Biografie

Kim Jong Il

Kim Jong Il
Kim Jong Il nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Caro leader

Capo assoluto della Corea del Nord, le origini di Kim Jong Il sono avvolte da una coltre di sostanziale mistero. Alcuni ricercatori molto attendibili dicono che sia nato in una regione all'Estremo Oriente dell'Unione Sovietica il 16 febbraio 1942. Suo padre, Kim Il Sung, era fuggito proprio in Unione Sovietica quando i giapponesi avevano messo una taglia sulla sua testa per le attività guerrigliere nella Corea occupata.

La famiglia tornò nel nord della penisola dopo che i giapponesi si arresero alla fine della Seconda Guerra Mondiale e il dittatore sovietico Stalin incoronò Kim Il Sung leader della Repubblica Popolare Democratica di Corea.

Il fratello minore di Kim Jong Il annegò che era ancora un bambino, la madre morì che lui aveva sette anni. Poco dopo esplose la Guerra di Corea e lui venne mandato in Manciuria, da dove tornò tre anni dopo, a conflitto concluso.

Nonostante questi inizi Kim Jong Il cresce per lo più tra agi e lussi. In qualità di primogenito di un dittatore dal pugno di ferro "era probabile che le porte più importanti si sarebbero aperte per lui fin dalla più giovane età", ha fatto notare il professor Dae.

Kim Il Sung nomina formalmente successore il figlio nel 1980. A Kim Jong Il vengono dati posti di rilievo nel Politburo, nella Commissione militare e nella Segreteria del Partito. Assume il titolo di "Caro leader" e il governo comincia a costruire intorno a lui un culto della personalità ricalcato sull'esempio di quello paterno, il "Grande leader".

Al giovane Kim viene attributo l'ordine dato ad agenti nordcoreani di compiere due attentati. In realtà nessuna prova lega direttamente Kim Jong Il agli attentati e numerosi analisti ritengono che il padre Kim Il Sung, ancora per tutti gli anni '80, abbia tenuto saldamente in mano la politica internazionale nordcoreana, lasciando invece al figlio un maggior potere negli affari interni.

Dopo la laurea all'Università di Pyongyang, nel 1964, Kim Jong Il assume il ruolo di zar culturale del Partito dei lavoratori, con particolare attenzione per la produzione editoriale e cinematografica.

La sua ossessione per i film provoca uno dei fatti più strani che lo riguardino: il rapimento, nel 1978, dell'attrice sudcoreana Choi En-hui e del marito, il regista Shing Sang-ok. Il racconto che la coppia farà di quella esperienza, dopo essere riuscita a fuggire nel 1986, sembra quasi la sceneggiatura di un mediocre film.

Nel 1991 Kim Jong Il diviene comandante in capo del potente esercito nordocoreano, l'ultimo passo di un lungo processo di attribuzione di poteri.

Tre anni più tardi (1994) l'ottantaduenne Kim Il Sung muore improvvisamente d'infarto. Il Paese perde il suo venerato padre fondatore: molti predicono un rapido crollo della Corea del Nord.

Pochi anni prima le sue potenti alleanze si erano dissolte con la caduta del blocco sovietico e lo spostamento della Cina verso un sistema di mercato. Una serie di alluvioni, accompagnate da un sistema agricolo di proprietà statale del tutto inefficiente, erosero le riserve alimentari del paese portandolo alla carestia. Non ci poteva essere momento peggiore per sostituire l'unico leader che la Corea del Nord avesse mai conosciuto.

Dopo gli elaborati funerali pubblici del padre, Kim Jong Il sparisce dalla scena alimentando in questo modo numerose voci, tuttavia riuscirà rapidamente a consolidare il suo potere. Nella nuova struttura di governo da lui organizzata il posto di presidente occupato dal padre viene lasciato vacante; Kim Jong Il assume il titolo di segretario generale del Partito dei lavoratori e Presidente della Commissione di difesa nazionale. Secondo il professor Dae "è quanto meno una struttura di governo singolare. Rende onore all'eredità del padre, ma il nuovo governo è il governo di Kim Jong Il ed è piuttosto diverso da quello del padre".

