Messaggi e commenti per Bianca Berlinguer - pagina 9

Messaggi presenti: 314

Lascia un messaggio o un commento per Bianca Berlinguer utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Martedì 14 aprile 2020 12:42:07

Il fatto è questo: la scorsa settimana mio padre, arzillo 78 enne vecchio stampo – e con questo intendo gentile, ligio alle regole, della serie le tasse vanno pagate, non si comprano le cose a rate, si rispettano i limiti di velocità e così via- esce di casa (siamo nella periferia sud Milano) e si accinge a soddisfare i desideri di sua moglie (mia madre): dai, vai nell’orto a prendere due rametti di rosmarino per fare l’arrosto.
E che fa il prode per recuperare l’arbusto? Prende l’auto, inforca la tangenziale, scende in metropolitana, tira fuori la bicicletta dal garage?
No, esce a piedi e percorre serenamente i 208 metri (controllati con google map) che lo separano dal terreno, giusto giusto di fronte a casa, ovviamente con la mascherina. Preciso che abitano nella zona di un parco agricolo, zona più di campagna che urbana. Mentre è intento a raccogliere il suddetto rosmarino, gli si palesano dentro l’orto due solerti vigili (l’orto è recintato e dotato di cancello) e gli fanno il cazziatone. Eh ma lei, guardi qua, cosa fa, dove abita? Là di fronte, sono uscito un attimo a prendere due rametti di rosmarino. Eh nonononono non va bene, e se tutti volessero del rosmarino, che si fa? Tutti in giro? E così via per cinque minuti.
Insomma, il mio mite padre incassa e torna a casa amareggiato. C’è rimasto male e soprattutto non ha più intenzione di uscire di casa.
Io sono stata una di quelle persone che ha sempre difeso l’operato del nostro governo: la pandemia è una cosa che non si poteva prevedere e tanta grazia quello che si è fatto. Sono ligia al dovere, sto a casa, vado a fare la spesa una volta alla settimana e il mio massimo momento di piacere è scendere a buttare la spazzatura. Non sto dicendo che sono la più brava, sto facendo semplicemente quello che mi viene chiesto.
Proibire al pensionato con la mascherina di andare prendere il rosmarino nell’orto a 208 metri da casa rende ridicolo ciò che è tragico.

Lunedì 13 aprile 2020 19:27:13

Vi ho girato il messaggio che la nostra associazione sta cercando di contattare chi di dovere x esporli il nostro caso (toelette x cani) se potete aiutarvi GRAZIE

Apt

Buongiorno a tutti, desideriamo aggiornarvi sugli ultimi sviluppi.

APT non si è mai fermata, ogni giorno di questo brutto incubo di quarantena ha incessantemente scritto, telefonato e dialogato con le istituzione alla disperata ricerca di sollecitate interesse e attenzione. Abbiamo scritto mail e telefonato a chiunque  potesse avere un peso nelle decisioni di palazzo. Al Mise, al Presidente Giuseppe Conte,   al Consiglo dei Ministri,   a vari presidenti di associazioni, l'ultima pec partita indirizzata alla task force, capitanata da Vittorio Coleo, e altri tecnici in supporto ai consiglieri del Presidente Conte, illustra il codice ateco, la descrizione animali da compagnia, la ns utilità e la situazione in cui siamo.

Abbiamo spiegato nel dettaglio le dinamiche pratiche del ns lavoro, che il contatto con il pubblico è  minimo, limitato agli attimi di consegna e ritiro; e cmq senz'altro inferiore alla permanenza e rischio che si può correre in libreria... abbiamo illustrato a quali rischi sono sottoposti gli animali in questo stato di trascuratezza, quali otiti, dermatiti, parassiti e sofferenza causati dalla mancanza di un intervento professionale di un toelettatore. Abbiamo esposto che anche prima di questa emergenza, l'accesso al pubblico è vietato all interno dei laboratori e che molti toelettatori sono da tempo già attrezzati con tecnologia di sanificazione dei locali all ozono e di bagni all ozono per gli animali. APT ha preparato un protocollo di condotta da distribuire ai propri associati di protezione e prevenzione Covid e un protocollo di regolamento  per i clienti, ma il medico del lavoro ci ha consigliato di aspettare a divulgarlo fintanto le procedure di precauzione non saranno emanate dalla sanità, e di attendere pertanto a fare acquisti.  

