Messaggi e commenti per Ferruccio De Bortoli

Messaggi presenti: 53

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Ferruccio De Bortoli.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Ferruccio De Bortoli

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Ferruccio De Bortoli. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Ferruccio De Bortoli.

Martedì 8 marzo 2022 00:50:02

Intervento alla trasmissione di Nicola Porro quarta repubblica di lunedì 7 marzo


Intervento alla trasmissione di Nicola Porro quarta repubblica di lunedì 7 marzo

Egregio direttore ho seguito il suo intervento alla trasmissione quarta repubblica in presenza del ministro Cingolani.
Nessuno ha fatto riferimento alle tariffe di energia elettrica e gas applicate nel mercato tutelato dell'energia elettrica e del gas in Italia ai circa 16 milioni di clienti che sono molto più alte da quelle praticate dalle grandi Società come Enel, Eni, Edison, Sorgenia, Iren, A2A, Acea ect.. nel mercato libero dell'energia con prezzi bloccati per uno, due anni etc.
Per farle un esempio dette Società hanno prezzi della materia prima mediamente di 22 cent. /€ kWh per l'energia elettrica e 65 cent. /€ per il gas. Mentre il mercato tutelato gestito da ARERA dal 1 gennaio 2022 ha circa 35 cent. /€ a kWh per l'energia elettrica e 1 €. circa a mc, per il gas,
Il nostro governo è intervenuto azzerando sulle bollette elettriche gli oneri di sistema (circa 12 €. a bolletta) e abbassando l'IVA al 5% sulle bollette del gas impiegando decine di miliardi di €, in parte compensati dal maggior aggravio sulle bollette elettriche dal maggior introito dell'IVA determinato dal maggior aumento dei prezzi.
Immagini quanto avrebbero risparmiato, decine e decine di miliardi €., i circa 16 milioni di clienti ancora presenti sul mercato tutelato se avessero fatto il passaggio al mercato libero dell'energia.
Il governo avrebbe potuto destinare altrove i miliardi di €. impegnati in questo intervento o evitare di aggravare ancora di più il nostro mostruoso debito pubblico.
Le chiedo scusa se l'ho disturbata ma credo che qualche riflessione vada fatta.
Cordiali saluti.
domenico arena

Lunedì 14 febbraio 2022 17:52:14

Gentile Direttore, il mio nome non Le dirà nulla. Con mia moglie, Katharina Benckert, abbiamo seguito la trasmissione di "Che tempo che fa", di ieri 13 febbraio e molto apprezzato i Suoi interventi. Da tempo sento di avere un debito di riconoscenza con lei, per avere così nobilmente scritto (e operato) in memorie dell'Ing. Franco Morganti, mio fraterno amico (dall'ottobre 1950). Mi creda, con viva cordialità Suo Ettore Brissa (Heidelberg)

Martedì 25 gennaio 2022 10:46:04

Come posso inviarle un mio libro?


Buongiorno Direttore,
ci siamo conosciuti un paio d’anni fa in occasione di un party nella villa di Simonelli in Sardegna, mio vicino di casa.
Come già le dissi in quell’occasione la ammiro molto per i suoi editoriali sul Corriere della Sera che seguo da anni.
Vorrei inviarle un libro che ho pubblicato lo scorso anno e che riguarda i 60 anni di Lu Impostu, il comprensorio dove è avvenuto il nostro breve incontro.
Sarei onorato se potesse accettare questo piccolo dono.
Potrebbe indicarmi l’indirizzo a cui spedirlo? Al Corriere della Sera?
Grazie e cordiali saluti.
Franco Ferraro

Venerdì 29 ottobre 2021 11:47:14

Gentile Dott. De Bortoli Ferruccio
Mi chiamo Cristina e le scrivo a nome del team di volontari che partecipa attivamente al Progetto Internazionale “Società Creativa”: progetto sociale aperto a tutti con l’obiettivo di creare le condizioni per costruire su tutto il pianeta, con mezzi pacifici, una Società ove la partecipazione attiva di ogni persona consenta alla nostra civiltà di progredire verso un nuovo stadio di sviluppo evolutivo.

