Messaggi e commenti per Diego Della Valle

Messaggi presenti: 270

Lascia un messaggio o un commento per Diego Della Valle utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Venerdì 26 aprile 2019 15:49:56

buona sera sono una giornalista e sto cercando di contattare diego della valle

Giovedì 18 aprile 2019 21:13:54

Egr. Dr. Della Valle,
se mai leggerà questo messaggio, mi perdoni per il disturbo. Sono una comune cittadina fiorentina e mi prendo la libertà di parlarLe di un magnifico Castello, quello di Sammezzano (Leccio-Firenze), che sta rovinando perché da oltre trentanni manca di manutenzione a causa del fallimento dell'ultimo proprietario. Inutili finora sono stati tutti gli appelli da parte di cittadini comuni, TV nazionali, locali e radio, agli enti preposti nonchè a varie personalità e importanti Aziende per sensibilizzare cosa comporterebbe la perdita di questo maniero, unico in Italia, per il suo stile eclettico orientalista, creato dalla vulcanica mente del Marchese fiorentino Ferdinando Panciatichi Ximenes D'Aragona. Considerata la Sua particolare attenzione verso il recupero di monumenti storici, Le chiedo gentilmente, nei ritagli del suo tempo, di andare a vedere le foto di questo castello sul Web e, sono certa che ne rimarrà incantato. C'è pure da considerare che, se restaurato, porterebbe notevoli introiti L a ringrazio per avermi letta e Le porgo distinti saluti.
M:Maestrelli
P. S Il castello non è lontano dall'outlet, The Mall

Giovedì 11 aprile 2019 10:39:41

Mi scusi se La disturbo, come già avranno fatto in tanti sono qui a chiederLe un piccolo aiuto per AMATRICE, per conto della mia società sportiva TIBURECOTRAIL di Tivoli(ROMA)
vorremmo organizzare una bellissima manifestazione TRAIL(corsa in montagna) ad Amatrice, molto adatta al luogo, per valorizzare il territorio dopo il sisma, specie per i percorsi in montagna per una crescita turistica.
È una gara con due percorsi più passeggiata camminata famiglie,
Percorsi d'alta quota spettacolari che dopo la partenza da Amatrice passeranno per il guado Tronto, Colecreta, S.Martino fino alla Forca Tra Pizzo e Cimalepri a 2150 mt di quota!
Il lungo di 24km e 1490 mt di dislivello positivo raggiunta la Forca tra le vette Pizzo Di Sevo 2419 e Cimalepri 2455 scenderà sullo spettacolare Tracciolino D'Annibale(dove la leggenda vuole che Annibale attraversò gli Appennini per attaccare Roma..) fino al prato grande di Macchie Piane(1570) poi imbocchera il sentiero storico che dentro il bosco scende a frazione S.Angelo(1100) e ancora per bosco e prati raggiungerà frazione Voceto riunendosi col percorso corto, quindi guado Tronto e arrivo ad Amatrice.

Siamo intenzionati a fare questa sospirata prima edizione per creare una classica che si ripeta negli anni, migliorandosi.
Da praticante di questo sport in crescita Le posso dire che come percorso è dei migliori in ambito nazionale ed Amatrice ha il giusto anche se drammatico richiamo di notorietà per sperare un gran numero di partecipanti...
Il Sindaco non può aiutarci in denaro ma offre tutti i servizi, lo spazio pubblico e il Patrocinio.
Per organizzare la prima edizione fatiche e costi sono tanti anche per la distanza e sicuramente ci si rimetterà in denaro oltre le tante fatiche per allestire il percorso la logistica il cronometraggio e i pacchi gara, premi...

Le chiediamo un aiuto in qualsiasi modo per far partire una manifestazione che resti nel nostro territorio, garantendo per la Sua Azienda il massimo che potremo come esposizione pubblicitaria.
Sono riuscito a trovare la sopracitata società sportiva che da 130 km di distanza si prende la responsabilità di organizzare una manifestazione in un paese lontano, questo perché ad Amatrice purtroppo non c'è più gente per fare ciò, ma bisogna aiutarla almeno quest'anno..
Le prometto che se sarà un successo e l'anno prossimo camminerà con gambe proprie la pubblicità per la Sua azienda sarà garantita senza costi in fururo

Nell'attesa di una risposta Le auguro Buon Lavoro e le faccio i complimenti per la Sue splendide Aziende gioielli italiani...
Grazie
Fabio IOBBI Amatrice 1965