Continueremo a bussare a tutte le porte e a dormire poche ore per notte finché non potremo tornare nelle ns toelettature. Ci auguriamo che nonostante tutto possiate trascorrere una serena Pasqua. Restiamo disponibili,   se avete domande potete commentare qui sotto, vi risponderò con piacere,   vi abbraccio forte, Sabrina Gnani

Lunedì 13 aprile 2020 18:04:41

Io sono una cattolica credente e praticante, ma credo nel Vangelo e nell'esempio che Gesù ci ha dato.
Sono d'accordo anch'io che, sebbene Francesco sia un Papa buono e bravo che cerca di ricondurci alla semplicità ed alla comunione dei veri cristiani, ebbene penso che la Chiesa non sia un buon esempio.
Ricchezze nascoste, collaborazione nella costruzione di armi, ricchezze e fasto inutili: venda e lasci e regali a chi ha fame. Basta con la Chiesa politica.
valeria di Pianezza (TO) 64 anni.

Lunedì 13 aprile 2020 17:50:47

Cara bianca ho 74 anni ho girato il mondo ma quello che vedo oggi in italia è avvilente, mio padre GIOACCHINO AMICO E COMPAGNO DEL TUO ENRICO si staranno rivoltando nella tomba siamo nella miseria totale e non pensiamo alla CHIESA che da 2000 anni ci sta dissanguando che con il gesuita al comando non ha fatto un cenno per rinunciare all8 per mille perché nessuno di voi che potete ne parla.. saluti Giovanni

Sabato 11 aprile 2020 16:59:36

E' un periodo tragico per tutti e soprattutto per chi perde un familiare Anche noi abbiamo perso molti amici, conoscenti, ex colleghi. A dicembre ci sembrava che ci stesse capitando una fortuna. Abitiamo a Lodi e mio figlio che ha 50 anni ma che per una madre è sempre nel cuore, lavorava come sistemista esperto in un grande gruppo automobilistico che spazia dal Trentino al Veneto. Chiaramente le spese con una casa a Lodi che ha dei costi notevoli anche se ereditata dai nonni materni, per un affitto a Verona erano troppi. Fortunatamente a dicembre parecchie aziende hanno estratto il CV da Internet e l'hanno chiamato perché aveva un profilo molto interessante. Dopo le varie prove di selezione, ha ricevuto quattro lettere di assunzione molto interessanti ed una proposta vantaggiosa economicamente dalla azienda dove lavorava, affinché rimanesse. Di fronte ad assunzioni che gli permettevano di lavorare a Milano/Rozzano e tornare nella propria casa a Lodi, ha confermato le dimissioni e valutate le altre proposte per scegliere alla fine una azienda del Gruppo Zucchetti, interessante per la professionalità ed anche per l'aspetto economico. Pur essendo inferiore a quella della azienda dove lavorava, eliminando l'affitto a Verona, diventava più interessante anche per la qualità di vita.
Si dimette, effettua il preavviso ed il 03/02/2020 entra a far parte dalla Faber System; ci mancavano i tappeti rossi per la meravigliosa accoglienza ricevuta. Arriva il coronavirus ed essendo in un ufficio molto piccolo in 5/6 persone, viene comandato con tutto il suo reparto Informatico a lavorare da remoto. Gli viene consegnata l'attrezzatura per procedere a lavorare da casa. Chiaramente essendo arrivato da un solo mese l'azienda non aveva ancora passato tutte le consegne col relativo aggiornamento sull'impostazione informatica aziendale. Tutto procede bene, effettuano videoconferenze e continuano l'attività lavorativa ma l'azienda non continua l'aggiornamento in attesa della ripresa. Questa settimana mio figlio viene chiamato telefonicamente per informarlo che quello è il suo ultimo giorno di lavoro, la mattina successiva deve riportare in ufficio l'attrezzatura e il rapporto di lavoro si chiude. Effettivamente il contratto prevede 60gg. lavorativi di prova per un 2° livello del Commercio e mancavano pochi giorni. Recatosi in ufficio ha trovato una unica persona dell'ufficio personale che gli ha chiesto se voleva una lettera di referenze perché sarebbero state ottime.
Sono tanti, gravi i problemi ma nessuno ha pensato a questi lavoratori che per migliorare avevano lasciato un posto di lavoro per un altro. da poco; questi sono tutti nuovi disoccupati senza reddito. Distrutti psicologicamente e con dei grossi problemi per tutta la famiglia. Mi sembrerebbe logico che il Governo non permettesse in un momento così difficile i licenziamenti. Non hanno diritto alla Cassa Integrazione e che ci spighino come potranno continuare a vivere; in questo momento in cui tutto è bloccato come può fare un uomo. Interpellati i Sindacati ed i Legali hanno dato questa risposta: "il senno di poi dice che si doveva trattare sui tre mesi di prova", doveva pensarci il Governo. Nessuno poteva prima pensare al coronavirus, il Governo doveva tutelare questi lavoratori con un provvedimento specifico. Grazie, ora chi ci dà da mangiare, io sono una madre pensionata! Mio figlio non sa nulla perché si sta lasciando andare... Potrebbe parlare dell'argomento in generale, senza nomi. Grazie, con stima, suo padre era un grande uomo!

