Biografie

Tony Renis

Tony Renis
Tony Renis nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Tony Renis Discografia

Biografia La canzone italiana nel mondo

Elio Cesari è il vero nome di Tony Renis, nato il 13 maggio 1938 a Milano, figlio del pittore e paroliere Orfelio Cesari, conosciuto con il nome d'arte di Orfelius. I primi passi sul palcoscenico li muove, ancora bambino, nel teatro della parrocchia meneghina di San Lorenzo alle Colonne, mentre l'attività musicale prende il via intorno alla metà degli anni Cinquanta: abbandona presto il proprio nome reale per scegliere quello di Tony Renis, con cui si esibisce dapprima nei locali notturni della città e poi nei teatri di avanspettacolo, in coppia con il suo amico di infanzia Adriano Celentano, con il quale si diverte a imitare Jerry Lewis e Dean Martin. Durante la stagione estiva, invece, suona all'Hotel del Golfo di Procchio e all'Isola d'Elba, dove si dedica all'imitazione di Elvis Presley.

Nel 1958 Tony ottiene il primo contratto con la "Combo Record", di proprietà di Gorni Kramer: con questa casa discografica pubblica i primi 45 giri, che includono cover di brani stranieri e italiani. L'anno successivo passa alla "Voce del padrone" e debutta in qualità di cantautore: con la canzone "Tenerezza" (che pochi anni più tardi sarà ripresa da Gianni Morandi con migliore successo) si aggiudica la "Sei giorni della canzone". Dopo aver esordito, nel 1961, al "Festival di Sanremo" con un brano scritto da suo padre, "Pozzanghere" (che però non arriva alla fase finale), si ripresenta sul palco dell'Ariston l'anno seguente con "Quando quando quando", frutto della collaborazione con Alberto Testa: un brano che, pur non vincendo la competizione canora, ottiene un successo commerciale strepitoso, e negli anni seguenti verrà reinterpretato da centinaia di cantanti.

Grazie a "Quando quando quando", Renis nel 1963 vince "Canzonissima": nello stesso anno, si aggiudica anche Sanremo con "Uno per tutte". Sono anni di grande gloria per il giovane milanese che nel 1964, a dispetto del servizio militare, prende ancora parte a Sanremo in coppia con Frankie Avalon con "I sorrisi di sera". Sono anni in cui la musica si alterna al cinema: di quel periodo sono, tra l'altro, le pellicole "Obiettivo ragazze" e "Appuntamento in Riviera", di Mario Mattoli, "Io bacio… tu baci", di Piero Vivarelli, "Quando dico che ti amo", di Giorgio Bianchi, e "Non mi dire mai goodbye", di Frank G. Carrol.

Dopo "Nessun'altra te", firma un contratto con la RCA Italiana, e inizia a frequentare i luoghi più importanti del jet set mondiale: Parigi, Londra, Sankt Moritz, Montecarlo e addirittura Hollywood. Gli ultimi anni Sessanta si segnalano per successi importanti: "Quando dico che ti amo", "Non mi dire mai goodbye" (che viene proposta nella rassegna "Un disco per l'estate"), "L'aereo parte", "Frin frin frin", "Il posto mio" (cantata a Sanremo nel 1968) e "Canzone blu" (anche questa proposta all'Ariston, nel 1970). Renis, poi, viene consacrato anche come autore quando regala a Mina, sua amica sin da quando entrambi muovevano i primi passi nel mondo della canzone, "Grande grande grande", brano che teneva nel cassetto da tempo e che verrà diffuso anche all'estero interpretato da Shirley Bassey con il titolo "Never never never" (più tardi sarà ripreso anche da Luciano Pavarotti e Celine Dion con il nome di "I hate you then I love you").

Nei primi anni Settanta, Renis si sposta in America, a New York prima e a Los Angeles poi: qui ha modo di conoscere, tra l'altro, Frank Sinatra, Quincy Jones e Stevie Wonder. Nel 1978 pubblica, con la casa discografica "Warner Bros", "Disco Quando", un nuovo arrangiamento del suo cavallo di battaglia in chiave disco music. La sua permanenza in America lo porta a esibirsi come cantante a Las Vegas, ma anche a comporre colonne sonore e a divenire produttore cinematografico. Diventa, insomma, uno degli italiani più celebri negli Stati Uniti, e frequenta vip come Charlton Heston, Gregory Peck, Kirk Douglas e addirittura Ronald Reagan (futuro presidente americano) e sua moglie Nancy. Renis produce canzoni per Lionel Richie, Julio Iglesias e Diana Ross; negli anni Ottanta ha il merito di lanciare sul mercato Nikka Costa, enfant prodige del panorama musicale figlia di Don Costa, direttore d'orchestra, che scala le classifiche internazionali.

Nel 1992 l'artista lombardo sposa a Milano Elettra Morini, ballerina alla Scala, mentre sette anni più tardi grazie al cartone animato "La spada magica" (titolo originale: "Quest for Camelot") conquista una candidatura all'Oscar e un Golden Globe per la canzone "The prayer", interpretata da Andrea Bocelli e Celine Dion. Nel 2000 Tony Renis viene premiato, in occasione della cinquantesima edizione del "Festival di Sanremo", con il "Premio Speciale alla Carriera - Sanremo 2000", assegnatogli per rendere onore al merito di aver diffuso la canzone italiana nel mondo. L'anno successivo scrive "Se la gente usasse il cuore", canzone che accompagna i titoli di coda della miniserie "Cuore", in onda su Canale 5, in collaborazione con Massimo Guantini: il brano gli varrà un Telegatto.

