Messaggi e commenti per Andrea Scanzi

Messaggi presenti: 73

Lascia un messaggio o un commento per Andrea Scanzi utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Andrea Scanzi

Venerdì 18 giugno 2021 20:46:17

[Obbligo vaccinale? ?]

Caro Andrea, rubo cinque minuti della tua attenzione per chiederti una mano (qualora tu lo ritenga giusto) a mettere in luce un problema che ritengo importante per me e per tanti come me... Io ho un bambino di 5 anni che a settembre andrà alla scuola primaria (obbligatoria), purtroppo ancora non ci sono vaccini per i piccoli, quindi mi chiedo: è giusto che mio figlio (con tutta la famiglia vaccinata) rischi di prendersi il covid da coetanei che non hanno i genitori vaccinati? O sarebbe più giusto che questi genitori li tenessero a casa e li facessero usufruire della dad? Mio figlio soffre d' asma, è finito in ospedale 2 volte per brincospasmo causato da un semplice raffreddore, non l ho mandato all' asilo in quanto non essendo obbligatorio ho potuto farlo, e come lui, e peggio di lui, ci sono tantissimi bambini... È giusto che siano loro a rischiare di stare male quando le loro famiglie li hanno protetti e hanno protetto la comunità? ? Io credo di no... Se sei d ' accordo con me ti prego di mettere in luce questo problema, tu che ne hai la facoltà. Scriverò anche al ministro bianchi ma dubito che riceverò attenzione. Grazie se vorrai aiutarmi e grazie della tua schiettezza e delle tue critiche a certi individui riprovevoli! Silvia, montepulciano (si)

Sabato 12 giugno 2021 20:44:11

[Le riaperture]

Quando sono a casa dal lavoro mi piace frequentare una nuova pasticceria aperta nel quartiere, perché posso fare la fila ordinata davanti ad una commessa gentile che chiede quali dolcetti voglia da portare via dietro il plexiglass, pago ad una cassa anche questa presidiata da un giovane cortese ed efficiente e poi vado a prendere il caffè accanto da altrettanto cortesi gentildonne mascherate dietro plexiglass. Mi siedo poi ad un tavolino esterno, evitando chi mi fuma addosso, e leggo il giornale sottolineando i passi più salienti. A volte mi raggiunge il marito che si attarda con la figlia a casa, colpa dell’esame di terza media, e anche lui si prende caffè o cappuccino e pasta di turno. Oggi entro correttamente dopo consueta igienizzazione e mi avvicino alla cassa ma vengo superata da altra signora mascherata come me che mi guarda e, senza proferire parola, mi passa avanti. Credo che voglia andar via dopo aver preso la tazzina al banco e la lascio fare, in realtà era entrata dalla parte sbagliata ed aveva visto bene di non attendere ne’ tantomeno chiedere se ci fosse qualcuno in coda. Subito dopo una con canotta e pantaloncini da mare smascherata e con labbra e sopracciglie finte dal banco, dove evidentemente aveva consumato prima di pagare, si infila davanti a me. Io un po’ x orgoglio le dico con voce bassa ma decisa che stava a me e lei alza la voce e si schermisce dicendo che non ha mosso un passo.
Chiedo poi scusa alle commesse che si scusano per essere rimaste con gli spiccioli inducendomi a pagare con carta, ma io le capisco e chiarisco che usare la carta è legittimo, essere superata due volte magari no.
Da due donne dico io… ma che siamo diventate… Una di loro poi si è posizionata ad un tavolino vicino e ha dichiarato ad alta voce a chi la ascoltava dall’ altra parte dell’ etere che era depressa.
Per carità, è un periodo difficile per tutti ma non credo per questo ci si debba comportare fuori come si vorrebbe forse fare con chi nella propria realtà non ci rispetta. O forse siamo troppo prese da cercare un consenso puramente apparente che si deve tirarlo in tasca ad una dell’altro sesso, colpevole solo di aver scelto lo stesso locale tuo in una calda mattina di giugno.
E poi certo, quando non si poteva consumare dentro tutti si ammassavano fuori fumando a pieni polmoni e sputacchiando addosso al malcapitato che, non trovando posto, stava loro accanto. Ora che è più calduccio, anche se alcuni tavolini sono all’ombra, meglio non scansarsi mai dal banco o occupare tutti i posti all’interno al ricircolo dell’aria condizionata.

