Messaggi e commenti per Mario Giordano

Messaggi presenti: 780

Lascia un messaggio o un commento per Mario Giordano utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 15 luglio 2019 07:04:05

Buongiorno ;

Mi chiamo Lorenzo Aliani e sono stato
Ingiustamente licenziato dalla Citta'
Metropolitana di Venezia perche' davo
fastidio con le mie idee e i miei pensieri
oltre al fatto che erano invidiosi delle mie
cose.
Sono in mezzo ad una strada, vivo in un
furgone e non trovo nessun tipo di aiuto
da parte della Caritas ; o meglio la stessa
a Mestre mi offre una cena tutte le sere se
sto la, ma senza poter dormire ; mentre a Padova e Casale Discodosia nemmeno il mangiare.
Eppure vedo marocchini e arabi con auto da
20000 euro andare a ritirare i pacchi alimentari alla Caritas ; Perché ?

Domenica 14 luglio 2019 17:54:06

Al sig. Fazio. Il servizio fatto da "Fuori dal coro" ha messo in luce un argomento che la maggioranza degli italiani probabilmente non conosceva e mi stupisco che nessuno Direttore dell'Inps abbia sollevato il caso in precedenza. Certo è che non si può imputare questa situazione al nuovo Responsabile dell'Inps visto che è stato appena nominato, se mai è imputabile al suo predecessore che ha governato per cinque anni senza porsi il problema e cioè Boeri, il quale si è solo e sempre preoccupato di insinuarci paura sul futuro pensionistico (chi non ricorda le famose lettere arancioni per comunicare che i nostri figli andranno a chiedere l'elemosina?). Chiedere le dimissioni del nuovo assunto mi sembra fuori luogo; eventualmente se avesse ascoltato la trasmissione potrebbe farsi carico del problema.

Domenica 14 luglio 2019 10:39:36

La Capitana?
Insisto, mi ripeto!
Per fare il comandante di una nave occorre: Istituto Nautico-Allievo Uff, (18 mesi) - III Uff, -II Uff. -I Uff- Com.
La signorina espliciti in dettaglio il nome della navi nelle quali ha fatto la sua carriera!
Un comandante (fai da te) è pericoloso per ciò che trasporta, per altre navi in navigazione, per infrazione al Codice della Navigazione.
Esigo come cittadino una profonda chiarificazione di quanto detto!

Domenica 14 luglio 2019 08:18:19

Dopo la sua chiarissima e documentatissima inchiesta su INPS e FS "qualcuno" non dovrebbe contattarla per approfondire i temi, inquisire e sbattere in galera l'allegra famigliola dell'archivio? Come'è possibile che dopo aver denunziato pubblicamente truffe e sperpero di fondi pubblici i responsabili restino tranquillamente ai loro posti indisturbati. E i giudici? Ah, capisco: non guardano la TV.

Sabato 13 luglio 2019 17:46:25

Carissimo Giordano, sono Salvatore Alaia, docente di discipline giuridiche ed economiche, ex Sindaco del Comune di Sperone (AV), una persona come tante altre che ha cercato nel suo piccolo di dare e restituire dignità a quelle persone spesso bistrattate e mortificate da scelte assurde e aberranti. Ed è per questo che volevo sottoporre alla tua attenzione due vicende che rappresentano non solo uno sperpero di danaro pubblico ma soprattutto uno schiaffo all'intelligenza di chi ogni giorno deve affrontare la sofferenza. La prima vicenda riguarda il Centro Autistico di Avellino, una struttura che da oltre 12 anni rimane al palo nella piena indifferenza della Regione Campania, Governatore Enzo De Luca(un buon venditore di fumo),, della Direttrice dell'ASL di Avellino, Dottoressa Maria Morgante e del Comune di Avellino. Una vicenda a cui non si riesce a dare una risposta lasciando la struttura ad un destino assurdo, vista che è stata abbandonata. Un'altra vicenda, lo scandalo del secolo, si riferisce alla ex Casa di Cura Parco degli Ulivi in Moschiano (AV), acquistata dalk'ASL di Avellino nel 2004 per un importo pari a 2. 199. 689€, come recita il Burc n37 del2 agosto 2004. Da tale data la struttura è stata abbandonata, mai un intervento, con conseguente sperpero di denaro pubblico, una vera vergogna. Mi permetto di chiederti con tutto il cuore di interessarti di queste due vicende, ti lascio anche il mio numero di telefono restando a tua disposizione in qualsiasi momento. Tel. 348 -------

