Biografie

Carlo Calenda

Carlo Calenda
Carlo Calenda nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia

Carlo Calenda nasce il 9 aprile del 1973 a Roma, figlio di Cristina Comencini (a sua volta figlia del regista Luigi Comencini e della principessa Giulia Grifeo di Partanna) e di Fabio Calenda. All'età di dieci anni, nel 1983, recita nello sceneggiato televisivo "Cuore", co-sceneggiato dalla madre e diretto dal nonno, in cui veste i panni di Enrico Bottini, uno degli alunni protagonisti.

Successivamente conclude la scuola dell'obbligo e si iscrive all'università, laureandosi alla Sapienza di Roma in Giurisprudenza, per poi iniziare a lavorare per alcune società finanziarie.

Nel 1998, ad appena venticinque anni, Carlo Calenda approda alla Ferrari, diventando il responsabile della gestione delle relazioni con le istituzioni finanziarie e con i clienti. Successivamente passa a Sky, dove - invece - assume il ruolo di responsabile marketing.

Carlo Calenda negli anni 2000

Tra il 2004 e il 2008 è assistente del presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo e direttore dell'area strategica e affari internazionali. Con tale mansione conduce diverse delegazioni di imprenditori all'estero e promuove azioni di penetrazione economica in Israele, in Serbia, in Russia, in Brasile, in Algeria, negli Emirati Arabi Uniti, in Romania e in Cina.

Dopo essere stato nominato direttore generale di Interporto Campano, Carlo Calenda assume la presidenza di Interporto Servizi Cargo. Nel frattempo si avvicina alla politica, divenendo il coordinatore di Italia Futura, associazione con a capo Montezemolo.

L'impegno politico

Nel 2013 si candida nella lista di Scelta Civica alle elezioni politiche nella circoscrizione Lazio 1 della Camera, fallendo l'elezione. Tuttavia poco dopo viene scelto come vice ministro dello Sviluppo Economico nel governo guidato da Enrico Letta. Con il cambio del Presidente del Consiglio (Renzi prende il posto di Letta), Calenda mantiene tale incarico, assumendo la delega al commercio estero.

Matteo Renzi, in particolare, gli affida la regia delle attività dell'Ice - Italtrade, l'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane - oltre alla responsabilità per l'attrazione degli investimenti esteri. Carlo Calenda ha, tra l'altro, le deleghe per i rapporti multilaterali, le relazioni commerciali bilaterali, il supporto per i progetti di investimento all'estero, la politica commerciale europea, il credito e la finanza per l'esportazione, le attività relative al G20, la promozione del commercio estero, le attività relative all'OCSE e l'attrazione degli investimenti.

Membro del Consiglio dei Ministri del Commercio estero, nel secondo semestre del 2014 è presidente in carica in occasione del semestre italiano di presidenza del Consiglio UE.

La seconda metà degli anni 2010

Il 5 febbraio del 2015 decide di lasciare Scelta Civica e annuncia di essere intenzionato a iscriversi al Partito Democratico, anche se in realtà questa intenzione non si concretizza realmente.

Nel dicembre del 2015 è vicepresidente della decima conferenza ministeriale del WTO, l'Organizzazione Mondiale del Commercio, organizzata a Nairobi. Il 20 gennaio dell'anno successivo viene nominato rappresentante permanente dell'Italia presso l'Unione Europea, assumendo ufficialmente l'incarico due mesi più tardi: tale scelta, tuttavia, viene contestata dai membri del corpo diplomatico italiano, dal momento che un ruolo del genere di norma deve essere affidato a un diplomatico di carriera e non a un politico.

Come vice ministro Calenda prende parte alle delegazioni del Presidente del Consiglio per le sue visite ufficiali in Mozambico, in Congo, in Turchia, in Angola, in Colombia, in Cile, in Perù e a Cuba. In tutto svolge trentadue missioni all'estero, diciotto delle quali alla guida di delegazioni commerciali con rappresentanti del sistema bancario, delle associazioni imprenditoriali, delle aziende e degli organismi per l'internazionalizzazione, e quattordici relative a incontri governativi.

