Messaggi e commenti per Mario Giordano

Messaggi presenti: 48

Lascia un messaggio o un commento per Mario Giordano utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Venerdì 9 novembre 2018 14:41:50

Complimenti per la trasmissione "Fuori dal coro", reputo che sia una mezz'ora spesa bene e un orario che porta molti ascolti. Sicuramente una trasmissione di denuncia, di rivelazioni, che se non ci fosse probabilmente il cittadino comune sarebbe privato di farsi domande come (perchè lui si io no!...). va bene come procede .meno male che ci sono ancora giornalisti nel vero senso della parola!
Roberto

Giovedì 8 novembre 2018 21:09:19

Voglio congratularmi con Mario Giordano riguardo la fatica che ha fatto x raccogliere tutti i dati x la stesura del libro Sanguisughe, ne ho letto circa 1000 pagine e non riesco a leggere oltre sapendo che in Italia ci sono personaggi della politica che prendono pensioni cosi elevate, e mi chiedo ,ma che ci fanno con tutti questi soldi che incassano mensilmente, come li spendono se li spendono. Facessero qualche opera buona tanto un giorno lasceranno tutto anche loro

Domenica 7 ottobre 2018 00:19:45

Questo Def! La spese aggiuntive per il 2019 saranno di 43,5 miliardi! Certo coprire le clausole di salvaguardia dell'Iva (che non aumenterà nel 2019, ma parzialmente si nel 2020), finanziare il reddito di cittadinanza, stoppare la legge Fornero, applicare la flat tax (anche se solo per le partite Iva), aumentare il fondo sanitario, assumere agenti tra le forze dell'ordine, dare soldi agli sbancati e pagare quattro miliardi di interessi in più sul debito pubblico, sono cose che si sapeva dovessero essere fatte, perché inserite nel contratto, sugellato da Giuseppe Conte e Sergio Mattarella, che Salvini e Di Maio hanno firmato a tutela della realizzazione di quanto avevano promesso in campagna elettorale. Però, purtroppo, il ricorso al 2,4% di deficit non basta a finanziare tutta la manovra, per cui occorre prevedere anche un aumento delle tasse (posto come tagli alle agevolazioni ed agli incentivi fiscali, compresi quelli per le aziende). Tutto ciò, nel suo complesso, è una scommessa coraggiosa ed anche un po' rischiosa, ma dobbiamo riconoscere che, rispetto alle precedenti leggi finanziarie, dovrebbe apportare un concreto aumento nel gettito, nei consumi, e nella occupazione giovanile. In Europa, però, non riescono a digerire la decisione di portare il rapporto deficit/pil al 2,4%, foss'anche per il breve periodo di un anno, perché, formalmente, non sono certi che sortisca gli effetti desiderati, ma nella realtà, per la paura che lo sfascio politico in cui è caduto il pd, possa allargarsi, a macchia d'olio, alle prossime elezioni europee, minacciando il partito socialista europeo. Gli atti terroristici, in genere, non sono causati soltanto dalla volontà di imporre la legge del più forte, ma, principalmente, per "paura!". La paura di perdere il prestigio conquistato tenendo sotto controllo tutto ciò che procura potere e ricchezza! E' proprio quello che sta avvenendo in questa Europa, unita solo dal conformismo alle idee di una sinistra che tutt'ora domina, ma che comincia ad avere paura di perdere questo dominio e, guarda caso, per colpa di quello Stato più tartassato in Europa, a cui, un governo non eletto, ma nominato, ed una maggioranza acquisita a forza di compravendita di parlamentari, ha imposto leggi nichiliste e l'invasione di centinaia di migliaia di fannulloni clandestini voluti dalla sinistra europea ma, di fatto, non accettati da nessuno ed abbandonati a delinquere nelle nostre città, nei nostri quartieri, nelle nostre contrade. Ed oggi l'attacco al nostro paese, da parte di quelle Istituzioni rappresentate dalla sinistra europea unita dall'arroganza e dalla paura, diventa così violento che non esiterei a chiamarlo terrorismo, è cronaca di ieri, infatti, la ripresa dello scontro verbale tra il Presidente della Commissione europea juncker assieme al commissario europeo agli affari economici e monetari Moscovici contro il Ministro dell'Interno Salvini. "Spero che Salvini non finisca mai nella situazione di dover raccattare un mucchio di macerie" afferma l'ex premier lussemburghese, cercando di terrorizzare il popolo italiano, ma spinto da motivazioni non economiche né finanziarie ma esclusivamente politiche come si evince in un'intervista al quotidiano francese "Le Monde": "il partito socialista non ha misurato la sfida esistenziale a cui deve far fronte l'Europa, per la prima volta, nella sua storia, la sua esistenza è minacciata: può implodere o essere sovvertita da responsabili di estrema destra, Matteo Salvini, Marine Le Pen o Viktor Orban". Ma anche il sobrio Claude Juncker non è da meno, lui che dovrebbe rappresentare l'Europa unita, al di là delle idee politiche, anzi partitiche, afferma mentre lo spread è alle stelle, di non voler raccogliere le macerie dell'Italia L'accanimento contro l'Italia fascista, xenofoba, razzista, omofoba e quant'altro, diventa però terrorismo, nel momento in cui, sempre Moscovici, afferma "l'Europa è ad un bivio, se non facciamo niente gli Orban, i Salvini, i Kaczinski, i Le Pen disegneranno un'altra Europa dove la giustizia e la stampa saranno sotto controllo, gli stranieri stigmatizzati, le minoranze minacciate". Si aggiunga a questo la voce dell'Economist,: "L'Italia è vicina al precipizio" oppure "questa manovra è uno schiaffo in faccia alla Commissione Euopea". Anche in Italia l'opposizione fa terrorismo politico, auspicando "nel 2019 conseguenze devastanti" Twitta un Renzi ringalluzzito dalla salita dello spread e dalla preoccupazione degli investitori nel tenere i titoli rappresentativi del nostro debito Pubblico. In questa fase diventa terrorismo anche la visita, inusuale ed allarmante, del Presidente della BCE Mario Draghi al Quirinale. Già i mercati sono in fermento, figuriamoci dopo questa misteriosa visita alla quale, insolitamente, non è seguita, dal Quirinale né dalla BCE, alcuna spiegazione. Altro terrorismo, una bomba lanciata da Mario Monti: ha affermato a "Piazza pulita" sulla 7 : "Io cerco di parlare sinceramente. E' possibile che l'Italia esca dall'Euro, per incapacità di starci dentro, speriamo di no, oppure è possibile come parte di un disegno non dichiarato di riposizionamento dell'Italia in un mondo nel quale si voglia mandare a rotoli l'Unione Europea". Altro atto terroristico, per preoccupare gli investitori, fare impazzire i mercati ed impaurire il popolo italiano, lo mette in atto Prodi: " C'è il rischio di un regime in Europa!". Ma che il terrorismo nei confronti degli italiani arrivi anche da Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo nonchè delfino di Silvio Berlusconi, che per anni ha denunciato il "colpo di Stato dell'Europa e dello spread del 2011", che portò alle sue dimissioni, ed all'arrivo dell'euroburocrate Mario Monti, il quale commenta così le scelte del governo: "questa manovra danneggia il risparmio, fa aumentare il costo dei mutui e dei prestiti….". Preoccupa molto ed è pericoloso perché a queste affermazioni terroristiche ho letto i commenti di gente che non le interpreta come propaganda elettorale per le prossime elezioni europee: "ho ritirato i miei risparmi dalla banca e mi sento più sicuro!" Questo è il più grave risvolto che questa campagna di odio verso il popolo italiano, potrebbe intraprendere, perché questa non è più campagna elettorale, ma campagna denigratoria ed autolesionista verso un popolo cha ha avuto il coraggio di cambiare e di imprimere alle proprie Istituzioni una svolta nuova, significativa, quasi rivoluzionaria, che potrebbe aiutarci ad uscire fuori dalla palude della recessione e della crescita lentissima che ormai dal 2008 attanaglia il nostro paese.

