Biografie

Werner Herzog

Werner Herzog
Werner Herzog nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Nuovo cinema tedesco

Werner Herzog, il cui vero nome è Werner H. Stipetic, nasce il 5 settembre del 1942 a Monaco di Baviera, figlio di Dietrich ed Elisabeth, entrambi biologi. Abbandonato dal padre a pochi anni mentre è in corso la Seconda Guerra Mondiale, si trasferisce con la madre da Monaco a Sachrang, un piccolo villaggio sui monti non lontano dall'Austria.

Qui cresce a contatto con la natura, lontano dalla televisione, dalla radio e dal cinema. È a soli undici anni che vede per la prima volta un film: un documentario sugli eschimesi proiettato a scuola.

A dodici anni Werner torna con la madre a Monaco; dopo avere vissuto in una pensione con Klaus Kinski, si avvicina alla religione e a quattordici anni si converte al cattolicesimo, entrando in conflitto con la famiglia, atea. A quindici anni intraprende un viaggio a piedi fino all'Albania; nello stesso periodo, comincia a sviluppare la passione per il cinema.

I primi lavori cinematografici

Per finanziare i suoi primi film, quindi, inizia a lavorare già mentre frequenta la scuola superiore, con impieghi notturni come custode di parcheggi o saldatore. Nel 1962, a venti anni, riesce a realizzare "Ercole", il suo primo cortometraggio, mentre l'anno successivo dà vita alla Werner Herzog Filmproduktion, la sua casa di produzione, che inizialmente ha risorse e mezzi molto limitati.

Dopo le scuole superiori si iscrive all'Università di Monaco, studiando teatro, letteratura e storia. Dopo avere vinto 10mila marchi come premio per una sceneggiatura ("Segni di vita"), gira "La difesa esemplare della fortezza di Deutschkreutz", per poi ottenere una borsa di studio per un'università della Pennsylvania, la Duquesne University di Pittsburgh, che però decide di lasciare dopo pochissimo tempo.

Negli USA, in Messico e il ritorno in Germania

Dopo essere stato coinvolto in un progetto per un film destinato alla Nasa e avere addirittura vissuto da senzatetto a New York, si reca in Messico, dove si guadagna da vivere in maniera illegale, trasportando merci al confine con gli Stati Uniti, e nel frattempo impara lo spagnolo.

Nel 1967 torna in Germania: si sposa con Martje Grohmann e, forte dell'aiuto economico del German Film Institute, riesce finalmente a girare "Segni di vita". La pellicola, realizzata in Grecia, è in concorso al Festival di Berlino, aggiudicandosi l'Orso d'Argento, e viene premiata ai Deutscher Fimpreis.

Alla fine del 1968 Werner Herzog si reca con una troupe in Africa, rimanendovi quasi un anno: pur ammalatosi di malaria, raccoglie il materiale per un documentario televisivo, intitolato "I medici volanti dell'Africa orientale", e per il film "Anche i nani hanno cominciato da piccoli".

Gli anni '70

Nel 1971 egli si dedica a "Paese del silenzio e dell'oscurità", documentario con protagoniste persone sordocieche, e in seguito a "Futuro impedito", che ha come tema sempre soggetti con handicap fisici.

Spostatosi in Perù con Klaus Kinski per realizzare un film incentrato sulla ricerca dell'El Dorado, si scontra più volte con l'attore, arrivando perfino a minacciarlo di morte: ne seguirà, comunque, la pellicola "Aguirre, furore di Dio", che otterrà un riscontro tiepido da parte del pubblico.

Nel 1973 Werner Herzog diventa padre di Rudolph, il suo primo figlio, e si dedica al documentario "La grande estasi dell'intagliatore Steiner", con protagonista il saltatore con gli sci Walter Steiner.