Sabato 13 luglio 2019 17:43:32

Egregio Direttore,

scrivo a Lei e al Direttore Nicola Porro per esprimere alcune considerazioni in merito alla vicenda dell' alta onorificenza che il Comune di Parigi ha deciso di conferire a Carola Rackete per la sua ben nota azione umanitaria compiuta poco tempo fa.
Mi viene in mente un paragone: Carola Rackete - Francesca Peirotti.
Due casi diversi ma, credo, il fine era lo stesso.
Sono arrivato a questa convinzione. "Fortunati" quelli che arrivano grazie all'azione delle ONG (clamore mediatico, scontro politico, accuse di razzismo, fascismo ecc.) perchè in mare si sa, in certe condizioni, si può anche morire. "Sfortunati" quelli che arrivano... da soli con barche, gommoni, barchini e quant'altro e quelli che a piedi, attraverso la cosiddetta rotta balcanica hanno lo stesso fine e desiderio con il risultato che questi ultimi, a differenza di chi è arrivato con le ONG, si trovano poi le frontiere sbarrate (Croazia, Ventimiglia ecc.) perchè nessuno li vuole e, a differenza dei primi, mi pare che non siano oggetto delle famose quote di ridistribuzione tra i vari paesi europei.
Mi domando: ma non sono tutti immigrati? Se esiste un principio umanitario universale, allora perchè non premiare tutti e perchè condannare una e non l'altra se hanno agito per lo stesso fine ? Se, per esempio, uno di questi immigrati sbarcati grazia a Carola si eclissa una volta arrivato in Italia e magari, da solo, tenta di andare in Francia, alla frontiera lo fanno passare o no?
Mi sfugge qualcosa?
Le sarei grato di ricevere la Sua opinione e, intanto, La ringrazio per l'attenzione.
Bruno Casigli

Sabato 13 luglio 2019 17:12:30

Egr. Direttore dr. M. Giordano

Sono un Suo assiduo spettatore di "fuori dal coro" e so quanto Lei si batta per le ingiustizie e castronerie di questo Stato FERMO SU ATAVICHE POSIZIONI: Vorrei sottoporre alla Sua attenzione quanto occorsomi stamane per cercare di sensibilizzare chi di dovere al fine di non aggiungere alle varie e continue vessazioni a cui sono sottoposti i cittadini italiani anche la beffa in barba alla tanto declamata semplificazione specie per gli anziani che come me alla soglia degli 82, come pure per i pensionati, donne, bambini e poveri:
Stamane a Roma, mentre risalivo con la scala mobile il tratto del sottopassaggio che collega p. za di Spagna con il parcheggio di Villa Borghese sono stato oggetto del furto con destrezza del mio portafogli contenente oltre a 100, 00€ tutti i documenti personali: carta di credito, patente auto, tessera sanitaria, carta d'identità, codice fiscale nonché del tagliando del parcheggio.
Da li in poi si sono innescate una serie di complicazioni inimmaginabili quali:
impossibilità di uscire con l'auto dal parcheggio per la mancanza di un documento personale per far emettere uno scontrino d'uscita dal parcheggio non per contabilizzare le ore di utilizzo bensì per dimostrare la mia identità nonostante il possesso delle chiavi. Fortunatamente nell'auto avevo copia dei
documenti personali oltre alla carta di circolazione dell'auto per cui è stato possibile venirne fuori solo dopo articolata discussione.
Successivamente mi sono recato alla stazione dei Carabinieri di zona per presentare denuncia dell' avvenuto furto, data la nota macchinosità e difficoltà delle forze dell'ordine (tutte) nel redigere i verbali e nonostante la presentazione della copia dei documenti dopo circa 45' ne sono venuto fuori ma con questo risultato:
Non avendo disponibile alcun documento d'identità perché rubatomi, non è stato possibile ottenere il rilascio del permesso provvisorio alla circolazione per 45 gg. per cui prima mi devo dotare di una nuova Carta d'Identità. Quella elettronica come la precedente sottrattami a Roma i tempi di attesa grazie all'Amministrazione Raggi sono dell'ordine di mesi viceversa, a meno che mi rechi nel municipio di zona alla mattina molto prima dell'apertura del municipio con la speranza di rientrare in uno dei cinque rilasci che ogni giorno l'ufficio di zona riesce a smaltire... per i casi urgenti come il mio accompagnato da due testimoni.
Idem situazione per il duplicato della patente auto, non è stato possibile richiede il duplicato per mancanza di un Documento d'Identità:
Egr. Dr. Giordano, sommessamente Le domando: in piena era informatica con tutti gli archivi e i data base presenti in barba alla privacy e nonostante la presentazione della fotocopia dei miei documenti é così difficile verificare in archivio la copia dei documenti già autorizzati nonché rilasciati per PERMETTERE così La semplice DUPLICAZIONE SEMPLIFICANDO la vita a chi è già stato beffardamente gabbato ?
Ci sono meno scrupoli e attenzioni per chi delinque spacciatori, stupratori e persino assassini relegandoli al solo obbligo di firma o arresti domiciliari!!
Nella Sua trasmissione molto seguita potrebbe segnalare a chi di dovere tutte queste incongruenze con lo scopo di dare seguito alla tanto strombazzata SEMPLIFICAZIONE?
Le sarei veramente grato, non per me, tanto il danno è stato già fatto!
La prego non mi deluda
cordialità

