Biografie

Phil Collins

Phil Collins
Phil Collins nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Phil Collins Discografia

Biografia Genesis di un grande artista

Nato il 30 gennaio 1951 a Chiswick, Inghilterra, cantante fra i più famosi e amati nel mondo, Philip David Charles Collins è anche un batterista eccezionale ed estremamente versatile, capace di spaziare sia nel campo del rock e della musica leggera sia in quello più sofisticato del jazz.

Il suo primo approccio allo strumento risale alla più tenera età, ossia quando Phil aveva solo cinque anni. Naturalmente, si trattava solo di una batteria giocattolo regalatagli dagli zii, ma già sufficiente a permettergli di esprimere il suo talento. Tra le esperienze artistiche che fece da bambino, si contano un'apparizione come "the Artful Dodger" nella produzione londinese "Oliver!" del 1964 e un'apparizione in "A Hard day's Night", oltre che in altri film minori. Dunque, anche grazie ai genitori, la sua sintonia e familiarità con il mondo dello spettacolo cominciano molto presto.

Ad ogni modo, il piccolo Phil sentiva che la sua strada era rappresentata solo dalla musica. Appassionatosi al suono e all'energia che la batteria sa trasmettere, all'età di dodici anni fonda un classico complessino locale, dedito a riprodurre gli standard delle rockstar più arrivate. In seguito farà esperienze anche con altri gruppi, fino a che, dopo qualche anno di gavetta, registra il suo primo album con i "Flaming Youth", una band oggi dimenticata ma che all'epoca fece molto discutere.

Ormai introdotto nell'ambiente, ottiene l'audizione che gli cambierà la vita, quella con Peter Gabriel e Mike Rutherford, i quali avevano fondato i Genesis, uno strano gruppo intenzionato a fare dell' "art-rock", ossia un tipo di musica rock particolarmente sofisticata e complessa (un genere in seguito chiamato anche rock progressivo).

Ottenuto il posto da batterista nei Genesis, Collins cominciò a scatenare la sua vèrve inventiva e tecnica elaborando la sezione ritmica in modo virtuosistico, inserendo combinazioni dispari in molti dei brani eseguiti (e comunque, Collins mantenne una carriera jazz separata con la band "Band X"). Malgrado lo stile per nulla commerciale, il gruppo raggiunge un moderato successo in Gran Bretagna e negli U.S.A., fino a quando nel 1974 Gabriel lascia il gruppo improvvisamente. Purtroppo, l'istrionismo di Peter Gabriel, il suo talento teatrale (era solito mascherarsi in modo bizzarro sul palco, conferendo alle sue esibizioni un'aura di teatralità decadente), e la sua forte personalità erano difficilmente sostituibili, tanto è vero che ancora oggi si ricorda il periodo Gabriel dei Genesi con nostalgia. Il suo stile ha lasciato indubbiamente un'impronta unica nella storia del rock.

I Genesis fecero dunque circa quattrocento audizioni per cercare un degno successore, senza però trovarne uno all'altezza. Decisero quindi di dare a Phil Collins una possibilità anche come cantante.

A questo punto, rimasti in tre, vi fu un surplus di attenzioni sull'espressività della voce di Collins e il risultato fu una graduale semplificazione delle sonorità dei Genesis, cosa che però li portò al disco d'oro nel 1978, con "The Duke". Ma Collins covava dentro di sè anche il desiderio di progetti solistici. Ecco dunque che negli anni '80 comincia la sua carriera da solista, riscuotendo in questa nuova veste un successo davvero lusinghiero. Il suo stile è semplice, diretto, commerciale ma non volgare o inutilmente provocatorio.

Certo, siamo lontani dalle elaborate suite dei Genesis, ma il batterista e cantante ha il buon senso di non cadere mai nel cattivo gusto.

Il 1984 è l'anno delle colonne sonore: compone "A groovy Kind Of Love" per "Buster" e "Against All Odds ("Take a look me now") per il film omonimo, nel quale figura anche come attore. Inoltre produce "Chinese Wall" di Philip Bailey (degli "Earth, Wind e Fire") con il quale duetta in "Easy Lover". Il 1985 vede invece l'uscita di "No Jacket Required", terzo lavoro solista. Phil è inoltre protagonista del megaconcerto Live Aid, organizzato dal musicista dei "Boomtown Rats" e attore Bob Geldolf: canta a Londra nel primo pomeriggio per poi volare a Philadelphia ed esibirsi la sera insieme ad Eric Clapton, Jimmy Page, Robert Plant, John Paul Jones ovvero i "Led Zeppelin" riuniti alla grande per l'occasione.

Nel 1986 pubblica, con i redivivi Genesis "Invisible Touch": il gruppo ormai, almeno agli occhi dei vecchi fans, è lo spettro di se stesso, a causa della tanto contestata "svolta" commerciale. Ad ogni modo, le loro pubblicazioni non si fermano, come quella del '92, "We Can't Dance" (un titolo che la dice lunga sulla loro nuova concezione musicale), ed intraprendono anche lunghi tour. Alla conclusione di uno di questi, Collins pubblica "Both Sides", il suo primo album a non ottenere neanche un disco di platino (e dunque neanche un "hit" di successo).

Nel 1995 Phil Collins decide di lasciare i Genesis definitivamente. L'anno seguente, pubblica "Dance into the light". Nonostante l'album si ridusse in un clamoroso flop, il tour che lo seguì fu un enorme successo. A quel punto era tempo di bilanci e dunque ecco uscire il classico "Best Of", pubblicato nel 1998.

