Biografie

Nicolás Gómez Dávila

Nicolás Gómez Dávila
Nicolás Gómez Dávila nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Lesse, scrisse, morì

Lo scrittore e filosofo Nicolás Gómez Dávila nasce a Bogotà, in Colombia, il 18 maggio del 1913. A soli sei anni si trasferisce con la famiglia a Parigi, dove inizia i suoi studi. La sua formazione è prevalentemente umanistica con un'incursione persino nelle lingue classiche che apprende presso un monastero di benedettini. A 23 anni torna nella nativa Bogotà, che non lascia mai più tranne per un breve soggiorno, sempre a Parigi, nel 1948.

Vive una vita piuttosto appartata, dividendo il suo tempo tra la sua biblioteca e la vita familiare con la moglie. La sua vita privata si può definire priva di eventi di rilievo, come lui stesso afferma. Nicolás Gómez Dávila dice che se si dovesse descrivere la sua intera esistenza basterebbero solo tre parole: "Lesse, scrisse, morì".

Ed in effetti passa quasi tutto il suo tempo a collezionare libri, ben trentamila volumi, tra cui spiccano autori come Leont'ev, Justus Moser, Maurice Barrès, Charles Maurras, Donoso Cortés ecc. Si sprofonda nello studio senza però mai conseguire la laurea, non sembra infatti interessato ai titoli che, solo ufficialmente, hanno il compito di certificare la preparazione intellettuale di un individuo.

In tutti gli anni in cui studia e medita nella sua biblioteca, comincia anche a scrivere. E' il fratello ad occuparsi della pubblicazione, nel 1954, di una raccolta di suoi aforismi "Notas I". L'opera viene pubblicata in appena cento esemplari da destinarsi ad una ristretta cerchia di amici e conoscenti. Nel 1959 viene invece pubblicata una raccolta di saggi brevi "Textos I" che, come tutti i suoi scritti, sono caratterizzati da quella brevità che diventerà la sua cifra stilistica; tale brevità ha finito per creare non pochi problemi ai commentatori, costretti ad analizzare un linguaggio secco ed asciutto.

Nicolás Gómez Dávila segue la vita politica del suo paese, ma, fedele alle sue posizioni, decide di non prendervi parte attivamente, neppure quando nel 1958 il presidente colombiano gli offre il posto di primo consigliere. Egli è infatti molto critico nei confronti della realtà che lo circonda, al punto da essere convinto che il futuro dell'umanità sarà di proprietà "della Coca Cola e della pornografia".

Dávila crede, invece, in una società di aristocratici, intendendo con questo termine non gli aristocratici di nascita, ma gli eletti che per merito ed impegno intellettuale possono arrogarsi questo titolo. A questi migliori spetta il compito di guidare l'umanità. Ciascun uomo dotato di una attiva vita intellettuale può meritare, secondo lui, il titolo di aristocratico. E' dunque favorevole ad una società gerarchica, in cui non vi sia la supremazia del popolo, corrispondente secondo il suo pensiero ad una errata divinizzazione dell'uomo.

I bersagli preferiti sella sua critica diventano temi quali: il progresso, la democrazia e il materialismo. A causa di queste teorie e della sua profonda religiosità, Dávila viene considerato un reazionario. La sua religiosità non gli impedisce, però, di criticare aspramente la Chiesa romana, pur rimanendo nell'animo un convinto cattolico.

Le sue posizioni inducono anche ad un paragone con uno dei più famosi filosofi tedeschi: Nietzsche.

Tra il 1977 e il 1992 pubblica "Escolios a un texto implicito" (Glosse ad un testo implicito), raccolta di aforismi e di scolii, tipiche annotazioni e glosse spesso presenti nelle opere di letteratura greca e latina. Questi aforismi testimoniano della sua vita di prolifico lettore e pensatore: sono pieni, infatti, di rimandi letterari e filosofici ad opere di altri scrittori e pensatori. La chiave di lettura per interpretarli è costituita proprio dalla sua labirintica biblioteca, contenente solo libri in lingua originale. Due sono però i riferimenti da lui stesso esplicitati: Montaigne e_Burckhardt che definisce "i miei santi patroni". Ma tantissimi sono gli scrittori e pensatori con cui interloquisce tra cui Stendhal, Mallarmé, Bergson, Gide, Taine, Balzac, Laclos, Rivaroli ecc.

In concordanza con il suo carattere e le sue idee, Gómez Dávila non pubblicizza mai attivamente i suoi scritti. Alla fine degli anni Ottanta, però, a seguito della traduzione in tedesco di Escolios, le sue idee cominciano a circolare anche in Europa e trovano molti sostenitori nei circoli di pensiero sia austriaci che tedeschi. Dal 1987 le sue opere vengono tradotte in tedesco.

In Italia bisogna aspettare il 2001 per la prima traduzione dei suoi scritti. Nicolás Gómez Dávila muore a Bogotà il 17 maggio del 1994 senza essersi sostanzialmente mai mosso dalla sua monumentale biblioteca.

