Biografie

Michele Sindona

Michele Sindona
Michele Sindona nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Michele Sindona

Biografia

Michele Sindona nasce l'8 maggio del 1920 a Patti, in provincia di Messina, figlio di un fiorista campano. Mentre studia dai gesuiti, lavora - sin dall'età di quattordici anni - come dattilografo per mantenersi economicamente. Divenuto aiuto contabile e impiegato all'ufficio imposte di Messina, si iscrive all'università, laureandosi nel 1942 in Giurisprudenza con un tesi sul "Principe" di Machiavelli.

L'attività di commercialista

Dopo avere lavorato nello studio di un avvocato per qualche anno, alla fine della Seconda Guerra Mondiale decide di trasferirsi a Milano, dove nel 1946 apre uno studio di consulenza tributaria. All'ombra della Madonnina, è impiegato anche come commercialista per numerose imprese, come la Snia Viscosa e la Società Generale Immobiliare, e come consulente legale di varie associazioni.

Già negli anni Cinquanta, Michele Sindona è uno dei commercialisti più richiesti nel capoluogo lombardo: specializzatosi in pianificazione fiscale, si avvicina al mondo dell'esportazione dei capitali, entrando in contatto con vari paradisi fiscali.

La Banca Privata Finanziaria

Complice la sua intelligenza, che gli permette di avere successo in molteplici operazioni di Borsa, Sindona accumula un capitale economico notevole, grazie al quale nel 1961 compra la Banca Privata Finanziaria. In seguito, procede a ulteriori acquisizioni tramite la Fasco, la sua holding lussemburghese.

Le prime indagini dell'Interpol

Già nella seconda metà degli anni Sessanta, tuttavia, egli viene segnalato dall'Interpol statunitense come invischiato nel riciclaggio di denaro sporco derivante dal commercio di droga, anche a causa dei suoi rapporti con Ralph Vio, Ernest Gengarella e Daniel Porco, personaggi di Cosa Nostra americana.

Ai riscontri delle autorità americane, tuttavia, quelle italiane rispondono di non avere prove di traffici illeciti di Michele Sindona.

I rapporti con il clero

Quest'ultimo riesce a conoscere addirittura l'arcivescovo di Milano Giovanni Battista Montini: nel 1969 lo Ior, la banca del Vaticano, entra a far parte della Banca Privata Finanziaria, con importi consistenti che vengono prelevati e depositati in banche svizzere.

L'ascesa di Sindona a livello internazionale

La fortuna del banchiere siciliano, tuttavia, inizia a mostrare qualche segno di cedimento nel 1971, quando l'offerta pubblica di acquista sulla finanziaria Bastogi (che controlla pacchetti azionari della Snia, della Centrale, della Pirelli e della Pesenti) fallisce: in caso di successo, la Bastogi si sarebbe fusa con la Centrale, e questa nuova realtà avrebbe preso il posto di Mediobanca.

Nonostante l'intoppo, nel 1972 Sindona entra in possesso del pacchetto di controllo di una delle banche più importanti degli Stati Uniti, la Franklin National Bank di Long Island. Due anni più tardi egli viene pubblicamente riconosciuto da Giulio Andreotti come salvatore della lira (anche in virtù delle associazioni nate tra i suoi istituti di credito e realtà estere come la Continental Illinois di Chicago e la Finabank di Ginevra), mentre John Volpe, ambasciatore Usa in Italia, lo nomina uomo dell'anno.

L'imprevisto, però, è dietro l'angolo: proprio in quel 1974 un crollo del mercato azionario fa sì che i profitti della Franklin Bank subiscano un calo di quasi il 100% rispetto all'anno precedente: Sindona perde quaranta milioni di dollari e si vede sfuggire di mano quasi tutte le banche ottenute nel ventennio precedente; l'8 ottobre, la sua banca viene dichiarata insolvente per cattiva gestione e frode, e vengono alla luce politiche di prestito errate e perdite dovute a speculazione sulle valute correnti.

Da salvatore della Lira a criminale

In breve, la figura del banchiere messinese subisce un ribaltone a livello mediatico: quello che fino a qualche settimana prima era un mago della finanza mondiale si trasforma in un criminale privo di scrupoli.

La Banca d'Italia affida a Giorgio Ambrosoli il compito di commissario liquidatore, con il compito di analizzare tutte le operazioni compiute da Michele Sindona. Quest'ultimo nel 1977 incontra in diverse occasioni Licio Gelli, per cercare di costruire un piano di salvataggio della Banca Privata Italiana: anche Giulio Andreotti dà il proprio placet, incaricando Gaetano Stammati, senatore affiliato alla P2, di studiare un possibile progetto insieme con Franco Evangelisti; il progetto, tuttavia, viene rifiutato dal vice direttore generale della Banca d'Italia Mario Sarcinelli.

