Messaggi e commenti per Pierluigi Diaco

Messaggi presenti: 40

Lascia un messaggio o un commento per Pierluigi Diaco utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Giovedì 9 luglio 2020 14:56:34

Grazie pierluigi.. trasmissione fantastica... ma la vera perla e' lei.. la signora della lirica.. katia Ricciarelli... grazie katia per questo angolo di musica che rispolveri con grande sapienza e maestria. scelta meravigliosa che apporta alla trasmissione quel quid in piu... grazie davvero... giusi da Noto (prov. Siracusa)

Giovedì 9 luglio 2020 14:55:23

E' solo piaggeria solo e basta!

Mercoledì 8 luglio 2020 18:09:31

Buongiorno, mi chiamo Massimo Di Sario, vivo a Roma. Sono un attivista gay da molti anni e mi batto per il riconoscimento dei diritti LGBT a tutti i livelli.
Mi permetto di scriverti (e chiedo immediatamente scusa del disturbo e dell’intrusione) solo perché vorrei segnalare la recente pubblicazione di un romanzo bellissimo, a tematica gay, che a mio giudizio merita di essere conosciuto e apprezzato in tutte le comunità LGBT e di superarne i confini, per diffondersi a tutti gli strati della società civile, fino a diventare il manifesto universale dell'amore omosessuale di tutti i tempi.
Non é la solita narrazione del tema dell'omosessualità maschile, nella tradizionale ottica autoreferenziale e rivendicativa della parità dei diritti, ma è un'opera di grande modernità, che restituisce un'interpretazione originale e realistica del tema della omosessualità/omosocialità maschile, interpretata sul piano strettamente emotivo e valoriale, in sottofondo alla complessità ed alla naturale promiscuità delle relazioni interpersonali dei suoi protagonisti. Insomma, l'omosessualità maschile letta e scritta da una straordinaria sensibilità femminile: una carezza sull’anima. Una novità assoluta e dirompente, che sposta l'attenzione sul valore psichico e interiore del fenomeno, per trascenderne il profilo strettamente sociale e civile e indagarlo sul piano umano, emotivo, introspettivo e universale.
Si intitola

Per amore o per forza

di Nina Gagliardi edito da Europa Edizioni

Leggilo, é straordinario.
E poi, se possibile, diffondilo. Pubblicizzalo. Fallo conoscere, tu che operi nel mondo della cultura, perché solo in questo modo e attraverso questo genere di letteratura la nostra dignità esistenziale potrà penetrare nella cultura e nella coscienza della società e contrapporsi all'inquietante oscurantismo di massa dei dilaganti sovranismi.
Spero, conoscendo da sempre la tua sensibilità umana e professionale, che tu possa apprezzare questo romanzo nella sua originalità e nella sua tormentosa profondità introspettiva.
Grazie dell'attenzione e, mi raccomando, lottiamo tutti insieme. Sempre.
Massimo
-------

Martedì 7 luglio 2020 14:55:42

Gentile e cortese Pierluigi, molti e belli i sogni che riviviamo con te. Vento nel vento di Lucio Battisti... tutta da ascoltare

Sabato 4 luglio 2020 14:03:18

Ciao Pierluigi,
grazie di essere in onda nuovamente. Sto attraversando il periodo più buio della mia vita dopo la morte dei miei genitori, con una differenza: di fronte alla morte non puoi fare nulla ma mi accorgo che non puoi neanche far niente di fronte alla cattiveria, insensibilità di persone che neanche davanti alla disperazione spendono una parola. Chiedo di non pubblicare il mio messaggio, ci tenevo a farle sapere che qualcuno sensibile, generoso ancora c'è. Neanche il Covid ci ha resi più umani. Mi perdoni per il disturbo e le auguro, di cuore, ogni bene!

