Biografie

Gianfranco Funari

Gianfranco Funari
Gianfranco Funari nelle opere letterarie Film e DVD di Gianfranco Funari

Biografia Le intensità della vita

Showman, mattatore e conduttore televisivo, Gianfranco Funari nasce a Roma il 21 marzo 1932. In famiglia il padre, vetturino, è socialista, mentre la madre è comunista.

A sedicianni Gianfranco si trasferisce in via Famagosta al numero civico 8; poco più in là, al numero 10, abita Franco Califano, di cui Funari avrà il privilegio di ascoltare la prima canzone.

Inizia a lavorare come rappresentante di una società di acque minerali. Dopo aver conosciuto l'ispettore del Casinò di Saint Vincent, inizia a lavorare come croupier.

Si trasferisce poi ad Hong Kong dove lavora per sette anni in un casinò locale.Nel 1967 ritorna a Roma, incontrò Luciano Cirri de "Il Borghese" che gli propone di lavorare nel cabaret al "Giardino dei supplizi", noto locale romano: dopo pochi mesi, Funari saggia la posizione di estrema destra che "Il Borghese" mantiene, e decide di andarsene.

Alcuni giornalisti de "Il tempo", insieme a un grosso commerciante di elettrodomestici ed un'agenzia di viaggi avevano nel frattempo preso in gestione il "Sette per otto", locale da cui era uscito Paolo Villaggio: mentre si esibiva qui, Funari viene notato da Oreste Lionello.

Verso la fine del 1968 lo notano anche una signora milanese molto amica di Mina Mazzini e di Gianni Bongiovanni, titolare del mitico "Derby" (tempio milanese del cabaret), che gli propone di trasferirsi a Milano.

Il 30 aprile 1969 Gianfranco Funari fa il suo esordio: sei giorni per 30.000 lire a serata. Per sei anni Funari si esibisce al Derby come interprete di monologhi centrati sulla satira di costume. Incide perfino un 33 giri, "Ma io non canto... faccio finta"; è regista dello spettacolo "Da dove vieni tu?" interpretato da "I Moromorandi", un formidabile trio composto da Giorgio Porcaro, Fabio Concato e da un terzo ragazzo che oggi è un funzionario delle tasse; dirige anche un altro gruppo di cui fa parte il duo comico Zuzzurro e Gaspare.

Nel 1970 Funari fa il suo debutto in video in "La domenica è un'altra" cosa, con Raffaele Pisu. Nel 1974 è la volta di "Foto di gruppo" su Rai Uno di Castellano e Pipolo, sempre con Pisu, in cui Funari ha un angolino per intrattenere il pubblico con un monologo.

Nel 1975 è a Torino per presentare "Più che altro un varietà" per la regia di Piero Turchetti con Minnie Minoprio e il Quartetto Cetra.

Nel 1978 Funari scrive un romanzo, "Famiglia svendesi". Poi recita nel film ad episodi "Belli e brutti ridono tutti", diretto da Domenico Paolella e interpretato da Luciano Salce, Walter Chiari, Cochi Ponzoni, e Riccardo Billi.

Sul finire degli anni '70 ha l'idea di "Torti in faccia", un programma nel quale tre persone discutono con altre tre di opposta categoria (vigili-automobilisti, inquilini-proprietari), che propone a Bruno Voglino, capostruttura di Rai1, risposta: "non è nello spirito della nostra rete". Nel 1979 incontra Paolo Limiti, che allora si occupava dei programmi di Telemontecarlo: "Torti in faccia" va in onda sulle frequenze dell'emittente monegasca dal maggio 1980 al maggio 1981, cinquantanove puntate con grande successo.

Funari si erge a profeta e paladino degli indifesi, tre stagioni di grande successo, 128 puntate fino al 1984. Pochi mesi dopo Giovanni Minoli gli offre la seconda serata del venerdì. Avendo ancora un contratto con Telemontecarlo il suo passaggio in Rai viene gestito dai vertici di Viale Mazzini e di TMC: la Rai cedeva all'emittente monegasca film e telefilm, in cambio del 10% della proprietà di TMC alla Rai e del suo passaggio in Rai.

Il 20 gennaio 1984 inizia la prima edizione di "Aboccaperta" su Rai Due.

Nel dicembre dello stesso anno conduce "Jolly goal", gioco a premi con il pubblico, in onda la domenica pomeriggio all'interno di Blitz.