Nel link https: //-------. com/it può trovare tutte le informazioni che riguardano il progetto, sostenuto unicamente dall’entusiasmo di volontari che mettono le proprie qualità al servizio dell’Umanità: il progetto è ispirato da 8 Principi Fondamentali (riportati nella Home Page) che considerano il valore della Vita Umana al primissimo posto.
Le fasi di costruzione della Società Creativa - fase informativa, fase dell’azione politica e fase del referendum globale - sono sviluppate nell’articolo di cui si riporta qui il link: https: //-------. com/it/ne ws/i-prin cipi-e-le-tappe- della-co struzio ne-di-una -socie ta-cr eativa

La diffusione a livello globale del progetto è resa possibile grazie ad un progetto televisivo globale unico: riunisce persone volontarie provenienti da più di 180 paesi con l’impegno di creare programmi educativi e scientifici, diffondere notizie e analisi, indagini sociali, promuovere conferenze pubbliche internazionali. L’obiettivo perseguito attraverso la piattaforma di informazione è proprio quello di favorire lo sviluppo della società in una direzione evolutiva e creativa.

Canali online nazionali e regionali di Società Creativa esistono già in molti paesi tra cui
USA, Regno Unito, Svizzera, Germania, Canada, Belgio, Ucraina, Francia, Emirati Arabi, Spagna, Israele, Cina, Giappone, Italia, India, Russia, Norvegia, Repubblica Ceca, Australia e molti altri.
Saremmo onorati di poterci presentare direttamente attraverso un contatto telefonico, proporle un’intervista o essere suoi ospiti in uno dei vostri programmi per parlare del progetto Società Creativa e delle conferenze internazionali on-line già realizzate e disponibili sulla piattaforma https: //-------. com/it nonché della prossima conferenza che stiamo preparando, in programma il 04 Dicembre prossimo.
La nostra conferenza più recente "Crisi globale. Questo riguarda già tutti" ha riunito scienziati, politici, opinionisti e ha dimostrato che è di vitale importanza informare e unire il mondo intero per riuscire a superare la crisi globale che ci affligge.
Può trovare qui ht t / w. ----- -- = pWSkuR TbHY8 un breve estratto della conferenza andata in onda lo scorso 24 Luglio con l’intervento effettuato in quell'occasione dall’Ambasciatore dell’ONU Sir Patrick Bijou.

Sottolineiamo ancora una volta che tutte le persone che lavorano al progetto e gestiscono la piattaforma dedicano il loro tempo ed energie a titolo volontario senza interessi finanziari, politici o istituzionali, ma con l’unico scopo di informare tutti e coinvolgere.
Nel ringraziarla per l’attenzione, rimaniamo in attesa di una sua cortese risposta. Nel caso Lei fosse interessato/a ci può anche comunicare data e ora in cui sarebbe disponibile ad organizzare una breve call conoscitiva.

Colgo l’occasione per inviarle i miei più cordiali saluti.

Nome Cognome Hibraj Cristina
partecipante attivo/a del progetto Società Creativa in Italia
www. -------. com/it

Venerdì 20 agosto 2021 15:49:42

Caro Ferruccio, ho letto il tuo libro Le cose che non ti diciamo.
Bene. Tu ti sfoghi dicendo una verità, ma non cambi il mondo.
Noi di Asgi, Associazione SAN GIUSEPPE IMPRENDITORE, INVECE LAVORIAMO PER MIGLIORARE IL MONDO
ABBIAMO UNA RICETTA: fare squadra, non essere solo.
Ci fai gratuitamente un articolo ?
Lorenzo Orsenigo
📞 342------- Cantù

Venerdì 13 agosto 2021 13:46:53

Povero e indecente occidente


Dott. De Bortoli, l'oggetto sopra riportato dice già tutto; i Romani non cedevano neanche un metro ai Barbari, all'interno dell'Impero c'era la civiltà, fuori solo miseria e ignoranza (ovviamente tutto relativo ai tempi). L'Italietta del 1915, povera e unita da poco, iniziò una guerra inviando al fronte milioni di uomini.
Ora l'Occidente, ricco, colto, armatissimo, ha mandato in un paese come l'Afghanistan cento mila soldati (1000 noi italiani), pensando di difendere quel paese e le sue fragilissime strutture sociali da un'orda di fanatici, ignoranti religiosi e pronti a tutto.
E' andata a finire come in Vietnam, tutti a casa e alla svelta.
Con quale immagine del nostro mondo su paesi come Cina, Russia, Medio ed Estremo Oriente?
Si dovevano inviare milioni di persone, non solo militari, gente di tutti i ceti sociali ed economici che introducessero abitudini di vita profondamente diverse; certo che costava, ma quanto costerà ora questa fuga in massa?
E' un altro sintomo della fine di una civiltà durata quasi 3000 anni?
Grazie e cordiali saluti

