Messaggi e commenti per Elsa Fornero

Messaggi presenti: 106

Lascia un messaggio o un commento per Elsa Fornero utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Elsa Fornero

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Elsa Fornero. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Elsa Fornero.

Giovedì 11 novembre 2021 19:26:40

42 anni e 5 mesi di contributi e ora... disoccupato !!!


Gentilissima ELSA FORNERO:
Le scrivo dalla provincia di Sondrio.
Sono nato a marzo del 1960.
Al 31 dicembre 2021, avro' maturato 42 anni e 5 mesi di contributi e dal primo gennaio, saro' DISOCCUPATO in quanto il mio contratto scade e verro' licenziato !!!
Purtroppo non ho diritto, per il 2022 a nessun ammortizzatore sociale e nessun contributo figurativo, essendo un agricolo/forestale a tempo determinato.
Il mio lavoro è usurante e gravoso, ma purtroppo non ho la precocità (12 mesi di contribuzione ante i 19 anni di eta')
Il 21 di marzo (sempre se campo...) compiro' 62 anni.
Le pare giusto e plausibile che, se non riusciro' piu' a trovare un lavoro (data la mia età sarà quasi impossibile trovarlo !!!) dovr0' aspettare i 67 anni di età per la pensione ???
Quota 102 non e' altra che una beffa, in quanto ci vogliono 64 anni di eta' e, in ogni caso, scade a fine 2022.
L' APE SOCIALE richiede 63 anni di età ed anche esso scade a fine 2022.
le ripeto: le pare giusto e plausibile ???
mi risponda per cortesia !!!
provi per un attimo a pensare di essere lei al posto mio !!!
In attesa di un suo cortese riscontro, La ringrazio e Le auguro una buona serata !!!
Tiziano Tedoldi

Sabato 6 novembre 2021 12:59:35

La mia pec è più sicura, la posta normale è hackerata


Abito ad Arezzo in località Indicatore Zona D numero 8, mi comunichi per favore cosa devo fare per contattarla, secondo me la posta cartacea ordinaria resta lo strumento più sicuro.
Grazie dell'attenzione
luca tognaccini

Sabato 6 novembre 2021 08:17:32

Ci siamo sentiti il 12 gennaio


Signora Elsa,
Lei è una donna bellissima, ha il fascino del potere e della cultura insieme,
io vorrei incontrarLa di persona a Torino
perché mi sono innamorato di Lei
(basta che non sia tifosa della Juventus, molto bene se tifa Torino alleato della mia Fiorentina)
io ho 60 anni ma le donne più grandi di me mi piacciono assai perché mi ricordano mia madre.
Il 12 gennaio su Internet chi ci ha messi in contatto non mi ha ricordato i Suoi preziosi consigli
per ottenere la pensione e mi ha resettato la memoria con l'ipnosi
e per invidia del nostro contatto mi ha inguaiato facendomi parlare
sotto sudditanza psicologica essendo un mio parente più grande in età e potente
ma
oggi ricordo e sono qui a scriverLe.
Sei bellissimaaa !!!
Grazie dell'attenzione
luca tognaccini
cellulare: 353-------

Martedì 2 novembre 2021 08:23:49

In un limbo senza pensione da cinque anni


Gentile professoressa Fornero, Le chiedo cortesemente di prendere in considerazione situazioni come la mia, che iniziai a lavorare nel 1980 ed uscii dal gruppo IRI, che fu messo in liquidazione, nel 2001 con la prospettiva di andare in pensione all’età di 58 anni avendo due figli (questo era il patto che avevo con lo Stato). Mi sono occupata del mio secondogenito fiduciosa di poter percepire la mia pensione cinque anni fa... se avessi saputo avrei fatto scelte diverse. Ho una laurea in Giurisprudenza non riscattata, più una specializzazione forense, ma mi sembra di capire che non risolverei nulla. Forse l’Opzione Dini? La ringrazio per l’attenzione e spero in una Sua cortese risposta. Silviana

Lunedì 1 novembre 2021 06:16:44

Cone molti altri, chiedo il perché non basta andare con i contributi... e per molti lavori e donne assicuro che 35 anni sono più che sufficienti!!! Se uno ha scelto di lavorare presto, è stato onesto... e non va penalizzato... o insegnerò a mio figlio di stare sui banchi, prendere il reddito di cittadinanza... e a 40 anni andare a lavorare... con nessuna voglia... perché non l ha mai fatto!!! Premiamo sempre chi non se lo merita!!!

Domenica 31 ottobre 2021 20:24:10

Pensione


Sono un onesto cittadino che ha sempre pagato le tasse e quant'altro. Ho al momento 39 anni di contributi e 61 anni e 1/2 per cui 39+61=100 e già comincio ad incazzarmi perché non rientro nella quota 100 (38+62) che scade tra due mesi, però per il prox anno ci sarà quota 102 (64 ani +38). .. ed io se Dio vuole avrò invece 62 anni +40=102.. e poi per il 2023 si paventa una quota 104(66+38) ed io ne avrò 63+41=104... ma ancora non potrò usufruirne... ma ci voleva tanto a fare una cazzo di legge che contemplasse il raggiungimento della quota indipendentemente dall'età ma semplicemente cumulando anni più contributi? Essendo nato il 1 maggio (festa dei lavoratori) del glorioso anno 1960 va a finire che lo prendo sempre il quel posto là... ma non si preoccupi che non è colpa sua ma della buon'anima di mia mamma che avrebbe dovuto registrami. all'anagrafe il 31/12/1959. così sarei già stato pensionato... andavo a fare compagnia a tutta quella schiera che è andata in pensione dopo 15 anni 6 mesi ed un giorno