ENNIO RAMPA
PS
Ma Mattarella e soci... incontrano le stesse difficoltà?

Sabato 13 luglio 2019 16:44:05

Salve ho visto la trasmissione dove si parlava delle truffe ed io che sono un invalido al 100% mi si leva l'accompagno per me di estrema vitalità. Il motivo secondo i signori dell'INPS e che il braccio mi ricresce. Ho avuto un emorragia cerebrale che ha compromesso tutto il lato destro del corpo. Ora 750€ che ci faccio io di pensione quando ne devo far uscire 1200€ l'unica cosa è buttarsi sotto una macchina perché non c'è soluzione nessuno mi da una mano e in banca mi hanno detto signor Antonaci la banca mica è nostra. Aiuto non chiedo che aiuto. Io posso pure lavorare però le chiedo per favore un aiuto. Max Antonaci 347-------

Sabato 13 luglio 2019 12:34:24

Carissimo Dott. Mario Giordano o Direttore o mi viene meglio Mario, grazie di esistere, anche se ho tanta paura che fino a che gli italiani non si rendono conto di quale saccheggio sono oggetto, te e quelli come te servono poco.
Voglio prima di tutto dire che la cosa più grave non è quello che sta succedendo ma il fatto che ormai sappiamo tutto ma non succede niente, non cambia niente, la faccia tosta dei lestofanti, dei corrotti, e dei privilegiati non ha limite, siamo proprio arrivati alla fine.
Forse la cosa che gli italiani dovrebbero studiare di più è la storia, del mondo e di questa nostra terra, fin dall'Impero Romano.
Forse capirebbero che cosa è successo e succede ai popoli che si rilassano che diventano fintamente buoni, cosa succede ad intere etnie e civiltà quando piano piano si fanno invadere sotto falsi principi, religiosi, umani e politici, insomma la teoria della rana bollita lentamente.
Comunque veniamo agli affari interni.
Hai fatto delle bellissime trasmissioni parlando delle pensioni e di tutti quegli attori in commedia che hanno fatto carne da macello degli italiani, da Amato a Monti senza soluzione di continuità e la tanto sensibile e piagnona Prof. ssa Fornero.
Bisognerebbe chiedere a tutti questi scienziati e a tutti quelli che hanno prontamente adeguato l'aspettativa di vita per poter condannare ai lavori forzati gli italiani fino alla soglia dei 70 anni, di farsi un giretto per i cimiteri; si accorgerebbero che si, è vero che i notri genitori hanno vissuto fino a 80-90 anni e alcuni fino a 100, ma la nostra generazione, quella nata negli anni 50-60-70 sono falcidiati da tumori, i cimiteri sono pieni di morti a 40-50-60 anni.
La beffa più grande è che mentre alcuni personaggi si risentono perchè la loro pensione mensile di 50-60-70-80 mila euro è stata decurtata di qualche migliaio di euro, perchè sostengono che sono soldi versati (e non ci credo) la gente normale quella che sopravvive in questo paese finito viene depredata con mille scuse di quello che sarebbe un sacrosanto diritto e dovrebbe dare loro da vivere.
Sto pensando a tutti quelli morti prima o poco prima della pensione, quelli che hanno versato per 62-63 anni i contributi e una volta deceduti lasciano alla famiglia reversibilità miserabili che non permettono ai coniugi e alle loro discendenze di sopravvivere in modo decoroso.
