Messaggi e commenti per Veronica Gentili

Messaggi presenti: 71

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Veronica Gentili.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Veronica Gentili

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Veronica Gentili. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Veronica Gentili.

Mercoledì 4 gennaio 2023 23:13:16

Auguri di fine anno validi anche per il nuovo e successivi


Sono ancora cosciente che il vigente sistema finanziario tramite l'acquisito potere di governare e distribuire la moneta riesce anche a condizionare se non a creare i sentimenti, le emozioni e le opinioni delle persone a cominciare da quelle definite fragili o più fragili secondo le convenienze degli operatori che studiano come far prevalere i programmi di detto sistema ad una trasparente politica idonea a conciliare la povertà con la ricchezza che alimenta a dismisura le disuguaglianze sociali, politiche e culturali dei cittadini. Non vi è dubbio che quanto più le persone sono indigenti e disinformati diventa più facile governarli e sottometterli ai voleri dei benestanti e per giunta privilegiati. Su questo punto, a mio avviso, coloro che amano definirsi di sinistra hanno trascurato la loro buona tradizione di educare non soltanto politicamente i loro sostenitori e seguaci spiegandogli, prima di tutto, le ragioni e le cause delle intollerabili disuguaglianze sociali, gradite a tutti che considerano il lavoro come una merce che non deve avere un costo adeguato, tale da consentire ai lavoratori una vita gradevole, interessante e soprattutto dignitosa, come prevede, tra l'altro, la nostra Carta costituzionale. Non può che essere questa la ragione dell' accanita avversione al reddito di cittadinanza che puntualmente ogni sera nelle trasmissioni televisive stanno dimostrando i diversi ospiti, politici compresi, ai quali sarebbe interessante e, perché no anche educativo, domandargli la loro esperienza lavorativa. A costoro voglio solo ricordare di leggere qualche passo del Vangelo prima di esprimere in televisione convinte opinioni sulle disgrazie delle altre persone che a volte anche per la mancanza di impulsi soggettivi non pensano minimamente che si può uscire dalla desolazione e squallore della miseria chiedendo aiuto a qualche buono e sincero amico. Penso che, probabilmente, sono stato sfortunato siccome nel corso della mia vita (78 anni) ho conosciuto tanti tipi di lavori e lavoratori che, però, parlavano e cercavano solo di trovare un lavoro interessante e dignitoso. Ho conosciuto chi andava a lavorare per ottenere solo l'iscrizione alla vecchia Cassa Mutua, ho conosciuto chi per mangiare si sottoponeva a reiterati prelievi del sangue, ho conosciuto e subito allontanato chi ad Arbon (Svizzera) lavorava in fonderia e per stare qualche giorno in più in Italia, in famiglia, si procurava una lesione ad una vena varicosa di una gamba, ho conosciuto ed allontanato anche chi voleva vivere a spese degli altri che comandava e sfruttava incrementando i suoi guadagni. Ho conosciuto tante persone che dovevano lavorare e, perciò, sopportavano le condizioni stabilite e dettate dal padrone anche tramite i suoi travet e capireparto. Si lamentavano, certo, per l'insufficienza della paga rispetto al lavoro logorante svolto, per la mancanza del rispetto della loro dignità e della loro persona ma sempre salvaguardando il loro lavoro. A tal proposito non posso non ricordare che datori di lavoro con la insufficiente retribuzione che consegnano ai lavoratori pagano soltanto le ore di lavoro svolte nel rispetto delle loro disposizioni senza alcuna interferenza nelle loro legittime scelte al di fuori delle ore lavorative. Ho conosciuto tante specie di lavoro, tanti lavoratori e datori d ilavoro fino al momento in cui i mariti delle cugine di mia madre, asfissiati dalle sue continue lamentele, con l'impegno di un sottosegretario, mi trovarono un impiego dignitoso. Del resto, in quel periodo l diversi governi del nostro paese, tramite gli uffici di collocamento, offrivano ai disoccupati, giovani e meno giovani, posti di lavoro nei paesi esteri richiedenti, quali belgio inizialmente, e successivamente svizzera, olanda, inghilterra e finanche in australia. Questa, in estrema sintesi, è la storia del mondo del lavoro e dei lavoratori che ho conosciuto vivendo direttamente le miserie e tragedie di coloro che nati o successivamente divenuti svantaggiati, hanno avuto sempre bisogno di lavorare per non sentirsi come individui espulsi dalla vita ancor prima di morire. A tacer d'altro, tutto quanto raccontato e molto altro ancora posso dimostrarlo, nonostante il tempo trascorso mentre a coloro che perseguono l'impoverimento delle persone, voglio ricordare un vecchio ma illuminante proverbio che insegna "Le chiacchiere non fanno farina" anche se, mi permetto di aggiungere che ad alcuni professionisti delle parole accattivanti procurano benefici e vantaggi dai quali risulta difficile ma molto difficile allontanarsi. Auguri a tutti Saverio.

