Messaggi e commenti per Elsa Fornero

Messaggi presenti: 49

Lascia un messaggio o un commento per Elsa Fornero utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Giovedì 26 marzo 2020 07:49:16

Al signor rebaudengo, le rispondo, bravo continua ad elogiare, la falsa della fornero, perche' io pensionato non devo essere trattato come lei, visto che la elsa e andata prima in pensione, poi con le lacrime da coccodrillo in televisione, coccolata dal vampiro monti, io dalla riforma fornero ho perso piu' di 400 euro, e lei difende ancora questa inutile donna, continua a votare pd e 5 stalle.

Mercoledì 25 marzo 2020 22:15:32

Buonasera Prof. ssa: mi rivolgo a Lei in quanto sono assolutamente convinto di riferirmi a una figura dotata di grande professionalità e competenza in materia previdenziale, tra l’altro artefice - nell’ ambito del Dicastero da Lei diretto e di quel Governo di cui fece parte - di quella che ancora oggi risulta essere la più imponente manovra economica di questo paese negli anni Duemila (e forse anche prima) atta a “salvare” già una volta questo Pese dal sicuro default. Non nascondo - oggi pensionato - che all’ epoca mi procuro’ non poco nocumento, con effetti negativi anche per qualche anno, imbarazzo che compresi comunque, occupandomi a titolo professionale di economia e finanza privata e pubblica per ben 40 anni. Ebbene mi rivolgo a Lei stasera per incitarla - ancora una volta - a candidarsi per una nuova, futura, “salita” in campo, in quanto ritengo che a breve - giusti i tempi che viviamo e l’accidente che ci e’ capitato, con le imprevedibili conseguenze che dovremo patire in ambito assistenziale e previdenziale - il Paese abbia bisogno di figure esperte e dotate appunto di professionalità, competenza (e - inoltre - “presentabili”) atte a risolvere i futuri grandi problemi. Io sono assolutamente certo che - durante il Suo Dicastero - Lei fu costretta ad assumere determinati provvedimenti d’urgenza in parte ancora suscettibili di ulteriori modifiche (purtroppo ancora di segno negativo, ma tant’è’) che non attuo’ completamente onde evitare un ancor più aspro conflitto sociale. Mi riferisco alla separazione dell’ attività’ previdenziale dell’ INPS da quella assistenziale, all’ introduzione di meccanismi - anche retroattivi, con buona pace della Corte dei Conti - che, attraverso l’ introduzione di graduali penalizzazioni equiparate tra importi/tempi di fruizione pregressa ponessero parziale conforto alle ingiustizie provocate dall’ adozione pluriennale del sistema retributivo rispetto al contributivo. So bene che il Suo primo compito fu quello di incorporare nell’ INPS Enti previdenziali pubblici privi di copertura/montanti per i loro assistiti, con gli evidenti aggravi che ancora oggi paghiamo. Ebbene, io sono assolutamente convinto che - a breve - ci troveremo costretti a venire diretti ancora da un nuovo Governo di emergenza (peccato, quest’ultimo Governo si e’ ben distinto, ma ritengo che le emergenze future richiedano leadership e competenze più tecniche). La incito pertanto a riconsiderare tale eventualità’. Io da cittadino/pensionato mi sentirei più tranquillo, e sono sicuro che con Lei in posizioni apicali nel settore del welfare, non mi troverei - come oggi - nella condizione di dover nutrire dubbi circa la corresponsione della mia pensione per il prossimo mese di maggio, come e’ stato dichiarato in queste ore. Aggiungo - tra l’altro - che pur fruendo di montante in parte retributivo, il mio montante contributivo e’ notevolmente superiore, per cui sarebbero tutti soldi miei. Cordialità. M. Rebaudengo

Giovedì 12 marzo 2020 19:19:00

Mi chiedo se una persona della sua età porti così tanto rancore, anche in un momento come questo, pensiamo tutti a salvare quest'Italia mal ridotta, e le chiedo, invece di accusare, pensi se nel momento che i presidenti di alcune regioni ora molto colpite da questa ondata di corona virus fossero stati ascoltati, e si prendevano precauzioni, SUBITO forse non saremmo così conciati, non difenda l'indifendibile!
Giovanna

Martedì 3 marzo 2020 08:15:30

Gentile Professoressa,

la bioetica considera l'aspetto della cybernetica
Ci sono delle fasi quali la biornetica che prevede una enorme fioritura della bellezza e del benessere della donna
Grazie

Sabato 29 febbraio 2020 16:49:31

Parlare di questa donna, e fiato sprecato, falsa come giuda, nel 2011 piangeva adesso difende la sua maledetta legge, tanto lei non solo in pensione, ma lavora ancora alla faccia degli italiani, non aggiungo altro per non cadere nel penale, quota 100 per me e una delle leggi piu' belle della repubblica, grazie Salvini,

Sabato 29 febbraio 2020 13:06:57

Professoressa Fornero
Lei è una brava Economista insegna questa materia all'università!
Ma, di Ginecologia
non capisce nulla!
Come può decretare che una donna vada in pensione a 67 anni?
A questa età tutte le Donne sono in Climaterio
Fase della vita femminile che comporta
gravissime perdite di energie Psico Fisiche
Non posso dilungarmi oltre per spiegarle il perché
La invito a farselo spiegare dai suoi collaboratori che sappiano
un po' di Ginecologia.
O forse segue il criterio della Bioetica Utilitaristica?
Anche questo se lo faccia Spiegare
DR CYNTHIA FILIPPINI
GINECOLOGO PSICOTERAPEUTA BIOETICISTA PERSONALISTA
Via ------- 19
00151 Roma
Tel 329 -------

