Biografie

Riccardo Illy

Riccardo Illy
Riccardo Illy nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Macinando impegni politici

Riccardo Illy nasce a Trieste il 24 settembre del 1955. Imprenditore di grande successo e rinomata fama, ha legato il suo nome e quello della propria famiglia all'omonima marca di caffè, la quale da quasi un secolo è tra le aziende leader del settore a livello mondiale. Riccardo Illy è anche uomo politico, deputato parlamentare, che dopo aver ricoperto per due cariche consecutive il ruolo di sindaco della città di Trieste, nel 2003 è stato eletto Presidente della regione Friuli-Venezia Giulia, a capo di una coalizione di centro-sinistra.

Il futuro numero uno dell'azienda Illy nasce in una famiglia di orientamento religioso valdese di origini ungheresi. Suo nonno è Francesco Illy, nativo di Temesvàr (Ungheria), unico e vero fondatore della Illycaffè Spa, nata ufficialmente a Trieste nel 1933. Si tratta di un'azienda che, sin dagli anni '30 e '40, risulta essere tra le più quotate per quanto riguarda gli ambiti della torrefazione e della distribuzione del caffè.

Riccardo è figlio di Ernesto Illy, il quale dal 1956, l'anno dopo la sua nascita, diventa comproprietario ed amministratore della società, per poi assumerne la presidenza dal 1963 al 2005. Sua moglie è Anna Rossi, mentre oltre a Riccardo, ci sono anche i fratelli Francesco, Anna ed Andrea.

L'anno di svolta, per il giovane Riccardo resta il 1977 quando diplomato decide di inserirsi all'interno dell'azienda di famiglia. Ad ogni modo non si limita unicamente ad apprenderne i segreti di fabbrica, tutt'altro. L'intraprendente Riccardo Illy si dà da fare nel settore marketing, il quale deve a lui la sua nascita a livello aziendale. Modernizza il merchandising, intuisce le grandi potenzialità del settore pubblicitario, soprattutto durante quegli anni, agevolato dalle liberalizzazioni televisive e dal continuo fiorire di emittenti private, le quali negli anni '80 saranno sempre più frequenti.

Nel 1983, dopo aver ripensato l'ambito promozionale del marchio, dando fondo alle proprie risorse intellettuali all'interno del marketing, Illy riorganizza la struttura commerciale, divenendone a propria volta direttore.

Subito, proprio in questi anni giovanili, sposa Rossana Bettini, giornalista enogastronomica, da cui avrà la figlia Daria, la quale diverrà insegnante di educazione fisica e personal trainer.

La scalata prosegue a braccetto con suo padre, ancora operativo e ai vertici societari, per tutti gli anni '80 e gli inizi dei '90.

Dal 1992 al 1995 Riccardo Illy diventa amministratore delegato di Illycaffè, carica che mantiene insieme a quella di vicepresidente aziendale, ricevuta nel 1995. Nello stesso periodo (esattamente dal 1987) si iscrive all'Ordine dei Giornalisti, figurando nell'albo dei pubblicisti, dando libertà di sfogo su giornali e riviste che via via finiscono per invitarlo. Prende inoltre parte alla realizzazione del libro "Dal caffè all'Espresso", pubblicato dalla casa Mondadori nel 1989.

È sempre il 1993 quando Riccardo Illy riceve un altro importante onore ed onere: è eletto per la prima volta sindaco della sua città, Trieste. L'operato è buono e la cittadinanza apprezza sia il suo impegno da industriale, in grado di dare lavoro ad una moltitudine di triestini, e sia quello da uomo politico di centrosinistra, progressista ma sempre dal taglio moderato.

Nel 1997 si ricandida e vince di nuovo, ottenendo il mandato fino al 2001. È deputato parlamentare tra le fila dell'Ulivo e aderisce al gruppo misto in qualità di membro indipendente (IX Commissione parlamentare: Trasporti, Poste e Telecomunicazioni).

