Biografie

Lance Armstrong

Lance Armstrong
Lance Armstrong nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia La forza e la debolezza umana

La sua storia a Hollywood potrebbe anche diventare la sceneggiatura di un film drammatico: una malattia mortale che colpisce un atleta promettente. Nonostante la situazione sia disperata lui non solo si batte per sconfiggere il suo male, ma ritorna anche a gareggiare e vince tutti i premi più ambiti. Sembrerebbe incredibile, ma è la realtà.

Ma la realtà e la storia non finiscono sulla linea di un traguardo; la sua esperienza lo porta ad unirsi ad una comunità di malati di cancro, e lo motiva a dedicare le stessa grinta e la stessa passione che mette sui pedali della bici durante le gare anche alla lotta per combattere la malattia.

Nato a Plano, Texas, il 18 settembre 1971, Lance Armstrong inizia la sua carriera sportiva molto giovane: la madre Linda lo supporta fin dall'inizio. A soli 13 anni gareggia in uno degli sport più duri che si conoscano, il Triathlon, nel quale gli atleti compiono lunghi e massacranti chilometri da percorrere a nuoto, poi in sella ad una bici e infine di corsa.

Lance Armstrong decide a 16 anni che la sua professione sarà quella dell'atleta. Conclusi gli studi e conseguito il diploma entra nella squadra nazionale di ciclismo per un progetto olimpico sperimentale, in Colorado Springs. Inizia qui la sua carriera sulle due ruote.

Gareggia nelle categorie dilettanti: gli sforzi e i risultati portano Lance a qualificarsi per i campionati mondiali juniores di Mosca 1989. Nel 1991 vince il campionato nazionale dilettanti e subito dopo passa nei professionisti.

Non trascorre molto tempo e Lance vince il campionato nazionale professionisti. La sua stella brilla anche a livello internazionale: vince qualche tappa al Tour de France, un campionato mondiale e diverse vittorie al Tour du Pont. In breve raggiunge la cima delle graduatorie mondiali. Nel 1996 è lui il numero 1: guida la squadra ciclistica ai giochi olimpici di Atlanta.

Mentre sembra proiettato verso un futuro di successi accade qualcosa che in modo traumatico lo strappa dai pedali per gettarlo in una pena terribile: all'inizio del mese di ottobre del 1996 i medici gli comunicano di essere affetto dal cancro. La sua vita cambia per sempre.

La analisi rivelano un cancro avanzato al testicolo. Le possibilità di guarire sembrano meno del 50%: Lance inizia a sottoporsi a un'aggressiva cura chemioterapica. Il rischio di danni collaterali accompagna come un'ombra il periodo della cura. La chemioterapia comincia a funzionare e Lance, gradualmente, può persino pensare di tornare all'attività agonistica.

Il cancro lascia in lui una profonda cicatrice fisica ma anche emotiva: suo malgrado oggi Lance ricorda quel triste periodo della vita come "... la miglior cosa che mi sia capitata". Il nuovo stato mentale e le nuove prospettive lo spingono oltre i suoi impegni sportivi: fonda così la "Lance Armstrong Foundation" con l'obiettivo di aiutare gli altri nella loro lotta contro il cancro.

La completa guarigione di Lance sembra miracolosa. Terminata l'esperienza con la squadra francese Cofidis, si ritrova senza un team fino a quando è la "United States Postal Service" a credere e scommettere su di lui. Se non fosse tornato in sella la storia sarebbe stata comunque positiva, ma non sarebbe stato abbastanza per Lance. Armstrong sente il bisogno di mettere se stesso nuovamente alla prova. Il suo ritorno nel mondo agonistico non è dei più facili. Partecipa nel 1998 ad una fredda e poco fortunata Parigi-Nizza che termina in malo modo, ritirandosi. Sono in molti a pensare che Lance Armstrong sia un campione al tramonto. Lance più tardi ammetterà che non era pronto a tornare così presto alle gare.

Si ritira così presso Boone, nel North Carolina, con il suo amico e allenatore Chris Carmichael per una settimana di duri allenamenti, durante i quali Lance torna a imparare ad amare nuovamente la bicicletta, e soprattutto a ricostruire il coraggio per riprovarci ancora. La gara che segna il suo ritorno è un simbolo che gli da la ragione e la motivazione per fare bene: vince la "Lance Armstrong Foundation Downtown Criterium" nella sua città, Austin, in Texas. I suoi nuovi e rinvigoriti obiettivi, assieme all'adeguato allenamento lo portano a ottenere risultati positivi: finisce tra i primi cinque alla Vuelta spagnola e al Campionato mondiale successivi.

Nel 1999 l'obiettivo è importante e preciso: il Tour de France, nel mondo la più importante gara per immagine e blasone. Al prologo del Tour, agli occhi del mondo Lance è già un doppio vincitore, per aver sconfitto il cancro e per esser tornato tra i nomi più importanti del ciclismo mondiale. Ma mostrarsi in pubblico per lui non è abbastanza. Vince il prologo e vince il Tour in un'impresa atletica che coinvolge un mix di potenza, grinta, aggressività e strategia di squadra. Le circostanze e la sua storia commuovono l'intero mondo sportivo: Lance Armstrong è un eroe internazionale.

