Messaggi e commenti per Giovanni Floris - pagina 10

Messaggi presenti: 131

Lascia un messaggio o un commento per Giovanni Floris utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Mercoledì 25 marzo 2020 17:15:54

Vedo sempre con molto piacere la sua trasmissione e la considero una persona veramente qualificata.
E' per questo che investo un pò di tempo a segnalarle una cosa che mi è dispiaciuta nel programma di ieri sera, come professore che ha nel proprio DNA di non diffondere informazioni sbagliate.
La sua esperta di arte e... non so se di architettura ha fatto due errori molto brutti. Ci ha detto che i veneziani hanno costruito la chiesa del Redentore, progettata dal Palladio (di cui è apparsa l'immagine), dopo la peste che ha colpito Venezia nel 1630 portandosi via oltre il 40% della popolazione veneziana.
In realtà:
1. Il Palladio è vissuto fino al 1580, cioè era già morto da un pò al tempo della peste..
2. La chiesa che i Veneziani fecero costruire per ringraziare la Madonna, che si credeva avesse fermato la peste. è Santa Maria della Salute (la Salute per i Veneziani) vicino alla punta della Dogana sul Canal Grande.
L'architetto è stato Baldassarre Longhena e la Chiesa è stata iniziata subito alla fine della peste nel 1631 e poi terminata nel 1687..
Insomma errori così grossolani che non si possono accettare e sottacere nemmeno al tempo del Corona Virus..
Faccia lei quello che ritiene meglio di questa mia precisazione.
Con stima
Prof. Arch.. Simona Ganassi Agger

Mercoledì 25 marzo 2020 14:35:44

Mi permetto segnalare la storia di Nash, migrante cieco e malato di cuore.
Nash, ghanese di 67 anni, da 25 anni in Italia, un terzo della sua vita trascorsa a lavorare in nero nelle campagne tra Foggia e Castel Volturno, diabetico, ormai cieco e malato di cuore, il 30 gennaio 2020 lanciò l’ennesimo e anche ultimo ed inascoltato grido di aiuto ''Mi hanno revocato l'accoglienza, il governo mi aiuti''.
Nessuno potrà più aiutare Nash che ieri è morto all’ospedale di Caserta non per il coronavirus, ma per la nostra indifferenza, per il nostro egoismo. Lo so che sarò tacciato di essere folle per parlare in tempo di pandemia di migranti, di abolizione dei perfidi decreti sicurezza, ma sono sempre convinto che è proprio nei tempi del male comune che dobbiamo insieme ricercare ed invocare con maggiore forza il bene comune non solo per noi ma per tutti, non dimenticando gli ultimi.
https://m. facebook. com/story. php? story_fbid= 1711920412281433&id= 527886284018191

Mercoledì 25 marzo 2020 12:27:00

Egregio dott. Floris, due osservazioni su "Di martedì". La prima riguarda il Suo modo di condurre la trasmissione. Lei interrompe sempre a metà i suoi interlocutori: se non è interessato alle risposte perché mai fa le domande ? Ha l'ambizione di fare informazione oppure intrattenimento ? La seconda osservazione concerne la Sua sottolineatura di quanto affermato dalla prof. ssa Di Capua nella puntata del 24 marzo relativamente all'esigua disponibilità di informazioni scientifiche sull'identikit del SARS COV 2 circolante in Italia nella banca dati mondiale. Può essere che quelle notizie difettino perché i medici che dovevano inserirle in rete erano occupati allo stremo a curare i malati, ammalati o in quarantena a loro volta, alcuni morti. Distinti saluti, Emilio Devetta

