Messaggi e commenti per Sigfrido Ranucci

Messaggi presenti: 33

Lascia un messaggio o un commento per Sigfrido Ranucci utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Giovedì 26 novembre 2020 13:49:25

Sig. Ranucci, guardo poca televisione, guardo Report e altre pochissime trasmissioni, del servizio pubblico.
La vostra è una ottima televisione di inchiesta, come dovrebbe essere la Rai.
Volevo porvi un quesito, ma Bilderberg, che cosa è, ho visto che ne fanno parte anche tanti nomi importanti italiani.
Ho letto alcune cose su di loro, che non mi convincono molto e a me onestamente fanno un po' 'paura'.
Lei che ne pensa?
La ringrazio e saluto cordialmente.
Sergio Sisani

Martedì 17 novembre 2020 12:55:04

Gentile Dott Sigfrido Ranucci mi rivolgo a lei per chiederle un consiglio o anche un aiuto Da quando c 'e' il coronavirus si è di nuovo bloccato il rimborso dei soldi che banca marche mi ha rubati e dopo circa cinque sei anni siamo ancora ad elemosinare un'ultima parte di rimborso nonostante sia stata letteralmente frodata visto che le mie erano obbligazioni non subordinate e fatte passare per tali pur di portarti via i tuoi sudati risparmi e poi accusarti di ignoranza perché avevi firmato. I soldi erano già stati stanziati e il giudice aveva riconosciuto che dovevano ridarci almeno il 15%. PRIMA VENGONO I MONOPATTINI DATI ANCHE A CHI NON NE HA BISOGNO E CHI HA SUBITO UN FURTO DEVE ASPETTARE DI MORIRE, VISTO CHE SONO IN PENSIONE E STO ANCHE MALE IN SALUTE. LA PREGO MI AIUTI E DIA VOCE A CHI NON PUO'SPERARE NIENTE DA POLITICI INCAPACI, EGOISTI E... La ringrazio per quanto riuscirà a fare Fara Capece Minutolo

Martedì 10 novembre 2020 23:20:18

Gentilissimo signor Ranucci,
La ringrazio per il servizio andato in onda ieri, 9 novembre, sulle gravi conseguenze nella diffusione del Covid-19 derivanti dalla scelta sconsiderata della Giunta della Regione Sardegna di consentire l'apertura delle discoteche a ridosso e per ferragosto.
Ora qualcuno capirà che ogni atto politico porta sempre con sé una grande responsabilità nei confronti della collettività, grande o piccola che sia.
Ma il servizio non dice tutto o forse lo fa in maniera quasi impercettibile.
Sino all'inizio di agosto, nella gran parte dell'Isola, la diffusione del virus era estremamente contenuta e questo perché tutti i Sardi di buon senso (e, mi creda, siamo tanti) hanno adottato a partire dal 18 maggio e per tutta l'estate comportamenti rispettosi nei confronti del prossimo.
Purtroppo così non è stato da parte dei molti, troppi, turisti, quasi tutti del resto d'Italia, che sono arrivati pensando di liberarsi del grigiore della "primavera Covid" con comportamenti veramente al limite dell'incoscienza. Sicuramente i giovani, ma anche gli adulti che ancora si reputano tali, che hanno transitato dalla Spagna verso la Sardegna (e in particolare verso la Costa Smeralda, perché fa cool), frequentando i luoghi di grande assembramento, discoteche e non solo, hanno portato con sé una grande concentrazione virale senza adottare quasi nessuna protezione e, ovviamente, senza rispettare le regole di distanziamento fisico. Ma anche le famiglie hanno fatto la loro parte. Nelle spiagge, in tanti non sono abituati a tenere le distanze, nonostante la disponibilità di spazio in molte spiagge libere della Sardegna (ma questo anche nell’era pre covid), per cui era frequente vedere diversi gruppi familiari (facilmente identificabili come “continentali” per via del loro accento) che formavano un unico grande gruppo incastrandosi negli spazi lasciati appositamente liberi da altri villeggianti, locali e non, più attenti e rispettosi.
In sostanza, a causa delle scelte politiche sbagliate e dei comportamenti dei singoli individui non adeguati alla delicata situazione sanitaria, il virus ha sicuramente trovato un habitat ideale negli ambienti della Costa Smeralda e di qualche altro luogo rinomato della Sardegna, per poi diffondersi nella stessa isola e nelle altre regioni italiane con il rientro dei lavoratori stagionali e dei turisti, ma bisogna essere onesti e corretti sino in fondo precisando che gli stessi turisti hanno fatto, prima, da “veicolo” del virus e, poi, hanno contribuito in maniera importante alla sua diffusione.
Per cui ognuno, anche il semplice turista arrivato in Sardegna per divertirsi e rilassarsi, si metta la mano sulla coscienza e si prenda la propria parte di responsabilità.
Cordiali saluti
Alessandra Bazzoni

Lunedì 2 novembre 2020 11:39:49

Il dato sui morti è un dato bruto cioè non si riferisce solo ai morti per Covid ma a soggetti deceduti positivi al Covid. Per sapere esattamente chi muore a causa del Covid bisognerebbe fare un’autopsia a tutti.