Mercoledì 10 aprile 2019 19:33:05

uonasera, sono l'Avv. Ernani D'Agostino di Roma, di anni 72.
Da sempre ho ammirato, acquistato ed utilizzato le scarpe di Vs produzione (e ne possiedo numerose, invernali ed estive).
Domenica scorsa, in occasione di un pranzo in un casale in campagna, ho deciso di indossare un prodotto che avevo in scarpiera.
Gli amici incontrati mi hanno fatto notare che... ENTRAMBI I FONDI SI STAVANO COMPLETAMENTE STACCANDO!!! Non mi ero accorto di nulla.
E' facilmente immaginabile l'imbarazzo che posso aver provato anche di fronte ad estranei.
Tornato a Roma, prima di rientrare a casa, sono passato direttamente al l'esercizio commerciale TRANCANELLI di Via Sabotino per far constatare l'accaduto.
Molto gentilmente il Responsabile mi ha assicurato che avrebbe interessato il settore di competenza.
Oggi, con molta gentilezza, il predetto Responsabile - che aveva accertato immediatamente il difetto originario del prodotto relativo alla sua vulcanizzazione - mi ha comunicato telefonicamente la Vostra indisponibilità a rimborsi/permute per "l'anzianità" del prodotto stesso!!!
Non ritengo opportuno esprimere la mia opinione in merito: desidero soltanto rappresentare la profonda amarezza e delusione circa la presa di posizione della Azienda.
Non mancherò di pubblicizzare al massimo quanto mi è capitato.
Nel trasmettere in allegato la foto delle mie ex scarpe, e nello sperare che tutte le altre in mio possesso non facciano la stessa sorte, invio distinti saluti.

Avv. Ernani D'Agostino

Lunedì 8 aprile 2019 15:21:30

Egr. Dr. Della Valle, sono L. Antonino Pinsone e le scrivo in qualità di componente dello staff di CIVES (Laboratorio di Formazione al Bene Comune - Arcidiocesi di Benevento - Ufficio per i problemi sociali e il lavoro). Cives è una scuola di formazione politico-sociale ed è giunta alla sua XII edizione. Ogni anno programmiamo un percorso di 60 ore (Ottobre/Maggio) che si svolge nel centro cultura "Raffaele Calabria" con l'apporto determinante dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. La corrente edizione è stata dominata da una forte presenza di giovani provenienti dalle scuole superiori di Benevento e speriamo che la scuola di formazione li possa aiutare nella loro crescita professionale e di vita sociale (all. doc. 1). La presentazione era necessaria perché lei possa comprendere il contesto e quindi la richiesta che le farò a nome del "Laboratorio". La sala dove svolgiamo le lezioni contiene circa 200 persone e abbiamo bisogno di sostituire le sedie perché ormai vecchiotte e poco sicure(ogni tanto se ne rompe qualcuna). Ho pensato, quindi, di coinvolgerla in questo nostro bisogno senza voler pretendere finanziamenti, ma la possibilità di poter utilizzare eventuali sedie anche già usate, per rimettere in sicurezza la nostra sala dei lavori. Il perché mi sono rivolto a lei è semplice, ho seguito le sue iniziative per i terremotati di Amatrice e spero che possa fare qualcosa anche per il nostro centro. La ringrazio per l'attenzione che vorrà dare alla nostra richiesta e qualora fosse disponibile sarebbe importante anche una Sua partecipazione a una lezione di Cives su un tema che potrebbe convenire con il nostro direttore scientifico Dr. Ettore Rossi. La ringrazio a nome di tutto lo Staff e la ringrazio cordialmente.
Antonino Lucio Pinsone.
Recapiti.
Cell. 338--------

