Biografie

Giovanna Ralli

Giovanna Ralli
Giovanna Ralli nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Giovanna Ralli

Biografia

Giovanna Ralli nasce il 2 gennaio del 1935 a Roma. Comincia a recitare sin da bambina: a soli sei anni appare nel film "La maestrina", prima di fare parte del cast de "I bambini ci guardano". Da adolescente, compare nel 1950 in "Luci del varietà", di Federico Fellini, e nel 1951 in "Signori, in carrozza!", di Luigi Zampa, oltre che al fianco di Aldo Fabrizi nella commedia "La famiglia Passaguai".

Nel 1955 è protagonista di "Racconti romani", per la regia di Gianni Franciolini, e di "Le ragazze di San Frediano", di Valerio Zurlini, ma anche di "Un eroe dei nostri tempi", di Mario Monicelli. Chiamata a recitare in "Il bigamo", di Luciano Emmer (per il quale viene candidata al Nastro d'Argento come migliore attrice non protagonista), e in "Una pelliccia di visone", di Glauco Pellegrini, Giovanna Ralli si trova metaforicamente imprigionata sempre nello stesso ruolo, la parte della popolana romana.

Giovanna Ralli a Hollywood

Successivamente ha l'opportunità di lavorare con Roberto Rossellini in "Il generale Della Rovere" e, da protagonista, in "Era notte a Roma". Vincitrice di un Nastro d'Argento grazie al film di Paolo Spinola "La fuga" nel 1966, prova a tentare la carriera hollywoodiana, ma raggranella unicamente una parte secondaria nel film di Blake Edwards "Papà, ma che cosa hai fatto in guerra?".

Giovanna Ralli intraprende una relazione con l'attore Michael Caine, ma in breve decide di tornare in Italia, visto il fallimento dell'esperienza americana.

Gli anni '70

Nel 1972 conquista una nomination al Nastro d'Argento in qualità di migliore attrice protagonista per "Una prostituta al servizio del pubblico e in regola con le leggi dello stato", non riuscendo ad aggiudicarsi il premio. L'appuntamento con la vittoria, però, è solo rimandato di qualche anno: nel 1975 (anno in cui le viene assegnato il Globo d'Oro alla carriera), infatti, ottiene un altro Nastro d'Argento, come migliore attrice non protagonista, per "C'eravamo tanto amati", di Ettore Scola, per poi fare coppia con Renato Pozzetto in "Di che segno sei?", di Sergio Corbucci, e in "Per amare Ofelia", di Flavio Mogherini (il padre della politica Federica Mogherini).

Dopo avere recitato per Massimo Dallamano nel poliziottesco "La polizia chiede aiuto", Giovanna Ralli appare anche nel giallo di Enzo G. Castellari "Gli occhi freddi della paura" e nella commedia sexy di Sergio Martino "40 gradi all'ombra".

Dopo avere posato per il mensile "Playboy", prova a rilanciarsi con "Colpita da improvviso benessere", film diretto da Franco Giraldi che le vale una ulteriore candidatura al Nastro d'Argento come migliore attrice protagonista, anche grazie all'intervento amichevole del produttore Carlo Ponti.

Gli anni '80 e '90

All'inizio del 1980, anno in cui appare nel film di Luigi Magni "Arrivano i bersaglieri", decide di ritirarsi momentaneamente dalle scene, almeno per quel che riguarda il cinema, così da concentrarsi sul teatro (benché l'anno successivo riceva la Medaglia d'oro della città di Roma nell'ambito dei David di Donatello); nel 1988 si cimenta per la prima volta nella sua carriera con la televisione, apparendo in "Poliziotti", per la regia di Tomaso Sherman.

Il suo ritorno sul grande schermo avviene nel decennio successivo, con il film del 1991 "Verso sera", di Francesca Archibugi, che le consente di essere nominata al Nastro d'Argento come migliore attrice non protagonista; la stessa cosa accadrà quattro anni più tardi per "Tutti gli anni una volta l'anno" (sempre nel 1995 verrà nominata Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana).

Nel frattempo, Giovanna Ralli è tornata sul piccolo schermo nel 1991 con Sergio Solima in "Solo per dirti addio" e con Massimo Martelli in "Per non dimenticare"; ripete l'esperienza alla fine del millennio con il grande successo di "Un prete tra noi", per la regia di Giorgio Capitani.

Gli anni 2000 e gli ultimi film

Nel 2001, invece, è al fianco di Lino Banfi in "Angelo il custode", diretto da Gianfranco Lazotti. Nel 2003 viene nominata Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana e viene candidata al Nastro d'Argento come migliore attrice non protagonista per "Il pranzo della domenica", commedia di Carlo Vanzina con Rocco Papaleo e Massimo Ghini, mentre due anni più tardi è in televisione con "I colori della vita", di Stefano Reali.

Tra il 2008 e il 2010 è accanto a Flavio Insinna nella fiction di Raiuno "Ho sposato uno sbirro", ma lavora anche con Stefano Reali in "Al di là del lago". Nel 2011 appare nella terza stagione di "Tutti pazzi per amore", serie tv di Raiuno diretta da Riccardo Milani, e l'anno seguente è nel cast della trasposizione televisiva di "Sabato, domenica e lunedì", con protagonista Massimo Ranieri.

Dopo essere stata diretta da Paolo Genovese nelle commedie "Immaturi" e "Immaturi - Il viaggio", in cui ha il ruolo della madre del personaggio interpretato da Ricky Memphis, recita per Benedetta Pontellini in "Mister Love". Il 31 marzo del 2014 si vede assegnare il Premio "Anna Magnani" alla carriera, mentre l'anno successivo, grazie a "Un ragazzo d'oro", per la regia di Pupi Avati, viene candidata al Nastro d'Argento come migliore attrice non protagonista; quindi, in occasione della sua partecipazione al Taormina Film Festival, annuncia ufficialmente l'intenzione di ritirarsi.

Frasi di Giovanna Ralli

4 fotografie

Foto e immagini di Giovanna Ralli

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Giovanna Ralli ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Giovanna Ralli nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Giovanna Ralli

7 biografie

Nati lo stesso giorno di Giovanna Ralli

Abu Mazen

Abu Mazen

Leader politico palestinese
α 26 marzo 1935
Alain Delon

Alain Delon

Attore francese
α 8 novembre 1935
Corrado Augias

Corrado Augias

Giornalista, scrittore e conduttore tv italiano
α 26 gennaio 1935
Donald Sutherland

Donald Sutherland

Attore canadese
α 17 luglio 1935
Dudley Moore

Dudley Moore

Attore inglese
α 19 aprile 1935
ω 27 marzo 2002
Elio Fiorucci

Elio Fiorucci

Stilista e artista italiano
α 10 giugno 1935
ω 20 luglio 2015
Elvis Presley

Elvis Presley

Cantante e attore statunitense
α 8 gennaio 1935
ω 16 agosto 1977
Enzo Jannacci

Enzo Jannacci

Cantautore e cabarettista italiano
α 3 giugno 1935
ω 29 marzo 2013
Fred Bongusto

Fred Bongusto

Cantante italiano
α 6 aprile 1935
Gianni Letta

Gianni Letta

Politico italiano
α 15 aprile 1935
Jerry Lee Lewis

Jerry Lee Lewis

Cantante rock statunitense
α 29 settembre 1935
Julie Andrews

Julie Andrews

Cantante e attrice inglese
α 1 ottobre 1935
Lando Buzzanca

Lando Buzzanca

Attore italiano
α 24 agosto 1935
Leonardo Del Vecchio

Leonardo Del Vecchio

Imprenditore italiano, Luxottica
α 22 maggio 1935
Luciano Pavarotti

Luciano Pavarotti

Tenore italiano
α 12 ottobre 1935
ω 6 settembre 2007
Luciano Benetton

Luciano Benetton

Imprenditore italiano
α 13 maggio 1935
Marc Augé

Marc Augé

Etnologo e antropologo francese
α 2 settembre 1935
Omar Sivori

Omar Sivori

Calciatore argentino
α 2 ottobre 1935
ω 18 febbraio 2005
Piersanti Mattarella

Piersanti Mattarella

Politico, vittima di mafia
α 24 gennaio 1935
ω 6 gennaio 1980
Richard Kuklinski

Richard Kuklinski

Noto criminale statunitense
α 11 aprile 1935
ω 5 marzo 2006
Tenzin Gyatso

Tenzin Gyatso

Dalai Lama, autorità religiosa tibetana
α 6 luglio 1935
Woody Allen

Woody Allen

Regista statunitense
α 1 dicembre 1935