Mercoledì 25 marzo 2020 08:42:17

COMPLIMENTI!
Non mi eri simpatico perchè ti giudicavo troppo di parte. DEBBO RICREDERMI, SEI UN OTTIMO GIORNALISTA. NELLA PUNTATA DEL TUO "DI MARTEDI'"DEL 24 MARZO u. s. HAI TRATTATO L'ARGOMENTO CORNAVIRUS MEGLIO DI TUTTI I TUOI COLLEGHI ANCHE DI QUELLI CHE GODONO DEI NOMI PIU' ALTISONANTI. SEI STATO CHIARO, PRAGMATICO, SERIO E HAI OSPITATO PERSONAGGI DI RILIEVO E C O M P E T E N T I CHE HANNO PARLATO CON PACATEZZA
CHIARENDO FINALMENTE I TANTI PUNTI OSCURI DI QUESTA SCIAGURATA VICENDA. NE E' USCITO UN PANORAMA CONVINCENTE E RASSERENANTE dal quale sono stati volutamente banditi i toni da tregenda e la banalità delle false speranze elargiti da chi, benché privo di intelligenza e di preparazione scientifica e culturale viene invitato in TV a profferire il nulla. BRAVO, questo E' GIORNALISMO E NON L'URLO SGUAIATO DA PESCIVENDOLI CHE FA SOLO ALLARMISMO - NEL VOSTRO MESTIERE CHIAMATO "NOTIZIA" - la cui unica funzione è di imbrattare pagine su pagine allo scopo di vendere piu' copie nelle quali il valore dell’informzione non supera lo zero.
Ancora una volta: COMPLIMENTI.

Domenica 22 marzo 2020 05:41:02

In tempi precedenti al Corona Virus non di rado anziani entrati in ospedale per semplici interventi finivano per morire di polmonite virale le cui morti in questo momento verrebbe quasi sicuramente associate al Corona Virus. Vi chiedo, ogni quanto tempo i filtri dei condizionatori vengono puliti e/o sostituiti.
Grazie

Mercoledì 18 marzo 2020 18:37:00

Spettabile redazione,
sono un vostro spettatore ed assisto incredulo alla vergognosa presenza in TV della "Sign. ra" Gismondi ("esperta" del Sacco di Milano), mi chiedo perché tante televisioni le permettano di intervenire in TV.
Grazie a lei i Politici hanno preso cattive decisioni nei momenti iniziali dell'emergenza. E' Lei quella che diceva a tutti che era una semplice influenza, per poi, dopo settimane, giustificarsi affermando che le sue considerazioni erano legate ai numeri (quindi non è una scienziata, bensì un'esperta in statistica? Assurdo! !)
Ieri sera, ancora una volta, nella trasmissione di Floris, che vi invito a rivedere, si apprestava ad elaborare una sua teoria assurda, legata alla necessità di dover fare autopsie per stabilire la reale motivazioni delle morti. (???)
Mi chiedo perché da casa siamo costretti a vedere una "Signora" che condiziona con la sua incoscienza scelte e valutazioni di veri scienziati???
Perché nessuno interviene e gli proibiscono di presentarsi in TV.
Spero tanto, per il rispetto di tanti morti che sul Vostro giornale si faccia cenno a detta esigenza, che viene condivisa da migliaia di miei amici, increduli di vederla in TV. INTERVENITE!!!
Grazie mille per l'attenzione
Bruno

Mercoledì 18 marzo 2020 13:43:30

Caro Giovanni Floris, ti chiedo di non fare più partecipare alle tue trasmissioni la professoressa Gismondo, del Sacco di Milano. Infatti, penso in buona fede, ha mandato un messaggio incredibilmente nocivo quando tre settimane fa parlò di "una normale influenza". Il messaggio è stato deleterio per troppi italiani, che non volevano sentirsi dire altro per gettare dietro le spalle il COVID. E ne risentiamo ancora. Data questa sua impreparazione nel maneggiare un'arma potentissima come quella dell'informazione, soprattutto "qualificata", per ora ha credibilità inferiore allo zero. E' per questo che non dovrebbe avere più accesso a trasmissioni come la tua. Altri tuoi ospiti mi lasciano un poco perplessa per qualificazione (siamo tutti economisti, o siamo tutti epidemiologi o virologi, a seconda della notizia sul tamburo). Ma, nel caso della Professoressa Gismondo, si tratta di avere la qualificazione giusta e usarla malissimo: non vedo nulla di peggio. Grazie per l'attenzione. Lucilla Alagna