Lunedì 2 novembre 2020 10:56:43

Buongiorno Dott. Ranucci ho due domande da porre alla sua attenzione:
A suo parere per quale motivo i morti vengono comunicati in valore assoluto e non in % sul totale casi ?
Prendendo le settimane terminanti dal 6 settembre al 1 novembre la % dei morti sul totale casi oscilla dallo 0, 8% a 1% (1, 1% la settimana teminate al 27 Settembre il dato più alto).

La seconda domanda riguarda invece il numero dei morti; come è possibile che il valore è passato da una media giornaliera di 20/30 a oltre 200? Magari non ho letto bene oppure ho seguito poco le informazioni, ma nelle settimane scorse non ho sentito parlare di molte persone in terapia intensiva o in condizioni critiche.

Lunedì 2 novembre 2020 00:49:09

Buona sera, non so se è cosa che le può interessare ma esiste quì nei dintorni di Vignate esattamente all'Ambulatorio di Odontostomatologia di Pioltello una situazione che probabilmente merita la sua attenzione. Con l'avvento del lockdown a marzo vi è stata una chiusura parziale di tutti le prestazioni e ciò poteva essere capito. Ora a distanza di 6 mesi la situazione permane e non pare vi sia alcuna possibilità di ripresa di piena attività dell'ambulatorio stesso. Alle richiesta di spiegazioni si trincerano dietro una reticenza piuttosto fastidiosa, si è però riusciti a capire che il chirurgo dentista a capo della struttura è partito e non ritorna più e che il laboratorio è in pressochè totale disarmo perchè vi è in scadenza la convenzione (che si dovrà rinnovare a Gennaio). I pazienti sono stati lasciati in un limbo e nonostante abbiano già pagato anticipatamente fior di soldi per le prestazioni vengono curati in tempi lunghissimi. Ora poi con il ritorno del covid e un probabile nuovo lockdown non si sa proprio come andrà a finire.
La situazione è degenerata a tal punto che la Dental service la ditta cui è stato appaltato il servizio da Regione Lombardia è fallita e pare che i dipendenti non prendano neppure lo stipendio.
A mia moglie che aveva saldato tutto in anticipo (3000 euro) hanno detto di fare richiesta di rimborso per i soldi anticipati per la protesi dentale. Nella stessa situazione sono decine di altri pazienti...

Martedì 20 ottobre 2020 19:29:19

Buonasera la seguo da tanto, le interessa un caso al comune di san marzano di san giuseppe (ta) che su un terreno espropriato illeggittimamente lo hanno affittato per installare tralicci telefonia n. 4 è un gestore non ha mai pagato. Il sindaco ex on. di forza italia con spavalderia è atteggiamento da mafioso mi minaccia. Se volete sapere di più basta contattarmi ho tutta la documentazione in mano. Il mio cell 334 -------

Lunedì 12 ottobre 2020 21:02:54

Ho visto l'anteprima della puntata del 19/10, tema scottante

Lunedì 24 agosto 2020 08:51:22

La strage di Capaci avviene nell’anno 1992.

Mercoledì 12 agosto 2020 23:07:10

Buonasera, dott. Ranucci, considerando che tiene alto il valore del suo mestiere, chiedo delucidazioni su ultime scoperte "archeologice" site in Lido Adriano, Ravenna, che consistono in n. due depositi sotterrrati (neanche un metro di profondita') di bombe (anche al fosforo) della seconda guerra e scoperte su spiaggia oltre tre/quattro mesi fa.
perdoni, sono solo un cittadino di nessuna parte ma, nei miei 50anni ho letto nelle cronache, fermare interi quartieri, in varie citta', x un solo disinnesco.
rendo questa missiva estremamente semplice quando, in se', capisce, che si denuncia una potenza massonica provinciale. sbattezzante.
grazie della sua etica, claudicante in provincia.
un abbraccio
giorgio minzi

Commenti Facebook