Mercoledì 27 ottobre 2021 14:28:49

Quota 100 e benefici


Buongiorno signora Fornero,
Questa mattino l'ho risentita attraverso la radio dire ancora che la fuoriuscita dei lavoratori con quota 100 non ha prodotto nuovi ingressi come ci si auspicava.
Lei omette di dire che la quota 100 è attiva da soli 3 anni e che in questi 2 anni di COVID le aziende non hanno assunto quasi nessuno.
lei sta facendo una statistica falsata dal COVID. Non sarebbe andata cosi senza la pandemia, dunque ci rifletta prima di denigrare tutte le misure di uscita anticipate dal lavoro. Noi Sessantenni facciamo da TAPPO ai giovani e nessuno mi convincerà del contrario, nemmeno le sue dichiarazioni in riferimento ai paesi più virtuosi dove lavorano sia i giovani che gli ultra sessantenni e non c'è disoccupazione. Peccato che noi siamo in ITALIA... e il PIL non è mai stato virtuoso.

Mercoledì 27 ottobre 2021 11:35:15

Mi rivlgo a lei gentilissima (???) professoressa, si rende conto della legge porcata che ha creato?, non pensa a tutte quelle persone che sono entrate tardi nel mondo del lavoro aspettando i comodi dello stato e che non arriveranno mai a produrre i contributi richiesti?
Si rende conto che andando in pensione a 70 anni essi sono ormai prossimi al camposanto e il frutto di tanti sacrifici vanificati a favore di gente come lei che vive negli agi della ricchezza?
Si rende conto che il circolo vizioso continuerà per le persone che entreranno a lavorare a 40 o forse a 50 anni e che oggi vivono di espedienti?.
Se proprio voleva fare un favore agli italiani poteva fare una legge che mandasse in pensione al massimo a 63 anni con contributi minimi di almeno 20 anni, allora si che sarebbe stata una santa.
E i soldi dove si sarebbero presi? semplice non assistendo più gli immigrati, stoppando il reddito di cittadinanza, evitando tante inutili dispersioni di risorse che lo stato spreca tutti i giorni.
Ritengo che ha fatto una legge porcata e che quelli che ci sono adesso non sono da meno e non è neanche per una questione di soldi perchè ci sono, incapaci incalliti chiamati a governare dal popolino che di politica non ne capisce prorio niente...
Alessandro

Mercoledì 27 ottobre 2021 11:19:03

Cara Elsa le rispondo io


Mi presento, sono una persona che lavora da circa 40 anni, timbro il cartellino tutti i giorni, ho piu’ o meno 60 anni…
Lei afferma che la sua legge é fatta per aiutare le generazioni giovani …
Bello e giusto pensare alle generazioni più giovani, concordo con lei.
Ma, visto che ne fa una questione generazionale vado al punto.
E torniamo a me e a tutti quelli della generazione dal 1960 al 1970 etc.. bene, noi andremo ormai col sistema contributivo, prenderemo in base ai versamenti effettuati ed all’aspettativa di vita.
Mi pare giusto, queste persone però devono poter scegliere quando smettere di lavorare poiché riceveranno solo ciò che spetta (in base ai contributi versati ed all’età). 

Ora, quando lei, e chi la sostiene (confindustria, il PD, il Cottarelli etc), afferma di preoccuparsi dei giovani, dovrebbe, a questo punto, dare l’esempio.

La sua generazione é andata in pensione prima ed ha versato molti meno contributi rispetto alla pensione che riceve.
Ha in sintesi condannato tutte le generazioni successive a fare sacrifici per ripagare i vostri, e sottolineo vostri, debiti. (noi non centriamo nulla).

La soluzione é semplice, fate una legge subito abbassando considerevolmente le pensioni alte a cui palesemente i contributi non corrispondono.
Per alte intendo dai 3000 euro in su, visto che per chi va in pensione oggi é una pensione altissima.

Non le piace? facile fare la brava e buona con i sacrifici degli altri, comincino lei e la sua generazione
di scialacquatori a dare l’esempio SUBITO e a risarcire, anche noi saremo poi disponibili.
dimenticavo... e la smetta di piangere...

cordialmente
Zeb (61 anni, sveglia ore 6. 00, timbratura alle ore 7. 00 da 40 anni)

Mercoledì 27 ottobre 2021 08:35:49

Buongiorno Professoressa,
Le racconto brevemente la mia storia lavorativa: sono stata segretaria in vari Istituti scolastici per una ventina d’anni, ahimè mi sono poi licenziata per passare ad amministrare un’azienda di famiglia che, per vari motivi, dopo un anno e mezzo è stata venduta. Questo accadeva nel 1999 e, con la Legge allora in vigore, mi sarebbero mancati pochi anni per ottenere la pensione, ma un anno prima che ciò accadesse la legge fu modificata e la mia pensione allontanata; questo meccanismo si ripetè pochi anni dopo e poi di nuovo con la Sua Legge. Sembrava che ogni volta che stavo per arrivarci, dovesse accadere qualcosa che me lo impedisse. Nel frattempo ho fatto tanto volontariato e ho venduto un appartamento e quindi me la sono cavata, per mia fortuna, tranquillamente. A sessantadue anni però mi sono resa conto che non sarei arrivata ai sessantasette senza problemi, così ho preso la Sua Legge come un’opportunità e… sono tornata a scuola fino allo scorso 31 agosto: è stato bellissimo e ora sessantasettenne sono in pensione!
Quindi, non so quanti lo fanno, ma io posso ringraziarLa perché negli ultimi anni ho imparato a fare il lavoro che conoscevo come le mie tasche in un modo nuovo, col computer, ho incontrato tante persone e sono un po’… ringiovanita!
Cordialissimi saluti e Buon Tutto Professoressa!
Monica De Riù

Commenti Facebook