Martedì 17 marzo 2020 22:00:22

Caro Giovanni ti apprezzo come giornalista ma dalla domanda che hai fatto al sacerdote stasera capisco che hai poca conoscenza della Chiesa e delle sue cose. Il Signore ci ama anche se ci fa morire per il male che esiste in terra così come amava Suo Figlio anche se lo ha fatto morire in croce. Si capisce? Credo sia un tema interessante personalmente che può cambiare lo spirito con cui si affronta la vita. Sempre con stima. Un abbraccio. Carlo

Lunedì 16 marzo 2020 15:16:06

Ogni giorno che confusione su come i giornali e telegiornali riportano i risultati sulla diffusione del contagio del Coronavirus, così come comunicati (ambiguamente) dalla Protezione Civile nella conferenza stampa delle 18 e nel Comunicato Stampa. La confusione nell’interpretazione dei dati è tra quello che viene definito “Malati Attuali o Attualmente Positivi o Malati” e i “Contagiati Totali o Totali Positivi o Casi Totali) ”. Questo ad esempio è come un giornale riporta i dati dopo la conferenza stampa del 15 Marzo:
“Superati i 20mila malati di coronavirus in Italia: sono complessivamente 20. 603, con un incremento rispetto a sabato di 2. 853”
In realtà i nuovi contagiati (nuovi casi positivi) di Coronavirus in più del 15 Marzo sono 3590 e non 2853, come tutti noi purtroppo concludiamo ad una prima lettura superficiale dei dati così come comunicati ogni giorno della Protezione Civile. Infatti, sottraendo ai 3590 nuovi casi positivi i 369 guariti ed i 368 deceduti di oggi si ottiene il valore di 2853, che è semplicemente il bilancio “matematico” della giornata, il dato che viene ogni giorno enfatizzato dalla Protezione Civile e che definisce come incremento dei casi “ATTUALMENTE POSITIVI”. L’incremento dei “NUOVI CASI POSITIVI” deve essere calcolato dalla differenza tra i casi Totali Positivi del 15 marzo (24747) e quelli del 14 Marzo (21157) e si ottengono 3590 nuovi contagiati. Il numero totale degli “ATTUAMENTE POSITIVI” (ed il loro incremento giornaliero) ha rilevanza solo per la Protezione Civile, per il carico di lavoro degli ospedali, ma non ha niente a che fare con l'andamento del contagio del Coronavirus nel tempo. Paradossalmente, se oggi avessimo 1000 nuovi casi di contagio e contemporaneamente 1000 deceduti, la Protezione Civile riporterebbe (correttamente) per oggi zero aumento di casi “ATTUALMENTE POSITIVI” o “Malati attuali”. Ma l’aumento dei contagi c’è certamente stato! I dati della Protezione Civile vanno interpretati ed elaborati. Quindi sarebbe più appropriato che venisse sempre riportato l’aumento giornaliero dei casi totali positivi, oltre alla variazione giornaliera dei guariti e dei deceduti. Questo tra l’altro è il modo con cui Regione Lombardia comunica ogni giorno l’andamento della diffusione dei contagi. Quindi quando i giornali riportano i dati della Lombardia, questi si riferiscono ai contagi totali. Un giorno arriveremo al paradosso di sentire in Televisione o di leggere sui giornali:
“Oggi in Italia la Protezione Civile riporta un incremento di Malati (leggi: ATTUAMENTE POSITIVI) in Italia di 500 casi. Oggi la Regione Lombardia riporta un aumento di Contagiati (leggi: TOTALI) di 800 casi”.
Allora forse si capirà il differente significato dei due parametri!!!
(P. S. Nella trasmissione di ieri di “Non è l’Arena”, Giletti ha fatto vedere un grafico sulla diffusione del Coronavirus, per un commento della curva da parte di un virologo. Peccato che la curva era sull’andamento giornaliero dei malati attuali, e non l’unica appropriata che è la curva sull’andamento dei casi totali! !)

Martedì 10 marzo 2020 22:42:00

Non sono un'esperta ma non si potrebbe fare una disinfestazione generale, magari, durante la notte, con elicotteri? sto lanciando cosi' una mia idea, esistera' un disinfettante o qualche altro prodotto per debellare questo maledetto virus? Saluti

Commenti Facebook