Nel 1987 Funari sposa in seconde nozze Rossana Seghezzi, ballerina della Scala, da cui si separerà nel 1997. Nell'autunno 1987 su Rai Due parte "Mezzogiorno è", programma voluto da Agostino Saccà e Gianni Locatelli. Poi conduce "Monterosa '84" dieci puntate in seconda serata, rassegna degli artisti che hanno lavorato al Derby, fra gli altri Teo Teocoli, Massimo Boldi, Enzo Jannacci, Renato Pozzetto e Diego Abatantuono.

Funari viene cacciato dopo che aveva invitato La Malfa in trasmissione, benchè gli fosse stato ordinato di non farlo.

Gli viene offerto di condurre "Scrupoli" e "Il Cantagiro", ma Funari rifiuta, preferendo restare un anno senza lavoro. Al suo posto arriverà Michele Guardì.

All'inizio degli anni '90 Funari passa a Italia 1. Nel 1991 parte "Mezzogiorno italiano", nel 1992 "Conto alla rovescia", una tribuna politica alla maniera di Funari, nel periodo delle imminenti elezioni. A chi lo indica come giornalista Funari risponde definendosi "il giornalaio più famoso d'Italia". Con la sigaretta perennemente fra le dita, con abbondante andrenalina, Funari mette alla frusta i politici. Il noto critico Aldo Grasso ha modo di scrivere: "Funari interpreta il suo ruolo come una missione, si vive come il fondatore di una nuova religione catodica: un bravo conduttore di talk show deve essere una spugna. Io assorbo tutto e sono in grado di ributtare il tutto nel momento ideale. Il concetto base del talk show è il seguente. Chiamare gente qualunque, dargli un tema, e farglielo svolgere indipendentemente dal linguaggio che questa gente usa".

Nell'estate 1992 Funari, reo di avere espresso il suo disagio all'interno delle reti Fininvest, viene allontanato a seguito di una polemica con Silvio Berlusconi.

L'anno seguente, vinta la causa con il gruppo Fininvest, torna a Rete 4 per presentare "Funari news", prima parte in onda prima del TG4 di Emilio Fede, e "Punto di svolta", seconda parte in onda dopo il TG4. Ma ancora in Fininvest dura poco e deve nuovamente cambiare editore.

Dopo una breve e sfortunata parentesi alla direzione del quotidiano "L'Indipendente", e il fallimento delle trattative con l'azienda di Stato e i grandi network, approda su Odeon TV per presentare il programma del mezzogiorno "L'edicola di Funari" e la striscia quotidiana "Funari live" nel tardo pomeriggio.

Nel 1996 un fugace ritorno a Rai Due, la domenica pomeriggio come conduttore di "Napoli capitale", talk-show politico che offre ai candidati alle elezioni un'arena per sfogare frustrazioni e rancori. Conclusosi anzitempo il contratto con la Rai, Gianfranco Funari riparte con "Zona franca", quindi conduce "Allegro... ma non troppo" sugli schermi di Antenna 3 Lombardia. Qui inizia a frequentare Morena Zapparoli, figlia del suo psicanalista, che sposerà otto anni dopo.

Nel marzo 1997 Gianfranco Funari torna a far parlare di se: annuncia che intende candidarsi sindaco di Milano con una una "Lista Funari". Per qualche settimana i sondaggi danno Funari al quarto posto. Si reca ad Hammammet a trovare Bettino Craxi per chiedere consigli sull'attività politica Milanese. Al ritorno deciderà per il ritiro dalla corsa alla poltrona di sindaco.

Nel 1998 Funari si dedica al cinema, compare in "Simpatici e antipatici" diretto da Christian De Sica.

Subisce un intervento chirurgico al cuore con applicazione di by-pass nel 1999. Dopo l'intervento la salute diventa il punto di partenza per un attacco alla sanità pubblica durante la trasmissione del sabato sera "Per tutta la vita" condotta da Fabrizio Frizzi.

Ritorna nuovamente a Mediaset nel 2000: Funari viene invitato come guest-star nel programma "A tu per tu", condotto da Maria Teresa Ruta ed Antonella Clerici. A una tavola rotonda vi sono gli ospiti e un argomento: Funari è un gigante al cospetto delle due conduttrici e dopo qualche puntata non è più l'ospite bensì il padrone. Funari ritrova i fasti di un tempo nella fascia oraria in cui in passato ha dato il meglio di se, quella delle casalinghe. Ma il programma si esaurisce nel corso di una stagione e Funari viene di nuovo ricacciato verso emittenti minori.