Roberto Calvi e il Banco Ambrosiano

Sindona, intanto, comincia a ricattare Roberto Calvi, banchiere colpevole di avergli rifiutato un prestito, tramite le campagne di stampa orchestrate dal giornalista Luigi Cavallo attraverso cui vengono rese note le attività illegali svolte dal Banco Ambrosiano, a capo del quale c'è - appunto - Calvi.

L'omicidio di Giorgio Ambrosoli

Alla fine degli anni Settanta, il banchiere di Patti riceve denaro dalla mafia siciliana e americana, ed è il mandante dell'omicidio a Milano di Giorgio Ambrosoli, che va in scena nel luglio del 1979 (per opera di un esponente della malavita americana). Un mese più tardi, mentre è indagato negli Stati Uniti, Michele Sindona con un passaporto falso fugge da New York e si reca a Vienna, per poi spostarsi a Palermo.

Il finto rapimento

Qui organizza un suo finto sequestro a opera di un presunto gruppo terroristico, che però si rivela un fallimento: pochi mesi dopo, quindi, visto l'esito negativo dei suoi tentativi di ricatto decide di cedere e di fare ritorno a New York, dove si arrende alle autorità facendosi trovare in una cabina telefonica a Manhattan.

La condanna e la morte e il suicidio

Nel 1980 egli viene condannato negli Usa con oltre sessanta accuse, tra le quali spergiuro, frode e appropriazione indebita di fondi bancari. Mentre è rinchiuso nelle prigioni federali statunitensi, Sindona viene condannato anche in Italia, dapprima a venticinque anni di carcere e poi all'ergastolo in quanto mandante dell'assassinio di Ambrosoli.

Michele Sindona, ormai in prigione in Italia, nel supercarcere di Voghera, muore nell'ospedale della cittadina lombarda il 22 marzo del 1986, due giorni dopo essere stato condannato all'ergastolo. A causarne il coma profondo che lo porta alla morte è l'ingestione di una tazzina di caffè al cianuro di potassio: l'episodio viene archiviato come suicidio, in quanto tale sostanza ha un odore così forte che non può non essere riconosciuta da chi sta per assumerla. L'ipotesi più accreditata è che Sindona abbia provato ad auto-avvelenarsi al fine di ottenere l'estradizione negli Stati Uniti, e che la dose utilizzata per farlo sia stata eccessiva e, quindi, letale.

"Ci sono misteri, nella storia d'Italia, che sembrano destinati a non avere mai soluzione. Sono quelli che coinvolgono ambienti diversi, diversi strati della società, diversi livelli, persone diverse, così che quando si comincia a scoprire qualcosa, a sollevare un angolo del velo che nasconde tutto, c'è sempre qualcuno, da un'altra parte, che ha paura e che fa qualcosa per mantenere quel velo." (Cit. Carlo Lucarelli, "Misteri d'Italia - Michele Sindona").

6 fotografie

Foto e immagini di Michele Sindona

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Michele Sindona ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Michele Sindona nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Michele Sindona

14 biografie

Nati lo stesso giorno di Michele Sindona

Johann Wolfgang Goethe

Johann Wolfgang Goethe

Poeta, scrittore e drammaturgo tedesco
α 28 agosto 1749
ω 22 marzo 1832
Tomas Milian

Tomas Milian

Attore cubano naturalizzato italiano
α 3 marzo 1933
ω 22 marzo 2017
William Hanna

William Hanna

Fumettista statunitense
α 14 luglio 1910
ω 22 marzo 2001
Alberto Sordi

Alberto Sordi

Attore e comico italiano
α 15 giugno 1920
ω 25 febbraio 2003
Amalia Rodrigues

Amalia Rodrigues

Cantante e attrice portoghese
α 23 luglio 1920
ω 6 ottobre 1999
Carlo Alberto Dalla Chiesa

Carlo Alberto Dalla Chiesa

Generale italiano dei Carabinieri, vittima di mafia
α 27 settembre 1920
ω 3 settembre 1982
Carlo Azeglio Ciampi

Carlo Azeglio Ciampi

Decimo Presidente della Repubblica Italiana
α 9 dicembre 1920
ω 16 settembre 2016
Charles Bukowski

Charles Bukowski

Poeta e scrittore statunitense
α 16 agosto 1920
ω 9 marzo 1994
Charlie Parker

Charlie Parker

Sassofonista e jazzista statunitense
α 29 agosto 1920
ω 12 marzo 1955
Enzo Biagi

Enzo Biagi

Giornalista italiano
α 9 agosto 1920
ω 6 novembre 2007
Eric Rohmer

Eric Rohmer

Regista francese
α 4 aprile 1920
ω 11 gennaio 2010
Federico Fellini

Federico Fellini

Regista italiano
α 20 gennaio 1920
ω 31 ottobre 1993
Franca Valeri

Franca Valeri

Attrice italiana
α 31 luglio 1920
Frank Herbert

Frank Herbert

Scrittore statunitense, fantascienza, Dune
α 8 ottobre 1920
ω 11 febbraio 1986
Gesualdo Bufalino

