Biografie

Luigi Veronelli

Luigi Veronelli
Luigi Veronelli nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Luigi Veronelli

Biografia Il vino, la terra e i princìpi di libertà

Luigi Veronelli nasce il 2 febbraio del 1926 a Milano. Originario del quartiere Isola, da giovane studia Filosofia, prima di essere nominato assistente di Giovanni Emanuele Bariè per il corso di filosofia teoretica. Contemporaneamente, si dedica anche all'attività politica, dichiarandosi - e lo farà per tutta la vita - anarchico, sulla base anche delle ultime lezioni svolte a Milano da Benedetto Croce.

In seguito, Veronelli inizia una proficua esperienza come editore, pubblicando le riviste "Il gastronomo", "Il pensiero" e "I problemi del socialismo": è il 1956. L'anno successivo, come editore pubblica "Historiettes, contes et fabliaux", scritto da De Sade, e "La questione sociale", scritto da Proudhon: viene però condannato a causa dell'opera di De Sade a tre mesi di reclusione, insieme all'autore dei disegni Alberto Manfredi (che verrà poi assolto). Il capo di imputazione è quello di pornografia (basti pensare - per capire il clima dell'epoca - che il volume di De Sade nel 1958 verrà addirittura messo al rogo nel cortile della procura di Varese).

Diventato collaboratore de "Il Giorno" nel 1962, dà il via a una apprezzata attività giornalistica (scriverà sulle colonne del quotidiano milanese per più di venti anni), che lo impegna per il resto dei suoi giorni. I suoi articoli, contraddistinti da uno stile al tempo stesso provocatorio e aulico, compaiono su numerose testate, dal "Corriere della Sera" a "Il sommelier", da "Class" a "Veronelli EV", da "Amica" a "L'Espresso", da "Panorama" a "The European", senza dimenticare "Sorrisi e Canzoni tv", "Capital", "Week End", "Carta", "A-Rivista Anarchica", "Decanter", "Travel e Wine Spectator", l'"Enciclopedia del Vino" e "Gran Riserva": i suoi pezzi sono dei veri e propri monumenti del giornalismo, non solo enogastronomico, anche per la ricchezza di arcaismi e neologismi che li decora.

La sua fama, inoltre, cresce anche in conseguenza delle sempre più frequenti apparizioni televisive, che lo vedono protagonista, per esempio, di "A tavola alle 7", condotto dapprima al fianco di Umberto Orsini e Delia Scala, poi con la mitica Ave Ninchi. Negli stessi anni, poi, intraprende un "Viaggio sentimentale nell'Italia dei vini" - è il 1979 - che gli permette di aggiornare il Paese a proposito della situazione delle viticoltura nazionale, tra denunce e toni provocatori, come è nel suo stile. Le sue interviste, le sue inchieste e le sue proposte sconvolgono, e non poco, quel mondo.

Negli anni Ottanta, poi, Veronelli viene nuovamente arrestato e condannato a sei mesi per aver indotto alla rivolta i contadini piemontesi, persuadendoli a occupare l'autostrada e la stazione di Asti come gesto di protesta nei confronti dell'indifferenza mostrata dalla politica verso i piccoli produttori.

Non viene abbandonata, naturalmente, l'attività editoriale, con approfondimenti e ricerche nel settore enogastronomico che lo conducono alla pubblicazione de "I vignaioli storici", "Il vino giusto" e "Alla ricerca dei cibi perduti": tutte opere di eccezionale valore, non solo dal punto di vista divulgativo, come dimostrano i Cataloghi dei Vini d'Italia, degli Spumanti e degli Champagne, dei Vini del Mondo, degli Oli Extra-vergine e delle Acqueviti. La collaborazione con Luigi Carnacina, celebre gastronomo e maitre, porta alla nascita di volumi come "Il Carnacina" e "La Cucina Italiana".

Alla fine degli anni Ottanta, Luigi Veronelli fonda la Veronelli Editore, allo scopo di impegnarsi nello studio del patrimonio gastronomico nazionale: un patrimonio immenso, che dovrebbe servire per incrementare la conoscenza delle bellezze turistiche italiane (la casa editrice chiuderà i battenti nel 2010).

Dopo aver scritto la prefazione di diversi volumi a carattere gastronomico, politico e storico in virtù di una collaborazione con Derive/Approdi, intraprende un notevole rapporto epistolare con Pablo Echaurren dalle colonne di "Carta": le sue parole rappresentano uno stimolo di riflessione fondamentale a proposito delle questioni manifestate dal movimento contro la globalizzazione, e più in generale della qualità della vita terrena.