Nelle stagioni successive è a Odeon con "Funari c'è", poi con "Stasera c'è Funari", poi con "Funari forever". Si presenta in video con un nuovo look: barba, bastone. Più gli si spara addosso, più lui si rialza, urla, inveisce, ride. E' accompagnato dalla sua banda storica: il giornalista Alberto Tagliati, il comico Pongo, la fidanzata Morena.

L'abilità di Funari come conduttore è il fermarsi sulla soglia del suo sapere per lasciare spazio al sapere dell'altro: grazie a un fiuto infallibile, ha capito tutti i rituali della tv generalista e, in più, a differenza di altri conduttori, sa quando bisogna comportarsi da "ignorante" per rispettare l'altrui pensiero.

Alla fine del 2005, in un'intervista, Funari fa gran parlare di se lanciando un appello in cui dice di essere ormai prossimo alla morte e in cui invita i giovani a non fumare: "Ho cinque by pass, ragazzi, vi prego, non fumate. Non fumate!".

Dopo dieci anni di assenza torna in Rai nel 2007 per il varietà del sabato sera di Raiuno, l'attesissimo (e temutissimo, per il carattere spregiudicato) programma "Apocalypse Show".

Muore all'ospedale San Raffaele di Milano il 12 luglio 2008. Rispettando le sue ultime volontà, all'interno della bara vengono posti tre pacchetti di sigarette di cui uno aperto, un accendino, un telecomando tv e delle fiches; sulla lapide è incisa la frase "Ho smesso di fumare".

Frasi di Gianfranco Funari

3 fotografie

Foto e immagini di Gianfranco Funari

Video Gianfranco Funari

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Gianfranco Funari ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Gianfranco Funari nelle opere letterarie Film e DVD di Gianfranco Funari

12 biografie

Nati lo stesso giorno di Gianfranco Funari

Alfred Dreyfus

Alfred Dreyfus

Militare francese
α 9 ottobre 1859
ω 12 luglio 1935
Cesare Battisti

Cesare Battisti

Geografo, giornalista e patriota italiano
α 4 febbraio 1875
ω 12 luglio 1916
Erasmo da Rotterdam

Erasmo da Rotterdam

Teologo olandese
α 27 ottobre 1469
ω 12 luglio 1536
John Grome

John Grome

Pittore inglese
α 14 marzo 1911
ω 12 luglio 2004
Valentino

Valentino

Stilista italiano
α 11 maggio 1932
Jimmy il Fenomeno

Jimmy il Fenomeno

Attore italiano
α 22 aprile 1932
Little Richard

Little Richard

Cantante statunitense, autore della celebre canzone Tutti Frutti
α 5 dicembre 1932
Abebe Bikila

Abebe Bikila

Atleta, maratoneta etiope
α 7 agosto 1932
ω 25 ottobre 1973
Andrej Tarkovskij

Andrej Tarkovskij

Regista russo
α 4 aprile 1932
ω 29 dicembre 1986
Cesare Maldini

Cesare Maldini

Ex calciatore ed allenatore italiano
α 5 febbraio 1932
ω 3 aprile 2016
Debbie Reynolds

Debbie Reynolds

Attrice statunitense
α 1 aprile 1932
ω 28 dicembre 2016
Dian Fossey

Dian Fossey

Zoologa statunitense
α 16 gennaio 1932
ω 26 dicembre 1986
Donald Rumsfeld

Donald Rumsfeld

Politico statunitense
α 9 luglio 1932
Elizabeth Taylor

Elizabeth Taylor

Attrice inglese
α 27 febbraio 1932
ω 23 marzo 2011
Ettore Mo

Ettore Mo

Giornalista italiano
α 1 aprile 1932
Fernando Botero

Fernando Botero

Artista colombiano
α 19 aprile 1932
Francis Arinze

Francis Arinze

Cardinale e arcivescovo cattolico nigeriano
α 1 novembre 1932
François Truffaut

François Truffaut

Regista francese
α 6 febbraio 1932
ω 21 ottobre 1984
Gianni Boncompagni

Gianni Boncompagni

Regista e autore tv italiano
α 13 maggio 1932
ω 16 aprile 2017
Glenn Gould

Glenn Gould

Pianista canadese
α 25 settembre 1932
ω 4 ottobre 1982
Hubert Reeves

Hubert Reeves

Astrofisico e divulgatore scientifico canadese
α 13 luglio 1932
Jacques Chirac

Jacques Chirac

22° Presidente della Repubblica francese
α 29 novembre 1932
John Williams

John Williams

Direttore d'orchestra e compositore statunitense
α 8 febbraio 1932
Johnny Cash

Johnny Cash

Cantante country statunitense
α 26 febbraio 1932
ω 12 settembre 2003
Luc Montagnier

