Oggi: giovedì 27 novembre 2014 » S. Virgilio
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

François Hollande

Filosofie economiche per la guida di Francia

Commenta

François Hollande nasce a Rouen, in Francia, il giorno 12 agosto 1954.

Prima di diventare un politico di successo per il suo paese, insegna Economia nella prestigiosa università Institut d'études politiques de Paris (Sciences-Po), ateneo dove anni prima aveva calcato i banchi come studente e dove ha conseguito la propria laurea. La sua carriera accademica dura fino al 1991. Il suo curriculum di studi conta anche un diploma di HEC e una laurea in Giurisprudenza.

Hollande è stato in passato anche studente presso l'École nationale d'administration, luogo dove ha conosciuto Ségolène Royal - altra nota figura politica di Francia - con la quale Hollande ha convissuto fino all'estate 2007 e da cui ha avuto ben quattro figli (la rolo relazione non è mai stata ufficializzata dal matrimonio, bensì da un PACS, sottoscritto nel 2001 e poi sciolto).

Dopo la sua carriera di insegnante universitario ricopre la carica di Magistrato presso la Corte dei Conti; decide di dedicarsi al cento per cento alla politica nel 1997, quando, dopo una brillante e veloce carriera all'interno del Partito Socialista Francese, François Hollande diventa il primo segretario. Si candida e viene eletto per la prima volta all'Assemblée Nationale. Sospende parallelamente la sua carriera come Magistrato nel 1988, anno dal quale rimane è in aspettativa, rispetto a tale occupazione.

Dal punto di vista delle idee e dei programmi politici in questi anni è vicino a Lionel Jospin ed è sostenuto dall'ala moderata, cioè da quella corrente riformista che condivide la terza via del premier britannico Tony Blair. La carriera in ambiente strettamente politico inizia da quando è eletto deputato del dipartimento della Corrèze dal 1988, ruolo che ricopre fino al 1993, poi dal 1997, e rieletto nel 2002 e nel 2007. Nel 2002 è eletto sindaco di Tulle.

Dal 20 marzo 2008 Hollande è presidente del Consiglio generale della Corrèze, il dipartimento suo e di Jacques Chirac. Al congresso del Partito Socialista del 2008 si presenta dimissionario da primo segretario: gli succede Martine Aubry.

Nel 2004 annuncia di voler votare sì al referendum sulla Costituzione europea, schierandosi contro Laurent Fabius, un altro membro influente del partito, sostenitore del no. Hollande decide così di fare svolgere un referendum interno tra i delegati socialisti, uscendo rafforzato dal prevalere del sì (59%). Tuttavia, al referendum sulla Costituzione europea prevalgono i contrari, tra cui anche molti elettori socialisti (secondo gli exit-polls ed i sondaggi).

Nel febbraio 2010, rifiuta l'incarico di primo presidente della Corte dei Conti che gli viene offerto dal presidente della Repubblica Nicolas Sarkozy.

Nel 2011 si candida alle elezioni primarie del Partito Socialista, volte a scegliere il candidato alla Presidenza della Repubblica per le elezioni presidenziali dell'anno successivo. Il 16 ottobre 2011 François Hollande vince, superando la collega Martine Aubry. Sfida Nicolas Sarkozy, presidente uscente: Hollande diviene il nuovo Presidente della Repubblica francese il giorno 6 maggio 2012.

Ultimo aggiornamento: 06/05/2012
Foto di François Hollande

Accadde oggi

27 novembre 1095
Papa Urbano II tiene un discorso al Concilio di Clermont: l'evento viene indicato come la causa scatenante della Prima crociata, la spedizione armata verso la Terrasanta.
Leggi l'articolo:
Le Crociate

Ha detto:

«Il male, al contrario del bene, ha il duplice privilegio di essere affascinante e contagioso.»
Emil_Cioran
Testo di Stefano Moraschini