Nell'ultimo periodo della sua esistenza, Luigi Veronelli fonda il movimento "Terra e libertà/Critical wine", insieme con alcuni centri sociali, compresi il Leoncavallo di Milano e La Chimica di Verona. Dà vita, poi, a diverse battaglie a favore delle De.Co., vale a dire le Denominazioni Comunali, finalizzate a salvaguardare l'origine genuina dei prodotti. Tra le sue campagne, inoltre, si ricordano quelle per l'olio extra-vergine di oliva, in opposizione al monopolio delle multinazionali e alle angherie legislative subite dai piccoli olivicoltori, e per l'individuazione del prezzo di un dato prodotto all'origine - il cosiddetto prezzo-sorgente - al fine di rendere palesi eventuali ricarichi eccessivi durante i passaggi tra produttore e consumatore.

Luigi Veronelli muore all'età di 78 anni a Bergamo il 29 novembre del 2004. Lascia una profonda eredità, politica e filosofica, anche grazie agli articoli pubblicati su "A-Rivista Anarchica". Proprio su queste pagine si era definito un "anarchenologo", spiegando la propria attività come facente parte di un ambito libertario, in contrasto con le multinazionali agricole.

Il 24 settembre del 2009 è stato organizzato "Veronelli politico", un incontro voluto dagli anarchici facenti parte della "Cellula Veronelli" allo scopo di mettere in mostra il pensiero politico del giornalista. Vi hanno partecipato, tra l'altro, Marc Tibaldi, il giornalista di "Repubblica" Gianni Mura e l'esponente dei Fai Andrea Ferrari.

Gastronomo, enologo, scrittore, Luigi Veronelli viene ricordato come personalità fondamentale nella diffusione e nella valorizzazione del patrimonio enogastronomico nazionale, anche per la sua capacità di anticipare punti di vista ed espressioni entrati in seguito a far parte dell'uso comune. Spesso al fianco dei più deboli in campo gastronomico, è stato definito dal giornale anarchico "Umanità Nova", in occasione del secondo anniversario della sua scomparsa, "un libertario, un uomo colto, senza dogmi, senza ipocrisie, in perenne lotta contro le armate schiaviste delle multinazionali".

Aforismi di Luigi Veronelli

3 fotografie

Foto e immagini di Luigi Veronelli

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Luigi Veronelli ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Luigi Veronelli nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Luigi Veronelli

12 biografie

Nati lo stesso giorno di Luigi Veronelli

Maria Teresa d'Asburgo

Maria Teresa d'Asburgo

Imperatrice d'Austria
α 13 maggio 1717
ω 29 novembre 1780
Cary Grant

Cary Grant

Attore inglese
α 18 gennaio 1904
ω 29 novembre 1986
Enrico Fermi

Enrico Fermi

Fisico italiano, premio Nobel
α 29 settembre 1901
ω 29 novembre 1954
George Harrison

George Harrison

Cantante e musicista inglese, Beatles
α 25 febbraio 1943
ω 29 novembre 2001
Giacomo Puccini

Giacomo Puccini

Compositore italiano
α 22 dicembre 1858
ω 29 novembre 1924
James J. Braddock

James J. Braddock

Atleta statunitense, boxe
α 7 giugno 1905
ω 29 novembre 1974
Luigi Capuana

Luigi Capuana

Scrittore, giornalista, critico e verista italiano
α 28 maggio 1839
ω 29 novembre 1915
Mario Monicelli

Mario Monicelli

Regista italiano
α 16 maggio 1915
ω 29 novembre 2010
Natalie Wood

Natalie Wood

Attrice statunitense
α 20 luglio 1938
ω 29 novembre 1981
Elisabetta II

Elisabetta II

Regina britannica
α 21 aprile 1926
Kriyananda

Kriyananda

Maestro spirituale
α 19 maggio 1926
ω 21 aprile 2013
Alan Greenspan

Alan Greenspan

Economista statunitense
α 6 marzo 1926
Alfredo Di Stefano

Alfredo Di Stefano

Calciatore argentino e spagnolo
α 4 luglio 1926
ω 7 luglio 2014
Allen Ginsberg

Allen Ginsberg

Poeta beat statunitense
α 3 giugno 1926
ω 5 aprile 1997
Arnaldo Pomodoro

Arnaldo Pomodoro

Scultore italiano
α 23 giugno 1926
Carlo Fruttero

Carlo Fruttero

Scrittore italiano
α 19 settembre 1926
ω 15 gennaio 2012
Chuck Berry

Chuck Berry

Cantante e chitarrista rock statunitense
α 18 ottobre 1926
ω 18 marzo 2017
Claudio Villa

Claudio Villa

Cantante e attore italiano
α 1 gennaio 1926
ω 7 febbraio 1987
Dario Fo

Dario Fo

Drammaturgo italiano, premio Nobel
α 24 marzo 1926
ω 13 ottobre 2016
Fidel Castro