Venerdì 14 settembre 2018 17:59:45

Egr. dr. Mario Giordano l'avv. Fabio Azzolini e la sottoscritta Gabriella Salini grafologa forense le sarebbero molto grati se volesse esaminare la dettagliata documentazione di firme apocrife, di contraffazioni digitali, di brogli legali ai vertici delle più importanti Associazioni Sportive Italiane a ns. mani.
Confidando nel suo "coraggio giornalistico" (oltre che nella sua palese etica giornalistica) con stima e fiducia restiamo a sua disposizione.

Domenica 2 settembre 2018 22:29:16

... dico che non è sempre facile estraniarsi dalla quotidianità e seguire quello che avviene attorno a noi osservandolo da una certa distanza... spero che il destinatario del commento ci possa sempre riuscire.

Domenica 2 settembre 2018 21:45:48

Io avrei molto da dire sull'operato di certi togati. ecco perché mi son permesso di chiedere [email protected] del dr. Giordano

Domenica 2 settembre 2018 16:36:06

Posso venire a conoscenza dell'@ per poter scrivere a M.Giordano?

Sabato 7 luglio 2018 21:51:56

Già, anche io sono una di quei tanti che ha versato 13 anni di contributi all'Inps ed oggi devo vivere con la pensione sociale. trasferitami a Roma per tenere unita la famiglia e crescere le mi figlie, ho sperato invano nel trasferimento dal lavoro che svolgevo in una altra regione. Ho cercato anche di riscattare gli anni di laurea, ma i costi erano spropositati. Perchè devo regalare allo Stato che non mi ha mai regalato niente 13 anni di contributi? Dato che non mi danno diritto alla pensione, che almeno me li restituiscano! Anna Diana Surdi

Giovedì 5 luglio 2018 15:06:27

Vedo che chi parla chiaro i poteri cosi detti" forti" li eliminano o fisicamente o editorialmente o politicamente. Cosi è stato anche per lei, visto che parla troppo chiaro, molti altri prima di lei... ora cercheranno di eliminare politicamente Salvini da Roma... Ma tutto ciò sarà inutile poichè il cambiamento è stato avviato, la spaccatura è netta delle persone responsabili e irresponsabili. La battaglia è stata vinta democraticamente..ora avverrà la venuta di un grande legislatore! Ora l'italia se destata ... quindi ne vedremo delle belle.

Lunedì 2 luglio 2018 10:11:17

Vorrei sfogarmi con questa lettera lei che da voce a chi non viene ascoltato la prego se riesce le sarò per sempre grata. Comincio dal fatto che nel 1995 la legge 335/95 diede una svolta al calcolo pensionistico cioè, chi nel 1995 aveva 18 anni di contributi andava con il sistema CONTRIBUTIVO, chi non li aveva andava con il sistema FIGURATIVO, nessuno che parli di questo, eppure è molto chiaro, io andando in pensione con il sistema Figurativo non percepiro' la pensione di chi andrà con il Contributivo e perché i politici sono stati tagliati fuori da questo calcolo?? Debito pubblico, fondo cassa INPS ma con tutti i soldi che vanno dati a sti politici del cavolo da dove li prendono io ho un vugino che è anche stato consigliere regionale fella Lombardia per tot anni ora fa il suo lavoro di impiegato bancario e percepisce 5000 euro al mese già perché chi fa politica mantiene anche il suo posto di lavoro è davvero un bello schifo

Commenti Facebook