Lunedì 9 agosto 2021 12:00:26

Una assurda congiura del silenzio


Il giornalismo, come penso sia ben noto, ha un problema con la scienza, in primis perché come fa il giornalista a non cadere nelle tante fake news in circolazione? In realtá, il modo ci sarebbe, basta vedere quale rivista ha pubblicato la notizia. Avendo lavorato per piú di trent’anni nella ricerca (psichiatria clinica), conosco bene le consuetudini editoriali delle grandi riviste americane, tedesche, britanniche, francesi e scandinave. Le assicuro che non ho mai letto un articolo truccato, su una di queste riviste!
Mi rivolgo a lei, perché é il suo nome, che ricordo, da prima dell’emorragia cerebrale, che mi costrinse a pensionarmi anticipatamente nel 2010. Da quasi 50 anni é attiva una vera congiura del silenzio da parte dei media italiani sul tema NDE-near-death experience, introdotto nel lontano 1975 da un certo Raymond Moody, universitario americano, che pubblicó un libro, che vendette ben tredici milioni di copie, nella versione in Inglese. Fu anche tradotto in Italiano, ma non so quanti se ne siano accorti! Siamo nella UE, peró su tanti aspetti essenziali siamo terribilmente lontani dai nostri stessi confinanti francesi, svizzeri e austriaci (sugli sloveni non sono informato).
Sintetizzo gli aspetti fondamentali della NDE: a) il soggetto, denominato pudicamente Consciousness, esce dal suo corpo (sic!) e guarda, spesso dall’alto, il corpo e il personale sanitario, che si indaffara per rianimarlo; b) il soggetto si incammina lungo una sorta di tunnel scuro, in fondo al quale c’é una intensa luce non abbagliante; c) la Luce comunica al soggetto che verrá confrontato con tutti gli episodi della sua vita, in cui ha fatto sentir male qualcun altro (sic!), la cd. Life Review; d) alla fine la Luce comunica al soggetto che non ha ancora finito la sua missione (sic!) e, quindi, deve tornare nel suo corpo! Come rispondono i soggetti alla notizia che non devono morire? Esultano gioiosi? Macché, avrebbero preferito, di gran lunga, restare lí, in quella dimensione altra.
Facile liquidare il tutto con un’alzata di spalle, riferendosi alle idee deliranti che spesso vengono in mente a pazienti in condizione di scarsa ossigenazione. Peccato che sia ció che riferiscono ormai centinaia di pazienti (!), in tutto il mondo, di ogni retroterra religioso possibile, spesso del tutto privi di attivitá corticale elettroencefalografica. Anche gli scettici piú incalliti, davanti a numeri cosí imponenti, si arrendono, se non si rifiutano di apprenderli!
Detto in parole povere, la morte non é affatto la fine di tutto, noi non siamo il nostro corpo ed esiste un quid cosciente e lucidissimo, che possiamo denominare anima o spirito, o con una parola straniera, magari sanscrita, che non riscontriamo al tavolo settorio.
Quanto é comptibile tutto ció con le teorie della Chiesa? Del tutto compatibile con le tesi del principale teologo del primo Cristianesimo, Paolo di Tarso, del tutto in contrasto con quanto sostenuto dalla Scolastica, cioé da Tommaso d’Aquino, che teorizzava una inscindibilitá di anima e corpo.
Domanda: perché un giornalista dovrebbe andarsi a infilare in meandri, che rischiano di scatenare le ire, o, peggio, i sarcasmi sia dei materialisti scientifici, sia della Chiesa cattolica? Giá degli autorevoli esponenti presibiteriani statunitensi si sono scagliati contro la NDE, definendola uno sporco trucco del demonio!
Io penserei che esiste un modo di non esporsi, pur informando dell’esistenza del tema. Basterebbe riferire quanto il tema sia virale in altri paesi e nei social, senza prendere posizione sull’argomento. Giá sarebbe un gran progresso, rispetto alla congiura del silenzio. O no?
Cordiali saluti,
Alex RubinoPedersen

