale Petrolo

Pasquale Petrolo

Attore, comico, autore e conduttore tv italiano
α 27 agosto 1962
Piero Pelù

Piero Pelù

Cantante italiano
α 10 febbraio 1962
Ralph Fiennes

Ralph Fiennes

Attore e regista inglese
α 22 dicembre 1962
Riccardo Rossi

Riccardo Rossi

Attore e personaggio tv italiano
α 24 ottobre 1962
Scarlett Von Wollenmann

Scarlett Von Wollenmann

Cantante britannica
α 27 febbraio 1962
Stefano Gabbana

Stefano Gabbana

Stilista e imprenditore italiano, fondatore di Dolce e Gabbana
α 14 novembre 1962
Tom Cruise

Tom Cruise

Attore statunitense
α 3 luglio 1962
Vincenzo Di Michele

Vincenzo Di Michele

Scrittore e giornalista italiano
α 23 settembre 1962
Vinny Paz

Vinny Paz

Ex pugile statunitense
α 16 dicembre 1962