Messaggi e commenti per Alfonso Bonafede

Messaggi presenti: 3

Lascia un messaggio o un commento per Alfonso Bonafede utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 24 febbraio 2020 21:29:42

Non credo che il ministro Buonafede abbia subito il condizionamento mafioso nel non aver dato seguito alla nomina di Di Matteo al vertice del Dipartimento affari penitenziari (ed è grave - molto grave - che sia stato un magistrato ad aprire un siffatto fronte di polemica e di insinuazione).
Resta inequivocabile la responsabilità politica del Ministro per non essere intervenuto tempestivamente di fronte al dilagare delle scarcerazioni dei boss, responsabilità resa evidente dalla tardività dell'intervento d'urgenza assunto dal Governo soltanto nella giornata di ieri.

Martedì 14 aprile 2020 10:55:59

Al Sig. Ministro di Giustizia
On. Alfonso Bonafede
Sua Sede

Le scrive Tiziana Zampieri, praticante avvocato del Foro di Venezia che ha terminato il praticantato nel 2010, con abilitazione al patrocinio oramai scaduto e che ha sostenuto lo scorso dicembre (2019) l 'esame scritto per l'abilitazione alla professione avvocato per presentarLe un programma da sottoporre alla Sua attenzione che vorrà adottare, qualora lo ritenga opportuno, vista la situazione d'emergenza e le problematiche emergenti per la correzione degli elaborati scritti.
Ad oggi le correzioni sono state sospese e le stesse modalità non sono ancora state definite e neppure quelle delle prove orali.
E' evidente quindi il rischio di ritardi nella correzione degli scritti del 2019, di sovrapposizione e intasamento delle prove orali con gli scritti del prossimo dicembre.
Prima di tutto, vorrà soprattutto considerare l'immediata necessità di avvocati derivata dall'emergenza coronavirus e il successivo bisogno in aumento quando si tornerà all'auspicata normalità.

Alla luce di tutto quanto esposto, il programma da esaminare e che si auspica da adottare a breve, è il seguente:
- l'abilitazione diretta alla professione di avvocato a coloro che hanno già sostenuto l'esame scritto a dicembre 2019 e che hanno concluso la pratica nell'anno 2010 senza previa correzione dei relativi scritti, tenuto conto delle problematiche per la correzione dipendenti dallo stato d'emergenza per il coronavirus.
(ed eventualmente anche a coloro che l'hanno conclusa nei due o tre anni successivi al 2010).

Ritengo che sia opportuno sbloccare la situazione di molti praticanti avvocati che da anni vivono con strazio l'esame avvocato e desiderano profondamente diventare avvocati per difendere con passione i propri clienti perché credono, come la sottoscritta aspirante avvocato, nella professione di difensore e nella giustizia, ragione per cui hanno perseverato nel continuare a sostenere l'esame.

Con ossequio.
Dott. ssa Tiziana Zampieri

Mercoledì 22 gennaio 2020 09:08:55

Buongiorno. Siamo i genitori di un papà di 36 anni, che dopo 10 di matrimonio è stato tradito dalla moglie. Lui se ne farà una ragione, per il bene delle due figlie, che ama più della sua vita, ma la prospettiva è che, in caso di separazione, debba lasciare la casa, di proprietà di entrambi, anche in caso di affidamento condiviso. Non ci pare giusto che chi tradisce non venga punito in alcun modo per il proprio comportamento: dovrebbe andarsene con il nuovo partner. Perché non si modifica la legge sul diritto di famiglia perché preveda questa regola così naturale?
Cordiali saluti

Commenti Facebook