Sabato 5 giugno 2021 04:46:07

[Fancazzisti d’oltralpe]

Sai quando tieni la freccia fissa x poter parcheggiare a spina ma tutti i posti sono presi e arrivi lungo, vorresti fare retromarcia e tenti inesorabilmente di tornare dolcemente indietro ma c’è una coda di mentecatti che non tengono la distanza di sicurezza e conoscono solo le altre marce?
Vedi poi un posto vuoto semioccupato dallo sportello di un’auto di grossa cilindrata con targa Deutschland ed un mezzo capellone in calzini corti e ginocchiera nera come quella delle ben note camicie... inserisci freccia tentando di spiegare che avresti lasciato libero il posto solo un metro prima per lui. Esce fuori un’altra scapigliata e nessuno dei due capisce la tua mimica. Spero non siano artisti di serie B, mi fanno cenno di diniego con il ditino e non sento proferire una parola che sia una non dico nella ns dolce madrelingua, tanto musicale all’occorrenza, ma tantomeno in quella anglosassone. Continuano ad ostacolarmi l’accesso ed io su tutte le furie impreco: “I call the police! ”, decisamente contrariata.
W l’Europa e w la beata ignoranza di ogni dove! !
I fancazzisti d’oltralpe si sono salvati da una chiamata ai fiorentini vigili urbani perché avevo un appuntamento inderogabile con una professionista vera, di quelle che ti ricevono puntuali, igienizzano gli ambienti ma soprattutto capiscono quello che si dice loro: la mia psicanalista.

Mercoledì 2 giugno 2021 21:19:04

[Postumi da prima dose]

Ebbene sì: il vaccino ha fatto effetto!!!
Oggi mi sono ritrovata a stirare un paio di fuseaux della figlia senza aver attaccato il cavo dell’’elettricità. Li ho anche piegati, soddisfatta della mia stiratura. Quando poi sono passata ad una t-shirt candida come la neve ma da rovescio, per non rovinare la scritta di un noto marchio di jeans, ho cominciato a chiedermi come mai tali pieghe fossero così ostinate. Ho esercitato maggior pressione e solo in quell’attimo ho realizzato...
Alle luci dell’alba avevo fatto partire telefonata dallo smartphone al povero consorte che, insonne nella nostra magione per colpa della vicina che aveva spasseggiato tutta notte sulla sua camera da me disertata x assistere la madre dal ginocchio rinnovato., si era appena addormentato.
Se continua così auspico anche una rinnovata attività sessuale, tanto che un sol marito ultracinquantenne non potrà più bastare.

