Messaggi e commenti per Nicola Zingaretti - pagina 7

Messaggi presenti: 112

Lascia un messaggio o un commento per Nicola Zingaretti utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Domenica 26 aprile 2020 22:53:52

Buonasera signor segretario.
Le scrivo appunto quale segretario del partito per il quale ho sempre votato in ogni elezione da quando è stato fondato, tranne una sola volta (non andai a votare), in occasione di una non condivisa e divisiva scelta di un candidato alla presidenza della Regione Lazio (Emma Bonino), che difatti perse, e di brutto.
Ho seguito sdegnato la conferenza stampa del Presidente del Consiglio del governo appoggiato dal PD quando ha detto, con faccia di ipocrita comprensione, che si potranno celebrare i funerali, giustamente ristretti, ma "per ora" niente messe ed altre celebrazioni.
Ma come, è stata calendarizzata la riapertura di tutto tranne che della possibilità per dei credenti di partecipare in comunità alle liturgie di fede? Ma possibile che si pensi sempre e solo al corpo e dello spirito (e dell'annesso senso di comunità) chi se ne frega?
La invito caldamente a trovare e far trovare al governo di cui il PD fa ancora parte una corretta risposta, certamente possibile, a questa sacrosanta esigenza.
Altrimenti Vi potete scordare forever il mio voto e quello di tanti altri cattolici e credenti, e specie in regioni come il Lazio, sempre in bilico, ne avete stramaledettamente bisogno se volete vincere qualche elezione di quelle che contano, regionali in modo speciale.
Buona notte e buon lavoro
Vito Miceli

Venerdì 24 aprile 2020 16:23:58

Leggo sui media che qualche GENIO  ha ipotizzato di consentire alle persone con più di anni 70, di uscire di casa solo dalle 10. 30 alle 18. 00. Dal momento in cui si va verso la stagione calda ed I MEDICI DI FAMIGLIA   (non gli scienziati famosi) hanno sempre consigliato agli anziani di uscire col "fresco", cioè la mattina presto e la sera, li vogliamo far morire? Altra domanda: Se un ultrasettantenne, come ce ne sono tanti, svolge una regolare attività lavorativa, (contributi e partita IVA)   deve smettere? Mi sembra che stiamo andando FUORI DA OGNI RAGIONE. Cordiali saluti. Marcello Scheggi

Domenica 19 aprile 2020 22:09:36

Ho sempre votato per il Pd e vorrei poter continuare a farlo ma sono oltremodo sorpresa nel vedere come Lei a altri suoi colleghi su prestino a continue polemiche sul tema coronavirus, con i rappresentanti dei partiti di opposizione e non solo
Siamo stati investiti da uno tsunami. Sono stati fatti errori? Sicuramente, ma non mi pare il caso di polemizzare tutti i giorni.
Lo spettacolo che state offrendo e' indecoroso e serve soltanto ad aumentare il disorientamento dei cittadini.
Smettetela di litigare, poi ci lamentiamo che all'estero non di fidino di noi Italiani.
Noi non ne possiamo piu' di una classe politica incapace di vedere piu' in la' del proprio naso. Grazie Elsa Gianola

Sabato 18 aprile 2020 12:32:07

Vorrei sapere perché i direttori generali delle ausl, soprattutto di quelle che non hanno incremento in numeri di utenti annui, non vengono rimossi in quanto inadeguati... Sarebbe un messaggio forte da dare alla popolazione insoddisfatta.

Giovedì 16 aprile 2020 15:15:27

La prego di intervenire per modificare l'accesso al bonus di 600, 00 ai professionisti riconoscendolo anche a chi è iscritto a due casse di previdenza, perché come nel caso di mia figlia pur avendo due attivita' il reddito annuo lordo non arriva a 15. 000 euro e dal mese di Marzo 2020 il fatturato si è ridotto a zero in quanto le due attività sono sospese. Non le sembra assurdo l'esclusione dal beneficio chi è iscritto a due casse di previdenza ? Cosa c'entra col fatturato e l'attivita' se comunque tutte sono sospese? Ci ascolti, per favore e ci dia una mano col governo e con chi ha riscritti l'interpretazione di un provvedimento che riguardava tutti professionisti.

Martedì 14 aprile 2020 20:10:13

Pensavo non fosse così, utilizzare questo sito come "MURO DEL PIANTO" anzichè come esame di profili del VIVERE QUOTIDIANO, cosa IGNOTA allo Zingaretti che ha anche permesso la divulgazione di un Test sierologico, A PAGAMENTO e dalle INCOMPLETE attendibilità, come asserito e dichiarato pubblicamente da Immunologi e Microbiologi Ricercatori.
Forse le dobbiamo chiedere un "pizzico" di umiltà, di rispetto e di attesa strategica prima di "buttarsi" in videoconferenze ed interviste.
Ci dia dimostrazione di veri sentimenti di rispetto della dignità umana.

Martedì 14 aprile 2020 14:33:25

Mi chiamo Alessandra e ho una malattia genetica.
La mia attività (parrucchiera) e’ chiusa da marzo
Non ho ricevuto come tanto nessun aiuto...
Mi chiedo e LE chiedo come fate a riaprire le attività. Come le nostre (siamo a rischio e contatto ravvicinato con le nostre clienti)
Se i contagi non scendono come si fa a far ripartire certi settori ???
E ancora... perché non date un aiuto per la sanificazione dei locali invece di doverci sobbarcare anche di questa spesa ?
Come la sanificazione delle strade dovreste fare anche per noi commercianti qualcosa
Come faremo per le
Spese che maturano e non abbiamo un soldo ?

