Messaggi e commenti per Luisella Costamagna

Messaggi presenti: 23

Lascia un messaggio o un commento per Luisella Costamagna utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Luisella Costamagna

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Luisella Costamagna. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Luisella Costamagna.

Giovedì 18 novembre 2021 10:34:17

Bella Ciao


Legga, la prego e se ha qualcosa da dire, o da ridire, o da … ridere,
sa dove trovarmi.
Ernesto Scura
. 
BELLA CIAO di Ernesto Scura

Dice Cesare Bermani, scrittore di sinistra particolarmente attento agli eventi collegati alla guerra di Resistenza: “Fischia il vento, sull'aria di un canto d'amore russo, “Katjuša”, è stata la canzone partigiana più cantata dai partigiani comunisti.

A metà anni sessanta il centrosinistra, al governo, diede forza alla sinistra che ha puntato su “Bella ciao” come simbolo per dare una unità posteriore al movimento partigiano“ con connotazioni più propriamente nazionali, onde fugare quell’ombra di servile sudditanza derivante dall’aver adottato come inno ideologico un inno sovietico. E quì occorre precisare che “Bella Ciao”, non solo non venne mai cantata dai partigiani ma, addirittura, l’odierno testo che noi conosciamo, fu adattato sulle note di una vecchia canzone che descriveva il duro lavoro delle mondine curve nelle risaie del vercellese. E non solo le note, ma anche l’iterativo ritornello “o bella ciao” fu adottato pari pari, tanto per completare il plagio, dando così, almeno, un tocco di orecchiabilità, alla porzione innovativa di quel testo colmo di strafalcioni e sgrammaticature. Dunque, il “Bella Ciao” partigiano fu un maldestro arrangiamento di un canto di sofferenza per farne un inno di “Guerra”, anche se quelli che oggi l’intonano, vogliono spacciarlo per un inno …”pacifista”. Cioè, per conquistare la “libertà, che si fa ? si combatte e, forse, persino, si muore. Ecco, “Bella Ciao” è l’inno postumo all’eroismo e alla lotta non combattuta per la libertà ma per il trionfo del comunismo. E, a ben vedere, tutt’oggi noi non godremmo di quella libertà, senza il sacrificio di morti e di sangue pagato da quei soldati Yankees. Non vi basta ? E allora sentiamo la dichiarazione di un campione della sinistra, il comunista Giorgio Bocca, di cui nessuno può negare la correttezza morale e la sua partecipazione attiva alle fasi più pericolose di quella guerra partigiana: “L’unica cosa certa, é che in venti mesi della guerra partigiana non l’ho «mai sentita cantare» (e pure gliela suonarono al suo funerale). Della prima volta che fu cantata abbiamo un dato certo: fu ad un congresso della Gioventù Comunista Mondiale, tenutosi a Praga, nel 1947, quindi a guerra ormai finita da due anni, intonata, a squarciagola, dalla delegazione italiana, con l’attuale testo banale e sgrammaticato di cui vi offriamo in’impietosa dissezione ”anatomica”. “Una mattina mi son svegliato, oh bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao, una mattina mi son svegliato, ed ho trovato l’invasor. ” E CHI PARLA SEMBREREBBE UN UOMO. “O partigiano portami via, o bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao, o partigiano portami via che mi sento di morir. PORTAMI VIA. ALLORA È UNA DONNA? MAH ! “MI SENTO DI MORIRE”. NELLA CORRETTA LINGUA ITALIANA, “SENTIRSI DI…” STA A SIGNIFICARE LA VOLONTA DI FARE QUALCOSA, QUINDI, NEL CASO IN ESAME “VOGLIO MORIRE” (ma si può essere più fessi di così ?) SAREBBE CORRETTO DIRE “MI SENTO MORIRE”. “E se io muoio da partigiano o bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao, e se io muoio da partigiano tu mi devi seppellir”. È UN UOMO CHE DÁ DISPOSIZIONI DI SEPOLTURA. “E seppellire, lassù in montagna, o bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao e seppellire lassù in montagna, sotto l’ombra di un bel fior”. MA CHE OMBRA PUÒ FARE UN FIORE ? “Tutte le genti che passeranno o bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao, tutte le genti che passeranno diranno che bel fior”. DOPO UNA RICERCA IN INTERNET EMERGE: ‘Le "genti" è una parola che non si trova più nei testi moderni. "forse si trova in qualche poesia un po' antiquata, ad esempio " le straniere genti" (foreigner populations) ”. “E questo è il fiore del partigiano, oh bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao, e questo è il fiore del partigiano morto per la libertà”. paparazumpa, paparazumpa, parapazumpapapà. provate a cantarla con questa filastrocca accommpagnata dal ritmo dei battimani, è garantito l’effetto da congresso del presidium del soviet supremo dell’unione sovietica.