Mercoledì 12 febbraio 2020 17:16:32

Professoressa non credo di esprimere il mio messaggio in questo piccolo spazio ma vi accennerò sperando almeno in un "ricevuto". Sono una madre separata da un uomo ludopatico e mi sono da sempre fatta carico di mio figlio da sola. Per fortuna sono una dipendente dell'agenzia delle entrate (motivo però di troppe indignazioni) e in qualche modo tiravo avanti. Poi ho fatto da badante a mia madre TOTALMENTE invalida fino alla sua morte nel 2014, io sono nata il 22 novembre 1954 e sono affetta da depressione maggiore sindrome bipolare. Mi reco al centro Salute mentale ma sto sempre peggio perché nonostante un part time (che mi ha portata alla povertà) le mi condizioni peggiorano. Purtroppo dopo tanti lavori anche umili ho contributi solo dal 1988. Ho fatto la visita per avere il giorno di riposo mensile ma mi è stato (ingiustamente) dato un punteggio di soli 51 punti dopo visita sommaria, direi grottesca. Fra i colleghi stanno MORENDO in servizio troppe persone per una percentuale normale... siamo preoccupati e stanno morendo anche 60enni fuoriusciti da poco. Io sono disperata perché sono sola e povera e infinitamente stanca. La prego di una cosa almeno: mi risponda
Cordiali saluti
G.

Lunedì 10 febbraio 2020 22:43:31

Nasce un'Europa unita apparentemente con finalità etico-sociali ma sostanzialmente economiche.
I suoi dogmi ispiratori sono il risparmio nel nome del massimo profitto, risparmio che si realizza attraverso la riduzione del numero dei dipendenti, sia nel settore pubblico che privato, la riduzione delle spese di manutenzione e della creazione di nuove opere.
Nel nome di una sana e rigorosa, demagogica, riduzione degli sprechi l'uomo è trasformato in uno schiavo del profitto. Questa è la scala valoriale del sistema economico dell'attuale unità Europea.
In questo terreno di coltura, nascono storie di dolore e disperazione.
Io anziano dipendente, cardiopatico, con pregressa miocardite reumatica, aritmia ad elevatissima incidenza, pregresso infarto inferiore, diabete ed ipertensione arteriosa, vedendo crescere il mio carico di lavoro, causato dal blocco delle assunzioni del personale collocato a riposo, sentendomi stressato e nel contempo lamentando dolore epigastrico ad irradiazione retrosternale e sottomandibolare, mi rivolgo alla Sorveglianza Sanitaria della mia Azienda che, disposti gli accertamenti del caso, mi giudica idoneo con limitazioni, quali l'esclusione dell'esposizione ad elevato carico psico-fisico, che segnala ai responsabili.
Il mio carico di lavoro sostanzialmente non si riduce per cui esprimo ai responsabili la paura che, continuando così, possa rischiare un secondo infarto.
A Gennaio 2019 torno dal medico competente chiedendo se possa fare qualcosa di più per aiutarmi ed egli mi risponde di avere già fatto tutto il possibile.
Avendo il timore di esagerare e di essere considerato un lavativo, continuo a lavorare strenuamente, anche se, a volte esprimo con rabbia le mie paure e perplessità relative al fatto che a mio parere il servizio andrebbe rafforzato con un incremento di personale.
Il 10 Agosto 2019 vengo colpito da un secondo infarto miocardico seguito da relativa angioplastica con applicazione di sei stents.
Sono tante, troppe le storie come questa e riconducibili, a mio avviso ed anche nel mio caso, non alle responsabilità del singolo, ma alle stesse premesse su cui si basa questa unità Europea.
La storia del mondo è ricca di errori e ripensamenti che hanno determinano il progresso: il dogma può bloccarlo. L'attuale Unione Europea sta affondando nei dogmi. E' necessario rivedere una costruzione pensata per il secolo scorso: per questo i moderni europeisti non devono solo difendere l'Unione: devono cambiarla drasticamente.
Concludo con un dato economico tratto dal principale quotidiano della mia città: 861 Ditte hanno cessato l'attività, a Livorno, nel 2019 (articolo pubblicato su " Il Tirreno " di Domenica 9 Febbraio 2020).

Livorno, 10/02/2020 Roberto Angeli

Martedì 28 gennaio 2020 13:26:39

Io quando la vedo in televisione prendo subito il telecomando per evitare di vomitare.

Mercoledì 8 gennaio 2020 16:39:20

Allora.. Hai rotto fatti gli affari tuoi x la quota 100.. Vai a lavorare e con tt la tua famiglia ma in fabbrica.. Lavanderia industriale.. Nn ti va di lasciare la poltrona.. Ti piace vincere facile tt parassiti politici quanto vitalizio prendi... Ti vorrei fare stare con 500 euro al mese di mio padre ex muratore.. Vergognatevi... Sei pure una donna... Certo nn hai mai fatto un c*** nella tua vita... Noi donne.. Mamme e nonne vogliami. Stare come me a panza all aria.. Vado in piazza contro di te e tt quelli parassiti della politica... Vergognatevi... W la quota 100.. Salvini Dio. Ti benedica...

Commenti Facebook