Lunedì 31 maggio 2021 06:40:29

L’inferiorità


Nel lontano ottobre 2016 mi sono sottoposta all’unico intervento di chirurgia plastica della mia vita (e avevo già compiuto i primi anta). Reduce da una vacanza a Lanzarote dove, l’ultima notte in tale paradiso, mi sveglio e, pettinandomi allo specchio, vedo il lobo dell’orecchio destro tagliato in due come la forchetta da cetriolini in agrodolce.
Eppure non ho sangue- dico io- e ho scelto dei cuoricini d’oro per tutta la vacanza proprio per nuotare in santa pace nel freddo Atlantico e non temere di smarrirli. Che poi chissenefrega: me li ha regalati il fidanzato del liceo quando ero ancora minorenne e non li ha mai voluti indietro. Però sono fini, dice sempre la mamma, che all’epoca lo odiava perché aveva la colpa di aver lasciato gli studi xche’ non dotato e lavorare già in una tipografia tutta la settimana, salvo poi allenarsi e giocare la partita del pallone il sabato pomeriggio o la domenica mattina. Insomma, frugo tra le lenzuola del finto letto matrimoniale adibito all’uso e trovo l’orecchino incriminato completo di farfallina. Torno allo specchio e non ci credo: urlo ed arriva il consorte intimorito.
Quell’orecchio, tanto sfortunato da esser già venuto al mondo troppo scostato dalla testa rispetto all’altro, ora era anche tagliato in due.
Candidamente vado da chi molti anni prima mi aveva praticato il foro troppo in basso: gli orecchini del primo fidanzato e del tipografo a venire oltre ad anni di pessima bigiotteria rococò avevano peggiorato la situazione, facendolo abbassare al limite estremo tanto da aver ceduto in quel di Lanzarote. Colpa della luna o dei vulcani?
La gioielliera mi dice che anche un familiare aveva avuto lo stesso problema (ma che glieli buca tutti lei gli orecchi?) ed era andato da un chirurgo plastico in Emilia, xche’ sa vive lì. Porca miseria dico io, neanche il nome riesco a estorcerle!
Pensa che ti ripensa nel mio scranno papale in Pellicceria mi viene in mente l’unica cliente un po’ agee che tante punturine avea vantato anni or sono... mi sorbisco rimproveri per non essermi fatta risentire e mi manda il nome di una di quelle brave. Ubicata nella via dei grandi nomi, dove anni or sono vagavano russi e coreani. Poi la mamma mi dice di sentire il medico di base, donna anche lei e assai discreta nonché intelligente, ciò non guasta, e lei mi fa avere il nome di un luminare dicono, uomo. Subito cerco chi sia e lo trovo occuparsi di ricostruzione di stomaci, mani ed altre parti delicatissime e utilissime, se non direi quasi indispensabili.
Lo chiamo e mi faccio accompagnare dal marito x visita “intra moenia”. E’ alto, mi dicono essere un bell’uomo, io non lo vedo: ha gli occhi celesti si’ ma parla fiorentino!!!
Mi dice cosa fare, i pro e i contro, i prezzi da servizio sanitario nazionale e ci congeda dicendo che avevo il week end per pensare se solo il condiloma destro suturare o l’intera padella risanare.
Il marito conosce il mio problema, i capelli sempre lunghi e le code basse, e dice che il poco scarto di costo il mio portafoglio può sopportare.
Mi presento all’operazione con poco trucco, tacco 12 ed acconciatura da parrucchiere per non intralciare i ferri dell’incisore e resistere al mancato shampoo per molte molte molte ore.
Fino quasi a Natale indosso fascia in velluto per costringere il padiglione a star vicino a quella testa intermittente e dopo sei mesi precisi ribuco il lobo in parafarmacia, dove mi ha mandato ‘na amica mia. Si susseguono paia di orecchini carini simil oro che ancora indosso x decoro.
La mamma mi chiede come mai non metta quelli che agli anta lei scelse non senza qualche ” hai”,
xche’ l’oro si’ ma anche le pietre son belle assai. “Mamma, io ho l’orecchio a sventola!!! ”
“O non ti sei operata? ”ribatte lei giustamente contrariata.
“Sì, ma ho l’orecchio a sventola, me lo vedo ancora così, non mi ricordo che sono operata... “
Lo sguardo china in basso e non vi dico l’espressione contrariata. “O da chi tu hai preso così ideosa? Che anche il tu’ babbo buon anima l’era tanto a posto? ! ”
Ma se tu mi mettevi i paraorecchi appena nata perché dicesi esser simile a una bambola che tutti si fermavano ad ammirare in strada? ! E certo Cicciobello non può mica esser Dumbo, suvvia ?
La bellezza è la bellezza, non sia mai che simpatia ed intelletto farlocco guastino l’apparenza!

Domenica 30 maggio 2021 06:40:42

Quelli che... il vaccino... meglio aspettare...


Se qualcosa di positivo ha portato questo virus, e scusatemi l'eufemismo, si tratta del cinico modo in cui ti allontana quelle persone che detestano il distanziamento, ma che da te proprio devono stare lontane perché ahimè mosse da problematiche personali irrisolte. E così le colleghe mosse in passato da spirito di squadra non per natura ma per convenienza, l'amico artista, virtuale più che tangibile, prende da solo la strada di non ritorno vs la contestazione forse per reazione ad un mancato consenso che il palco non può e non potrà più dargli tanto di frequente. Mica tutti si chiamano Andrea Scanzi !!!
Ma la testimonianza più amara e' quella dell' unico fratello che il sangue ha legato a te. Amante delle donne mature con tanto di prole altrui, che scopro mosse da timore vs l'ago e la reazione del liquido tanto incriminato a fine anno 2020. Ma... arriva la Settimana Santa e il ragazzo classe '78 viene trasportato in ambulanza in piena zona rossa all'ospedale più vicino. Polmonite ma non bilaterale, e via tutta una serie di analisi e si scopre una perforazione dell'esofago che lo porta a non potersi più alimentare con cibi solidi per evitare la discesa dei liquidi ai polmoni. Dimagrito x volontà oltre 8 kg in piena pandemia pur essendo snello e alto, alto più di te (1, 95), si riduce ancor più un figurino ma l' età per sfilare non c'è piu'. Ci sentiamo due volte al di' x circa un mese, ma quando ritorna nella casa dell' amata i contatti diradano, fino ad arrivare al silenzio di una segreteria telefonica che dopo tanti squilli ti evoca gite in terre lontane. Poca rete in zona ma ' ndo cazzo vivi dico io che manco stessi tutto il giorno dentro il Santuario della Verna! Niente risposte via SMS, niente chat, neanche pote' la madre che sono a vegliare xche' il ginocchio si è rifatto fare. E la consorte che si era autoproclamata sua segretaria e aveva una chiacchiera che tanta... muta, neanche più i messaggi senza il controllo ortografia...
Dicesi esser stata rea di aver voluto sapere se in caso di vita o di morte in ospedale avrei voluto almeno essere informata da un professionista e la madre idem, perché mica siamo nel Medioevo che, pur donna di fede, crede ancora nelle streghe.
Mi si dice che il vaccino ancora no... Meglio aspettare... _ uno classe '78 _ xche' il padre di un tizio tanto colto da fare il fabbro di mestiere e il calciante verde per piacere è stato due volte in ospedale per infezione da SarsCov2 ed è tornato meglio di prima. Ora, dopo un mese di flebo in pieno picco del contagio, con una notte in sala d'aspetto e qualcuna passata con donne separate da una tendina sempre in ospedale, il secondo in verità dove è stato trasportato d'urgenza il venerdì di un aprile di vigilia altro che nera e a suon di gastro, TAC e digiuni il pus sono riusciti ad asportare e il foro alla fine non dover chirurgicamente risaldare, non resta che provare!!!
E così mi trovo distanziata da chi qualche callo aveva da farsi pestare, alla vigilia di un traguardo personale: la prima dose dopo un anno e mezzo di fatica ad articolare con maschera e rumore di sottofondo in ufficio postale discorsi che abbiano un senso nella mente altrui che... ahimè talvolta sembra difficile penetrare.