Domenica 7 aprile 2019 09:26:31

Gent. mo dott. Diego Delle Valle,
Sono Francesco Gentile, di anni 73, già Consulente del Lavoro dal 1970.
Non è solo la politica che cambia il volto di una città. Spesso sono le semplici idee degli uomini normali, magari con l'alleanza di SPONDE di spessore, che tracciano i solchi per far vivere un nuovo volto alle città che vedranno nei secoli a venire un modello da ricordare. Avrei impegnato la mia vita nella politica se non avessi avuto la perdita di mio figlio Emiliano nel 2009, dopo che egli sconfisse, con la sua forza d'animo, la leucemia promielocitica acuta prima nel 1994 e poi (dopo sette anni) nel 2001. Emiliano durante la malattia conseguì la Laurea in economia e Commercio, iscrivendosi anch'egli all'Ordine dei Consulenti del Lavoro. Ricordo con affetto il mio grande amico, l'ematologo scienziato Prof. Bruno Rotoli, che con me scendeva nelle più belle piazze di Napoli per raccogliere i fondi pro-AIL a Pasqua (con la vendita delle uova) e a Natale (con la vendita delle piante - stelle di Natale). Egli, colpito da un male incurabile, si arrese alla vita nel maggio del 2009. Emiliano... si arrese alla vita per arresto cardiaco causato dai chemioterapici ricevuti nelle due cure del 1994 e 2001. Il mio modello di vita è quello di far muovere la SOLIDARIETÀ da ogni momento economico, realizzando così l'economia SOLIDALE, per far muovere le leve della presenza della dignità dell'essere umano. Gli uomini veri, in silenzio, tracciano il solco per muovere le leve per vivere una vita con meno sofferenze, soprattutto per le persone svantaggiate.
Ordunque, veniamo al tema principale della presente comunicazione. San Giorgio A CREMANO (io la chiamerei SAN GIORGIO IN FIORE) - la citta del gioco - ove ha dato i natali a Alighiero Noschese e a Massimo Troisi, si adorna di 32 VILLE VESUVIANE del MIGLIO D'ORO, ove si respira l'aria della cultura e dell'arte e dove sicuramente farà strada, nel prossimo futuro, un nuovo percorso turistico, sono alneno presenti DUE grandi spazi perché si possa rappresentare - riconoscendo al luogo "la CITTÀ DEL GIOCO", così come la penso' Luigi Bellocchio (già Assessore del Comune), può aprirsi a tale progetto. I giochi per tutti, soprattutti ai bambini con deficit motori e sensoriali, durante le ore diurne e di sera, aprendo gli spazi delle Ville Vannucchi e Bruno, ove sono allocati uffici del Comune medesimi, si aprirebbero temi partecipando ad attività teatrali e cinematografiche.
Ecco, questo è il tema.
La CITTÀ DEL GIOCO diventerebbe un modello da tener presente perché tutti i bambini della intera penisola italiana possano vivere e noi... quando abbandoneranno questa terra lasceremo una bellissima eredità da far vivere a tutti i bambini che ancora nasceranno, sicuramente in una società multietnica dove il colore della pelle non avrà confini.
Caro dott. Della Valle, con interesse desidererei incontrarLa perché questo progetto, che ora é un sogno, possa incontrare la realtà con il Suo fattivo interessamento.
Naturalmente, per problemi logistici sarà naturale costruire nel sottosuolo parcheggi e quant'altro per la sosta di auto.
Napoli spesso sogna Diego (Maradona), io ora dimentico il calcio e sogno Diego Della Valle che muoverà... il SUO CUORE perché tutti i bambini del mondo possano stare insieme.
Sarà gradito un Suo cenno telefonico (cell. 392-------).
Dico sempre a tutti "ASCOLTA IL TUO CUORE".
Lo voglio ripetere anche a Lei, carissimo dott. DELLA VALLE.
Grazie dell'ascolto.
Con affetto e stima.
Distintamente.
Francesco Gentile

Venerdì 5 aprile 2019 14:43:09

Buongiorno mi chiamo Cascio Germano ho 38 anni ho lavorato sempre nella ristorazione come ristoratore e cuoco in diversi locali. Vivo a Torino, in questo momento sono disoccupato, le scrivo no per cercare un lavoro ma se è possibile fissare un appuntamento con lei perché ho un idea, un progetto nel settore delle calzature da proporle, chi meglio di lei può capire se questa può essere una buona opportunità.
Nell'attesa di una sua risposta le auguro i mie più cordiali saluti

Sabato 30 marzo 2019 10:50:57

Buongiorno sig. Diego Della Valle sono Franco Bianchini le scrivo da Marina Di Massa
avrei idee per quanto riguarda le calzature se e interessato puo contattarmi cortesemente al 338-------
Grazie Mille in anticipo

Giovedì 7 marzo 2019 23:03:16

Buongiorno Signor Della Valle.
Mi chiamo Lorenzo, sono di Firenze.
Cerco di essere sintetico.
A Loppiano, vicino Figline Valdarno, credo che Lei abbia una proprietà, Villa L'entrata.
È grande, vuota e con terreni.
Non potrebbe essere messa a disposizione di questi poveri migranti senza dimora, torturati e stuprati. Fargli coltivare i campi, farli vivere al sicuro.
Lo so non è facile ma sono sicuro che indirizzandoli sarebbero capaci di autosostenersi senza pesare sulle spalle di nessuno.
Scrivo a Lei perché sono convinto che lei sia una persona di cuore.
Distinti e cordiali saluti
Lorenzo

Giovedì 14 febbraio 2019 18:30:11

Gent. mo dott. Diego Della Valle,
le poche interviste che rilascia sui mass media marcano sempre un aspetto umano del lavoro.
Per una triste storia accaduta alla mia Ditta Individuale in relazione alla revoca brutale di tutte le linee di credito da parte delle due banche di fiducia, senza che ci fossero sintomi di insolvenza e/o azioni pregiudizievoli e/o protesti vari, sono stato costretto a narrare in un manoscritto tutto quanto accaduto.
Lavoro - Banche - Giustizia- "L'Italia al Contrario" è il manoscritto che è stato selezionato dal Gruppo Albatros-Collana Nuove Voci che si tradurrà nella pubblicazione del libro.
Scrivendo nella sezione Lavoro una storia lavorativa che ho vissuto su un cantiere a Marsciano in Umbria, pensavo a Lei e allo spessore umano che fa delle sue interviste in relazione al lavoro e a tutti quelli che lavorano presso le sue aziende.
Sarei Lusingato se accetterebbe(dopo aver visionato il manoscritto) una sua prefazione nella sezione lavoro.
La mia vicenda nel 2015 fu riportata da Paolo Fior su "Fatto Quotidiano" il quale lo consulterò per la prefazione nella sezione Banche.
In attesa di un suo riscontro
Cordiali Saluti
Felice Basile
Altamura (BA)
cell-334-------

Commenti Facebook