Il particolare stalinismo di Kim Il Sung, intriso di filosofia "juche" (termine che si può tradurre approsimativamente con "autosufficienza") viene messo in secondo piano dalla più militante "politica della bandiera rossa" introdotta da Kim Jong Il nel 1996. La profondità dei cambiamenti è clamorosamente illustrata nel 1997 dalla fuga di Hwang Jang Yop, ideatore della filosofia "juche" e primo esponente di alto livello nordcoreano a chiedere asilo in Corea del Sud.

Nonostante abbia lanciato un missile contro il Giappone nel 1999 e nonostante siano accaduti altri incidenti, la Corea del Nord di Kim Jong Il ha anche inviato segnali di essere pronta a nuove alleanze dopo decenni di isolamento.

Miliardi di dollari in aiuti internazionali sono stati lanciati a pioggia sulla Corea del Nord senza che questa abbia fatto qualcosa in cambio.

Molti analisti sono dunque arrivati alla conclusione che Kim Jong Il non abbia fatto altro che giocare le sue carte con grande abilità.

"Io tendo a non non dar retta alle voci che lo descrivono come un uomo irrazionale e con il quale nessuno può fare affari", ha detto Alexander Mansourov, per lungo tempo studioso della Corea ed ex diplomatico russo inviato a Pyongyang sul finire degli anni '80. "Credo che sia intelligente, pragmatico. E penso possa essere anche privo di scrupoli. E' un uomo che non vuole in nessun modo perdere la presa sulle persone che lo circondano". In questa fase, ha aggiunto Mansourov, Kim Jong Il sta mostrando di avere solo un progetto di breve periodo. "E' la sopravvivenza. Non vedo segni di una strategia di lungo termine, ma penso che cambierà. L'economia sta migliorando, o almeno questo è quanto la Corea del Nord vuole farci credere".

E' facile da fuori demonizzare Kim Jong Il, un dittatore che spende il 25% (o forse più) del prodotto interno del suo Paese per l'apparato militare mentre il Paese muore di fame. Ma nella Corea del Nord chiusa alle influenze esterne, spaventata dalle minacce dei suoi vicini e soggetta a decenni di socializzazione politica calati su una lunga tradizione gerarchica, Kim Jong Il è considerato in modo positivo da molte persone, afferma Han S. Park, del Center for Study of Global Issue.

"Il livello di venerazione per Kim Jong Il in Corea del Nord è sottostimato all'esterno - sostiene Park - Molti lo ritengono non solo un leader di grande livello, ma un uomo degno e di alto profilo morale. Se sia vero o meno non importa se si vuole avere a che fare con la Corea del Nord. Bisogna capire il loro sistema mentale: la percezione è la realtà".

I media nord-coreani presentano Kim Jong Il come un uomo straordinario dai mille interessi e lo hanno paragonato addirittura a Leonardo Da Vinci: pare abbia scritto poesie e composto musica. Ha inoltre un grande interesse per le scienze.

Il dittatore ha avuto tre mogli, di cui una russa. La terza, un'ex attrice, è fuggita all'estero. Con lei ha avuto un figlio, Kim Nam Jong, che era stato designato erede, ma che a 20 anni era già un alcolizzato. Nessuno sa che fine abbia fatto. Nel 2006 trapela la notizia - senza che venga smentita dalle fonti ufficiali - che la sua segretaria sia la sua nuova compagna; la cosa curiosa è che lo sarebbe fin dagli anni '80.

Vi sono molte leggende alimentate dal mistero che circondano l'immagine di Kim Jong Il, segretario generale del Partito dei lavoratori nordcoreano, comandante supremo delle Forze armate, presidente della commissione per la difesa nazionale, ma non ufficialmente capo dello Stato perché la "presidenza eterna" resta al padre Kim Il Sung, il "Grande leader", morto il 9 luglio 1994.

Kim Jong Il muore al'età di 69 anni a causa di un attacco cardiaco il giorno 17 dicembre 2011: la tv di stato ne annuncia la morte due giorni più tardi; nell'occasione il governo ha proclamato dodici giorni di lutto nazionale.

Il suo successore è il figlio Kim Jong-un.