Fidel Castro

Rivoluzionario e politico cubano
α 13 agosto 1926
ω 26 novembre 2016
Giangiacomo Feltrinelli

Giangiacomo Feltrinelli

Editore e attivista italiano
α 19 giugno 1926
ω 14 marzo 1972
Hugh Hefner

Hugh Hefner

Editore statunitense, fondatore di Playboy
α 9 aprile 1926
Ingvar Kamprad

Ingvar Kamprad

Imprenditore svedese, fondatore di Ikea
α 30 marzo 1926
Ivan Illich

Ivan Illich

Sociologo e filosofo austriaco
α 4 settembre 1926
ω 2 dicembre 2002
Jerry Lewis

Jerry Lewis

Comico statunitense
α 16 marzo 1926
ω 20 agosto 2017
John Coltrane

John Coltrane

Musicista jazz statunitense
α 23 settembre 1926
ω 17 luglio 1967
Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

Attrice statunitense
α 1 giugno 1926
ω 5 agosto 1962
Mel Brooks

Mel Brooks

Regista e attore statunitense
α 28 giugno 1926
Michel Foucault

Michel Foucault

Filosofo e storico francese
α 15 ottobre 1926
ω 26 giugno 1984
Miles Davis

Miles Davis

Trombettista jazz statunitense
α 26 maggio 1926
ω 28 settembre 1991
Mirko Tremaglia

Mirko Tremaglia

Politico italiano
α 17 novembre 1926
ω 30 dicembre 2011
Roger Corman

Roger Corman

Regista e produttore cinematografico statunitense
α 5 aprile 1926
Sathya Sai Baba

Sathya Sai Baba

Maestro spirituale indiano
α 23 novembre 1926
ω 24 aprile 2011
Tiberio Mitri

Tiberio Mitri

Pugile e attore italiano
α 12 luglio 1926
ω 12 febbraio 2001
Tony Bennett

Tony Bennett

Cantante statunitense
α 3 agosto 1926
Valéry Giscard d'Estaing

Valéry Giscard d'Estaing

20° Presidente della Repubblica francese
α 2 febbraio 1926
Vittorio Bachelet

Vittorio Bachelet

Giurista e politico italiano
α 20 febbraio 1926
ω 12 febbraio 1980
Alphonso Ford

Alphonso Ford

Atleta statunitense, basket
α 31 ottobre 1971
ω 4 settembre 2004
Delia Scala

Delia Scala

Soubrette e attrice italiana
α 25 settembre 1929
ω 15 gennaio 2004
Giuni Russo

Giuni Russo

Cantante italiana
α 7 settembre 1951
ω 14 settembre 2004
Helmut Newton

Helmut Newton

Fotografo tedesco
α 31 ottobre 1920
ω 23 giugno 2004
Henri Cartier-Bresson

Henri Cartier-Bresson

Fotografo francese
α 22 agosto 1908
ω 2 agosto 2004
John Grome

John Grome

Pittore inglese
α 14 marzo 1911
ω 12 luglio 2004
Laura Betti

Laura Betti

Attrice e cantante italiana
α 1 maggio 1927
ω 31 luglio 2004
Marco Pantani

Marco Pantani

Atleta italiano, ciclismo
α 13 gennaio 1970
ω 14 febbraio 2004
Marlon Brando

Marlon Brando

Attore statunitense
α 3 aprile 1924
ω 2 luglio 2004
Nando Martellini

Nando Martellini

Giornalista e cronista italiano
α 7 agosto 1921
ω 5 maggio 2004
Nino Manfredi

Nino Manfredi

Attore italiano
α 22 marzo 1921
ω 4 giugno 2004
Norberto Bobbio

Norberto Bobbio

Filosofo italiano
α 18 ottobre 1909
ω 9 gennaio 2004
Peter Ustinov

Peter Ustinov

Attore inglese
α 16 aprile 1921
ω 28 marzo 2004
Ray Charles

Ray Charles

Cantante statunitense
α 23 settembre 1930
ω 10 giugno 2004
Renata Tebaldi

Renata Tebaldi

Soprano italiana
α 1 febbraio 1922
ω 19 dicembre 2004
Richard Avedon

Richard Avedon

Fotografo statunitense
α 15 maggio 1923
ω 1 ottobre 2004
Ronald Reagan

Ronald Reagan

40° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 6 febbraio 1911
ω 6 giugno 2004
Tiziano Terzani

Tiziano Terzani

Giornalista e scrittore italiano
α 14 settembre 1938
ω 28 luglio 2004
Vasili Mitrokhin

Vasili Mitrokhin

Militare russo
α 3 marzo 1922
ω 23 gennaio 2004
Yasser Arafat

Yasser Arafat

Leader politico palestinese
α 24 agosto 1929
ω 11 novembre 2004