Sabato 29 maggio 2021 06:38:06

Sono una tua fan e attualmente lavoro come consulente in quel grande baraccone che ha dato anni or sono pane di cui cibarsi ad Orso Grigio. Attratta anch’io dall’idea di cotanto cibo, ho scelto di lasciare la via dell’amata arte dell’accrescere il sapere altrui come la tua genitrice. Credendo ahimè che la “strada” non fosse degna di tale sapere, abbandonai le missive commerciali più che i messaggi d’amore per l’alta finanza e diventai mio malgrado promotore iscritto all’albo. Io, figlia di tranviere sceso a valle da quel paese al confine tra la terra del cardinal Dovizi e il Corsalone, atleta dentro più che mister che tanto amo’ il pallone da passare a miglior vita in un campo di erba sintetica in un lontano di’ dello mese di febbraio!
Conobbi finalmente cosa volesse dire forzare i neuroni amanti del bel sapere ai conti e al pubblico, tanto buono “paarino” con chi ancora e’ additato a figlio dello Stato pur ormai viaggiando a braccio della borsa con la B (forse x indicar serie cadetta).
Lo fante si sedette sullo scranno e prese dimora sui tetti del palazzo che fu di Tronchetti Provera; la misera ed umile serva, dalla sedia papale al piano terra di suddetto edificio viene spostata a condivider la saletta “ina ina”, con Roul Bova de “noaltri”, riciclato dalla storia delle masse operaie anch’ella ma figlio di dirigenti della grande mucca mia e de tu’ padre in quel di Terni. A quel gran manzo ero stata rea di aver trasmesso lo sapere indebitamente acquisito sul campo anni or sono, ma lui non era stato mai riconoscente, perché le donne ai piedi gli cadevano si sa ma c’è più sugo a stare co li cessi col forcone e il gatto a nove code, o forse non lo avevo mai baciato sullo puntino estremo del piedino, perché dotata anch’io delle belle ciglia verde mare e della coscia da meritar l’epiteto di bionda occhi celesti dal destituito boss locale e di Giovannone dai colleghi diventati superiori.
Ma la coscia lunga la godeva solo l’amato consorte da vent’anni e non xche’ tale età vantassi come quei fenomeni dei Maneskin. Tuttavia la coscia ed il pancino ancora magro, perché discesa dalla sana stirpe dello Casentino, non gradiva chi si sentiva insidiato ed adduceva motivo di calunnie nelle umili stanze da parte di colleghe tanto care. Dalla padella di chi forse nutriva l’ammirazione ed il rispetto ma non teneva ‘e
ball’, festeggiata con cena di pesce dall’ufficio vicino ma distante xche’ di livello superiore, riaccolta tra le braccia di chi nemmeno un anno or sono qualche tiro mancino aveva dato con le rose senza spina del Bengala.
Si sa, le tigri son le tigri, ma i figli della Lupa qui son tre, due delli quali manco titolati ma tatuati, a dispetto dell’altro angelo biondo, coi boccoli e gli occhioni verdolini di natura e che non disdegna la cultura. L’angelo capisce la bontà della beltade e spera che quando lui sederà su più alto scranno la leonessa dalle unghie smaltate indebolite si trovi in altro loco. Sono i tempi del mojito, la tigrotta si riposa anch’essa sullo scoglio e con messaggino sgrammaticato anticipato da colloquio riceve la seguente di ripresentarsi in nuova sede, stavolta all’altro capo de lo monno, tra un finto centro estetico ed un quartiere popolare abitato da ex greci del lontano conflitto nazionale.
Troverà la pace e anche la guerra combattuta a colpi di virus, stoccate, strategie studiate a seguito di Teams quotidiane dal susseguirsi di tre direttori nel giro di sei mesi per effetto di una clusterizzazione. Siamo al circo o in televisione?
La forza pubblica tuttavia qui, il tono alto della voce e forse bestemmiare serve x farsi rispettare... la maschera ed il plexiglass non possono che aiutare questo gran caos nazionale.
E mentre io ti scrivo la sveglia sta per scattare, e’ sabato e più non mi posso coricare... tra li leoni devo andare anziché portar le chiappe al sole chiare chiare.