L'autorevolezza e il rispetto si conquistano facendo rispettare le regole, non reagendo in modo scomposto.

Calenda ministro

A maggio del 2016 viene scelto come ministro dello Sviluppo Economico, prendendo il posto di Renzi (che aveva assunto tale incarico dopo le dimissioni di Federica Guidi). Dopo la sconfitta di Renzi nel referendum del dicembre 2016 e le sue dimissioni da premier, con la nascita del governo Gentiloni, Calenda viene confermato al ministero.

Frasi di Carlo Calenda

7 fotografie

Foto e immagini di Carlo Calenda

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Carlo Calenda ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Carlo Calenda nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

14 biografie

Nati lo stesso giorno di Carlo Calenda

Caparezza

Caparezza

Cantautore e rapper italiano
α 9 ottobre 1973
Adriana Volpe

Adriana Volpe

Conduttrice tv italiana
α 31 maggio 1973
Alessandra Moretti

Alessandra Moretti

Politica italiana
α 24 giugno 1973
Alessandro Preziosi

Alessandro Preziosi

Attore italiano
α 19 aprile 1973
Carla Ruocco

Carla Ruocco

Politica italiana
α 28 luglio 1973
Christian Vieri

Christian Vieri

Calciatore italiano
α 12 luglio 1973
Cristina Zavalloni

Cristina Zavalloni

Cantante italiana
α 21 novembre 1973
Eva Herzigova

Eva Herzigova

Modella ceca
α 10 marzo 1973
Fabio Cannavaro

Fabio Cannavaro

Calciatore italiano
α 13 settembre 1973
Federica Mogherini

Federica Mogherini

Politica italiana
α 16 giugno 1973
Federico Pizzarotti

Federico Pizzarotti

Politico italiano
α 7 ottobre 1973
Filippa Lagerback

Filippa Lagerback

Showgirl e conduttrice tv svedese
α 21 settembre 1973
Filippo Inzaghi

Filippo Inzaghi

Calciatore italiano
α 9 agosto 1973
Geppi Cucciari

Geppi Cucciari

Attrice e conduttrice tv italiana
α 18 agosto 1973
Giancarlo Fisichella

Giancarlo Fisichella

Pilota F1 italiano
α 14 gennaio 1973
Giò Di Tonno

Giò Di Tonno

Cantante italiano
α 5 agosto 1973
Giorgio Pasotti

Giorgio Pasotti

Attore italiano ed ex campione di arti marziali
α 22 giugno 1973
Giovanni Vernia

Giovanni Vernia

Comico italiano
α 23 agosto 1973
Heidi Klum

Heidi Klum

Top model tedesca
α 1 giugno 1973
Ilaria D'Amico

Ilaria D'Amico

Giornalista e conduttrice tv italiana
α 30 agosto 1973
Ines Sastre

Ines Sastre

Attrice e modella spagnola
α 21 novembre 1973
Javier Zanetti

Javier Zanetti

Calciatore argentino
α 10 agosto 1973
Jerzy Dudek

Jerzy Dudek

Calciatore polacco, portiere
α 23 marzo 1973
Loris Capirossi

Loris Capirossi

Campione di motociclismo italiano
α 4 aprile 1973
Marco Materazzi

Marco Materazzi

Calciatore italiano
α 19 agosto 1973
Mariastella Gelmini

Mariastella Gelmini

Politica italiano
α 1 luglio 1973
Matteo Salvini

Matteo Salvini

Politico italiano
α 9 marzo 1973
Monica Lewinsky

Monica Lewinsky

Psicologa statunitense
α 23 luglio 1973
Paola Cortellesi

Paola Cortellesi

Attrice e conduttrice tv italiana
α 24 novembre 1973
Roberta Lombardi

Roberta Lombardi

Politica italiana, M5S
α 15 agosto 1973
Salvo Sottile

Salvo Sottile

Giornalista e scrittore italiano
α 31 gennaio 1973
Simona Bonafé

Simona Bonafé

Politica italiana
α 12 luglio 1973
Vincent Candela

Vincent Candela

Calciatore francese
α 24 ottobre 1973