Riceve, a cavallo tra gli anni '90 e gli inizi del nuovo millennio, il titolo di Commendatore dal presidente della Repubblica Italiana, Grande Ufficiale, il "Golden Honorary Title" dal Presidente della Repubblica austriaca, ed il premio "Die Quadriga" a Berlino, oltre ad una pergamena ad honorem conferitagli dall'ateneo di Trieste, in Scienze Politiche.

È uno dei promotori a livello europeo dell'allargamento dei confini verso i paesi dell'Est e già da molti anni investe nei Balcani, tanto con la sua azienda che con altre situazioni societarie.

È un indipendente di centrosinistra, almeno così si definisce, tra il Parlamento e la sua regione. Aderisce ai programmi di Romano Prodi ma non ha alcuna tessera di partito, cosa che gli consente di dare vita alla lista civica "Cittadini per il Presidente", candidandosi alle Regionali del 2003. È una delle voci maggiormente impegnate a cambiare la legge elettorale del Friuli-Venezia Giulia e, il 9 giugno del 2003, con il 53,1% dei voti, viene eletto Presidente della Regione.

L'operato anche qui è apprezzato ma, per favorire il cosiddetto "election day", ossia l'unificazione in una sola data e in un'unica parabola elettorale delle politiche e delle amministrative, Riccardo Illy decide di accorciare di qualche mese il suo mandato e, il 7 febbraio del 2008, si dimette dalla carica di Governatore, candidandosi per le successive elezioni. In questa seconda tornata però, raccoglie solo il 46,18 % dei voti e viene sconfitto dallo sfidante Renzo Tondo.

Intanto, dal 2004 è presidente dell'Assemblea delle Regioni d'Europa (ARE), alla quale aderiscono 250 Regioni di 33 Nazioni europee.

Ad inficiare il suo percorso politico, di fatto abbandonato dopo la sconfitta alle seconde elezioni regionali, è la Corte dei Conti, la quale nel 2010 condanna diversi assessori e dirigenti della giunta regionale da lui guidata, al pagamento di 1 milione e 590 mila euro per quelle che sulla stampa nazionale vengono definite "beautiful exit": buone uscite eccessive elargite alle personalità più vicine all'allora Presidente Riccardo Illy. Lo stesso industriale del caffè, deve pagare circa 504.000 euro, stando almeno a quanto riportato dalla voce mediatica più influente della zona, ossia il quotidiano "Il Piccolo". Arriverà poi successivamente l'assoluzione in appello.

Nel decennio del 2000, va aggiunto, Illy si rende protagonista di una serie di iniziative editoriali interessanti, a conferma della sua vivacità politica e civica. Si segnalano infatti a sua firma le pubblicazioni "Polietica", scritta insieme con Paolo Maurensig ed edita da Marsilio nel 2003, "La rana Cinese", con Paolo Fragiacomo e pubblicata da Mondadori nel 2006 e, infine, "Così perdiamo il Nord", del 2008 e sempre per la casa di Segrate.

Nel 2012, Illy dichiara di voler vendere la propria barca, manifestando la propria idea di non condividere l'operato del governo tecnico guidato da Mario Monti. La sua dichiarazione suscita un certo scalpore negli ambienti politici.

Frasi di Riccardo Illy

3 fotografie

Foto e immagini di Riccardo Illy

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Riccardo Illy ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Riccardo Illy nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Riccardo Illy

Guinness dei primati

Guinness dei primati

Fenomeno editoriale internazionale
α 27 agosto 1955
Pupo

Pupo

Cantautore e conduttore tv italiano
α 11 settembre 1955
Platinette

Platinette

Conduttore radiotelevisivo, personaggio tv e cantante
α 4 novembre 1955
Adelmo Fornaciari