Phil Collins ha suonato anche con molti artisti importanti come Robert Plant, Eric Clapton, Gary Brooker, Frida, Chaka Khan, John Martyn, Philip Bailey, Tears For Fears, Howard Jones, Quincy Jones e molti altri. Bisogna attribuire a Collins alcune tecniche di ripresa della batteria e soprattutto la tecnica dell''uso del "gated reverb", sperimentata assieme a Gabriel nella registrazione dei suoi primi tre album. L'artista ha inoltre composto anche la colonna sonora del film della Disney "Tarzan" con il quale ha vinto l'Academy Award, rilanciandolo nel mondo del cinema e delle colonne sonore.

L'estate 2007 vede Phil Collins, Tony Banks e Mike Rutherford riformare i Genesis per suonare di nuovo insieme per un tour in Europa e in America: il picco è il concerto gratuito al Circo Massimo di Roma davanti ad oltre mezzo milione di spettatori, pubblicato successivamente nel DVD "When in Rome" nel 2008.

Nel 2009, in seguito ad una operazione alla vertebra cervicale, Phil Collins perde la sensibilità nelle dita: conseguentemente dichiara di non poter più suonare la batteria. Viene operato, decide di lasciare e di disimpegnarsi dall'attività musicale, ma pubblica comunque nel 2010 un nuovo disco di musica soul, dal titolo "Going Back".

Frasi di Phil Collins

6 fotografie

Foto e immagini di Phil Collins

Video Phil Collins

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Phil Collins ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Phil Collins nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Phil Collins Discografia

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Phil Collins

Sting

Sting

Cantante e musicista inglese
α 2 ottobre 1951
Abel Ferrara

Abel Ferrara

Regista statunitense
α 19 luglio 1951
Anatolij Karpov

Anatolij Karpov

Scacchista russo
α 23 maggio 1951
Ayman Al-Zawahiri

Ayman Al-Zawahiri

Terrorista egiziano, leader di Al-Qaeda
α 19 giugno 1951
Carlo Vanzina

Carlo Vanzina

Regista e sceneggiatore italiano
α 13 marzo 1951
Chesley Sullenberger

Chesley Sullenberger

Eroe nazionale statunitense, pilota di aerei di linea
α 23 gennaio 1951
Christian De Sica

Christian De Sica

Attore e regista italiano
α 5 gennaio 1951
Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

Cantautore italiano
α 16 maggio 1951
Claudio Ranieri

Claudio Ranieri

Allenatore di calcio italiano
α 20 ottobre 1951
Denis Verdini

Denis Verdini

Politico italiano
α 8 maggio 1951
Dodi Battaglia

Dodi Battaglia

Chitarrista italiano, Pooh
α 1 giugno 1951
Francesco Moser

Francesco Moser

Atleta italiano, ciclismo
α 19 giugno 1951
Francesco De Gregori

Francesco De Gregori

Cantautore italiano
α 4 aprile 1951
Geoffrey Rush

Geoffrey Rush

Attore australiano
α 6 luglio 1951
Gianfranco Vissani

Gianfranco Vissani

Chef italiano
α 13 gennaio 1951
Giuliano Poletti

Giuliano Poletti

Politico italiano
α 19 novembre 1951
Giuni Russo

Giuni Russo

Cantante italiana
α 7 settembre 1951
ω 14 settembre 2004
Gordon Brown

Gordon Brown

Politico inglese, ex primo ministro
α 20 febbraio 1951
Ilona Staller

Ilona Staller

Pornostar ungherese
α 26 novembre 1951
Ivano Fossati

Ivano Fossati

Cantautore italiano
α 21 settembre 1951
Jerry Calà

Jerry Calà

Attore e regista italiano
α 28 giugno 1951
Joey Ramone

Joey Ramone

Cantante e musicista rock statunitense
α 19 maggio 1951
ω 15 aprile 2001
Kathryn Bigelow

Kathryn Bigelow

Regista statunitense
α 27 settembre 1951
Kurt Russell

Kurt Russell

Attore statunitense
α 17 marzo 1951
Marco Risi

Marco Risi

Regista italiano
α 4 giugno 1951
Marisa Laurito

Marisa Laurito

Attrice, showgirl, cantante e conduttrice tv italiana
α 19 aprile 1951
Massimo Ranieri

Massimo Ranieri

Cantante, attore e presentatore tv italiano
α 3 maggio 1951
Michael Keaton

Michael Keaton

Attore statunitense
α 5 settembre 1951
Michele Santoro

Michele Santoro

Giornalista e conduttore tv italiano
α 2 luglio 1951
Paolo Crepet

Paolo Crepet

Psichiatra, scrittore e sociologo italiano
α 17 settembre 1951
Pedro Almodovar

Pedro Almodovar

Regista spagnolo
α 24 settembre 1951
Pier Luigi Bersani

Pier Luigi Bersani

Politico italiano
α 29 settembre 1951
Pino Arlacchi

Pino Arlacchi

Politico e sociologo italiano
α 21 febbraio 1951
Red Ronnie

Red Ronnie

Presentatore tv italiano
α 15 dicembre 1951
Red Canzian

Red Canzian

Cantante e musicista italiano, Pooh
α 30 novembre 1951
Roberto Duran

Roberto Duran

Ex pugile panamense
α 16 giugno 1951
Robin Williams

Robin Williams

Attore statunitense
α 21 luglio 1951
ω 11 agosto 2014
Romina Power

Romina Power

Cantante italiana
α 2 ottobre 1951
Rosario Crocetta

Rosario Crocetta

Politico italiano
α 8 febbraio 1951
Rosy Bindi

Rosy Bindi

Politica italiana
α 12 febbraio 1951
Sally Ride

Sally Ride

Astronauta statunitense
α 26 maggio 1951
ω 23 luglio 2012