Luc Montagnier

Medico francese scopritore del virus HIV, premio Nobel
α 18 agosto 1932
Luciano Rispoli

Luciano Rispoli

Giornalista e conduttore TV italiano
α 12 luglio 1932
ω 26 ottobre 2016
Mario Sossi

Mario Sossi

Ex magistrato italiano, noto per essere stato sequestrato dalle Br
α 6 febbraio 1932
Milos Forman

Milos Forman

Regista e attore ceco
α 18 febbraio 1932
Miriam Makeba

Miriam Makeba

Cantante sudafricana
α 4 marzo 1932
ω 9 novembre 2008
Paolo Villaggio

Paolo Villaggio

Attore italiano
α 31 dicembre 1932
ω 3 luglio 2017
Peter O'Toole

Peter O'Toole

Attore irlandese
α 2 agosto 1932
ω 14 dicembre 2013
Sergio Toppi

Sergio Toppi

Fumettista italiano
α 11 ottobre 1932
ω 21 agosto 2012
Sergio Bonelli

Sergio Bonelli

Sceneggiatore di fumetti, editore italiano
α 2 dicembre 1932
ω 26 settembre 2011
Sylvia Plath

Sylvia Plath

Scrittrice e poetessa statunitense
α 27 ottobre 1932
ω 11 febbraio 1963
Ted Kennedy

Ted Kennedy

Politico, senatore statunitense
α 22 febbraio 1932
ω 25 agosto 2009
Umberto Eco

Umberto Eco

Scrittore italiano
α 5 gennaio 1932
ω 19 febbraio 2016
Aimé Césaire

Aimé Césaire

Poeta, scrittore e politico francese
α 26 giugno 1913
ω 17 aprile 2008
Aleksandr Solgenitsin

Aleksandr Solgenitsin

Scrittore russo, premio Nobel
α 11 dicembre 1918
ω 3 agosto 2008
Andrea Pininfarina

Andrea Pininfarina

Imprenditore ed ingegnere italiano
α 26 giugno 1957
ω 7 agosto 2008
Bettie Page

Bettie Page

Modella, pin-up statunitense
α 22 aprile 1923
ω 12 dicembre 2008
Bobby Fischer

Bobby Fischer

Campione di scacchi statunitense
α 9 marzo 1943
ω 17 gennaio 2008
Charlton Heston

Charlton Heston

Attore statunitense
α 4 ottobre 1924
ω 5 aprile 2008
David Foster Wallace

David Foster Wallace

Scrittore statunitense
α 21 febbraio 1962
ω 12 settembre 2008
Dino Risi

Dino Risi

Regista italiano
α 23 dicembre 1916
ω 7 giugno 2008
George Brecht

George Brecht

Artista statunitense
α 7 marzo 1924
ω 5 dicembre 2008
Giuseppe Di Stefano

Giuseppe Di Stefano

Tenore italiano
α 24 luglio 1921
ω 3 marzo 2008
Harold Pinter

Harold Pinter

Drammaturgo inglese, premio Nobel
α 10 ottobre 1930
ω 24 dicembre 2008
Heath Ledger

Heath Ledger

Attore australiano
α 4 aprile 1979
ω 22 gennaio 2008
Mario Rigoni Stern

Mario Rigoni Stern

Scrittore italiano
α 1 novembre 1921
ω 17 giugno 2008
Michael Crichton

Michael Crichton

Scrittore, regista e sceneggiatore statunitense
α 23 ottobre 1942
ω 4 novembre 2008
Miriam Makeba

Miriam Makeba

Cantante sudafricana
α 4 marzo 1932
ω 9 novembre 2008
Paul Newman

Paul Newman

Attore e regista statunitense
α 26 gennaio 1925
ω 26 settembre 2008
Pietro Cascella

Pietro Cascella

Scultore e pittore italiano
α 2 febbraio 1921
ω 18 maggio 2008
Sydney Pollack

Sydney Pollack

Regista statunitense
α 1 luglio 1934
ω 26 maggio 2008
Yves Saint Laurent

Yves Saint Laurent

Stilista francese
α 1 agosto 1936
ω 1 giugno 2008