Venerdì 25 novembre 2022 01:12:01

Retorica e realtà


Per quello che può servire per coloro che sanno solo esprimere giudizi sui deboli ignorati innanzitutto dalla sorte e mai su coloro premiati fin dal primo vagito voglio ricordare che mentre voI al caldo vi esercitate a rendere persuasiva la vostra retorica la gente normale si dibatte alla ricerca di prodotti in primis alimentari che sono venduti in offerta. E nonostante ciò tutti i giorni trovano aumenti senza alcuna valida motivazione ma soprattutto senza alcuna forma di controllo. Francamente a me pare che sia posta in essere una strategia per verificare sino a che punto si possono caricare di pesi i cittadini che si lamentano ma non si domandano come fare arrivare la loro sofferenza quotidiana nelle stanze di coloro che a parole dicono che bisogna mettere dei soldi nella tasche dei cittadini che sono stati impoveriti mentre con le loro scelte e regole innovative viene tolto anche il gusto di vivere siccome non si riesce più a sperare in un domani migliore: cambiamento del clima,. guerra in europa, contagio che permane, insufficienza energetica, aumento di prezzi, inflazione che cresce, non parliamo della sanità e via discorrendo. Certo, ci vuole un bel coraggio a dire che si lavora per il bene del Paese. Ma di quale Paese parlano? Auguri a tutti compresi coloro che con le loro retribuzioni non avvertono gli aumenti e l'inflazione. Mi auguro di sbagliarmi. Saverio

Mercoledì 16 novembre 2022 22:33:08

Puntata di oggi 16 novembre 22


Cara Veronica, mi permetta, ma lei da troppo spazio ai suoi ospiti di sinistra, come stasera che la fanno da padroni, il Fratoianni e l'altra signora di sinistra di cui non ricordo il nome. Ha parlato bene l'esponente di Forza Italia, in particolare quando ha ricordato ai 2 "sinistri" che fino adesso erano al governo e NON hanno mai fatto nulla, mentre invece pretendono che il nuovo Governo faccia tutto in tre giorni. Sono inascoltabili, insopportabili e, ovviamente faziosi e capaci solo di criticare (e anche di insultare l'avversario). Grazie della sua attenzione Vanda Albi

Domenica 26 giugno 2022 14:30:22

Amare la vita


Chi scrive è un soggetto che ha raggiunto per fortuna una rispettabile età e secondo Seneca ad una certa età bisogna vivere pensando di morire bene. Ma a voi che siete ancora giovani ed operate nel campo delle trasmissioni televisive consentendo a tante persone di esprimere le loro opinioni e posizioni in merito alla guerra in Europa dagli sviluppi ed esiti imprevedibile ma sicuramente dannosi per gli svantaggiati e che sempre secondo Seneca dovreste pensare a vivere bene non vi sembra che nei diversi dibattiti televisivi si parla abbastanza e giustamente delle assurde disgrazie del mondo mentre si dibatte poco delle concrete esigenze del popolo italiano. In verità si sente una descrizione degli ulteriori sacrifici che saremo chiamati a sopportare ma non si sentono proposte per la risoluzione dei disagi ed afflizioni che stiamo già affrontando e che ci accompagneranno nel tempo. Basta pensare che una discussione a livello europeo per stabilire un prezzo adeguato del gas è stata fissata per ottobre. Certo per coloro che hanno lauti stipendi si può tranquillamente aspettare per discutere dell'importo del pagamento delle bollette che non si potranno essere rinviate ma continueranno ad essere inviate ai consumatori con gli aumenti in un periodo di inflazione galoppante. Un mio caro amico mi dice sempre che la virtù dei deboli deve essere la pazienza attiva e propositiva. Auguri a tutti per una buona riflessione. Saverio

