Messaggi e commenti per Antonello Piroso

Messaggi presenti: 11

Lascia un messaggio o un commento per Antonello Piroso utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Mercoledì 23 ottobre 2019 09:35:20

Antonello buon giorno,
ascoltavo le tue parole di stamane circa la questione diffamazione sui social (fedez&co lo spunto che hai usato). Se hai voglia e tempo sarei felice che potessi leggere un mio pezzo di due anni fa circa.
spero in un tuo riscontro a commento, mi farebbe molto piacere ricevere qualche tuo spunto.
grato, invio un cordiale saluto,
Ferdinando
militante della "resistenza di Virgin Radio"

Giovedì 17 ottobre 2019 09:46:24

Buongiorno sig. Piroso,

La seguo spesso su Virgin Radio. Non ho potuto di notare stamane la sua posizione sui farmaci omeopatici rispetto a quelli detti "tradizionali".
Purtroppo ha riportato una serie clamorosa di dati che definire "di parte" è poco.

Le riporto il link di una nota ditta farmaceutica produttrice tra l'altro della Tapichirina e altri farmaci "tradizionali". La invito a leggere la definizione che danno loro (i professionisti... quelli che studiano e brevettano farmaci): https://www. angelini. it/wps/wcm/connect/it/home/il-magazine/approfondimenti/omeopatia.
Credo troverà interessante notare come persino chi "vive" principalmente di farmaci "tradizionali", tratta l'argomento non come "stregoneria", come definirebbe il Burioni (magari siete amici :) ), ma in modo molto più critico e serio, riportando come esistono studi scientifici revisionati e riconosciuti in merito a questa pratica (oltre che, come ovvio, limiti) che ha il grosso pregio di non portare effetti collaterali gravi come invece capita con tanti farmaci tradizionali, ma ahimè ha la grossa pecca di essere stata sempre associata prettamente ad uno stile di vita piuttosto che ad "una moda".

In merito alla causa intentata nei confronti della azienda produttrice di farmaci omeopatici a cui lei ha fatto riferimento, sarebbe opportuno fare notare (quantomeno per par condicio) per esempio, a quante cause (tutte perse) ha subito e subisce regolarmente un colosso come la GSK (produttrice tra l'altro di numerosi vaccini obbligatori). Tante di queste cause (in tutto il mondo) sono addirittura dovute proprio ai farmaci vaccinali per i bambini (!!!) e si riferiscono a gravi frodi (dalla divulgazione di dati scientifici falsi o corrotti, alla corruzione di medici e enti preposti alla validazione dei prodotti, ecc. ecc.). Attenzione, sig. Piroso, non parlo di leggende... ma di cause finite in tribunali di tutto il mondo e con commissioni medico-scientifiche chiamate ad esprimersi.

Altro esempio sono le recenti cause perse dalla Pfizer altro colosso (allego un breve articoletto https://ilsalvagente. it/2016/08/03/pfizer-paga-486-milioni-di-dollari-per-chiudere-la-causa-su-celebrex-e-bextra/).

Illuminante anche il professor Garattini che, pur non credendo nell'omeopatia, definisce inutili la stragrande maggioranza dei farmaci tradizionali oggi in uso.

Prima di puntare il dito contro aziende di un certo settore o contro cose che non conosce le consiglio, da bravo giornalista quale sa essere, di investigare opportunatamente e riportare i dati in maniera quantomeno imparziale.
Ad ogni modo, concorderà con me che è sempre una questione di soldi: https://genova. repubblica. it/cronaca/2019/03/22/news/la_corte_dei_conti_apre_un_indagine_sui_finanziamenti_delle_case_farmaceutiche_ai_medici_genovesi-222227808/ e si potrebbe continuare a lungo.

E' chiaro che qualunque azienda operante in settori come il farmaceutico o l'alimentare può incappare in problemi di "qualità" dei propri prodotti, l'importante è che chi deve controllare e garantire rigore e sicurezza faccia il proprio mestiere correttamente:

https://www. ilfattoquotidiano. it/2012/04/12/lorenzo-poggiolini-condannati-cassazione-dovranno-pagare-milioni-testa-allo-stato/204037/

Sugli illustri personaggi che si pronunciano contro o a favore dei farmaci tradizionali e omeopatici, credo si rischi di finire in un vortice senza fine... Luc Montagnier (altro premio Nobel) si schiera a favore dell'omeopatia, perciò non mi addentro... ognuno ha la sua idea (chi è juventino e chi interista).

Insomma, preghiamo di non ammalarci mai!

Sicuro di una sua revisione sulle notizie diffuse stamane,
Cordiali saluti

P. S. Questa mia presa di posizione non vuole difendere aziende che, in qualunque settore operino, si comportino non regolarmente o in maniera truffaldina. Problema che credo sia trasversale e che tocchi innumerevoli settori e a diversi livelli.

