Messaggi e commenti per Gad Lerner

Messaggi presenti: 12

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Gad Lerner.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Gad Lerner

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Gad Lerner. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Gad Lerner.

Sabato 2 luglio 2022 15:09:36

Diario di gucci luciano (baffo) su facebook dal 1944 al 2018


Caro Gad sono Gucci Luciano classe 1938, ti vorrei consegnare il diario della mia vita dal 1944 al 1980.
Il 6 Agosto 1944 due soldati con la divisa delle SS (ma uno di loro era italiano) fecero irruzione in casa ed uccisero mio padre Aurelio ed i miei nonni Ulisse e Maria. Poi mentre fuggivamo io Luciano, mio fratellino Giancarlo del '41 e mia sorella Leonetta del '32 fummo presi di mira da una mitragliatrice che colpì Giancarlo e un colpo lo colpì alla mano destra recidendo i tendini del 2° 3° 4° 5° dito e completamente le natiche però ce la fatta. Questo diario che è depositato a Pieve S. Stefano di cui ne ho fatte circa 600 copie che ho regalato ad amici parenti e conoscenti, una delle copie rimaste vorrei consegnartela, perché penso che l'apprezzerai. Ora il diario é postato su Facebook e potrai leggerlo, diario di Gucci Luciano (Baffo). Oltre agli episodi di quando facevo il macchinista alle ferrovie, belli, brutti, buffi, la vita in collegio con la divisa della marina con le stellette come i militari per nove anni dal 1946 al 1955 é stata molto dura. L'inferno la guerra, il purgatorio il collegio, il paradiso il matrimonio, il prossimo anno se avremo la fortuna di arrivarci il 22 Luglio festeggeremo il 60° nozze di diamante. Ti scrivo perché in questo periodo sono completamente destabilizzato vedendo in televisione quei bambini ucraini insanguinati. La notte mi sveglio e rivedo la scena di quando mia sorella con mio fratellino in collo correva per cercare aiuto e quella manina che gli ciondolava colando sangue.
Questo diario mi è servito per andare nelle scuole per raccontare quello che ho vissuto, ma c'è poca collaborazione con gli insegnanti. Mi vergogno solo di una cosa non avere avuto il coraggio di andare nei campi di sterminio. Caro Gad se qualcosa non ti chiaro ti prego di contattarmi, sono un pacifista e il mio pensiero è quello di Oscar Wilde, sarebbe gran festa in tutta la terra se si facesse la pace prima della guerra.

Gucci Luciano via ------- 91 Campi Bisenzio (FI) 50013
------- cell. 328-------

Martedì 15 febbraio 2022 22:29:56

Ho bisogno dell'aiuto di un giornalista come Gad Lerner.
Posso avere il suo telefono ?
Grazie

Mercoledì 9 febbraio 2022 18:52:02

Temono la verità


Bravissimo. Mi riferisco al tuo articolo di oggi su Il fatto quotidiano. Purtroppo hai ragione nel sottolineare le ostilità dei vari poteri. Temono la verità. Il bisogno della società, troppo a lungo manipolata, di scrollarsi di dosso il potere oppressivo, e di ascoltare finalmente le parole della vita reale insieme con le necessarie risposte. Le tue considerazioni erano necessarie, e molti le avranno condivise. Grazie.

Martedì 7 settembre 2021 23:17:53

Bruciano le biblioteche


Gent sig. Lerner ··pochi giorni fa la biblioteca del paese che abito, mi ha negato il prestito di 2 libri a causa della decisione del prefetto di non dare in nessun modo libri a coloro che non avessero esibito il c. d. Green pass. (Nel periodo peggiore della pandemia le biblioteche, pur inaccessibili al loro interno, hanno con molte precauzioni continuato a fornire agli utenti ciò che richiedevano approntando punti di ritiro e consegna all'esterno delle strutture. Non ho trovato notizie riportanti elevati numeri di contagi che le biblioteche avrebbero favorito agendo così). Il fatto in sé sarebbe una quisquilia, se non fosse che nel 1933 i nazisti giunti al potere, devastarono molte biblioteche, bruciando in piazza, nelle strade, i libri di autori ebraici e di antinazisti. Come dire: "prima neghiamo i lbri a voi ebrei (e dissenzienti), poi bruceremo anche voi". In effetti 6 milioni di ebrei, circa, senza contare tutti gli altri subumani stanno a dimostrare che Hitler e compagnia bella mantennero la minaccia. Anche se rovesciata (non brucio libri, ti impedisco di leggerli), la situazione è identica. Quando bruceranno anche me e quelli come me ?

