Messaggi e commenti per Bruno Vespa - pagina 9

Messaggi presenti: 311

Lascia un messaggio o un commento per Bruno Vespa utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Mercoledì 11 marzo 2020 15:35:18

Gentilissimo Dott. Vespa, come lei ben sa', in questo momento di grande confusione mentale e non, per il Virus in circolazione, noi poveri cittadini, non sappiamo più distinguere le notizie vere da quelle false.
In questi giorni, qui a Siracusa, sta girando una clip con delle dichiarazioni a dir poco inimmaginabili.
Il mio nome è: Giovanni Salesi, e mi rivolgo a lei perchè la considero un uomo di immensa cultura con una posizione di grande importanza nella nostra società.
Le invio il Link dove potrà ascoltare le affermazioni veramente rivoluzionarie.
Se quanto affermato da questo signore, che si spaccia per un dottore, nel caso in cui fosse veramente attendibile, come possiamo difenderci a questi manipolatori di popoli.
Adesso mi domando: a chi dobbiamo credere???
le chiedo cortesemente se può darmi un gentile riscontro.
Grazie anticipatamente.
Saluti.
Ps Penso di inviare questo mio scritto anche al Pres del Consiglio: G. Conte.
https://m. facebook. com/story. php? story_fbid=1639475686192835&id=100003912593002

Martedì 10 marzo 2020 13:46:22

... Uso ad obbedir tacendo...

Martedì 10 marzo 2020 11:11:43

Egregio Direttore
ho 76 anni e da oggi ho deciso di non accendere più la televisione. Ogni canale ha il suo bollettino di guerra... un vero e proprio terrorismo mediatico.
Nel passato abbiamo avuto altre epidemie, forse più importanti di questa, ma tutto si è risolto, naturalmente con la buona volontà degli operatori sanitari e la volontà dei popoli a guarire ma non c'è mai stato questo terrorismo mediatico di oggi. La gente ha paura e le misure restrittive messe in campo dal Governo (anche se giustificate) centuplicano questa paura.
Siamo arrivati al punto che gli esercizi commerciali chiudono e quelli che vendono prodotti di prima necessità pilotano l'ingresso alle lunghe file che si formano ai cancelli (roba da seconda guerra mondiale).
E non parliamo degli sciacalli, commercianti che aumentano i prezzi a dismisura... e il povero è quello a cui i coronavirus fa un doppio danno. Tenga presente tutte quelle persone - per lo più anziane - che vivono con la pensione minima o che non raggiunge i mille euri al mese.
Il Governo pensa ad aiutare le imprese e questi poveracci chi li aiuta? o muoiono per il virus o muoiono di fame..
Non mi prolungo, anche se si potrebbe parlare all'infinito, comunque la ringrazio per avermi ospitato (per quel che serve!)

Martedì 10 marzo 2020 01:36:54

Per cortesia, in questo momento evitate di invitare persone che esprimano opinioni come come Vittorio Sgarbi. Grazie

Lunedì 9 marzo 2020 18:42:44

Egregio direttore,
si sta fermando l'Italia intera in virtù dell'ultimo D. L.. per contentere gli effetti del COVID - 19 e trovo paradossale che vi siano molteplice navi da crociera Costa, MSC. etc. con a bordo 5-6 mila persone sparse nel Mediterraneo, e non solo;
Trovo altresì sorprendente che le stesse compagnie di navigazione non sospendono la loro attività in ottemperanza a quanto stabilito nel decreto "Evitare luoghi affollati"
Inoltre, appare illecito, che la disdetta delle prenotazioni, effettuate in tempi non sospetti ossia prima del coronavirus avviene con il pagamento delle penali!
Grazie
Fausta Musciacchio