Giovedì 12 maggio 2022 20:10:32

Il nostro futuro


Pensiamo seriamente e lavoriamo per fermare questa guerra che giorno dopo giorno provoca morti, distruzioni e rischia di estendersi verso i paesi europei in prima battuta. Alla gran parte degli ospiti affezionati della trasmissione delle 20, 30 di retequattro condotta dalla loquace dr. ssa Palombelli vorrei chiedere chi e come penserà di aiutarci nella sciagurata e deprecabile ipotesi di un nostro coinvolgimento in questa assurda guerra che comporterà solo distruzioni, morti, immani sofferenze, miseria, fame e malattie come oggi vediamo come in Ucraina. E mai possibile che non riusciamo a pensare alla nostra esistenza, a quella dei figli parenti ed all'umanità intera. ? Con gli ordini nucleari non è possibile citare il vecchio proverbio "se vuoi la pace prepara la guerra" Questo insegnamento poteva andar bene al tempo in cui un soldato combatteva contro il suo avversario oggi un tasto sbagliato toglie la vita a tantissime persone. Abbiamo bisogno che questa guerra finisca. Non possiamo e non dobbiamo sostenere coloro che traggono vantaggio e beneficio da un conflitto infame, disastroso ed assurdo. Facciamo del tutto prima che ci portano sull'orlo dell'abisso. Ora, dobbiamo mostrare la nostra serietà ed intelligenza, perché pentirsi dopo non farà rialzare i morti come non si stanno rialzando nella sventurata Ucraina. Dimenticava nemmeno i soldi riporteranno in vita i morti innocenti e privi di colpa. Non fidiamoci dei politici che sostengono che armi micidiali non si usini, pensino piuttosto ad agire per fermare l'uso delle armi. saverio

Mercoledì 6 aprile 2022 00:07:43

Attenti alle parole che possono danneggiare


Egr. dr. ssa Gentili avendo notato che sei meno faziosa degli altri conduttori che comunque sono definiti incaricati di un pubblico servizio e che contrariamente ad altri riesci a far parlare anche gli altri, da tutti voi ospiti e conduttori vorrei tanto sapere che significato hanno le parole democrazia, libertà e solidarietà in questo momento tragico per l'umanità. Una volta chiarito il concetto che si vuole comunicare con tali parole si può decidere se aver fiducia di chi parla oppure evitare di sentirli ed approfondire le proprie conoscenze ascoltando coloro che manifesti no una coerenza tra l'espressioni che espongono ed il loro modo d vivere. Il mondo attraverso le innovazioni tecnologiche è più vicino a ciascuno di noi e conoscere gli imdividui è importante per evitare di dar credito a quelli che hanno smarrito il buon senso e l'umanità. Parole al vento? Può darsi. Ma cerco di stare lontano dall'egoismo esasperato, dall'indifferenza e menefreghismo disumanizzanti evitando di praticare principalmente la devozione per il "dio denaro" rifiutando aprioristicamente di voler bene a sè stesso, ai propri simili ed alla bellezza della vita che è una ed irripetibile. Pensiamoci, almeno fino a quanto non decideranno di mettere una tassa anche sui pensieri per pagare i debiti che altri si sono divertiti a contrarre e, purtroppo, continueranno ad assumere accompagnati da sacrifici e sofferenze degli ignari cittadini. Saluti ed auguri a tutti noi che siamo considerati come agnelli sacrificali. Saverio che s'illude per evitare di ritrovarsi in un