Frasi di Kim Jong Il

3 fotografie

Foto e immagini di Kim Jong Il

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Kim Jong Il ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Kim Jong Il nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

5 biografie

Nati lo stesso giorno di Kim Jong Il

Rasputin

Rasputin

Mistico russo
α 10 gennaio 1869
ω 17 dicembre 1916
Cesaria Evora

Cesaria Evora

Cantante capoverdiana
α 27 agosto 1941
ω 17 dicembre 2011
Gialal al-Din Rumi

Gialal al-Din Rumi

Teologo musulmano e poeta mistico
α 30 settembre 1207
ω 17 dicembre 1273
Henry Heimlich

Henry Heimlich

Medico statunitense, noto per la Manovra di Heimlich
α 3 febbraio 1920
ω 17 dicembre 2016
Marguerite Yourcenar

Marguerite Yourcenar

Scrittrice francese
α 8 giugno 1903
ω 17 dicembre 1987
Simón Bolívar

Simón Bolívar

Generale, patriota e rivoluzionario venezuelano
α 24 luglio 1783
ω 17 dicembre 1830
William Thomson

William Thomson

Fisico e matematico irlandese
α 26 giugno 1824
ω 17 dicembre 1907
Altan

Altan

Fumettista italiano
α 30 settembre 1942
Adriano Sofri

Adriano Sofri

Saggista italiano, ex leader di Lotta Continua
α 1 agosto 1942
Andy Summers

Andy Summers

Musicista inglese, The Police
α 31 dicembre 1942
Aretha Franklin

Aretha Franklin

Cantante statunitense
α 25 marzo 1942
Barbra Streisand

Barbra Streisand

Cantante e attrice statunitense
α 24 aprile 1942
Caetano Veloso

Caetano Veloso

Cantante brasiliano
α 7 agosto 1942
Calvin Klein

Calvin Klein

Stilista statunitense
α 19 novembre 1942
Daniel Barenboim

Daniel Barenboim

Pianista e direttore d'orchestra argentino-israeliano
α 15 novembre 1942
Dino Zoff

Dino Zoff

Calciatore e allenatore italiano
α 28 febbraio 1942
Fabrizio Saccomanni

Fabrizio Saccomanni

Economista e politico italiano
α 22 novembre 1942
Felice Gimondi

Felice Gimondi

Atleta italiano, campione di ciclismo
α 29 settembre 1942
George Jung

George Jung

Criminale statunitense
α 6 agosto 1942
Giacinto Facchetti

Giacinto Facchetti

Calciatore italiano, dirigente dell'Inter
α 18 luglio 1942
ω 4 settembre 2006
Giacomo Agostini

Giacomo Agostini

Campione di motociclismo italiano
α 16 giugno 1942
Giancarlo Giannini

Giancarlo Giannini

Attore e doppiatore italiano
α 1 agosto 1942
Gianfranco Ravasi

Gianfranco Ravasi

Cardinale e arcivescovo cattolico italiano
α 18 ottobre 1942
Harrison Ford

Harrison Ford

Attore e produttore statunitense
α 13 luglio 1942
Isabel Allende

Isabel Allende

Scrittrice cilena
α 2 agosto 1942
Jean-Claude Trichet

Jean-Claude Trichet

Banchiere ed economista francese
α 20 dicembre 1942
Jimi Hendrix

Jimi Hendrix

Chitarrista statunitense
α 27 novembre 1942
ω 18 settembre 1970
John Irving

John Irving

Scrittore e sceneggiatore statunitense
α 2 marzo 1942
Larry Flynt

Larry Flynt

Editore statunitense
α 1 novembre 1942
Leo Nucci

Leo Nucci

Baritono italiano
α 16 aprile 1942
Lou Reed

Lou Reed

Cantautore statunitense
α 2 marzo 1942
ω 27 ottobre 2013
Mario Bochi

Mario Bochi

Esperto consulente assicurativo italiano
α 22 ottobre 1942
Martin Scorsese

Martin Scorsese

Regista statunitense
α 17 novembre 1942
Mauro Rostagno

Mauro Rostagno

Giornalista, sociologo e attivista italiano, vittima di mafia
α 6 marzo 1942
ω 26 settembre 1988
Michael Crichton

Michael Crichton

Scrittore, regista e sceneggiatore statunitense
α 23 ottobre 1942
ω 4 novembre 2008
Muammar Gheddafi

Muammar Gheddafi

Dittatore libico
α 7 giugno 1942
ω 20 ottobre 2011
Muhammad Ali

Muhammad Ali

Pugile statunitense
α 17 gennaio 1942
ω 3 giugno 2016
Oliviero Toscani

Oliviero Toscani

Fotografo italiano
α 28 febbraio 1942
Paul McCartney

Paul McCartney

Cantante e musicista inglese, Beatles
α 18 giugno 1942
Penny Marshall

Penny Marshall

Regista, produttrice e attrice statunitense
α 15 ottobre 1942
Pierangelo Bertoli

Pierangelo Bertoli

Cantautore italiano
α 5 novembre 1942
ω 7 ottobre 2002
Ronnie James Dio

Ronnie James Dio

Cantante heavy metal statunitense
α 10 luglio 1942
ω 16 maggio 2010
Sandro Mazzola