In seguito, realizza "L'enigma di Kaspar Hauser" e "Cuore di vetro", per il quale ipnotizza personalmente tutto il cast, facendo recitare gli attori in stato di trance. Nell'estate del 1976 si reca in Guadalupa per riprendere le immagini di un vulcano in procinto di distruggere un'isola: immagini che vengono usate per la pellicola "La Soufrière".

Successivamente, il regista gira "La ballata di Stroszek", con riprese tra la Germania e gli Stati Uniti. Al 1978 risale "Nosferatu, il principe della notte", mentre di un anno più tardi è "Woyzeck": in entrambi, il protagonista è Klaus Kinski. Nel frattempo, Herzog ha una relazione con Eva Mattes, attrice in "Woyzeck", che gli dà anche una figlia, Hanna, nata nel 1980.

Gli anni '80

Nello stesso periodo, lavora al film "Fitzcarraldo", per il cui completamento ci vogliono più di due anni: la pellicola viene presentata al Festival di Cannes del 1982, vincendo il premio per la miglior regia. Da quel momento in poi, la produzione del regista tedesco, sin lì molto prolifica, subisce un notevole rallentamento.

Negli anni Ottanta Herzog dirige solo altri due film, "Dove sognano le formiche verdi" e "Cobra verde", oltre al cortometraggio "Werner Herzog cineasta" e ai documentari televisivi "La ballata del piccolo soldato" e "Wodaabe - I pastori del sole".

Gli anni '90

Nel 1990 torna dietro la macchina da presa per "Echi da un regno oscuro", ripetendosi l'anno successivo con "Grido di pietra" (che vede nel cast anche Vittorio Mezzogiorno): si tratta del primo film da lui diretto senza essere stato l'autore della sceneggiatura.

Nel 1992 Werner Herzog si dirige in Kuwait per testimoniare la prima guerra del Golfo con immagini che saranno poi inserite nel documentario "Apocalisse nel deserto". Dopo "Rintocchi dal profondo", del 1993, e "Gesualdo - Morte per cinque voci", del 1995, Herzog dirige il documentario "Kinski, il mio nemico più caro".

Gli anni 2000

Nel 2001, dopo essersi trasferito a Los Angeles, con "Invincibile" torna alla fiction, per poi dedicarsi ai documentari "Kalachakra, la ruota del tempo" e "Il diamante bianco".

Nel 2010 viene chiamato a presiedere la giuria del Festival di Berlino che assegna la vittoria a Roman Polanski per "L'uomo nell'ombra", e gira il documentario in 3D "Forgotten dreams". Nel 2012 recita nel film "Jack Reacher - La prova decisiva" (di Christopher McQuarrie, con Tom Cruise). Nel 2013 riceve il Pardo d'Onore al Festival di Locarno.

Frasi di Werner Herzog

3 fotografie

Foto e immagini di Werner Herzog

Video Werner Herzog

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Werner Herzog ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Werner Herzog nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

12 biografie

Nati lo stesso giorno di Werner Herzog

Altan

Altan

Fumettista italiano
α 30 settembre 1942
Adriano Sofri

Adriano Sofri

Saggista italiano, ex leader di Lotta Continua
α 1 agosto 1942
Andy Summers

Andy Summers

Musicista inglese, The Police
α 31 dicembre 1942
Aretha Franklin

Aretha Franklin

Cantante statunitense
α 25 marzo 1942
Barbra Streisand

Barbra Streisand

Cantante e attrice statunitense
α 24 aprile 1942
Caetano Veloso

Caetano Veloso

Cantante brasiliano
α 7 agosto 1942
Calvin Klein

Calvin Klein

Stilista statunitense
α 19 novembre 1942
Daniel Barenboim

Daniel Barenboim

Pianista e direttore d'orchestra argentino-israeliano
α 15 novembre 1942
Dino Zoff