Adelmo Fornaciari

Cantautore e musicista italiano
α 25 settembre 1955
Angela Finocchiaro

Angela Finocchiaro

Attrice italiana
α 20 novembre 1955
Anna Finocchiaro

Anna Finocchiaro

Politica italiana
α 31 marzo 1955
Bill Gates

Bill Gates

Imprenditore statunitense, fondatore di Microsoft
α 28 ottobre 1955
Billy Idol

Billy Idol

Cantante rock inglese
α 30 novembre 1955
Bruce Willis

Bruce Willis

Attore statunitense
α 19 marzo 1955
Debra Winger

Debra Winger

Attrice statunitense
α 17 maggio 1955
Diego Abatantuono

Diego Abatantuono

Attore italiano
α 20 maggio 1955
Donatella Versace

Donatella Versace

Stilista italiana
α 2 maggio 1955
Donatella Rettore

Donatella Rettore

Cantante italiana
α 8 luglio 1955
Eddie Van Halen

Eddie Van Halen

Chitarrista olandese naturalizzato statunitense
α 26 gennaio 1955
Enrico Mentana

Enrico Mentana

Giornalista italiano
α 15 gennaio 1955
Francesco Nuti

Francesco Nuti

Attore e regista italiano
α 17 maggio 1955
Gene Gnocchi

Gene Gnocchi

Comico e presentatore tv italiano
α 1 marzo 1955
Grazia Di Michele

Grazia Di Michele

Cantante italiana
α 9 ottobre 1955
Hector Cuper

Hector Cuper

Allenatore di calcio argentino
α 16 novembre 1955
Ignazio Marino

Ignazio Marino

Medico chirurgo e politico italiano
α 10 marzo 1955
Isabelle Adjani

Isabelle Adjani

Attrice francese
α 27 giugno 1955
Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, attore, regista, fumettista, blogger e attivista italiano
α 31 marzo 1955
Jay McInerney

Jay McInerney

Scrittore statunitense
α 13 gennaio 1955
Jeff Koons

Jeff Koons

Artista statunitense
α 21 gennaio 1955
Kevin Costner

Kevin Costner

Attore e regista statunitense
α 18 gennaio 1955
Lele Mora

Lele Mora

Agente dello spettacolo italiano
α 31 marzo 1955
Leonid Afremov

Leonid Afremov

Pittore bielorusso
α 12 luglio 1955
Livia Turco

Livia Turco

Politica italiana
α 13 febbraio 1955
Mariano Rajoy

Mariano Rajoy

Politico spagnolo
α 27 marzo 1955
Mario Castelnuovo

Mario Castelnuovo

Cantautore italiano
α 25 gennaio 1955
Martin Schulz

Martin Schulz

Politico tedesco
α 20 dicembre 1955
Michel Platini

Michel Platini

Calciatore francese
α 21 giugno 1955
Nicolas Sarkozy

Nicolas Sarkozy

23° Presidente della Repubblica francese
α 28 gennaio 1955
Ornella Muti

Ornella Muti

Attrice italiana
α 9 marzo 1955
Pier Ferdinando Casini

Pier Ferdinando Casini

Politico italiano
α 3 dicembre 1955
Pino Daniele

Pino Daniele

Cantautore italiano
α 19 marzo 1955
ω 4 gennaio 2015
Ricky Tognazzi

Ricky Tognazzi

Attore e regista italiano
α 1 maggio 1955
Roberto Maroni

Roberto Maroni

Politico italiano
α 15 marzo 1955
Steve Jobs

Steve Jobs

Informatico statunitense, fondatore di Apple Inc.
α 24 febbraio 1955
ω 5 ottobre 2011
Susanna Camusso

Susanna Camusso

Dirigente sindacale italiana, CGIL
α 14 agosto 1955
Tim Berners-Lee

Tim Berners-Lee

Informatico inglese, inventore del World Wide Web
α 8 giugno 1955
Vasco Errani

Vasco Errani

Politico italiano
α 17 maggio 1955
Vauro Senesi

Vauro Senesi

Vignettista italiano
α 24 marzo 1955
Walter Veltroni

Walter Veltroni

Politico italiano
α 3 luglio 1955
Whoopi Goldberg

Whoopi Goldberg

Attrice statunitense
α 13 novembre 1955
Willem Dafoe

Willem Dafoe

Attore statunitense
α 22 luglio 1955