Sandro Mazzola

Ex calciatore italiano
α 8 novembre 1942
Stephen Hawking

Stephen Hawking

Matematico e astrofisico inglese
α 8 gennaio 1942
Theodore Kaczynski

Theodore Kaczynski

Serial killer statunitense noto come Unabomber
α 22 maggio 1942
Umberto Galimberti

Umberto Galimberti

Filosofo italiano
α 3 maggio 1942
Vanna Marchi

Vanna Marchi

Personaggio televisivo italiano
α 2 settembre 1942
Vittorio Cecchi Gori

Vittorio Cecchi Gori

Imprenditore e politico italiano
α 27 aprile 1942
Werner Herzog

Werner Herzog

Regista tedesco
α 5 settembre 1942
Amy Winehouse

Amy Winehouse

Cantante inglese
α 14 settembre 1983
ω 23 luglio 2011
Andrea Zanzotto

Andrea Zanzotto

Poeta italiano
α 10 ottobre 1921
ω 18 ottobre 2011
Cesaria Evora

Cesaria Evora

Cantante capoverdiana
α 27 agosto 1941
ω 17 dicembre 2011
Christa Wolf

Christa Wolf

Scrittrice tedesca
α 18 marzo 1929
ω 1 dicembre 2011
Elizabeth Taylor

Elizabeth Taylor

Attrice inglese
α 27 febbraio 1932
ω 23 marzo 2011
Gary Moore

Gary Moore

Musicista, chitarrista britannico
α 4 aprile 1952
ω 6 febbraio 2011
Giorgio Bocca

Giorgio Bocca

Giornalista e scrittore italiano
α 18 agosto 1920
ω 25 dicembre 2011
Jack Kevorkian

Jack Kevorkian

Medico statunitense
α 26 maggio 1928
ω 3 giugno 2011
Joe Frazier

Joe Frazier

Pugile statunitense
α 12 gennaio 1944
ω 7 novembre 2011
Ken Russell

Ken Russell

Regista inglese
α 3 luglio 1927
ω 27 novembre 2011
Luigi Maria Verzé

Luigi Maria Verzé

Sacerdote e professore italiano
α 14 marzo 1920
ω 31 dicembre 2011
Marco Simoncelli

Marco Simoncelli

Pilota motociclistico italiano
α 20 gennaio 1987
ω 23 ottobre 2011
Mirko Tremaglia

Mirko Tremaglia

Politico italiano
α 17 novembre 1926
ω 30 dicembre 2011
Muammar Gheddafi

Muammar Gheddafi

Dittatore libico
α 7 giugno 1942
ω 20 ottobre 2011
Nilla Pizzi

Nilla Pizzi

Cantante italiana
α 16 aprile 1919
ω 12 marzo 2011
Osama Bin Laden

Osama Bin Laden

Terrorista saudita, fondamentalista islamico sunnita, fondatore e leader di al-Qaida
α 10 marzo 1957
ω 2 maggio 2011
Peter Falk

Peter Falk

Attore statunitense
α 16 settembre 1927
ω 23 giugno 2011
Sathya Sai Baba

Sathya Sai Baba

Maestro spirituale indiano
α 23 novembre 1926
ω 24 aprile 2011
Sergio Bonelli

Sergio Bonelli

Sceneggiatore di fumetti, editore italiano
α 2 dicembre 1932
ω 26 settembre 2011
Sidney Lumet

Sidney Lumet

Regista cinematografico statunitense
α 25 giugno 1924
ω 9 aprile 2011
Steve Jobs

Steve Jobs

Informatico statunitense, fondatore di Apple Inc.
α 24 febbraio 1955
ω 5 ottobre 2011
Tullia Zevi

Tullia Zevi

Giornalista e scrittrice italiana
α 2 febbraio 1919
ω 22 gennaio 2011
Walter Bonatti

Walter Bonatti

Alpinista, scalatore ed esploratore italiano
α 22 giugno 1930
ω 13 settembre 2011