Messaggi e commenti per Daniela Santanchè

Messaggi presenti: 36

Lascia un messaggio o un commento per Daniela Santanchè utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Daniela Santanchè

Martedì 15 giugno 2021 12:46:13

[Tv]

Mi scusi, ma perché seguita ad accettare di andare nei programmi della la7 se questi seguitano ad interromperla o come oggi alle 12, 43 addirittura a metterle in bocca frasi e parole mai dette?
Grazie

Sabato 12 giugno 2021 19:46:59

Sovranista e il figlio studia a Londra
Islamofoba e razzista e il figlio sta con una ragazza musulmana marocchina...
Fanno i sovranisti con gli altri
Non si privano di nulla di ciò che vorrebbero altri facessero a meno... il sovranismo è un veleno

Giovedì 6 maggio 2021 00:08:53

Vorrei mandarle degli allegati anticovid, di scoperte molto interessanti alla sua attenzione, ma la sua email alla camera dei deputati mi ritorna indietro. puo' inviarmi una sua email personale.
la ringrazio.
cordiali saluti

Venerdì 26 marzo 2021 19:29:09

Un libero pensiero o pensiero libero


Dopo un anno vissuto nella completa follia, in cui si è detto e visto di tutto ed il suo contrario; virologi che parlano di politica, politici che parlano di virus; un anno in cui i mezzi di informazione si sono tutti uniformati ai dictat governativi; un anno in cui abbiamo avuto la dimostrazione palese di una completa incapacità politica ed organizzativa, portata avanti senza alcuna trasparenza, senza alcuna chiarezza su qualsivoglia argomento trattato. I pochi aventi opinioni diverse dal gruppo monocorale, sono stati taciuti od oscurati. Quindi dopo tutti questi fattori avvicendatisi, cosa abbiamo ottenuto? Il nulla di fatto! Solo terrore e disinformazione.
Italiani spaventati e non più capaci di avere un pensiero critico, che per paura di morire hanno rinunciato a vivere; Costituzione calpestata senza che un Presidente della Repubblica, un magistrato o un giudice abbia alzato un dito.
E gli italiani, dove sono? Il virus ha scoperchiato il nostro vaso di pandora, contenente tutti gli errori politici, economici e strategici decisi nel passato e purtroppo perpetrati nel presente. Svendita di grandi imprese italiane, banche, i nostri cervelli in fuga, ma anche manodopera, ed a questa distruzione della nostra Italia, ha partecipato in passato, purtroppo, anche l’attuale Presidente del Consiglio.
Noi segregati in casa, e clandestini che entrano attraverso tutte le falle del Paese.
Noi con il passaporto vaccinale (stiamo rasentando la pazzia; dire che sia anticostituzionale è ben poca cosa) e tutti ad applaudire.
Ma sono tutti impazziti! Ma la democrazia dove si è nascosta? Dimenticavo, siamo dichiaratamente in una dittatura sanitaria.
Questa mia lettera è scaturita dalla lettura di questi articoli i cui titoli sono:
-Draghi e Macron escono allo scoperto: l’Italia si prepara ad essere svenduta alla Francia
-L’inquietante relazione del Copasir: le aziende italiane saranno svendute in massa dopo la pandemia
-Hanno già deciso come distruggeranno le piccole imprese. Chi è in Parlamento dovrebbe saperlo!
-Draghi potrebbe salvarle ma non lo fa: aziende italiane nel mirino di Francia e Cina.
Quindi penso che tutte quelle medie, piccole e micro imprese (spesso a conduzione familiare) che rappresentano quasi un caso unico al mondo, rappresentanti la nostra eccellenza, la nostra ricchezza, le quali, con il loro sudato lavoro, incrementano il P. I. L. italiano, verranno falciate (aziende zombi come affermato dal Sig. Monti ma anche dal Sig. Draghi), rientreranno in quella distruzione creativa tanto amata da questi due personaggi e non solo (il Gruppo dei 30 e di Davos) per portare il nostro paese al baratro. Le nostre città d’arte, piano piano, le stanno acquistando le grandi multinazionali finanziarie, la nostra cultura, le nostre bellezze, i nostri tesori, non saremo più custodi di nulla. Infatti è sorprendente come due nazioni (Grecia ed Italia), culle dell’antichità e del sapere si siano ritrovate a vivere la stessa sorte, lo stesso destino.