Altri riconoscimenti (nel 2002 viene nominato dal Ministero per gli Affari Esteri "Ambasciatore della Canzone Italiana nel Mondo", dall'Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali "Accademico della Musica Italiana" e dall'Accademia Pontificia Tiberina "Accademico Tiberino") anticipano la nomina, nel 2004, a direttore artistico del "Festival di Sanremo" condotto da Simona Ventura. Si dedica poi al cinema componendo il tema del film "Christmas in Love" e scrivendo il brano "Merry Christmas in love", che nel 2005 vince la "Grolla d'Oro", il "David di Donatello" e il "Premio Saint-Vincent per il cinema".

Tornato negli Stati Uniti dopo aver ricevuto al "Festival del Cinema di Roma" il "Premio alla Carriera - Federico Fellini" nel 2005, l'Hollywood Foreign Press Association lo candida al "Golden Globe", sempre per "Merry Christmas in love", per la miglior canzone originale. L'anno successivo, Renis realizza il progetto "Amore", con la co-produzione di Humberto Gatica e David Foster e la voce di Andrea Bocelli: un successo internazionale che si avvale, tra l'altro, della partecipazione di star come Christina Aguilera e Stevie Wonder.

Citazioni di Tony Renis

5 fotografie

Foto e immagini di Tony Renis

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Tony Renis ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Tony Renis nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Tony Renis Discografia

15 biografie

Nati lo stesso giorno di Tony Renis

Re Juan Carlos di Borbone

Re Juan Carlos di Borbone

Monarca spagnolo
α 5 gennaio 1938
Adriano Celentano

Adriano Celentano

Cantante e artista italiano
α 6 gennaio 1938
Anthony Giddens

Anthony Giddens

Sociologo inglese
α 18 gennaio 1938
Bernard Madoff

Bernard Madoff

Imprenditore statunitense, autore di una delle più grandi frodi finanziarie di sempre
α 29 aprile 1938
Bruno Bozzetto

Bruno Bozzetto

Fumettista italiano
α 3 marzo 1938
Bruno Pizzul

Bruno Pizzul

Telecronista sportivo italiano
α 8 marzo 1938
Calisto Tanzi

Calisto Tanzi

Imprenditore italiano
α 17 novembre 1938
Claudia Cardinale

Claudia Cardinale

Attrice italiana
α 15 aprile 1938
Domenico De Masi

Domenico De Masi

Sociologo italiano
α 1 febbraio 1938
Edoardo Vianello

Edoardo Vianello

Cantante italiano
α 24 giugno 1938
Etta James

Etta James

Cantante statunitense
α 25 gennaio 1938
ω 20 gennaio 2012
Franco Califano

Franco Califano

Cantautore, poeta e scrittore italiano
α 14 settembre 1938
ω 30 marzo 2013
Gianni Minà

Gianni Minà

Giornalista, scrittore e conduttore tv italiano
α 17 maggio 1938
Giuliano Amato

Giuliano Amato

Politico italiano
α 13 maggio 1938
Jean Eustache

Jean Eustache

Regista francese
α 30 novembre 1938
ω 5 novembre 1981
Jon Voight

Jon Voight

Attore e regista statunitense
α 29 dicembre 1938
Kofi Annan

Kofi Annan

Politico ghanese, premio Nobel
α 8 aprile 1938
Luigi Tenco

Luigi Tenco

Cantautore italiano
α 21 marzo 1938
ω 27 gennaio 1967
Manuel Noriega

Manuel Noriega

Militare e politico panamense
α 11 febbraio 1938
Maurizio Costanzo

Maurizio Costanzo

Giornalista e conduttore tv italiano
α 28 agosto 1938
Nanni Svampa

Nanni Svampa

Cantante dialettale milanese
α 28 febbraio 1938
ω 27 agosto 2017
Natalie Wood

Natalie Wood

Attrice statunitense
α 20 luglio 1938
ω 29 novembre 1981
Nino Benvenuti

Nino Benvenuti

Atleta italiano, boxe
α 26 aprile 1938
Nitto Santapaola

Nitto Santapaola

Criminale italiano, boss mafioso di Cosa Nostra
α 4 giugno 1938
Paul Verhoeven

Paul Verhoeven

Regista olandese
α 18 luglio 1938
Pupi Avati

Pupi Avati

Regista italiano
α 3 novembre 1938
Raymond Carver

Raymond Carver

Scrittore, poeta e saggista statunitense
α 25 maggio 1938
ω 2 agosto 1988
Rocco Granata

Rocco Granata

Cantante italiano
α 16 agosto 1938
Romy Schneider

Romy Schneider

Attrice austriaca naturalizzata francese
α 23 settembre 1938
ω 29 maggio 1982
Rudolf Nureyev

Rudolf Nureyev

Ballerino russo
α 17 marzo 1938
ω 6 gennaio 1993
Sandro Mazzinghi

Sandro Mazzinghi

Pugile italiano
α 3 ottobre 1938
Ted Turner

Ted Turner

Imprenditore statunitense
α 19 novembre 1938
Tiziano Terzani

Tiziano Terzani

Giornalista e scrittore italiano
α 14 settembre 1938
ω 28 luglio 2004