Venerdì 3 luglio 2020 17:31:54

Sono giornalista da 53 anni, gli ultimi 10 anni su siti culturali on line, due di essi attuali e raggiungibili, li indicherò in fondo, lo premetto solo per un minimo di presentazione. Mi permetto di osservare che Gina Lollobrigida non avrà di certo apprezzato la “cartolina” di “Io e te” oggi 3 luglio, vengono platealmente ignorati i 50 anni, seguiti a quelli di attrice, vissuti da artista che ha girato il mondo per la propria passione di fotografa divenuta espressione artistica e vi ha portato le proprie sculture in cui si è impegnata con pari passione, ha pubblicato libri fotografici e cataloghi di mostre di scultura in varie lingue, ha avuto riconoscimenti internazionali. “Vissi d’arte” è intitolata una sua mostra scultorea e pittorica e il Catalogo, tutto cancellato nella “cartolina”. E non è l’unico sgarbo che Rai 1 fa all’artista Lollobrigida: il giorno di Pasqua intervistata in “Domenica in” ogni volta che cercava di parlare della sua arte veniva ricacciata nel divismo, non scrissi allora alla trasmissione perché c’era lei di persona; ma ora non mi trattengo di farvelo presente per onestà intellettuale. Dieci anni fa pubblicai una recensione “on line” sulla mostra “Gina Lollobrigida fotografa” al Palazzo delle Esposizioni di Roma, l’ho ripubblicata il 5 maggio scorso insieme a un articolo sulla sua arte scultorea prendendola a “testimonial” dell’appello appassionato di Stefano Massini a “Piazza pulita” il giovedì di Pasqua in difesa dell’arte e della terza età. Nel primo dei due articoli di cui unisco i link riferisco - per percezione diretta in passati contatti telefonici con lei - come di questo ne soffra, e pubblico molte immagini delle sue sculture; nel secondo articolo parlo della sua arte fotografica. Nella “Domenica in” di Pasqua non fecero vedere né una sua scultura né una sua fotografia, pur proiettando tante immagini della diva, dalla partecipazione a Miss Italia ai film divistici, nulla come artista; hanno ragione alcuni commenti ai miei due articoli che attribuiscono questa anomalia alla maggiore “audience” per la diva nei confronti di quella per l’artista? Anche se rispetto ovviamente la libertà espressiva in ogni forma, quindi anche quella della “cartolina” in questione, non posso non osservare che, sempre a a mio avviso, si va anche oltre l’incompletezza di informazione: l’omissione così plateale ha paradossalmente reso palese come l’arte e la terza età, offese entrambe, vadano difese, e cerco di farlo pure con questo mio messaggio. Nessun intento di partecipare alla trasmissione che rifiuterei comunque anche se fossi invitato, lo dico per sgombrare il campo da tale possibile sospetto, ho semplicemente seguito l’impulso dinanzi a un negazionismo ripetuto in Rai 1, fatto incredibile perché una grande diva che diventa artista per 50 anni è pur sempre una notizia, e che notizia!
Sperando di aver dato un contributo di riflessione comunque non sgradito porgo i miei cordiali saluti.
Romano Maria Levante
Ordine Naz. le dei Giornalisti
Tessera n. 066741 rilasciata il 13 maggio 1966

Miei siti web attuali:

www. arteculturaoggi. it, della Word Press, 70 miei articoli da aprile 2019 ad oggi
www. arteculturaoggi. com, di Aruba, 500 miei articoli da ottobre 2012 ad aprile 2019

Link 2 articoli citati su Gina Lollobrigida artista:

http: //www. arteculturaoggi. it/2020/05/05/ gina-lollobrigida-1-con-stefano-massini- per-lutilita-dellarte-le-sue-sculture/
http: //www. arteculturaoggi. it/2020/05/05/ gina-lollobrigida-1-con-stefano-massini- per-lutilita-dellarte-le-sue-sculture/
(se i link non funzionassero, gli articoli sono in www. arteculturaoggi. it, entrambi il 5 maggio 2020)

Giovedì 2 luglio 2020 15:03:11

Grazie Pierluigi, oggi con Dodi Battaglia hai reso felice mia figlia, finalmente a casa dopo un mese di ospedale e un lungo intervento, grazie ti adora

Giovedì 2 luglio 2020 12:25:32

Mi sembrava proprio inappropriato il suo intervento per la Cucciari che nei confronti del suo collega si è comportata da padre padrone. Quindi guarda i fatti da giornalista non da fazioso

Lunedì 29 giugno 2020 15:45:09

Via dei monti 1
CARO Diaco, ti interessa una storia di:
9 anni di fidannzamento e 56 anni di matrimonio?
Bene, Franco. e Zezza, sono pronti per fare 2 chiacchere con Te nella tua trasmissione.
FRANCO 80 anni e la mia fidanzata 79, anni.

333-------

Ciao Diaco. Sei una bella persona

Lunedì 29 giugno 2020 15:07:10

Ciao Pierluigi, so che non ami i social ma non ho altro modo per comunicare con te,
Sei proprio una bella persona, vera, senza sfronzoli, non di facciata ma di contenuto. Non cambiare mai!
Milena

Commenti Facebook