Biografie

Wilma De Angelis

Wilma De Angelis
Wilma De Angelis nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Wilma De Angelis Discografia

Biografia

Wilma De Angelis nasce l'8 aprile del 1931 a Milano. Dopo essersi esibita per diversi anni nella balere lombarde cantando dal vivo, nel 1956 si aggiudica il titolo di "Reginetta del Jazz Italiano" interpretando a Boario Terme i brani "A foggy day", "Summertime" e "My funny Valentine". Nel 1957, prendendo parte al Festival Jazz di Sanremo, in programma una settimana prima del Festival di Sanremo, viene notata da William Galassini, che le propone di realizzare una serie di spettacoli trasmessi dalla radio.

Intanto la giovane Wilma firma un contratto con la casa discografica Philips incidendo per il mercato estero (soprattutto olandese) diversi 45 giri, tra cui "A Firenze in carrozzella" e "Casetta in Canadà", brani grazie ai quali diventa molto celebre nei Paesi Bassi.

Dopo aver cantato insieme con Tony Renis, Miranda Martino, Adriano Celentano, Giorgio Gaber e Mina alla Sei giorni della Canzone di Milano del 1958, l'anno successivo l'artista lombarda esordisce al Festival di Sanremo con la canzone "Nessuno". Grazie all'eccellente riscontro di pubblico, Wilma De Angelis viene invitata al Festival di Napoli per cantare con Gloria Christian "Cerasella". Dopo avere partecipato a "Il traguardo degli assi", programma radiofonico presentato da Corrado Mantoni, e al varietà televisivo "Buone vacanze", del regista Antonello Falqui, canta a "Canzonissima" e ha l'occasione di duettare in "Nessuno" insieme con Mina.

Nel 1960 torna a Sanremo con "Splende l'arcobaleno" e "Quando vien la sera", mentre al Festival di Napoli propone "'O professure e Carulina" e "S'è avutato 'o viento". Protagonista al "Festival del Musichiere" con "Corriamoci incontro", brano scritto da Domenico Modugno, nel 1961 sale nuovamente sul palco di Sanremo con "Patatina", canzone di Gianni Meccia che pur non arrivando in finale ottiene un ottimo riscontro da parte del pubblico, al punto che Wilma De Angelis viene soprannominata "Patatina della canzone italiana" e "Miss Patatina".

Protagonista al Festival di Napoli (duetta con Gino Latilla in "Uh che cielo"), al Festival di Zurigo e ancora a Sanremo ("Lumicini rossi" e "I colori della felicità"), gareggia all'Ariston per l'ultima volta nel 1963 con "Se passerai di qui" e "Non costa niente". Altri brani di successo di quel periodo sono "Gambadilegno senza ritegno", proposto al Festival Disney, "Mi piace la musica", "Timido" e "Saprò sorridere".

Dopo aver partecipato a "Studio Uno" nel 1964 nella "Biblioteca del Quartetto Cetra" recitando nella "Storia di Rossella O'Hara", nella seconda metà degli anni Sessanta Wilma vive un momento di stasi: firma un nuovo contratto con la Philips, che però non le fa registrare nulla (puntando su nuove leve) e le permette solo di realizzare concerti all'estero, specialmente nel Nord Europa. Nel 1970 la De Angelis si riscatta firmando un accordo con l'etichetta Boom e presentandosi al Festival di Napoli con il brano "O cavalluccio russo russo".

Dopo avere inciso "La donna che ti vuole bene" e "Tua" con la Spark, nel 1978 prende parte a "Lasciami cantare una canzone", show televisivo ideato da Paolo Limiti e presentato da Nunzio Filogamo; l'anno successivo approda su Telemontecarlo, rete della quale Limiti è direttore artistico, presentando "Telemenù", programma quotidiano che andrà in onda per ben diciotto anni (cambiando titolo in "Sale, pepe e fantasia", "La spesa di Wilma" e poi "Complimenti allo chef" e "A pranzo con Wilma").

Nel frattempo negli anni Ottanta l'artista lombarda entra nel cast di "Avanti c'è musica", recital teatrale con Narciso Parigi e Nilla Pizzi, e torna in sala di registrazione con il disco "Questi pazzi pazzi Oldies", nel quale vengono rivisitati brani italiani famosi a ritmo di swing insieme con gli Oldies, cioè Claudio Celli, Ernesto Bonino, Cocky Mazzetti e Nicola Arigliano.