Martedì 25 maggio 2021 08:40:12

[Per un commento sul Milan, mi hai bannato dalla pagina di Fb?]

Buongiorno,

ieri, ad un certo momento, volevo accedere alla tua pagina Fb (di cui figuravo "Fan più attivo"), è ho scoperto di essere stato bannato.
Ultimo mio intervento, una risposta al tuo commento sul post di ringraziamento a Stefano Pioli.
Riporto qui di seguito il contenuto:

Sì ma... "habitat naturale"...
Non ho nulla contro il Milan,
ma non ci sono "habitat naturali".
Ci sono solo obiettivi che si conquistano sul campo.
Se ci si riesce bene, sennò arrivederci all'anno prossimo.
Anche meno boria, please.
(... habitat naturali...)

Non so se questo commento è stata la causa della mia rimozione, fatto sta che dopo averlo postato, mi son ritrovato bannato.
E sono rimasto francamente sbalordito.
Già Salvini e Renzi mi avevano bannato dalle pagine personali e del partito... ma loro li avevo ripetutamente attaccati.
Tu mi hai bloccato per una critica a sfondo calcistico?

Mercoledì 19 maggio 2021 07:39:52

[Alla 7 ieri sera]

Ciao Andrea, sono un tuo concittadino e sinceramente ti sto seguendo da poco tempo in quanto mi pare tu abbia raggiunto una certa moderazione rispetto a qualche mese fa e quindi sono a scriverti, ma sicuramente non leggerai per la grande quantità di mail che ti arrivano, per una affermazione grave di Costanzo alla 7 ieri sera che se non vado errato eri ospite, ma mi sono arreso prima del tuo intervento dopo le parole dell'omino Michelin (Costanzo). La prima sua esternazione è stata nei confronti e qui erano d'accordo il conduttore e il suo staff (vedi foto dei tre virologi) del profess. Galli che io ho sempre apprezzato per il suo coraggio di dire la verità etichettandolo come un disfattista e seminatore di terrore. La seconda mi pare sia stata molto più grave, in poche parole sull'argomento dei danni provocati dagli evasori alla sanità che in tanti paghiamo di usufruirne in questa occasione per i ricoveri, per le terapie intensive e forse di essersi salvata la vita, ha detto che non essendo Svedesi, Tedeschi ecc. noi siamo Italiani, siamo fatti così e quindi in sostanza dice che non c'è niente da fare e li dobbiamo accettare. Andrea ti chiedo Cortesemente se puoi scrivere o parlare te, perché io non ho voce in capitolo e quanto ho, (scusa per la forma e la grammatica in quanto l'argomento è molto più articolato e non ho la capacità di sintesi) sentito mi ha fatto molto male perchè io sono uno di quei tanti bischeri che ha lavorato per 42 anni come dipendente senza mai portare a casa una penna e non mi sembra giusta l'evasione, ma mi fa più schifo chi la vuole ufficializzare. Grazie per la Cortese Attenzione se me la vorrai accordare. Un SalutoValdarnini Alvaro

Lunedì 17 maggio 2021 21:03:58

Andrea potrebbe chiedere perché l'anno scorso senza vaccini avevamo meno contagi?

Commenti Facebook