Mercoledì 30 marzo 2022 22:34:40

Gentile Veronica, sono una sua fans, e apprezzo sempre i suoi ospiti, ma stasera stare a sentire i discorsi a vanvera senza capo né coda, della signora Luciana Castellina era veramente penosa, non si capiva un'acca di quello che aveva in mente. Per fortuna c'era l'ottimo on. Casini equilibrato e chiaro, un vero politico di lungo corso che a salvato la situazione senza però riuscire a capire, neanche lui, cosa volesse dire la Castellina. La prego non la inviti più perché quelle persone lì non danno valore alla sua trasmissione. Grazie dell'attenzione Vanda Albi

Giovedì 24 febbraio 2022 12:24:09

Obiettività e buon senso


Non so nemmeno perché continuo ad inviare il presente messaggio considerato che persistendo ancora l'angoscia e la depressione per la circolazione del tremendo contagio ci troviamo difronte ad uno scenario terrificante se non apocalittico. Dai racconti che mi faceva mia madre della guerra mondiale del 1945 ho appreso che una guerra significa soltanto morti, di qualsiasi età, infiniti lutti, per ogni paese, fame, miseria, disperazione ma soprattutto licenza di uccidere da parte di chi è in possesso di un arma da fuoco. Mi chiedo come si può continuare a vivere in compagnia di tali eventi tragici e disumani provocati dai discendenti dell'uomo, cosiddetto sapiens?. Non riesco a immaginare che i governanti ed i popoli dei vari paesi di questo pianeta abbiano completamento smarrito il buon senso e l'amore per la vita. Le questioni difficili e complesse che ogni paese ha di fronte in questa turbolenta epoca devono essere affrontate con giudizio, razionalità e buon senso e non con una guerra dagli esiti imprevedibile ed impreviste. Chi scherza con il fuoco si può bruciare. Nella sciagurata ipotesi che non torni e subito il dialogo tra i dirigenti ed i popoli in conflitto di interessi sorge spontanea la seguente domanda: le disgraziate persone che sono chiamate a combattere ed i civili per chi e per che cosa saranno chiamati a soffrire e probabilmente anche a morire? E pensare che amiamo definirci popoli civili, democratici e cristiani. Mi hanno insegnato che se in una famiglia un figlio si dimostra irresponsabile e provocatorio, il fratello più giudizioso e di buon senso deve aiutarlo a riconoscere gli errori ed i danni commessi. In un momento così inquietante, tipico di un cambiamento del sistema economico sociale, ciascuno di noi deve trasmettere un chiaro messaggio di amore per la vita e per la pace ricordando che ciò che accade a qualcuno può accadere a ciascuno di noi. Noi, che secondo il sommo poeta " nati non fummo per vivere come bruti ma per seguir virtude e canoscenze" Buon lavoro ed auguri a tutti. Saverio

Domenica 20 febbraio 2022 21:35:37

Civetteria


Apprezzo la sua professionalitá ma non sopporto la sua “civetteria” che la vede continuamente agitare la mano che impugna una penna del colore dell’abito che indossa. Le sarei veramente grato se mi speigasse che c’entra la sua penna col suo argomentare! Da piccolo mi hanno insegnato a non gesticolare a meno di casi particolari per dare forza al tuo pensiero!
Cordiali saluti, Luigi Migliore.

Martedì 8 febbraio 2022 19:32:41

Controcorrente del 6 febbraio 2022


Spett. conduttrice, mi permetta alcune considerazioni sulla trasmissione del 6 c. m. Apprezzo il fatto che a differenza di altre reti date voce anche al dissenso, devo tuttavia osservare che sono rimasto allibito quando ha rimproverato un suo ospite per aver detto di essere a conoscenza di un caso di ictus post vaccino per covid. I casi sono due, o ciò è una implicita conferma che esiste una censura dei media sull’argomento, o peggio, si ritengono gli ascoltatori incapaci di intendere e volere. Ritengo la cosa grave poiché NESSUN motivo può giustificare una censura, visto oltretutto che, se pur percentualmente pochi, gli effetti avversi sono importanti per chi ne è vittima. Non a caso il Sottosegretario ospite non ha risposto sul perché da quattro mesi non vengono resi pubblici.

Commenti Facebook