Mercoledì 8 aprile 2020 00:19:31

Ho l'impressione che lei creda a tutto ciò che le racconta il Veneto, nella vostra trasmissione sembra che siamo i primi per esecuzione di tamponi e test. Sono un'infermiera e non vedo tutto questo tamponamento anzi è difficile ottenere l'esecuzione di tampone, bisogna essere fortemente sintomatici. Mi pare che anche le RSA si siano lamentate. Non è che il dato dei tamponati di Vò Euganeo, dove avranno ripetuto il tampone più volte alle medesime persone, ha falsato quello che è il dato regionale?

Martedì 7 aprile 2020 23:53:35

Buonasera
Sto seguendo il programma
Faccio riferimento ale informazioni relative alla sanificazione delle mascherine del dott. Rossi Albertini per segnalare che l'alcool non è reperibile già da molto tempo
Esistono alternative a quanto indicato?
Vi ringrazio
Buon lavoro

Martedì 7 aprile 2020 22:20:19

Gentile dott. ssa Bianca sono un ingegnere con partita iva che non ricevera' nulla dal Governo nonostante sia rimasto senza lavoro. Quali 600 euro? Io chi sono ? Una mucca da mungere? Saluti Ing. Rovere

Martedì 7 aprile 2020 17:14:47

Gent. ma Dott. ssa Berlinguer,
voglio augurare a Lei e a tutti una PASQUA SERENA, in cui calino i contagi, gli ammalati gravi e i morti, in cui cali la paura del contagio, la diffidenza, le polemiche stupide, la strumentalizzazione della politica, la maldicenza inutile.
In cui crescano le guarigioni, l'ottimismo, la solidarietà, e finalmente si ritornino a riscoprire i veri valori della vita. Questa non è solo un'utopia, siamo sempre stati solidali, avevamo solo perso la realtà influenzati dalle cose inutili e superficiali del nostro tempo.
Ho 70 anni sono ammalata dal 2011 di una malattia autoimmune il "LUPUS". All'inizio è stato terribile, poi ho imparato a conviverci. Adesso convivo con questa atmosfera tremenda e prego di farcela e che tutti ce la facciano FISICAMENTE, ECONOMICAMENTE, MENTALMENTE. Solo con la mente lucida, libera da paure e pregiudizi si riesce a sopravvivere. Un abbraccio MARIA ALDA OLIVIERI

Lunedì 6 aprile 2020 19:41:08

Perche' non mandiamo i percettori di reddito di cittadinanza ad aiutare gli agricoltori? Fra poco rimarremo senza prodotti della terra e quelli che ci saranno veranno ceduti a prezzi altissimi. Affrontate il problema date spunti al governo.

Commenti Facebook