Messaggi e commenti per Ferzan Ozpetek

Messaggi presenti: 39

Lascia un messaggio o un commento per Ferzan Ozpetek utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Ferzan Ozpetek

Martedì 4 maggio 2021 17:20:39

Buona sera Sig. Ozpetek,
Anzitutto la mia grande stima per la sua grande sensibilità nel descrivere gli stati d'animo dei personaggi dei suoi films.
films straordinari!!!
Ho scritto due romanzi, il secondo è in pubblicazione, e in questo ho toccato temi importanti: aborto, misoginia, dipingendo i personaggi attraverso i loro stati d'animo e le implicazioni psicologiche che devono subire e sopportare viste le problematiche che accadono nel racconto. se lei volesse gentilmente leggerlo per vedere cosa ne pensa per me sarebbe un grandissimo onore. magari se anche dei perfetti sconosciuti potessero avere uno spazio o un' attenzione da persone come lei sarebbe splendido... e magari ci scappa la storia interessante... grazie comunque per l'attenzione. con grande stima e affetto. Mauro Tomasella

Domenica 25 aprile 2021 20:54:52

Buonasera sig Ozpetek. Ho letto oggi tutto d'un fiato il libro come un respiro bellissimo. Mentre lo leggevo immaginavo la casa a Testaccio con la grande cucina con al centro il tavolo come in alcuni suoi film. A parte il desiderio di vederlo diventare film mi sono domandata come adele ha il bocchino x le sigarette... l'avrà preso dalla borsa della sorella? Ma njn si nomina. Quindi mistero?
Grazie se volesse indicarmi la via! !
Cordiali saluti
Cristiana sivori

Giovedì 15 aprile 2021 13:06:27

[Richiesta intervista]

Gentile Ferzan,
sono Roberta Puglisi, sono addetta stampa del COPPEM, organismo internazionale che opera nell'ambito del partenariato euromediterraneo. Tento di mettermi in contatto con lei da diverso tempo, per chiederle se può rilasciarmi un'intervista sulla situazione politica in Turchia, in particolare, sull'attuale condizione delle donne a seguito della revoca della Convenzione di Istanbul.
Nel ringraziarla per i suoi film che adoro, spero di potermi mettere in contatto con lei prestissimo
grazie
Roberta Puglisi
mail: -------
cell. 377-------
ww w. coppe m. org

Mercoledì 24 febbraio 2021 23:31:37

Finale del film: Allacciate le cinture


Buonasera.. ho appena visto stasera in TV il suo film Allacciate le cinture e dico geniale e sublime.. ! ! solo che vorrei sapere se la protagonista alla fine poi si salva dalla malattia e se il finale è immaginario quindi deviato all'ultimo o reale come sembrava.. sono rimasta incollata al suo film.. ma vorrei sapere in effetti come finisce la storia. e lo vorrei sapere dalla penna del bravo regista..

Venerdì 12 febbraio 2021 11:21:35

[Un racconto che vorrei inviarle]

Caro Ferzan,

mi chiamo Patrizia Vignolo, ho 50 anni, e sono una fisica espatriata in Francia.

Le scrivo perchè vorrei inviarle un racconto che ho scritto e che ho pubblicato di recente:
(http: //carm ignanie ditrice. c om/h ome/32 3-tata -elisabe th-et-m oi-pa trizia-vigno lo. h tml)
perchè quando ho vissuto quello che racconto nel mio libro, mi sono sentita un po'come in un suo film: l'intreccio tra la vita e la morte, l'amare in modo diverso diverse persone...

Io amo moltissimo i suoi film e Istanbul mi è entrata nella pelle, ancora prima di metterci piede, quando ho visto il Bagno Turco. Ora, dopo tanti viaggi e grazie alla mia amica Zehra, la mia Zerhajim, è diventata uno dei luoghi della mia anima. Ogni volta andiamo assieme all'hammam e Zehra discute per ore all'entrata, dicendo molti "tamam" ed alla fine entriamo pagando la metà del prezzo indicato all'entrata.
Proprio parlando con Zehra mi è venuta l'idea di contattarla.

Quello che mi è successo è che ho condiviso l'ufficio, per 10 mesi, con le ceneri della zia della moglie di un tizio che avevo incrociato 13 anni prima.. Queste ceneri sono piombate nella mia vita mentre la mia vita privata stava esplodendo...

Mi farebbe davvero piacere inviarle una copia cartacea del mio racconto. Se è d'accordo, potrebbe mandarmi un indirizzo a cui potrei farglielo recapitare?

Le auguro una bellissima giornata
Patrizia

Giovedì 11 febbraio 2021 17:38:18

Il profumo dei film veri


Ciao Ferzan, li guardo e li riguardo i tuoi film... e sai cosa penso sempre? Mi dico... ecco per esempio in SATURNO CONTRO, quando stanno tutti seduti a bere il caffè all'ospedale aspettando notizie su Lorenzo, chissà che cosa avrà detto a ognuno di loro il regista... durante le pause piene, cioè quando gli attori parlano stando zitti, devono avere dentro alla loro testa dei concetti non certo astratti per poter essere così veri mentre la telecamera li riprende...
Uno dei miei maestri diceva... un personaggio non è mai personaggio solo sul palcoscenico o sul set... ma possiede un passato e un futuro... e l'attore deve esserne a conoscenza per poterlo indossare e fare sì che gli stia bene addosso...
Ecco io vorrei vedere e sentire ciò che accade nei tuoi backstage... tutti gli sguardi di ROSSO ISTANBUL per esempio... ho consumato il fermo immagine... avanti indietro indietro avanti...
Dietro agli occhi dei tuoi film io vedo vita... sento odori...
Un tuo film non è mai solo un film.
Ferzan, ho 55 anni, attrice da sempre. Di teatro. Però... mi ci vedo in un tuo film Ferzan... mi ci vedo proprio.
Abbraccio te e tutti i tuoi collaboratori... ti seguo su Istagram.
Ciao.
Buon tutto.
Michela

Martedì 9 febbraio 2021 14:42:00

[Hammam]

Buongiono Ozpetek,

sono Franz, di Udine.