Lunedì 30 settembre 2019 12:30:07

Ottima persona, competente un piacere sentirlo ogni mattina a Virgin (vorrei parlasse anche del problema che nella scuola insegnano persone non laureate a discapito degli insegnanti con competenze e conoscenze che solo la laurea ti dà)

Mercoledì 25 settembre 2019 08:52:08

Tutti parlano dell'evasione degli artigiani.
Io devo evadere un po' per riuscire a pagare le tasse altrimenti chiudo così chiedo il reddito di cittadinanza.
Nessuno parla della pubblica amministrazione dove il 50% del personale è imboscato dalla polizia carabinieri netturbini uffici comunali etc

Martedì 10 settembre 2019 11:05:27

Buongiorno Antonello, sono l'autrice del messaggio al numero di Virgin Radio di stamani a proposito dell'omicidio di Piacenza. Mi collego a quel messaggio e a questa tematica per lanciarle un appello. Su testate giornalistiche nazionali, quali La Repubblica e suo cugino il Giornale, l'omicida di Elisa viene dipinto come un "gigante buono", un uomo "semplice" che non riesce a trattenere le lacrime quando si rende conto di ciò che ha compiuto; si parla di amore non corrisposto impossibile da accettare, si parla di pentimento... e quando si parla dela vita spezzata di una ragazza la cui "colpa" è quella di aver rifiutato delle avances? Quando viene menzionato l'occultamento di cadavere e quando si accenna all'orrendo concetto di donna come oggetto? Come proprietà? L'articolo de Il Giornale si apre con l'immagine delle "manone di tornatore che mulinano nell'aria", ma che quelle mani sono servite a strangolare una ragazza di 28 anni non ne parliamo? La persona di "animo semplice" che non trattiene i singhiozzi forse piange perchè è stato beccato? No, signori, piange perchè è pentito, il poverino! Antonello, si rende conto che, come sempre, ogni giorno leggiamo della becera retorica populista, che colleziona idoli di ignoranza e chiede di impietosirci davanti alla libertà di un uomo di privare della vita un altro essere umano? Lei, che ha una voce forte in ambito giornalistico ed un impatto emotivo umano, può gridare allo scempio dell'informazione stampata e mediatica, e io ora sono qui a chiederle questo. Per come la vedo io, il giornalista difende e propaga la verità, collaborando con il senso di giustizia e l'imprescindibile diritto alla vita: i suoi colleghi stuprano questo diritto! E' stata ammazzata una ragazza, Antonello, la sua vita vale tanto quanto quella degli altri, e l'articolo relativo al suo omicidio a momenti non la menziona neanche: lei non è il focus, lei non c'entra, lei così rimane solo un effimero oggetto stroncato dai sentimenti di un gigante buono e semplice, e io mi vergogno di parlare la stessa lingua dei signori che le hanno mancato di rispetto in questo modo.

Sabato 27 luglio 2019 10:52:21

Ciao Antonello, oggi, per caso ho trovato questo spazio e ne approfitto per porti una domanda che ho in mente da almeno 10 anni. Ti seguivo nei tuoi tg di La 7. Fantastici. Nel 2007-2008 ho contattato la signora Pitoni Orietta, la quale, gentilmente, mi ha fornito la tua data di nascita per poter stendere il tuo Tema Natale. (l'astrologia è la passione della mia vita, da quando avevo 13 anni). So che lei te l'ha consegnato. Dopo tanto tempo non so se tu lo coservi ancora. Ti chiedo: ti sei ritrovato nel profilo? Le previsioni per quell'anno? Si erano avverate? Ciao. Con sincera simpatia. Carmen

Domenica 2 giugno 2019 10:11:37

Non sapevo che Antonello Piroso oltre ad essere un bravo gionalista e condottore, ha avuto una passata esperienza come animatore turistico, e parlando da ex "collega animatore", mi viene un po' di nostalgia di quei bei tempi, tanti fa anche io ho avuto il piacere di fare questo lavoro. Cominciai come animatore per bambini in feste di compleanno e poi in estate, operavo in centri estivi, ma l'esperienza che più mi è rimasta nel cuore, fu quando feci l'animatore turistico, indossare quella divisa fu per me una sensazione unica, è un' esperienza che invito i giovani a fare, certo non è per diventare attori o personaggi famosi, ma andrebbe considerato come un percorso di vita, educativo e formativo, d'altronde non è una novità che ogni estate si ricercano animatori turistici e le possibilità di lavoro sono tante. Lo dico perché conosco questa realtà, da anni collaboro con Animandia. it un sito del settore e posso garantire che per un giovane trovare occupazione stagionale come animatore turistico non è difficile, basta avere la grinta e la voglia di mettersi in gioco. Chiedo scusa, magari sono stato inopportuno, ma la nostalgia ha preso il sopravvento… se potessi tornare indietro lo rifarei…

Giovedì 4 aprile 2019 12:16:40

La Sua costante ed arrabbiata ricerca di un equilibrio tra le cose e le persone è, secondo me, assolutamente rivoluzionaria! "Prendere gli stereotipi e distruggerli". Grazie!

Martedì 26 marzo 2019 08:55:33

Antonello, piena solidarietà e vai con la denuncia querela!
Cari saluti da Vittorio Veneto
Tiziana

Giovedì 14 marzo 2019 08:51:38

Bravo

Commenti Facebook