Giovedì 24 giugno 2021 10:40:02

Spot pro gay rai


Egregi deputati & senatori della repubblica italiana (ora poco repubblica giacche'governati da non eletti e' piu' simile ad una dittaura ove si impedisce a noi popolo di votare) VEDO con RACCAPRICCIO i passaggi in fascia protetta di spot che incitano e indirizzano i nostri giovani a prendere atto che GAY o OMOSESSUALE sono la normalita'della vita quotidiana. il solo fatto che uno o una adolescente di 6/14 anni si trovi a vedere uno spot dove due 18ENNI (MI AUGURO) si slinguano, perche' questo si evince dal video, pone il soggetto a chiedere e chiedersi cosa succede ? come spieghi poi all'adolescente lo spot ? " sai gennaro ama ciro e poi arriva la cicogna. " ma ci rendiamo conto di quale enormita' dovra' far passare per normalita' ? un conto e' non condannarli accettarli integrarli un altro e' passare il messaggio che essere gay e' naturale. poi a margine spargete lacrime di coccodrillo sulla scarsa natalita'? ? vi sembra normale che uno 0, 05% della popolazione abbia un peso spropositato su quello che e' la vita normale regolata da leggi che devono anche tutelare noi ETERO ma che voi state ghettizzandoci come se noi siamo gli ANORMALI. eppoi basta in ogni spot, compreso quello della nazionale vedi esultare ragazzi di colore arabi e maghgrebini orientali ed esquimesi e poi un italiano normale, quel 99, 5 % che e' latinocaucasico, quella razza che e' l'italia (senza cadere in facili giudizi xenofobi) perche' noi siamo quelli che sono andati alle urne non mohammed o xian ma mario o giuseppe, claudi o rita. QUINDI -assumendomi ovviamente le responsabilita'- VI ESORTO A TRASMETTERE TALI FUORVIANTI SPOT IN UNA FASCIA ADEGUATA AD UNO SPETTATORE CHE SIA MAGGIORENNE O COMUNQUE CAPACE DI DISTINGUERE IL NORMALE DAL NORMALE, L'AMORALE DAL MORALE. MI VERGOGNO PROFONDAMENTE DALL' ESSERE RAPPRESENTATO DA QUESTA " MAGGIORANZA POLITICA CHE MI COSTRINGE A ESSERE GOVERNATO DA PERSONAGGI NON ELETTI. gia' solo questo e' un non senso. mario morra cittadino italiano dalla nascita

Martedì 4 maggio 2021 13:51:47

Povero italiano


Dott. De Bortoli, già una volta le ho fatto un piccolo rimprovero (al quale lei ha risposto con molta gentilezza) ; ora mi tocca fargliene un altro:
Perché usa la parola Recovery?
Ci sono più parole italiane che potrebbero agevolmente essere utilizzate.
E perché molti suoi colleghi in TV usano dire "midia" ben sapendo che si tratta del plurale neutro della parola medium?
Forse dovremmo quest'anno festeggiare Shakespeare invece di Dante?
Un caro saluto, per me lei è sempre il più intelligente e moderato dei giornalisti.

Sabato 20 marzo 2021 09:46:38

Buongiorno, in Lombardia la situazione vaccini continua ad essere nel caos.
Le vaccinazioni dei docenti sono riprese ieri ed hanno ricominciato a richiamare (per oggi) le persone che avrebbero dovuto vaccinarsi il 16 mattina.
Si sono praticamente dimenticati di tutti quelli che dovevano essere vaccinati il 15 nel tardo pomeriggio (me compresa). Il numero verde da informazioni errate oppure non le da ("non siamo in grado di dare questa informazione" è la risposta principale dopo lunghe attese.
Inoltre, per quanto riguarda gli over ottanta ho diversi parenti che ancora aspettano: le mie zie di (rispettivamente) 90 anni, 84 anni, 82 anni e 80 (in dialisi) e mio zio di 82 (paziente fragile a causa di un'ictus)
Vi prego di denunciare questa situazione...
Cordiali Saluti

Commenti Facebook