Sempre con gli Oldies, Wilma De Angelis propone "Il pinguino innamorato" alla Vela di Riva del Garda e partecipa a "Premiatissima". Dopo aver esordito come scrittrice con il libro di ricette "Le mille meglio" nel 1988, l'anno successivo recita nello sceneggiato tv "I promessi sposi". Negli anni Novanta è ospite del "Caso Sanremo", presentato da Renzo Arbore, e di "C'era una volta il Festival", con Mike Bongiorno.

Nel 1992 torna in libreria con "Quando cucina Wilma", mentre due anni dopo per De Agostini pubblica la serie "In cucina con fantasia": con De Agostini nasce una collaborazione in virtù della quale firma anche "Dolci e decorazioni", "Verdissimo" e "Tesori in cucina". Divenuta negli anni Duemila ospite gradita in numerosi programmi della tv italiana, nel 2011 recita nel film "Femmine contro maschi", di Fausto Brizzi.

Frasi di Wilma De Angelis

4 fotografie

Foto e immagini di Wilma De Angelis

Video Wilma De Angelis

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Wilma De Angelis ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Wilma De Angelis nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Wilma De Angelis Discografia

8 biografie

Nati lo stesso giorno di Wilma De Angelis

Joao Gilberto

Joao Gilberto

Cantante e chitarrista brasiliano
α 10 giugno 1931
Alda Merini

Alda Merini

Poetessa italiana
α 21 marzo 1931
ω 1 novembre 2009
Anita Ekberg

Anita Ekberg

Attrice svedese
α 29 settembre 1931
ω 11 gennaio 2015
Anne Bancroft

Anne Bancroft

Attrice statunitense
α 17 settembre 1931
ω 6 giugno 2005
Boris Eltsin

Boris Eltsin

1° presidente della Federazione russa
α 1 febbraio 1931
ω 23 aprile 2007
Desmond Tutu

Desmond Tutu

Arcivescovo anglicano sudafricano, premio Nobel
α 7 ottobre 1931
Emilio Fede

Emilio Fede

Giornalista italiano
α 24 giugno 1931
Enzo Maiorca

Enzo Maiorca

Atleta italiano, apnea
α 21 giugno 1931
ω 13 novembre 2016
Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Regista italiano
α 24 luglio 1931
Ettore Scola

Ettore Scola

Regista italiano
α 10 maggio 1931
ω 20 gennaio 2016
Giorgio Forattini

Giorgio Forattini

Vignettista satirico italiano
α 14 marzo 1931
Guy Debord

Guy Debord

Filosofo francese
α 28 dicembre 1931
ω 30 novembre 1994
James Dean

James Dean

Attore statunitense
α 8 febbraio 1931
ω 30 settembre 1955
James Earl Jones

James Earl Jones

Attore e doppiatore statunitense
α 17 gennaio 1931
Jim Jones

Jim Jones

Predicatore statunitense
α 13 maggio 1931
ω 18 novembre 1978
John Le Carré

John Le Carré

Scrittore inglese
α 19 ottobre 1931
Lamberto Dini

Lamberto Dini

Politico ed economista italiano
α 1 marzo 1931
Leonard Nimoy

Leonard Nimoy

Attore statunitense
α 26 marzo 1931
ω 27 febbraio 2015
Marta Marzotto

Marta Marzotto

Stilista italiana
α 24 febbraio 1931
ω 29 luglio 2016
Mikhail Gorbaciov

Mikhail Gorbaciov

Statista russo
α 2 marzo 1931
Moira Orfei

Moira Orfei

Artista circense italiana
α 21 dicembre 1931
ω 15 novembre 2015
Monica Vitti

Monica Vitti

Attrice italiana
α 3 novembre 1931
Osho Rajneesh

Osho Rajneesh

Mistico e maestro spirituale indiano
α 11 dicembre 1931
ω 19 gennaio 1990
Paolo Taviani

Paolo Taviani

Regista italiano
α 8 novembre 1931
Robert Duvall

Robert Duvall

Attore statunitense
α 5 gennaio 1931
Rupert Murdoch

Rupert Murdoch

Imprenditore australiano
α 11 marzo 1931
Sandra Mondaini

Sandra Mondaini

Attrice italiana
α 1 settembre 1931
ω 21 settembre 2010
Tom Wolfe

Tom Wolfe

Saggista, giornalista, scrittore e critico d'arte statunitense
α 2 marzo 1931
Vujadin Boskov

Vujadin Boskov

Ex calciatore e allenatore serbo
α 16 maggio 1931
ω 27 aprile 2014
William Shatner

William Shatner

Attore canadese
α 22 marzo 1931