Attività chiuse per forza mai risarcite per danni ricevuti e non ristorate come a qualcuno piace definire queste elemosine. Si continua con i bonus, il reddito di cittadinanza: questi governi precedenti e l’attuale ancora non hanno capito o forse fa comodo non capire, che le persone vogliono tornare a lavorare, non vogliono lo Stato assenzialista, poiché solo il lavoro dà la dignità.
Frasi celebri: (Conte) “non lasceremo indietro nessuno”. Dopo un anno: aziende fallite o in fallimento, più disoccupati, più poveri, più ansia, più depressione, più suicidi anche tra i giovani senza scuola, socialità e futuro.
“Dobbiamo accelerare” (Draghi): per che cosa? I vaccini? Abbiamo visto che per meri interessi economici la Germania blocca AstraZeneca e noi senza un minimo di potere decisionale le andiamo dietro ed il Sig. Draghi neanche una parola agli italiani i quali, se in futuro avranno dei dubbi se vaccinarsi o meno, verranno considerati sempre degli stolti ed irresponsabili. Accelerare sui risarcimenti? Non si è visto e non si vede un euro. Forse perché i precedenti denari sono stati spesi malissimo e non è rimasto nulla mentre quelli che dovranno arrivare saranno dati solo a condizioni capestro che incateneranno gli italiani ad un pagamento del debito che generazioni infinite dovranno pagare.
Ed in tutto questo Draghi dov’è?
Ha accontentato tutti i partiti con le relative poltrone, in questo governo di unità nazionale che di unito ha solo le loro terga alle poltrone, mentre lui, con il Sig. Colao o il Sig. Franco e quant’altri, si è assicurato gli argomenti di proprio interesse (green economy, digitalizzazione, economia) tenendo bene in considerazione le decisioni del Gruppo dei 30 o di Davos, oppure notizia di poco fa, facendo accordi con Macron, permettendogli di entrare nelle banche italiane o assumendo come consulente, per gestire il denaro del Recovery Plan, la McKensy la quale entrerà nelle questioni strategiche e sensibili degli affari italiani per portarci via tutto; come se tra i nostri amministratori pubblici non ci fossero stati esperti per questa gestione economica: allora cosa li paghiamo a fare? Il povero popolo italiano, individualista ed egoista ma in fondo buono ed abituato a subire vessazioni da sempre, è diventato un popolo di cavie in tutti i sensi. Libertà è partecipazione cantava Gaber in tempi in cui la battaglia per i diritti occupava un posto di rilievo nella coscienza collettiva. Uno spirito unitario, un moto d’insieme, che oggi sembra essere sprofondato nell’individualismo odierno. Ognuno per sé e nessuno per tutti: così la partecipazione alla vita pubblica sta lasciando il posto al disinteresse generale e la famosa libertà invocata da Gaber è sempre più ristretta al benessere di pochi.
Arrivederci e scusatemi per questa mia manifestazione di pensiero critico.

Gilda Carassale

Domenica 21 febbraio 2021 20:49:20

[Solo covid]

Buona sera, capisco che il covid e’ una brutta faccenda, tuttavia dovrebbero dire sempre, che da dati ISTAT, le persone che decedono in un anno da 450. 000- a 600. 000 anno, vuole dire 1200 a 1600 al giorno, divisi per patologie. Quindi senza il covid per problemi polmonari circa 35. 000 anno! ! Bisogna solo ragionare!!!