Aforismi di Nicolás Gómez Dávila

3 fotografie

Foto e immagini di Nicolás Gómez Dávila

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Nicolás Gómez Dávila ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Nicolás Gómez Dávila nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

10 biografie

Nati lo stesso giorno di Nicolás Gómez Dávila

Donna Summer

Donna Summer

Cantante statunitense
α 31 dicembre 1948
ω 17 maggio 2012
Luigi Calabresi

Luigi Calabresi

Commissario italiano
α 14 novembre 1937
ω 17 maggio 1972
Sandro Botticelli

Sandro Botticelli

Pittore italiano
α 1 marzo 1445
ω 17 maggio 1510
Aimé Césaire

Aimé Césaire

Poeta, scrittore e politico francese
α 26 giugno 1913
ω 17 aprile 2008
Albert Camus

Albert Camus

Scrittore francese, premio Nobel
α 7 novembre 1913
ω 4 gennaio 1960
Benjamin Britten

Benjamin Britten

Compositore, direttore d'orchestra e pianista inglese
α 22 novembre 1913
ω 4 dicembre 1976
Boris Pahor

Boris Pahor

Scrittore sloveno
α 28 agosto 1913
Burt Lancaster

Burt Lancaster

Attore statunitense
α 2 novembre 1913
ω 20 ottobre 1994
Erich Priebke

Erich Priebke

Ufficiale nazista
α 29 luglio 1913
ω 11 ottobre 2013
Gerald Ford

Gerald Ford

38° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 14 luglio 1913
ω 26 dicembre 2006
Jesse Owens

Jesse Owens

Atleta statunitense
α 12 settembre 1913
ω 31 marzo 1980
Mary Leakey

Mary Leakey

Paleoantropologa e archeologa inglese
α 6 febbraio 1913
ω 9 dicembre 1996
Paul Ricoeur

Paul Ricoeur

Filosofo francese
α 27 febbraio 1913
ω 20 maggio 2005
Piero Chiara

Piero Chiara

Scrittore italiano
α 23 marzo 1913
ω 31 dicembre 1986
Richard Nixon

Richard Nixon

37° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 9 gennaio 1913
ω 22 aprile 1994
Robert Capa

Robert Capa

Fotografo ungherese
α 22 ottobre 1913
ω 25 maggio 1954
Vasco Pratolini

Vasco Pratolini

Scrittore italiano
α 19 ottobre 1913
ω 12 gennaio 1991
Vivien Leigh

Vivien Leigh

Attrice inglese
α 5 novembre 1913
ω 7 luglio 1967
Andrei Chikatilo

Andrei Chikatilo

Serial killer russo
α 16 ottobre 1936
ω 16 febbraio 1994
Ayrton Senna

Ayrton Senna

Pilota F1 brasiliano
α 21 marzo 1960
ω 1 maggio 1994
Burt Lancaster

Burt Lancaster

Attore statunitense
α 2 novembre 1913
ω 20 ottobre 1994
Charles Bukowski

Charles Bukowski

Poeta e scrittore statunitense
α 16 agosto 1920
ω 9 marzo 1994
Domenico Modugno

Domenico Modugno

Cantante e attore italiano
α 9 gennaio 1928
ω 6 agosto 1994
Elias Canetti

Elias Canetti

Scrittore bulgaro, premio Nobel
α 25 luglio 1905
ω 14 agosto 1994
Eugène Ionesco

Eugène Ionesco

Drammaturgo e saggista francese di origini romene
α 26 novembre 1909
ω 28 marzo 1994
George Peppard

George Peppard

Attore statunitense
α 1 ottobre 1928
ω 8 maggio 1994
Giuseppe Diana

Giuseppe Diana

Prete cattolico, vittima della camorra
α 4 luglio 1958
ω 19 marzo 1994
Gustavo Rol

Gustavo Rol

Sensitivo italiano
α 20 giugno 1903
ω 22 settembre 1994
Guy Debord

Guy Debord

Filosofo francese
α 28 dicembre 1931
ω 30 novembre 1994
Ilaria Alpi

Ilaria Alpi

Giornalista italiana, assassinata in Somalia
α 24 maggio 1961
ω 20 marzo 1994
Jacqueline Kennedy

Jacqueline Kennedy

First Lady statunitense
α 28 luglio 1929
ω 19 maggio 1994
Jeffrey Dahmer

Jeffrey Dahmer

Serial killer statunitense
α 21 maggio 1960
ω 28 novembre 1994
Karl Popper

Karl Popper

Filosofo austriaco
α 28 luglio 1902
ω 17 settembre 1994
Kurt Cobain

Kurt Cobain

Cantante e musicista statunitense
α 20 febbraio 1967
ω 5 aprile 1994
Massimo Troisi

Massimo Troisi

Comico italiano
α 19 febbraio 1953
ω 4 giugno 1994
Moana Pozzi

Moana Pozzi

Pornostar italiana
α 27 aprile 1961
ω 15 settembre 1994
Paul K. Feyerabend

Paul K. Feyerabend

Filosofo della scienza austriaco
α 13 gennaio 1924
ω 11 febbraio 1994
Richard Nixon

Richard Nixon

37° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 9 gennaio 1913
ω 22 aprile 1994
Robert Doisneau

Robert Doisneau

Fotografo francese
α 14 aprile 1912
ω 1 aprile 1994
Wanda Osiris

Wanda Osiris

Attrice, cantante e soubrette italiana
α 3 giugno 1905
ω 11 novembre 1994