Gesualdo Bufalino

Scrittore italiano
α 15 novembre 1920
ω 14 giugno 1996
Gianni Rodari

Gianni Rodari

Scrittore italiano
α 23 ottobre 1920
ω 14 aprile 1980
Giorgio Bocca

Giorgio Bocca

Giornalista e scrittore italiano
α 18 agosto 1920
ω 25 dicembre 2011
Helmut Newton

Helmut Newton

Fotografo tedesco
α 31 ottobre 1920
ω 23 giugno 2004
Henry Heimlich

Henry Heimlich

Medico statunitense, noto per la Manovra di Heimlich
α 3 febbraio 1920
ω 17 dicembre 2016
Isaac Asimov

Isaac Asimov

Scrittore e scienziato russo, naturalizzato statunitense
α 2 gennaio 1920
ω 6 aprile 1992
Javier Pérez de Cuéllar

Javier Pérez de Cuéllar

Politico e diplomatico peruviano
α 19 gennaio 1920
Luciano Barca

Luciano Barca

Giornalista, scrittore, partigiano e politico italiano
α 21 novembre 1920
ω 7 novembre 2012
Luigi Maria Verzé

Luigi Maria Verzé

Sacerdote e professore italiano
α 14 marzo 1920
ω 31 dicembre 2011
Mario Puzo

Mario Puzo

Scrittore e sceneggiatore statunitense
α 15 ottobre 1920
ω 2 luglio 1999
Papa Giovanni Paolo II

Papa Giovanni Paolo II

Pontefice della Chiesa cattolica polacco
α 18 maggio 1920
ω 2 aprile 2005
Ray Bradbury

Ray Bradbury

Scrittore di fantascienza statunitense
α 22 agosto 1920
ω 5 giugno 2012
Salvo D'Acquisto

Salvo D'Acquisto

Carabiniere italiano, eroe durante la Seconda guerra mondiale per il suo sacrificio
α 15 ottobre 1920
ω 23 settembre 1943
Saul Bass

Saul Bass

Designer e regista statunitense
α 8 maggio 1920
ω 25 aprile 1996
Tonino Guerra

Tonino Guerra

Poeta, scrittore e sceneggiatore italiano
α 16 marzo 1920
ω 21 marzo 2012
Toshiro Mifune

Toshiro Mifune

Attore giapponese
α 1 aprile 1920
ω 24 dicembre 1997
Walter Matthau

Walter Matthau

Attore statunitense
α 1 ottobre 1920
ω 1 luglio 2000
Albert Szent-Gyorgyi

Albert Szent-Gyorgyi

Fisiologo e scienziato ungherese, premio Nobel, scopritore della vitamina C
α 16 settembre 1893
ω 22 ottobre 1986
Andrej Tarkovskij

Andrej Tarkovskij

Regista russo
α 4 aprile 1932
ω 29 dicembre 1986
Carlo Betocchi

Carlo Betocchi

Poeta italiano
α 23 gennaio 1899
ω 25 maggio 1986
Cary Grant

Cary Grant

Attore inglese
α 18 gennaio 1904
ω 29 novembre 1986
Dian Fossey

Dian Fossey

Zoologa statunitense
α 16 gennaio 1932
ω 26 dicembre 1986
Frank Herbert

Frank Herbert

Scrittore statunitense, fantascienza, Dune
α 8 ottobre 1920
ω 11 febbraio 1986
Jiddu Krishnamurti

Jiddu Krishnamurti

Filosofo apolide
α 12 maggio 1895
ω 18 febbraio 1986
Jorge Luis Borges

Jorge Luis Borges

Scrittore e poeta argentino
α 24 agosto 1899
ω 14 giugno 1986
Mazzino Montinari

Mazzino Montinari

Filosofo italiano
α 4 aprile 1928
ω 24 novembre 1986
Olof Palme

Olof Palme

Leader politico svedese
α 30 gennaio 1927
ω 28 febbraio 1986
Piero Chiara

Piero Chiara

Scrittore italiano
α 23 marzo 1913
ω 31 dicembre 1986
Ron Hubbard

Ron Hubbard

Scrittore statunitense, fondatore di Scientology
α 13 marzo 1911
ω 24 gennaio 1986
Simone de Beauvoir

Simone de Beauvoir

Scrittrice, filosofa e femminista francese
α 9 gennaio 1908
ω 14 aprile 1986
Vjaceslav Michajlovic Molotov

Vjaceslav Michajlovic Molotov

Politico russo
α 9 marzo 1890
ω 8 novembre 1986