Dino Zoff

Calciatore e allenatore italiano
α 28 febbraio 1942
Fabrizio Saccomanni

Fabrizio Saccomanni

Economista e politico italiano
α 22 novembre 1942
Felice Gimondi

Felice Gimondi

Atleta italiano, campione di ciclismo
α 29 settembre 1942
George Jung

George Jung

Criminale statunitense
α 6 agosto 1942
Giacinto Facchetti

Giacinto Facchetti

Calciatore italiano, dirigente dell'Inter
α 18 luglio 1942
ω 4 settembre 2006
Giacomo Agostini

Giacomo Agostini

Campione di motociclismo italiano
α 16 giugno 1942
Giancarlo Giannini

Giancarlo Giannini

Attore e doppiatore italiano
α 1 agosto 1942
Gianfranco Ravasi

Gianfranco Ravasi

Cardinale e arcivescovo cattolico italiano
α 18 ottobre 1942
Harrison Ford

Harrison Ford

Attore e produttore statunitense
α 13 luglio 1942
Isabel Allende

Isabel Allende

Scrittrice cilena
α 2 agosto 1942
Jean-Claude Trichet

Jean-Claude Trichet

Banchiere ed economista francese
α 20 dicembre 1942
Jimi Hendrix

Jimi Hendrix

Chitarrista statunitense
α 27 novembre 1942
ω 18 settembre 1970
John Irving

John Irving

Scrittore e sceneggiatore statunitense
α 2 marzo 1942
Kim Jong Il

Kim Jong Il

Leader politico e dittatore nordcoreano
α 16 febbraio 1942
ω 17 dicembre 2011
Larry Flynt

Larry Flynt

Editore statunitense
α 1 novembre 1942
Leo Nucci

Leo Nucci

Baritono italiano
α 16 aprile 1942
Lou Reed

Lou Reed

Cantautore statunitense
α 2 marzo 1942
ω 27 ottobre 2013
Mario Bochi

Mario Bochi

Esperto consulente assicurativo italiano
α 22 ottobre 1942
Martin Scorsese

Martin Scorsese

Regista statunitense
α 17 novembre 1942
Mauro Rostagno

Mauro Rostagno

Giornalista, sociologo e attivista italiano, vittima di mafia
α 6 marzo 1942
ω 26 settembre 1988
Michael Crichton

Michael Crichton

Scrittore, regista e sceneggiatore statunitense
α 23 ottobre 1942
ω 4 novembre 2008
Muammar Gheddafi

Muammar Gheddafi

Dittatore libico
α 7 giugno 1942
ω 20 ottobre 2011
Muhammad Ali

Muhammad Ali

Pugile statunitense
α 17 gennaio 1942
ω 3 giugno 2016
Oliviero Toscani

Oliviero Toscani

Fotografo italiano
α 28 febbraio 1942
Paul McCartney

Paul McCartney

Cantante e musicista inglese, Beatles
α 18 giugno 1942
Penny Marshall

Penny Marshall

Regista, produttrice e attrice statunitense
α 15 ottobre 1942
Pierangelo Bertoli

Pierangelo Bertoli

Cantautore italiano
α 5 novembre 1942
ω 7 ottobre 2002
Ronnie James Dio

Ronnie James Dio

Cantante heavy metal statunitense
α 10 luglio 1942
ω 16 maggio 2010
Sandro Mazzola

Sandro Mazzola

Ex calciatore italiano
α 8 novembre 1942
Stephen Hawking

Stephen Hawking

Matematico e astrofisico inglese
α 8 gennaio 1942
Theodore Kaczynski

Theodore Kaczynski

Serial killer statunitense noto come Unabomber
α 22 maggio 1942
Umberto Galimberti

Umberto Galimberti

Filosofo italiano
α 3 maggio 1942
Vanna Marchi

Vanna Marchi

Personaggio televisivo italiano
α 2 settembre 1942
Vittorio Cecchi Gori

Vittorio Cecchi Gori

Imprenditore e politico italiano
α 27 aprile 1942