Quei soldi l'INPS se li intasca in parte in nome della reversibilità (che poi non si capisce perchè, sono soldi versati comunque) e poi sccome magari gli eredi hanno una proprietà o un lavoro che magari nemmeno gli basta per vivere, riducono l'assegno a qualche centinaio di euro.
Quei soldi che Madri e Padri hanno versato regolarmente per anni svaniscono nel nulla.
Oppure penso a quando una persona lavora per 20 anni e scopre che per i primi 4 non gli sono stati versati i contributi; non può fare più niente perchè sono passati più di 5 anni. Non ha più diritto nemmeno al minimo.
Mi sento un po' come gli Etruschi, ho la sensazione che all'Europa predona faccia gola l'Italia, ma senza gli italiani.
Non voglio essere complottista ma a me pare che ci stiano depredando e con la benedizione dei nostri scellerati governi.
Tutti quelli che non sanno costruire realtà come la Ferrari, Ferrero, Fiat, Olivetti, Pirelli, Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, Versace, Fendi e lo scandalo più grade, la Pernigotti finita in mano persino alli Turchi (alli Turchi non è un errore è una citazione romanesca).
A tutti quelli che stanno permettendo e permettono questo, vorrei dire solo una cosa:
"vergognateve e ricordateve che cor popolo ce se sbatte er grugno".
Per non parlare poi del caos totale, la Magistratura va contro il Governo, Equitalia ha disatteso le sentenze dei giudici rivinando centinaia di persone, l'opposizione sale sulle barche dei trafficanti di persone dando coperture politiche a questi delinquenti, i nostri grandi statisti non esitano a fare dichiarazione devastanti contro il governo pur di cercare di riprendersi la poltroncina, dichiarazioni che ovviamente sono autentici assist per gli speculatori dei mercati che fanno in modo creare terremoti economici. Non sono un intenditore, l'economia è per me una perfetta sconosciuta, ma non ci vuole un genio per capire che solo nell'instabilità gli speculatori fanno i soldi, solo dichiarando prima che l'Italia è inaffidabile e dopo avere rastrellato quanto possibile a basso prezzo con una dichiarazione di ripresa o di maggiore affidabilità rivendono al doppio, il guaio è che penso che i nostri politici questo concetto lo hanno capito benissimo, sarebbe interessante monitorare i loro investimenti.
Concludo dicendole che spero mi dia anche un solo riscontro di avere letto questi cattivi pensieri.

Sabato 13 luglio 2019 11:05:15

Caro Giordano la sua seguitissima trasmissione del giovedì sera ha un sicuro effetto: quello di far incazzare ancor di più gli italiani "normali" stanchi di compromessi ed illegalità sopportata per quieto vivere da chi dovrebbe, per stipendio pagato, intervenire. Quel signore ottantenne con un credito con lo Stato di 800. 000 € a cui hanno portato via la casa fa pensare che l'unica differenza fra la ndrangheta e il cosiddetto Stato sia la dimensione. Poi dobbiamo cantare "... siam pronti alla morte"... sottinteso degli altri.

Commenti Facebook