Ernesto SCURA

Venerdì 5 novembre 2021 20:41:32

Sono 8 anni che con l' avvocato carlo taormina tentiamo di far emergere le nefandezze fatte da renzi carrai e il resto del giglio magico. Al sottoscritto alessandro maiorano, ne hanno fatte di tutti i colori, pur di tapparmi la bocca. Ma piu cazzotti pigliavo e andavo al tappeto, e piu mi rialzavo piu incarognito e determinato a rendere quei cazzotti, che renzi e i suoi amici pm mi tiravano da ogni lato. Avrei potuto fare il reato della vita per vendicarmi di tutto il male che mi hanno fatto. Non si sarebbero neppure accorti da quale parte sarebbe arrivata la mia furia. Ma poi? Mi sarei messo nei guai, ma soprattutto avrei messo in difficolta' mio figlio di 15 anno, ed era ed e' quello che vogliono. Ho pensato di agire diversamente. Ho scritto un libro che non e' un libro comune. E' talmente una bomba che nessun editore lo ha voluto pubblicare e nessuna libreria ha voluto metterlo in vendita. E' un volume dove si raccontano tante cosine che sputtanano in maniera pesante il senatore di firenze e il suo gruppetto di compagni di merende. Voi italiani pero' dovreste leggerlo e divulgarlo perche' qui leggerete quello che vi hanno nascosto da sempre i signori giornalai servi delle penne renziane... il libro? Si chiama il bandito da firenze. lo potete avere su carta a casa vostra e in forma ebook sul vostro pc. Ecco il link che vi permettera' di comprarlo...

LIBRO SU CARTA: ht t / w. -------. co m/e n/en/-------

LIBRO DIGITALE: ht t / w. -------. c om/e n/en/-------

Lunedì 25 ottobre 2021 09:31:04

Italiano


Il congiuntivo piange. 😭
Lm

Giovedì 7 ottobre 2021 09:51:30

Descrizione di un discorso tipo della Costamagna: "Insomma, insomma, insomma, insomma, io sbaglio sempre, insomma, insomma, insomma... ma alle (e ai suoi) fan piace sentire argomentazioni del genere, buon pro faccia loro, a me, che collaboro al pagamento del suo cash, mi fadare leggermente di stomaco...

Mercoledì 6 ottobre 2021 17:52:28

Consiglio interessato


Leggendo le frasi di Luisella Costamagna, ho letto che il padre le aveva consigliasto di fare la segretaria; domanda: "Perchè non ha dato retta a suo padre dato che tra la conduzione di un Talk e lei (Luisella) c'é un abisso?

Lunedì 4 ottobre 2021 12:03:44

Le mance!


Le mance non sono solo i camerieri che
Le ricevono, dovreste proporre di tassare
Anche le mance che ricevono i volontari,
In special modo quelli che si occupano
Del trasporto di persone malate a visite
O a fare terapie. Potrei approfondire! Gz.

Martedì 7 settembre 2021 19:00:58

Gentile Dr. ssa Costamagna, seguo con viva partecipazione sia la sua trasmissione Agorà delle ore 8 sia Agorà extra delle 9,45 che trovo molto interessanti nei contenuti e nella conduzione, però poichè esse vengono trasmesse di mattina in orari in cui la gente deve svolgere tante attività... le chiedo se è possibile spostarle o nel pomeriggio oppure in prima serata per dar modo a tutti di poterle seguire.
La ringrazio e porgo cordiali saluti
Maria Giuseppa Guarracino

Lunedì 14 giugno 2021 08:58:01

Test sierologici


Sono due anni che si parla di Covid-19... Ma nella sua piatta trasmissione non l'ho mai sentita parlare di test sierologici che le Regioni o il Governo hanno attribuito solo ai privati... E si che 40 euro ad esame non farebbero schifo alla sanità pubblica...

Venerdì 16 aprile 2021 08:11:56

Sarei curioso di sapere dove è scappata Luisella a quattro anni e mezzo ?
Anch’io a quella età mentre ero in vacanza con i miei genitori sono scappato dall’albergo per portare una amichetta a vedere un negozio di giocattoli in centro città.

Giovedì 15 aprile 2021 18:09:28

Le sarei grato se prendesse qualche lezioncina di conduzione talk, che non parlasse con una evidente cadenza piemontese, che non dicesse ogni 5 parole "insomma", che, mentre gli invitati parlano, non continuasse con "si", "già", "certo", ed altri interventi vari e scoccianti, ed infine: mi sono stufato di vedere una frazione del mio canone usato per pagare chi non merita. Dimenticavo: che Lei dica: "facciamo l'amore", "andiamo al cinema", "andiamo a pranzo", "andiamo a teatro" il tono è sempre uguale... Le riesce, almeno una volta, a cambiare il tono della voce?

Commenti Facebook