Lunedì 9 marzo 2020 16:55:33

Egregio Direttore non avrei mai pensato di dovere scrivere un messaggio per esprimere la mia preoccupazione sulla situazione Mondiale derivate dal Coronavirus. Oggi 09. 03. 2020 da padre di famiglia impongo le regole che sono state emanate col decreto del 08. 03. 2020, la prima ma cosa è la salute di tutti noi, la seconda è cosa sta succedendo da più di un mese nel resto del Mondo… pochi ne parlano ma l'eccellenza Italiana del service (le scrivo perché ho un 'azienda di mediamente 80 dipendenti + 100 esterni nel settore Impiantistico e service divisione stampa e packaging cartario, con un fatturato medio di più di 10. 000. 000, 00-) azienda che (RITENGO E'... NON ERA…) una delle aziende ITALIANE che ha sempre portato la nostra professionalità nel Mondo … MA CHE DA UN MESE, a oggi ha visto respingere i propri tecnici perché???. .. perché Italiani, respinti e non accettati da paesi europei e non solo, l'eccellenza che ha permesso in anni di crisi di proseguire inventando in Persone oggi è in ginocchio… in ginocchio perché dal 08. 03. 2020 anche noi essendo della provincia del VERBANO Cusio Ossola siamo stati identificati nella zona rossa/ arancio… OGGI IL Mondo non distingue zona arancio o zona Rossa, DICE SOLO TECNICI ITALIANI NO. OGGI le nostre aziende rischiano di perdere contratti quasi chiusi perché SIAMO ITALIANI e si chiudono le frontiere (UK N. 2 contratti per montaggio impianti completi per circa 5. 000. 000, 00- start APRILE 2020) … OGGI IL MIO RAMMARICO da "Imprenditore" è che nessuno sta dando una mano reale alle nostre aziende, in un momento di crisi mondiale e stato di BOLOCCO TOTALE, la prima cosa sarebbe quella di AIUTARE IMMEDIATAMENTE tutte le nostre aziende, Bloccare tutte STOPPARE i pagamenti contributivi, INPS, INAIL, RATEIZZAZIONI AGENZIA ENTRATE, BLOCCARLE NON DICO ANULLARLE, noi Imprenditori abbiamo sempre pagato a fatica chiedendo rateizzazioni ma abbiamo sempre creduto nel nostro paese … ma dov'è ora il nostro Futuro? Certo attingiamo a ammortizzatori scolici MA è sempre l'azienda che deve pagare prima perché non è in Default... certo ma la coperta poi diventa corta perché se non fatturi non può mantenere la struttura non puoi … NON si può proseguire senza che non venga fermato BASILEA 3 perché oggi se non sei nel rating giusto sei finito ! ! Certo ci sono le istituzioni che ci devono sostenere… certo capiamo che la prima o poi verranno emessi dei nuovi decreti... MA mi permetta NON SERVONO A NULLA SE NON A PROLUNGARE L'AGONIA PERCHE non basta fermare le bollette di luce e gas, SERVE FERMARE questa reale Onda che è solo all'inizio … Vede dott. Vespa più tre settimane fa mandai "l'allarme" di quanto sta succedendo ora, incontro con Unione Industriali, incontro con i sindacati per ottenere la cassa integrazione ordinaria del 60% del nostro personale segnalando questo... oggi ancora peggio perché entrando in area Arancione (e ripeto per il mondo non interessa il colore…) siamo quasi come impestati… tecnici che devono andare a Roma e ci viene comunicato è meglio non avere personale dal Nord Italia, tecnici bloccati in Francia perché se rientrano non potranno più tornare in Hotel, commesse stoppate e in attesa di capire cosa succede… se oggi non si fa subito un DECRETO D'URGENE RETROATTIVO per almeno cercare di sopravvivere… lettera inviata oggi a unione industriali e a Prefetto ma pensa che ci sarà qualcuno che possa interessare questo argomento ? INTERESSA CHE UN AZIENDA ITALIANA che fatturava più di 1. 000. 000, 00 al mese oggi fattura 130. 000, 00- perché siamo visti come infettati ? Mi permetta di aggiungere che non può essere che in uno stato serio NON SI VEDANO QUESTE COSE e si pensi solo a Salvare il Turismo e non a tutte le aziende che hanno fatto crescere e prosperare il made Italy del service… il problema non è OGGI è IERI, il problema non finirà oggi o tra una settimana... questa è un'onda ANOMALA ma chi è al Governo lo deve sapere che non ci sono solo aziende turistiche o costruttori ci sono anche aziende come la nostra fatte di persone prima di tutto che se non possono entrare nei siti a svolgere le attività di service … chiudono.

Lunedì 9 marzo 2020 16:52:28

Dottore scusi se mi permetto ma non credo ci siano tante soluzioni per contrastare questa epidemia; non converrebbe chiudere per 30 gg. tutto il paese senza ma che tenga (essere decisi e multe salate a chi non rispetta). Abbiamo visto che le persone non capiscono proprio niente continuano a girare come se nulla fosse ; in effetti se alcune regioni sono chiuse e altre no a cosa serve. Per favore parli lei con il governo. (Facciamo finta di essere in agosto per ferie). Cosa importante chiudere subito la Borsa.

Lunedì 9 marzo 2020 15:59:29

C'è correlazione tra vaccino influenza, contagio, guarigione o morte?
Sono stati isolati più tipi di virus, chi è contagiato da uno e guarito è immune completamente o rischia ancora il contagio?

Lunedì 9 marzo 2020 07:40:39

Penso che si sia giunti all'apoteosi della stupidità.
Penso che a forza di parlare alla "pancia" delle persone, la gente vada in giro con gli stomaci sopra le spalle.

Esempio ultimo il COVID-19.

Si vuole "fermare il contagio", come se fosse possibile fermare l'acqua con le mani.

Il contagio è INEVITABILE: saremo TUTTI potenzialmente contagiati.
Essere contagiati però, non significa essere ammalati e non significa morire...
Significa che svilupperemo un resistenza, svilupperemo degli anticorpi.

Funziona così sin da quando è nato il Pianeta Terra.
Né più, né meno di quando la mamma ci faceva stare vicino all'amichetto che aveva gli orecchioni, RICORDATE?

Certo, questo virus è fetente, perché colpisce le vie respiratorie ed ancora non ne conosciamo la struttura.
Vero è però, che le persone guarite non hanno ricevuto cure particolari, se non RIPOSO e COMUNI ANTIBIOTICI.
L'incidenza mortale di questo virus è ai livelli delle normali influenze stagionali; fossimo al cospetto
di Sua Viralità EBOLA, con incidenza vicino al 65%, mi preoccuperei... ma per il COVID-19 non è ASSOLUTAMENTE
il caso.
Ragionando OGGETTIVAMENTE, collegando tra loro le sinapsi, porta a risultati sorprendenti in termini
di equilibrio e ci conduce ad effettuare scelte sensate, che smontano qualsivoglia allarmismo.

Consulto giornalmente la mappa dei contagi e sono persuaso che se ogni anno ne creassimo una per ogni
influenza stagionale, i numeri sarebbero assai più elevati, senza tuttavia obbligare la popolazione a sacrifici
INUTILI.

Questo virus circola da ottobre e quindi abbiamo già ABBONDANTEMENTE avuto possibilità di contagiarci
a vicenda, con i buoi ancora dentro al recinto.

Certo, prima dell'ordinanza-ghetto del Presidente del Consiglio, non me ne andavo in giro a tossire in faccia
alla gente, salutando con "ECCIU'AO", avvinghiandomi al malcapitato, cospargendolo di umettanti leccate corporee...

L'educazione in primis.
Anzi, il cervello, in primis.

Domenica 8 marzo 2020 21:57:52

Egregio direttore,

è la sera dell’8 marzo 2020 ed i dati sull’epidemia di COVID 19 in atto lasciano trasparire un trend del contagio che non mostra cenni di rallentamento.

La mia proposta, sinteticamente, consiste in quanto segue:
istituzione di zone Viola, Rosse e Gialle su base geografica Comunale con restrizioni della libertà personale via via decrescenti in funzione dell’incremento percentuale su base settimanale (oppure quindicinale) del numero di nuovi contagiati nella stessa area. Per le grandi città la suddivisione può esser fatta per quartieri.
Si istituisce, in sostanza, un meccanismo premiale.

Zona Viola (massima intensità di restrizione)
- Presidio delle forze di sicurezza sulle vie principali di accesso al centro abitato, nonché all’interno dello stesso, con pattuglie.
- Divieto assoluto di uscire dalla propria abitazione.
- Divieto di recarsi anche a lavoro (chiusura di tutte le attività produttive)
- Permessi di uscita dalla propria abitazione ogni 3 giorni ad orari prestabiliti per il solo acquisto di generi di prima necessità (un solo componente del nucleo familiare) secondo un rigido calendario prefissato dall’amministrazione comunale avvalendosi delle fasce di diverso colore di cui al punto successivo.
- Fornitura (a cura dell’amministrazione comunale) di fasce di diverso colore da portare obbligatoriamente al braccio (una o due per nucleo familiare).
Se al termine del periodo di osservazione il dato sul contagio rientra al di sotto di parametri prestabiliti, il comune viene promosso in “zona Rossa”

Zona Rossa (media intensità di restrizione)
- Possibilità di uscita dalla propria abitazione dalle 06, 00 alle 19, 00
- Possibilità di circolare solo per recarsi a lavoro (attività produttive aperte)
- Ingresso nei supermercati contingentato
- Impossibilità, salvo che per recarsi al lavoro, di uscire dal territorio comunale/quartiere.
Sulla base dei dati ottenuti il comune/quartiere vien posto in zona viola o gialla.

Zona gialla: criteri più blandi da definire.

A mio avviso, l’unico modo per ottenere comportamenti coerenti con il momento che il Paese sta vivendo, è quello che si basa sulla responsabilizzazione e sul “controllo collaborativo” reciproci, che coinvolge obtorto collo anche le fasce più giovani, che, al momento mostrano una limitata sensibilità al momento che stiamo vivendo.

È una base di lavoro sicuramente affinabile e migliorabile.

La ringrazio per l’attenzione.

La saluto cordialmente.

T. Mingolla

Commenti Facebook