Lance non si ferma. Sino al 2003 aggiunge consecutivamente alla sua lista altri quattro titoli al Tour de France (prima di lui solo Anquetil, Merckx, Hinault e Indurain), riceve numerosissimi riconoscimenti da ogni parte del mondo, e soprattutto diventa un simbolo vivente di speranza e di ispirazione.

Nel 2004 il nome di Lance Armstrong rientra nella leggenda del ciclismo ancor più di quanto non fosse già presente, conquistando ai Campi Elisi la sua sesta - consecutiva - maglia gialla.

Poi, nel 2005 ancora: dedica i mesi della sua preparazione atletica solo per il Tour. Con una prestazione superlativa il secondo in classifica generale - primo tra gli "umani" - sarà l'italiano Ivan Basso; il varesino avrà modo di dichiarare: "Ho attaccato e ho provato a vincere la corsa, ma Armstrong ha dimostrato di essere il migliore". Lance Armstrong vince l'ultima crono: ed è settima apoteosi. Ottantatre volte in maglia gialla, ventidue tappe vinte nel giro di Francia. Un vero titano.

Alla fine del mese di agosto 2012 l'Usada (United States Anti-Doping Agency) ufficializza la decisione di squalificarlo a vita: gli toglie tutti i risultati sportivi ottenuti dal 1998 in poi, compresi i sette Tour de France. La Nike ha rescinde il contratto di sponsorizzazione ed Armstrong è costretto ad annunciare le dimissioni da presidente della fondazione Livestrong, da lui fondata nel 2003 per la lotta al cancro.

Frasi di Lance Armstrong

2 fotografie

Foto e immagini di Lance Armstrong

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Lance Armstrong ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Lance Armstrong nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Lance Armstrong

Giorgia

Giorgia

Cantante italiana
α 26 aprile 1971
Dido

Dido

Cantante pop inglese
α 25 dicembre 1971
Kid Rock

Kid Rock

Cantante e musicista statunitense
α 17 gennaio 1971
Tupac

Tupac

Rapper statunitense
α 16 giugno 1971
ω 13 settembre 1996
Alphonso Ford

Alphonso Ford

Atleta statunitense, basket
α 31 ottobre 1971
ω 4 settembre 2004
Beatrice Lorenzin

Beatrice Lorenzin

Politica italiana
α 14 ottobre 1971
Claudia Gerini

Claudia Gerini

Attrice italiana
α 18 dicembre 1971
Demetrio Albertini

Demetrio Albertini

Dirigente sportivo, ex calciatore
α 23 agosto 1971
Dolores O'Riordan

Dolores O'Riordan

Cantautrice irlandese
α 6 settembre 1971
Enzo Miccio

Enzo Miccio

Wedding planner professionista, personaggio e conduttore tv
α 5 maggio 1971
Ewan McGregor

Ewan McGregor

Attore e regista scozzese
α 31 marzo 1971
Ezio Bosso

Ezio Bosso

Pianista, compositore e direttore d'orchestra italiano
α 13 settembre 1971
Francesco Tricarico

Francesco Tricarico

Cantautore italiano
α 31 dicembre 1971
Jacques Villeneuve

Jacques Villeneuve

Pilota F1 canadese
α 9 aprile 1971
Jared Leto

Jared Leto

Attore e cantante statunitense
α 26 dicembre 1971
Jeremy Renner

Jeremy Renner

Attore statunitense
α 7 gennaio 1971
Julian Assange

Julian Assange

Informatico e giornalista australiano
α 3 luglio 1971
Justin Trudeau

Justin Trudeau

Politico canadese
α 25 dicembre 1971
Luca Bizzarri

Luca Bizzarri

Attore, comico e conduttore tv italiano
α 13 luglio 1971
Mario Biondi

Mario Biondi

Cantante italiano
α 28 gennaio 1971
Mark Wahlberg

Mark Wahlberg

Attore statunitense
α 5 giugno 1971
Max Biaggi

Max Biaggi

Campione di motociclismo italiano
α 26 giugno 1971
Natasha Stefanenko

Natasha Stefanenko

Attrice russa, ex modella e conduttrice tv
α 18 aprile 1971
Paul Sculfor

Paul Sculfor

Modello inglese
α Anno 1971
Paulina Rubio

Paulina Rubio

Cantante messicana
α 17 giugno 1971
Pete Sampras

Pete Sampras

Tennista statunitense
α 12 agosto 1971
Raoul Bova

Raoul Bova

Attore italiano
α 14 agosto 1971
Ricky Martin

Ricky Martin

Cantante portoricano
α 24 dicembre 1971
Sacha Baron Cohen

Sacha Baron Cohen

Attore e comico inglese
α 13 ottobre 1971
Shannen Doherty

Shannen Doherty

Attrice statunitense
α 12 aprile 1971
Sofia Coppola

Sofia Coppola

Regista statunitense
α 14 maggio 1971
Stefano Accorsi

Stefano Accorsi

Attore italiano
α 2 marzo 1971
Winona Ryder

Winona Ryder

Attrice statunitense
α 29 ottobre 1971