Oggi: sabato 1 novembre 2014 » Tutti i Santi
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Mara Venier

Commenta

Mara Venier (il cui nome vero è Mara Provoleri) nasce il 20 ottobre del 1950 a Venezia. Trasferitasi, ancora bambina, a Mestre, si sposta a Roma nel 1971 per intraprendere la carriera di attrice. Dopo aver esordito come protagonista (con tanto di scena di nudo integrale) in "Diario di un italiano", tratto dalla "Wanda" di Vasco Pratolini, recita anche nell'episodio "La bambola" della serie televisiva "La porta sul buio", e nei film "La badessa di Castro", "Abbasso tutti, viva noi", "Cattivi pensieri" (di e con Ugo Tognazzi) e "Un'emozione in più". Negli anni Ottanta, Mara prende parte a numerose pellicole della commedia italiana: "Zappatore", di Alfonso Brescia, è del 1980, mentre "Testa o croce", di Nanni Loy, è di tre anni più tardi. Compagna, all'epoca, di Jerry Calà, recita con lui in "Al bar dello sport", in cui è presente anche Lino Banfi.

Sul grande schermo compare anche nelle commedie "Chewingum", "Animali metropolitani" e "Kamikazen - ultima notte a Milano", nel film di Franco Ferrini "Caramelle da uno sconosciuto" (in cui interpreta, al fianco di Athina Cenci e Antonella Ponziani, il ruolo di una prostituta) e in quello di Sergio Corbucci "Night Club". Gli anni Novanta segnano il passaggio della Venier dal cinema (il suo ultimo film risale al "Pacco, doppio pacco e contropaccotto" del 1993) alla televisione, sia come attrice che come conduttrice. Prende parte alla fiction "La voce del cuore", del 1995, seguita da "Il goal del martin pescatore" e da "Ritornare a volare", ma è soprattutto come presentatrice che Mara si rivela in grande spolvero: dopo aver partecipato, in passato, ad alcune "Candid Camera" di Nanni Loy ed essere stata al timone di un "Cantagiro" (di fianco a un Fiorello ai tempi quasi sconosciuto), di "Una rotonda sul mare" e di "Ora di punta", per la stagione 1993/94 viene chiamata da Carlo Fuscagni per "Domenica In", contenitore domenicale di Raiuno che le regala un successo straordinario.

Alla guida del programma fino al 1997, viene ribattezzata "Signora della domenica", ottenendo un'affermazione personale e professionale di altissimo livello e consacrando personaggi come Luca Giurato (che durante una puntata la fa cadere involontariamente e le procura la frattura di una gamba), Giucas Casella, Stefano Masciarelli e Giampiero "Bisteccone" Galeazzi. Durante l'edizione 1996/97, Mara sale agli onori delle cronache suo malgrado per aver scoperto una truffa all'interno del gioco a premi telefonico della trasmissione: il concorrente che chiama da casa, infatti, dà la risposta esatta a una domanda programmata in origine ma poi sostituita dagli autori.

Nel frattempo la Venier, dopo essere stata padrona di casa del "Dopofestival" del 1994, è anche una delle conduttrici di "Luna Park", gioco in onda nel preserale di Raiuno. Sempre in questo periodo, finisce nell'occhio del ciclone, insieme con Rosanna Lambertucci e Pippo Baudo, accusata dal Tribunale di Milano di aver preteso compensi personali ulteriori per prendere parte ad alcune telepromozioni: nel 1998, dopo aver concesso il risarcimento alle aziende danneggiate, patteggerà la pena di un anno e quattro mesi per concussione.

Nel 1997 la presentatrice veneziana lascia la Rai per trasferirsi a Mediaset (dove per altro aveva già condotto su Retequattro "Viva Napoli", al fianco di Mike Bongiorno nel 1994, e il "Gran Premio Internazionale dello Spettacolo", al fianco di Corrado Mantoni nel 1995 e nel 1996). Nella tv di Berlusconi Mara esordisce con "Donna sotto le stelle", prima serata dedicata alla moda; quindi, le viene affidata "Ciao Mara", trasmissione quotidiana in onda nella fascia meridiana che tuttavia viene chiusa in anticipo a causa degli ascolti non eccellenti. Riscontri altrettanto tiepidi sono quelli ottenuti per "Forza papà" e "Una goccia nel mare" nel 1998, e per "La vita è meravigliosa" nel 1999: e così la Venier già nel 2000 torna da mamma Rai, per presentare con Massimo Lopez "Fantastica Italiana".

Risale a quell'epoca, inoltre, la prima serata presentata con Katia Ricciarelli "Katia e Mara verso l'Oriente", entrata nella storia della televisione italiana in quanto interrotta pochi secondi dopo l'inizio per colpa di un violento nubifragio: la stessa sorte riguarderà nel 2001 lo spettacolo "Venezia, la luna e tu", condotto sempre in compagnia della cantante. Dopo essere tornata a "Domenica In" nel 2001, in compagnia di Antonella Clerici e Carlo Conti, nel 2002 Mara presenta "Un ponte fra le stelle - La befana dei bambini vittime delle guerre e del terrorismo" su Raiuno. Nuovamente padrona di casa del contenitore domenicale della prima rete Rai, è costretta ad abbandonarlo nel 2006 (anno in cui si sposa con Nicola Carraro, editore e produttore), in seguito a una rissa avvenuta all'interno del programma tra Antonio Zequila e Adriano Pappalardo: il suo posto verrà preso da Lorena Bianchetti.

Tornata sugli schermi Rai con il "Concerto di Natale", presentato su Raidue nel 2007, nel 2008 e nel 2009, approda nuovamente a Mediaset nel 2009, quando è l'invita in Brasile del reality show di Canale 5 "La fattoria", presentato da Paola Perego. Nel 2010, Mara è chiamata a condurre in compagnia di Lamberto Sposini "La vita in diretta", il programma del pomeriggio di Raiuno. Confermata anche per le stagioni successive (ma al suo fianco c'è Marco Liorni, che ha preso il posto di Lamberto Sposini - malato -), diventa la "Signora del pomeriggio", sconfiggendo quotidianamente - nella guerra degli ascolti - la rivale Barbara D'Urso, pur non rinunciando ad altri eventi tv: nuovamente il "Concerto di Natale" (nel 2010), ma anche "Attenti a quei due - La sfida" (in cui fa parte della giuria), "L'anno che verrà" (che saluta il passaggio dal 2010 al 2011) e "La partita del cuore".

Torna, inoltre, al cinema, nel 2008 (dopo una breve apparizione in "Paparazzi" di Neri Parenti nel 1998), in "Torno a vivere da solo", di Jerry Calà, e nel 2011, ancora con Neri Parenti, in "Vacanze di Natale a Cortina". Madre di due figli, Elisabetta (avuta dall'attore Francesco Ferracini, è a sua volta conduttrice televisiva) e Paolo (avuto dall'attore Pier Paolo Capponi), la Venier in passato è stata legata sentimentalmente, oltre che al già citato Calà, anche a Renzo Arbore.

Ultimo aggiornamento: 07/01/2013
Foto di Mara Venier

Accadde oggi

1 novembre 2007
A Perugia si consuma l'omicidio di Meredith Kercher, assassinata nella sua camera da letto con un taglio alla gola. L'evento dà origine a un evento mediatico (noto anche come Delitto di Perugia) i cui protagonisti accusati sono Amanda Knox e Raffaele Sollecito.

Ha detto:

«La realtà è quella cosa che quando smetti di crederci non svanisce.»
Philip_K._Dick
Testo di Stefano Moraschini