Mercoledì 16 settembre 2020 06:53:58

Buongiorno signora Santanchè sono un artigiano di 45 anni padre di famiglia di due bambini di 9 e 18 anni faccio il carrozziere da quando ne ho 15 nella stessa carrozzeria da 3 anni mi sono messo in proprio sperando andasse tutto bene fino al momento del blocco si riusciva a sopravvivere con due mesi di chiusura mi sono trovato per terra adesso mi trovo a settembre a non riuscire a portare lo stipendio a casa e con le tasse da pagare in piu mia moglie cameriera di un albergo della povincia di milano a casa dfa febbraio con una misera cassa integrazione vorrei chiedere a lei un aiuto, come potere andare avanti visto che abbiamo dovuto bloccare il mutuo a causa di questa situazione visto che abbiamo fatto tanti sacrifici per avere un tetto per la nostra famiglia spero che legga questa lettera grazie infinite signora Santanchè

Venerdì 11 settembre 2020 08:33:57

Buongiorno
vorrei sottoporre all'attenzione della Sig. ra Santanche' - che ho conosciuto in una occasione di sfilata Ravizza - un paio di lettere inviate ad alcuni giornalisti ed all'attenzione dei maggiori esponenti politici (Di Maio, Conte, Presidenza repubblica etc) sulla situazione in cui vertono le agenzie di viaggi - non gli Hotels, gli stabilimenti o le compagnie aeree, SOLO le agenzie di viaggio. Il giornalista Nicola Porro ha pubblicato una lettera sul suo sito ma certamente ritengo l'Onorevole Santanche' piu' sensibile e ricettiva a questo discorso ma non so come inviarla non avendo una mail sua o del suo staff. Grazie per l'attenzione, resto in attesa di vostro gentile riscontro Monica Corinti 347-------

Lunedì 7 settembre 2020 17:42:51

Gentile signora, squallido non e' ospitare un contagiato da covid19 (Briatore), ma difendere il comportamento di costui sempre e in ogni luogo, parlando di lui come di un. grande imprenditore a servizio e amato dagli italiani. Questo essere e' solo un cinghialone sguaiato e arrogante, nel verbo e nell'agire, residente a Montecarlo, con domicilio fiscale in Inghilterra e con pretesa di fare quattrini in Italia ignorando regole e speculando. Ho letto che gli si attribuisce la seguente affermazione (uso termini piu' decenti): la vagina e' l'astuccio del pene.. Vergogna. Nino

Martedì 1 settembre 2020 11:22:43

Ill. ma Sen Santanche, abbiamo appreso che il Sig Briatore e fa Lei, prostatite? Conseguenza forse del Suo matrimonio con la Gregoracci, purtroppo naufragato in alto mare, dire che Briatore ha la prostatite e come se Fazio dicesse che Hendel ha le emorroidi, Ma quanto siete ridicoli in tal senso @

Giovedì 23 luglio 2020 18:17:07

Signora Daniela, noi ci conosciamo dai tempi dello Studio in Via Anfossi. Sono il figlio dell'ex direttrice di Vuitton in Via Monte Napoleone. Mi rivolgo a lei perchè lei affronta questo tema, cioè l'accoglienza, sicuramente con un sensibile aumento del ritmo cardiaco. Ebbene, grazie alla pandeminvenzione ho perso tutti i miei risparmi grazie al rinculo di borsa e a furia di tenere chiuso il mio piccolo bar, singola fonte di entrare, non solo non riesco più ad aprire, ma. Il padrone di casa ha risolto unilateralmente il contratto di locazione e quindi sono virtualmente fuori casa, disoccupato a 60 anni. Sono sempre stato rispettoso delle leggi, ho quasi sempre adempiuto al mio dovere civico di votare, ma vedo che non ho nessun diritto, anche se sono una categoria protetta
Vicino alla casa dove abito, in Piazza Bonomelli, ci sono 7-8 ragazzi di colore immigrati clandestini con un tetto sulla testa, con 100 euro al giorno, sempre in nero, per dire "ciao amigo", sigarette e
Telefonini di ultima generazione, acquistati o rubati... il tutto mentre io, cittadino italiano, presto dovrò trovare alloggio nei pressi di una discarica, sempreché non ci sia un pizzo da pagare per l'occupazione del suolo pubblico. Riuscirebbe a darmi una mano? Non ce la faccio proprio più e penso sempre più spesso a come farla finita

Commenti Facebook