Lunedì 19 aprile 2021 20:41:15

La sinistra e l'incubo Salvini


Egr. dr. Lerner, che tristezza vederla unirsi alla schiera di coloro che se non attaccano Salvini forse credono di perdere la loro sacra integerrima immagine di intellettuali di sinistra il cui verbo è sempre e solo l’unico giusto ! Preciso che non sono leghista, tuttavia ho quel minimo di q. i. e informazioni per sapere che le ONG stanno partecipando, e dunque agevolando, il traffico di migranti. Costoro sbarcano sempre e solo in Italia perché sgraditi nelle nazioni di cui le navi ONG battono bandiera, ma poi ve ne dimenticate! Finiscono in centri di accoglienza molto poco dignitosi, se riescono scappano e se non riescono a passare i confini verso il nord Europa, frustrati e rabbiosi vagabondano, e molti finiscono per rimpolpare le fila dei delinquenti, come testimoniato ogni giorno dalle cronache locali. Ma questo evidentemente per politici e giornalisti di sinistra poco conta. Giovanni

Venerdì 19 marzo 2021 17:08:09

Regioni pitturate


Vorrebbe, per cortesia, segnalare agli intelligentoni del nostro Governo che il virus non ha cognizioni geografiche. Pertanto credo sia insensato colorare le regioni. Piuttosto andrebbero colorate le ZONE in base ai contagi rilevati: che centra colorare di rosso tutta la Lombardia se le zone pericolose sono, per esempio, Brescia o Milano o qualche paese di provincia? Sarebbe ora di smetterla di ragionare in termini biblici per cui per una mela debbono pagare miliardi di persone!!!
Cordialmente
GIORGIO FAVALLI
p. s.: ho qui scritto perché non so come comunicare con la sua gradevole prima pagina.

Sabato 19 dicembre 2020 15:47:33

Condividere il dolore e la collera per l'indifferenza


Caro dott. Lerner, vorrei condividere il dolore e la collera per l'indifferenza, l'ipocrisia e la superficialità con cui Istituzioni, Governo, media, Cts, Iss ecc. trattano le decine di migliaia di morti per Covid. Non si affrontano le carenze di prevenzione, profilassi e cura e tantomeno i deficit di organizzazione e assistenza. Ci si limita ad affermare che siamo il Paese più longevo e che l'età media dei deceduti è di 80 anni. Non siamo il Paese dove si vive meglio, si mangia meglio ecc. ? Eppure tutte le fonti internazionali più qualificate dimostrano che, in rapporto alla popolazione di ciascun Paese, siamo fra i primissimi per contagiati e, noti bene, per deceduti su contagiati e per deceduti su popolazione. Se la " colpa " è dei vecchi (sic), che facciamo? Li lasciamo morire ? E se, a quanto in sostanza dichiarato da Brusaferro e da Conte, non sono invecchiati bene, cosa facciamo ? Giochiamo con le chiusure ? Quanti saranno i morti per Covid al fatidico 7 gennaio pv. ? Cordiali saluti.

Mercoledì 7 ottobre 2020 14:37:18

Gent. le Gad Lerner
Con sgomento e con disgusto ho appreso dalla stampa della fornitura di armi da parte di Israele all’Azerbajgian, mai avrei pensato che il popolo ebraico potesse armare i nemici dell’Armenia, un popolo che subì le medesime persecuzioni, ricordo che Hitler prese ispirazione dall’olocausto armeno per fare lo stesso con gli ebrei. Dov’è la morale? Io la stimo molto ma in questo momento mi chiedo perché Lei sempre in difesa de deboli non si esprime?
Edo Dalla Costa

Lunedì 3 giugno 2019 16:00:15

Egr. Dott. Lerner
una nuova formula per sviluppare il pensiero non solo filosofico ma anche sociologico, psicologico e teologico, è quello di creare una base mediata di concetti scaturiti dall'esperienza di molti individui, soprattutto dai non addetti ai lavori, che poi vengano validati sia dalla numerosità degli interventi stessi attraverso la ricerca delle convergenze, sia dalla conferma o dalla ricusazione e dallo sviluppo successivo a cura di individui che di queste materie sono specialisti. Internet, la televisione ed altri mezzi di comunicazione risultano utilissimi in questo processo. Personalmente ho formulato uno stimolo iniziale per il progetto, in questo sito:
https://www. leconvergenze. it
In attesa di un riscontro, distinti saluti.
Flavio Biasioli

Giovedì 6 settembre 2018 21:19:16

Caro Gad,

oggi pomeriggio, 5 settembre, a 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali, stavo seguendo su Rai 3 l'interessantissima tua trasmissione "La difesa della razza", quando è stata brutalmente interrotta per lasciare spazio a una trasmissione per ragazzi, sia pure sullo stesso tema ; capisco che potessero esserci problemi di orario sul palinsesto odierno, ma non mi è sembrato né rispettoso, verso te e verso l'utente, né nello stile di Rai 3!!
Ci tenevo a esprimere questo mio contributo critico come utente televisivo e a fartelo conoscere, sempre che tu non ne fossi già informato.
Un abbraccio e un grazie per il tuo contributo di intelligenza e qualità

Carlo Nicolini pensionato di Milano

Commenti Facebook