Ti stimo come regista anche se non tutto mi piace.
Ho acquistato in blu ray IL BAGNO TURCO.
Un grande film ma... cos'è successo? si sono persi i master?
il blu ray in realtà è una brutta copia del dvd.

Ambedue sono mutili dell'episodio della ragazza che rifiuta il matrimonio combinato. O no?

Spero che tu abbia il tempo e la voglia di rispondermi.

P. S. fai lavorare la GOGGI x te!

grazie

franz
tel 347-------

Domenica 10 gennaio 2021 23:25:24

Commento al libro come un respiro


Grande ferzan, grande regista. ho letto "come un respiro" bello e scritto molto bene. storia che prende. bel linguaggio. Bravo anche in questo.. Noi ci siamo conosciuti ma certamente tu non ti ricordi di me. Mi parlasti dei tuoi problemi condominiali a proposito del terrazzo (ma io sono altra, molto altra...). Io ti parlai del film harem suaree che mi aveva colpito. Il dettaglio dell'anello reggi-sigaretta è in quel film... una splendida Lucia Bosè, un film che io notai anche se tu ti stupisti forse perchè la critica non era stata buona. !!! ma l'occhio dello spettatore può essere diverso. Quando ho iniziato a leggere il tuo libro, molto bello, ho ricordato subito la scena con Lucia Bosè. Non ti ricordi di me. Ma io ho buona memoria. ricordo tutto. Eravamo a cena da un'amica comune. Io per mestiere (e per inclinazione personale e caratteriale) coltivo la memoria e i dettagli, e tu? Ciao grandissimo. Napoli velata è bellissimo!!! Ciao buon lavoro Rosamaria.

Giovedì 7 gennaio 2021 17:08:20

Una storia diversa: la mia - una storia da raccontare


Caro Ferzan,
leggere i suoi libri è stato davvero bello, sembrava di viverci dentro, e di questo la voglio ringraziare anche se con queste brevi righe !
Ho iniziato a leggere di lei con l'ultimo uscito: "Come un respiro ", ho proseguito con " Sei la mia Vita ", e adesso sto leggendo "Rosso Instanbul ", è innegabile che mi sono appassionata ai suoi scritti ma ci sono dei suoi film che mi sono rimasti nel cuore, scene che sono ancora oggi davanti ai miei occhi e che hanno saputo sapientemente toccare le corde delle emozioni.

Mi chiamo Letizia
sono nata a Roma nel 1965 ; sono quel che si direbbe una donna di mezza età ahimè con una testa da ventenne.
Sposata a 25 anni per uscire di casa - genitori troppo autoritari - nessuna libertà personale che non coincidesse con il solo lavoro, due anni dopo nasceva il mio primo figlio e due anni dopo la sua nascita i primi problemi e poi l'incontro che credevo fatale e che mi avrebbe condotto dopo qualche anno ad una separazione definitiva da mio marito ma anche ad una profonda solitudine perchè quello che credevo un incontro fatale avrebbe cambiato per sempre tutto il corso della mia vita...
Ero una bella donna ma poco lungimirante, sempre con la testa fra le nuvole sempre con un sogno in tasca e mille progetti da realizzare.
La separazione da mio marito e dall'uomo che pensavo essere l'amore della mia vita mi aveva condotto sull'orlo di un burrone, ma mio figlio mi aveva preso per mano e rimessa dentro al girone della vita, aveva solo quattro anni, non avrei potuto lasciarlo da solo...

Cosi non potendo cambiare il mio destino, cambiai il lavoro e il tempo che tutto scolora sbiadì un pochino le mie ferite e diede nuovi desideri alla mia fantasia ;
gli anni passavano in fretta ed io sentivo il desiderio di avere una figlia femmina, la desideravo tantissimo e nei miei sogni prendeva vita una bambina dai capelli rossi.
Il mio nuovo ufficio mi fece incontrare nuovi amici e tra questi il padre della bambina dai capelli rossi.
Un uomo che non ho mai amato ma nella mia assurda follia ho pensato potesse andare bene per costruirci un futuro.
Era un tipo simpatico in apparenza molto socievole e soprattutto con i piedi ben piantati a terra.
L'amore per me non ci sarebbe stato più o almeno così pensavo...

Ma la vita sa bene come sorprenderci, e fu così che mio figlio scrisse una letterina (che ancora conservo) per avere da babbo NAtale una sorellina, nel Marzo del 1999 nasceva la mia amata Giulia.
La bambina più bella tra quelle nate in quella domenica di Marzo ; pesava 4 chili il suo indice di apgar perfetto era bella come una mela rossa da mangiare a morsi...

---------------

Mi interrompo qui perchè non so quanto e se può essere di interesse per lei il racconto della mia vita,
se dovesse trovarlo interessante sarei a sua disposizione per raccontarglielo.

Le invio un caro saluto con l'augurio di leggere di lei

Letizia Vitale

Mercoledì 25 novembre 2020 16:13:25

Salve Ferzan Özpetek,
le vorrei proporre una sceneggiatura per un cortometraggio scritta da me. Il titolo è: "Non è facile essere gay". La seguo sempre e vedo sempre i suoi film. Ci siamo conosciuti tempo fa a Taormina per i nastri d'argento. Io sono scrittore e giornalista.
Un cordiale saluto
Antonio Agosta

Commenti Facebook