Lunedì 13 aprile 2020 19:27:31

Egregio segretario,

sono un pensionato di ottantauno anni che ancora soffre per questa martoriata italia.
mi scusera’ se mi permetto di sottoporre alla sua attenzione e ai suoi collaboratori alcune considerazioni.

ritengo che la proposta dell’onorevole delrio, relativa al contributo di solidarieta’ per i redditi superiori a ottantamila euro, sia umanamente, costituzionalmente, cristianamente doverosa, quindi da sostenere politicamente con determinazione, al di la’ di qualsiasi calcolo.

anche i tempi mi sembrano, purtroppo, tragicamente, opportuni. ma come! ? da una parte tutta l’italia, compreso papa francesco chiede giustamente all’europa piu’ solidarieta’ “strutturata”, dall’altra buona parte degli italiani, comunque sia il loro orientamento politico, e’ subito pronta a scandalizzarsi di fronte alla proposta delrio.

se fossi un cittadino olandese o tedesco (molto buono e generoso) penserei che l’italia e’ uno strano paese. chiede a tutti i cittadini europei di farsi carico delle sventure altrui, ma si rifiuta di chiedere al due per cento dei suoi cittadini benestanti un maggiore sforzo di solidarieta’ (strutturato per solo due anni) per alleviare i problemi del proprio paese.

gia’ prima del coronavirus eravamo un paese (vale per tutti i paesi del mondo) dove regnava sovrana la diseguaglianza: la forbice tra chi ha tanto e chi ha tanto poco completamente divaricata.

il dopo (?) non si prospetta roseo, il fulcro delle forbici, se si continua a divaricarle, salta e le due lame non si riconoscono piu’ come parte dello stesso oggetto.
fuori metafora, significa che sara’ tanto aumentata la poverta’ che necessariamente bisognera’ mettere mano a una ridistribuzione della ricchezza per evitare guai peggiori.

forse bisognera’ rivedere perfino la gratuita’ per tutti di certi fondamentali diritti.
sicuramente e’ urgente declinare un concetto pu’ preciso di “bene comune”: bene comune, a partire dal bene dei piu’ bisognosi.

ancora piu’ chiaramente:” e’ bene comune tutto cio’ che tende a
chiudere la forbice tra chi ha tanto e chi ha nulla”.
e perfino l’aria che respiriamo non e’ piu’ bene comune: chi ha tanto puo’ scegliere dove andare a vivere, chi ha poco continua a vivere al rione tamburi (taranto).
bisogna avere fiducia negli italiani, specialmente nei giovani che in questa drammatica situazione si stanno comportando meglio di noi anziani, almeno cosi’ mi pare.
che la nostra pasqua sia viatico per uscire da questo tunnel tenebroso e sconosciuto. auguri.

mario lamanna

Sabato 11 aprile 2020 14:24:14

Buongiorno, Le scrivo come 73. nne pensionato ex amministrativo dell'Ente Ospedaliero (di Velletri), poi USL, poi ASL. Un gioiello di riferimento della Sanità Pubblica territoriale. Sicuramente Lei conosce le molteplici vicende politiche che hanno portato al continuo e graduale depauperamento della Struttura, per voluto e preconcetto scopo di condannare gli utenti del territorio che in piena capacità arrivano a circa 225. 000 pro die. Sul territorio esiste una Clinica Privata florida ma "di nicchia" ed un'altra del Gruppo Tosinvest che sta lì ben conservata ma "vuota da anni" per vicende a Lei note oggi superate.
l'NCO tanto voluto, sfruttato politicamente ma ancora ad oggi utilizzato ad un terzo del potenziale effettivo, è un vanto? NO, UNA VERGOGNA IMMONDA ! Intanto tutti gli Utenti del territorio vanno ramenghi nell'Area Metropolitana ed altri Ospedali territoriali dei Castelli Romani sono sottoutilizzati, quando sarebbero dovuti essere chiusi e riconvertiti da oltre venti anni.
Non esiste solo Roma e le sue Baronie anche Sanitarie, che Le fanno "gioco politico" ma, da Uomo che recentemente è stato provato dalla malattia diretta e con la coscienza (???) di politico votato al bene dei Cittadini Laziali, non ha mai avuto lo scrupolo, il pensiero di far veramente il bene dei cittadini? CI PENSI !
Le colpe non sono totalmente Sue ma anche dei politici locali dal funesto Servadio al fedele scudiero attuale, troppo deboli ed impreparati per aver avuto voce in capitolo nella Sanità locale.
Tempo, energie, professionalità di Eccellenza già presenti nella Sanità Pubblica di Velletri ed oggi ancor più mortificati e disillusima che operano quotidianamene in rispetto del giuramento ad Ippocrate e per Tutti alla correttezza della propria coscienza professionale.
Da ultimo, faccia pubblicare altre Sue foto senza "sogghigno ammiccante", ci sentiremo di essere meno presi in giro.
Emmegi

Sabato 11 aprile 2020 13:37:40

Caro Nicola.
Hai perso un altro elettore.

Vedere le Procure indagare su ospedali e case di riposo vuol dire vivere al di fuori della realtà.
E tu e il tuo partito che non commenta!

Magari non voto più ma sicuro non voterò più PD

Commenti Facebook