Commenti per Danilo Toninelli

Messaggi presenti: 6

Lascia un messaggio o un commento per Danilo Toninelli utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Commenta

Sabato 24 novembre 2018 18:03:02

non so' perche' ma da quando l ho vista ho avuto subito fiducia, avrei tante domande da fare, perche' mi sono capitate tante complicazioni a causa di tanta corruzione nella pubblica amministrazione, si ha capito bene, sto lottando a causa di un certificato medico falso da parte di un dirigente medico dell'ospedale santo spirito di roma, sto a meta' strada, in quanto per fortuna il dottore un questione aveva gia' fatto altri certificati medici come quello capitato a me. ora l'asl di appartenenza si sta muovendo grazie a me. perche' succedono queste cose che ci fanno anche soffire tanto, la saluto con tanto affetto lucia

Venerdì 17 agosto 2018 23:55:02

Le anticipo una lettera che invierò alla Gazzetta di Mantova prima dell'8 settembre...se la pubblichera!

Finalmente l'8 Settembre verrà inaugurata la conca di Valdaro, secondo monumento allo sperpero di danaro pubblico, dopo quello dell'altra conca abbandonata di Diga Masetti. Spero tuttavia di sbagliarmi e mi auguro che il manufatto lavori a pieno ritmo con un gran viavai di chiatte davanti al castello di San Giorgio e dirette alla risorgente cartiera ex Burgo.
Prima del grande cerimonia, voglio ripetere (a beneficio anche del neo-ministro Toninelli che sarà presente all'evento) una breve storia della Grande Opera. Storia vecchia di quasi 50 anni, ma che iniziai a narrare nel 2007 quando appresi della barcata di milioni necessari alla bonifica della zona industriale.
Anno 1971 - A Ramsar (Iran) viene stipulato un accordo mondiale sulla protezione delle zone umide. In base a tale accordo si ebbe la certezza (prima era solo un auspicio degli ambientalisti) che il livello delle acque della Vallazza non poteva essere abbassato di due metri, come richiedeva il progetto della conca e del sostegno Diga Masetti. Intanto i lavori erano già iniziati da un paio di anni (44 miliardi di lire la spesa allora prevista). Il sottoscritto semplice geometra del ministero dei LL.PP, propose (ovviamente invano) alla dirigenza del Magistrato Alle Acque di Venezia di seguire il buon senso e recedere unilateralmente dal contratto, pagando la prevista penale del 10% dell'importo contrattuale. I lavori furono sciaguratamente terminati (eccetto,..per non cadere nel ridicolo, la posa delle paratoie) e la conca Diga Masetti da allora fu ammirata dai turisti di passaggio quale ….stupenda cattedrale nel deserto !
Fu nel frattempo progettata una nuova conca a Valdaro che sostituisse quella della Diga, opera che oggi (dopo una trentina d'anni dal progetto originario) si va ad inaugurare in pompa magna.
Prima che i lavori della nuova conca fossero messi in gara d'appalto, scoppiò nella sua gravità la grana multimilionaria dell'inquinamento della falda (e dei terreni) della zona industriale.(ancora irrisolta dopo i milioni già spesi per il "pump and treat"ed altri provvedimenti).
Proposi allora (ovviamente sempre invano) a Provincia, AIPo e persino a Syndial-Eni di riattivare (se proprio lo si doveva fare) la conca di Diga Masetti, sacrificando circa il 3% della superficie della Vallazza e costruendo comunque una "barriera idraulica" di circa 4,5 km, corrente da Formigosa alla Diga con una spesa pari a meno della metà di quella della nuova conca. Detta barriera avrebbe consentito di prolungare il canale navigabile a quota 12,50 sino alla Diga (passando per la darsena Belleli), riattivare, se del caso, la vecchia conca, eliminare da subito e definitamente la commistione delle acque di falda inquinate da surnatatnte a da altre porcherie con quelle pulite della Vallazza-Mincio e rendendo infine possibile (con costi infinitamente inferiori) la bonifica della falda così attuabile per semplice drenaggio a gravità, essendo la quota del navigabile più bassa di due metri e il fondo più basso di oltr 4 metri rispetto alla quota della Vallazza (e quindi della falda). L'idea di proseguire il canale (senza conca e a quota 12,50) per la verità non fu mia ma ispirata anni prima dell'Ing. Anzio Negrini che la propose (e che poi ripudiò rispondendomi sulla Gazzetta) fra quelle studiate, nella sua tesi di laurea sulla navigazione interna e, ancora prima, pensata dalla dirigenza della vecchia Belleli e della Montedison, prima che fosse costruito l'oleodotto Marghera-Mantova.
E' questa una emblematica "storia italiana" che riguarda quasi tutte le grandi opere dove l'interesse delle imprese private prevale sempre sull'interesse pubblico. E che vengono realizzate dopo decenni, quando non servono più o sono superate dagli eventi.

Venerdì 17 agosto 2018 15:47:57

Per fare il ministro non basta essere onesti, occorre essere competenti.

Lunedì 13 agosto 2018 08:38:55

Grande ministro, fai pulizia, manda via i corrotti dal tuo ministero. Il vento è cambiato

Mercoledì 8 agosto 2018 12:39:48

Un grosso in bocca al lupo al Ministro e che riesca a mettere mano agli organici del ministero parte periferica. Questo e' l'unico ministero che potrebbe fare la differenza nel mercato del lavoro, ci sono tante risorse per bandire dei concorsi.
Cordiali saluti

Domenica 29 luglio 2018 17:14:55

Sono del Sud, precisamente della Puglia salentina, ho letto la sua biografia ed ho capito che lei é del Nord, lombardo, quindi ho capito che anche se appartiene al M5S, lavorerà esclusivamente per il bene del Nord. Cosa posso chiederle, niente. Le auguro buon lavoro.

Lascia un messaggio o un commento per Danilo Toninelli utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, qui sopra.

Commenta

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Danilo Toninelli ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook