Messaggi e commenti per Giorgia Meloni

Messaggi presenti: 669

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Giorgia Meloni.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Giorgia Meloni

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Giorgia Meloni. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Giorgia Meloni.

Sabato 12 novembre 2022 07:54:32

La Presidente Meloni e l'Europa


La tanto bistrattata "Meloni" dimostrerà ai suoi denigratori sistematici che l'Europa si puo' indurre alla trattativa SERIA sui migranti. Fino a ieri nessuno dei grandi presidenti del consiglio della sinistra era mai riuscito a provocare una riunione straordinaria della UE sull'argomento. I nostri onnipresenti giornalisti di sinistra saranno costretti a ricredersi, ma non le riconosceranno MAI un sol merito ad una donna della quale l'Italia dovrebbe essere fiera a prescindere dal suo indirizzo politico. La fatua partigianeria di gran parte della nostra stampa e di certi giornalisti-conduttori televisivi, la denigrzione sistematica, l'ironia-spirito di patata di quasi tutti i rappresentanti della sinistra non riusciranno a risollevare le sorti del "grande" PD che, senza idee, senza una guida, senza un netto indirizzo politico è destinato a sparire nel nulla.

Lunedì 7 novembre 2022 16:57:46

Immigrazione: Possibile che nessuno dei partecipanti ai dibattiti tv...


Possibile che nessuno dei partecipanti ai dibattiti televisivi sull'argomento riesca a capire che il problema esiste, che è importante e pure urgente. E' tutto, tranne che propaganda. Quando si fa dello spirito di patata anche su questo, argomento, si dovrebbe capire e sottolineare che le ONG sono un sovrappiu' che si aggiunge alla già pesante portata degli arrivi quotidiani indipendenti SEMPRE ACCOLTI E ASSISTITI. I nostri centri sono al collasso, gli immigrati fuggono e si ritrovano a dormire sotto i ponti, a spacciare o ad essere sfruttati come bestie. E' questa l' "accoglienza"?

Lunedì 7 novembre 2022 11:41:05

Fa pena vedere giovani...


Fa pena vedere giovani che non hanno ancora perso la buona fede dell’infanzia venire chiaramente manipolati da vecchi lupi preoccupati solo di riconquistare il potere e giovani, apparentemente meno fortunati che, per le circostanze della vita, scelgono lo sballo, la trasgressione e l’illegalità per esprimere la loro rabbia e dimenticare la sofferenza inconsapevole che viene dalla loro condizione non sempre disagiata, quasi sempre priva delle attenzioni amorevoli di una famiglia. Nel primo e nel secondo caso questa gioventu’ va tutelata con l’aiuto e l’esempio costruttivo dell’azione di uno stato amico e non patrigno che dia regole e che le faccia rispettare. Fatte le debite eccezioni, l’immaturità psicologica
di molti vent’anni riduce la loro capacità di individuare l’ipocrisia subdola di chi, fingendo di guidarli, li addottrina, proprio come la loro scarsa esperienza di vita rende difficile optare con cognizione di causa se non per il meglio, per il meno nocivo. Ne sono un esempio i ragazzi de La Sapienza che
hanno reclamato il sacrosanto diritto di palesare e difendere le loro idee mentre si contraddicevano palesemente manifestando per impedire ai loro coetanei lo stesso diritto ripetendo pedissequamente gli slogan-ritornello messi in campo ossessivamente da un sinistra meschina e arrivista che non digerisce la sconfitta elettorale. Nelle stesse ore, in un fetido capannone abbandonato, un gran numero di loro coetanei, all’apparenza meno fortunati, buttava alle ortiche la salute e metteva a rischio la vita viscidamente manipolato da sordidi affaristi senza scrupoli, venditori di degrado e di morte. Gli uni e gli altri non sono colpevoli e non vanno giudicati né condannati. Eventi come questi dovrebbero indurre tutti noi ad una seria riflessione sulla trasformazione della società italiana. Per anni abbiamo tenuto un comportamento passivo che ci ha reso complici abulici dell’ignavia dei nostri politici che, per loro comodo, ci consentivano di ignorare il rispetto delle leggi da loro lasciate nel dimenticatoio dei codici. Il conseguente, progressivo deterioramento materiale e morale del paese ha generato un malinteso senso della libertà e dei diritti secondo il quale tutto è consentito, tutti hanno diritti, nessuno ha doveri. Ne è seguita un’anarchia permissiva tipicizzata dall’assoluta mancanza di rispetto dell’autorità, della cosa pubblica e privata, delle persone e delle istituzioni che dovrebbero regolare la vita e le azioni dei cittadini. Anni di lassismo hanno portato l’Italia alla fama di Paese di Bengodi nel quale tutto è consentito. E’ questa la ragione preminente per la quale si viene in Italia da ogni parte del mondo per fare facilmente cio’ che altrove leggi che si fanno rispettare impediscono o rendono pericoloso. Si resta semplicemente allibiti quando si vedono in TV sedicenti, “emeriti” rappresentanti della cosiddetta intelligentia di sinistra, appoggiati da altrettanto sedicenti giornalisti palesemente di parte, attaccare o addirittura deridere le decisioni dell’attuale governo con il sorrisetto idiota di sempre mentre, distorcendo spudoratamente i fatti, obiettano: « il bere e il drogarsi sono consentiti dalla legge”, “ radunarsi per manifestare o festeggiare un evento non è vietato». Si osa perfino definire “ festa della musica” un’adunata di 5000 persone passibili di trasformarsi in poche ore in 5000 mine vaganti grazie all’uso smodato di alcool e droga messi a libera disposizione da affaristi senza etica che vengono anche invitati ad esprimersi in TV. La logica sembra sfuggire a queste persone quando tentano di avvalorare teorie assurde che nulla hanno a che vedere con la realtà degli eventi dei quali si sta parlando. Lo scopo è sempre lo stesso: tutelare le proprie posizioni sociali servilmente raggiunte e conservate, talora abbozzando. La pseudo sinistra sta sconsideratamente sollevando le folle, sta mettendo l’Italia a soqquadro per impedire che il governo Meloni riesca eventualmente a dimostrare che sa davvero lavorare per il bene del paese. Si mira allo sfascio dell’Italia pur di reimpadronirsi della redditizia barra di comando. Non si riesce a capire che il popolo italiano è esasperato al limite della sopportazione e che il veder crollare anche l’ultima speranza puo’ provocare una vera catastrofe. Si ignora totalmente l’evidenza di una situazione tale da poter portare in un battibaleno il paese dal semplice rischio di una degenerazione incontrollabile alla materializzazione della stessa. QUESTO modo di difendere “la libertà di espressione e i diritti”, oltre che incongruente, è pericoloso proprio come lo sono l’inqualificabile incoscienza civica e l’egoismo di questi signori. Ci si chiede: se un governo mostra di voler tentare di ridurre il caos che ha demolito il paese e cerca di riconquistare la stima e il rispetto degli altri è un governo “fascista”?

Domenica 30 ottobre 2022 10:38:37

Il commento di Zingaretti sul PD


Un icastico: "Questi pensano solo alle poltrone". Se lo dice lui... si puo' solo dirgli: "Grazie!".

Venerdì 28 ottobre 2022 17:57:45

Irresponsabilità pericolosa


La cecità di chi continua a professarsi di sinistra malgrdo le miserevoli condizioni alle quali hanno portato il nostro paese in 11 anni di governo imposto sbalordisce. I fanatici di sinistra, perfino quando criticano la loro parte ne alleggeriscono le colpe definendola "fascismo", dunque non è la sinistra che fa gli errori, ma sono fascisti in maschera. Purtroppo per tutti, la sinistra attuale non è né "fascista", né "sinistra", è un invetebrato indefinibile al quale si puo' apporre sul vaso che lo conserva al museo dei fenomeni strani solo l'etichetta di "Interessi personali", una bandiera che ormai viene sventolata senza ritegno. Paladina dei "diritti" facili da concedere con leggine attira-voti studiate ad hoc, che non richiedono nessuno sforzo - come l'aborto, lo ius scholae, la cannabis, il fine vita, ecc. - la sinistra si è data per anni alla promulgazione a gog0’ o alla proposta di questo tipo di leggi dimenticando totalmente le piu’ importantti ed impegnative come la riforma della scuola, la riforma della giustizia, le opere pubbliche, lo smaltimento dei rifiuti, la riduzione della burocrazia, la sua informatizzazione, la sanità e tanto altro. Troppa fatica. Quando si è ingarbugliata, ha fatto cadere il governo e ha delegato ai tecnici, anche loro lautamente pagati dagli italiani, assumendosi la « responsabilità » (l’ultimo dei loro ritrovati giustificativi) di restare al governo ad incassare gli stipendi e a guardare come lavoravano gli altri. La loro opera sociale si è sempre limitata all’elargizione inefficace di vari bonus (ultimo quello ai diciottenni propoto da Letta durante la campagna elettorale da finanziare con una patrimoniale). Quanto alla Meloni e alla sua squadra, le formiche della sinistra stanno lavorando alacremente alla sua caduta. Si sono intrufolate in tutti gli archivi possibili per tirar fuori filmatii e dichiarazioni vecchi di 15/20/30 anni per non parlare della pioggia ininterrotta di criitiche sulle singole parole che usa, sugli indumenti che porta, sui suoi occhi abbassati mentre parla di fascismo, sul cambio di scarpe, su quello che ha detto e quello che non ha detto, sulle virgole, sui toni, sulla voce, sull’atteggiamento, ecc. Mancano solo eventuali mammografie della Meloni o radiografie dei suoi partmers e dei suoi ministri. I libri su Mussolini e sul fascismo nascono come funghi a settembre. Tutto questo al secondo giorno di vita di un governo che ha appena balbettato. Il gioco che questi signori stano facendo é irresponsabile e pericoloso perché stanno sobillando i giovani che poi reagiscono, per ora, come quelli de La Sapienza. Quando incominceranno le Molotov, che farà la sinistra ? Certamente si mostrerà « sdegnata » come fa adesso sul fuoco continuo di Putin sugli ucraini e tuttavia, proprio mentre si « sdegnano » per questo, i suoi rappresentanti o supposti tali continuano a buttare paglia sul fuoco contro la "fascista" Meloni e il suo governo. Cosi' facendo, dimostrando di non capire o, peggio ancora, di ignorare volutamente la possibile gravità della portata delle conseguenze delle loro azioni. Definirli sconsiderati è il minimo dovuto.

Mercoledì 26 ottobre 2022 20:39:57

La volontà di danneggiare il popolo italiano


Già dalle prime dichiarazioni d'intenzione emerge la volontà di danneggiare il popolo italiano; ripristinare l'immunità parlamentare significa dare licenza di delinquere impunemente ai parlamentari che diventano sempre meno credibili allontanando ulteriormente la gente dalle istituzioni. Uno stato sempre meno credibile si ritrova con quasi il 40% di non votanti a cui si aggiungono una moltitudine di schede nulle. In sostanza i rappresentanti eletti in parlamento sono stati votati dal 50% circa degli aventi diritto. Parlate ipocritamente di famiglia tradizionale quando nel vostro privato la maggior parte di voi della destra non sapete nemmeno da che parte sta la famiglia con la 'presidentessa del consiglio' nubile e con una figlia fuori dal matrimonio 'tradizzzionale', con parecchi esponenti del consiglio con più divorzi e figli con partner diversi, con più parlamentari con procedimenti penali in corso ed è per questo che molto 'onestamente' volete ripristinare l'immunità parlamentare. Prima di tutto pararsi il deterano. Vi ricordo che la stragrande massa di non votanti, aggiunti a chi il dissenso lo ha espresso al seggio, potrebbe diventare attiva e resuscitare la resistenza per rifondare nuovamente questo stato che nonostante i morti per la libertà, durante la resistenza, e rimasto fondamentalmente fascista. Non credo, inoltre, che i voti risultanti siano quelli reali in quanto ritengo impossibile che la gente schiavizzata sul posto di lavoro da una moltitudine di imprenditori sfruttatori con salari troppo spesso da fame abbiano potuto votare per chi li schiavizzerebbe ulteriormente più tutti coloro sull'orlo della povertà ed è numericamente impossibile che i borghesi fascisti possano sommarsi per raggiungere la percentuale di voti dichiarati.

Domenica 23 ottobre 2022 13:41:05

Un'esempio concreto di fascismo di stato


Per Anna

Forse lei ha sbagliato a capire: la sinistra italiana, come gran parte dei parlamentari italiani, è dal 1945 che ha fatto delle scelte che andavano contro l'interesse degli italiani, a partire da togliatti, annoverando tra i suoi eletti troppi personaggi entrati in parlamento col solo intento di approfittare della carica per curare i loro interessi personali piuttosto che il bene pubblico. Gli organi statali hanno approfittato di tutto ciò mantenendo le regole sommerse di gestione dello stato tipiche della dittatura fascista con uccisioni degli scomodi (Moro, Falcone, Borsellino ecc), attentati dinamitardi fatti gestire dalla mafia, dai servizi segreti e dalla cia americana. La differenza però, fondamentale, e che i fascisti sono stati e sempre saranno dei repressori delle libertà individuali. Io mi chiedo come possa il presidente della repubblica dare il mandato di governo a coloro che non hanno mai condannato l'estrema destra fascista; anzi si sono sempre opposti a tentativi di porli fuorilegge. L'apologia di fascismo è stata considerata un reato dal codice penale dello stato; peccato che chi fa il saluto fascista non viene perseguito: questo è un'esempio concreto di fascismo di stato.

Domenica 23 ottobre 2022 07:42:48

Bravo Rocco!
Per una volta sono d'accordo con lei tranne che per un piccolo dettaglio che va sottolineato: da [berlusconi in poi, i fascisti erano e sono quelli della sua parte. la sedicente sinistra che ha portato il popolo italiano allla fame esattmente con i metodi che lei descrive. E' un dato di fatto, un dato storico che non ha bisogno di essere provato. Comunque non si preoccupi, chi ha appena conquistato il potere lo perderà quanto prima proprio grazie ai suoi fascisti. Ieri sera, a Stasera italia, uno dei loro rappresentanti parlando della durata del nuovo governo, ha patriotticamente affermato: "Non a lungo, spero". Il tizio ha dimostrato ancora una volta che quella parte della politica italiana se ne infischia totalmente della situazione tragica che stiamo vivendo. Vuole solo riconquistare il mangia mangia.

Sabato 22 ottobre 2022 13:34:29

Questo sarebbe il governo di qualità?


Questo sarebbe il governo di qualità? E' la naturale espressione dell'armata brancaleone che ha già perso consenso elettorale; ma del resto è stata chiara la connotazione con la scelta dei presidenti delle camere. Gente che dimostra apertamente le sue connotazioni reazionarie. Si ricordino solo che qualcuno della resistenza italiana scrisse una cosa che, purtroppo ter loro, sarà sempre vera: 'per la giustizia e la libertà non mancheranno mai i combattenti'. Coloro che non hanno votato hanno dimostrato di non avere fiducia nelle istituzioni italiane che al di la delle varie etichette politiche dimostrano sempre il fascismo predominante a contraddistinguerle. E' una forma di ribellione che prima o poi scaturirà in resistenza nella speranza di ripristinare uno stato veramente sociale ed egualitario; cosa che a partire dal sig de gasperi (prese il potere con il primo colpo di stato togliendo con la forza il governo ad un partigiano vero) non si è mai avverata con uno stato dove i suoi organi, rimasti fascisti fino al midollo, hanno sempre favorito i più abbienti a danno dei più deboli. Uno stato che succhia sangue con tasse da furto legalizzato senza la possibilità di avere servizi degni di una nazione civile; proprio come facevano i feudatari con i loro servi che utilizzavano gli stessi metodi usati dai mafiosi; solo che lo stato si fa le leggi per ottenere lo stesso risultato.

Venerdì 21 ottobre 2022 10:19:59

Incredibile Italia


Si, incredibile perché si stenta a credere quello che sta accadendo. Siamo capaci di ridicolizzarci agli occhi del mondo come nessun altro riesce a fare. Siamo gli unici che riescono ad avere politici che vincono le elezioni e che, preparando la formazione del loro governo, generano scandali autolesivi che provocano reazioni di dura critica internazionale e dubbi sulla serietà del governo nascente a tutto danno del paese. I media italiani ci mettono il buon peso: invece di sminuire, limitarsi ad accennare o a ironizzare bonariamente sulle follie di un Grande Vecchio, rincarano la dose e straparlano. Siamo unici anche nel sentirci sempre inferiori agli altri SENZA RAGIONI VALIDE E PER IGNORANZA DEL LATO GRANDE DEL POPOLO ITALIANO FATTO DI GENIALITA', DI INVENTIVA E DI PRONTEZZA DI REAZIONE. Siamo ancora unici nell'avere rappresentanti politici che invece di rassicurare i partners europei e spaventare i competitori all'estero, criticano e insinuano dubbi sulla forza e sulla validità del nascente governo del loro paese. Ai campioni dell'autolesionismo e a questo punto, anche dell'imbecillità vanno tutti i miei complimenti.

Commenti Facebook