Messaggi e commenti per Mario Draghi - pagina 14

Messaggi presenti: 814

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Mario Draghi.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Mario Draghi

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Mario Draghi. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Mario Draghi.

Sabato 2 ottobre 2021 08:54:34

Carissimo presidente del consiglio dott. Mario Draghi,
Le mando un messaggio di speranza che ho scritto nella speranza di vedere queste terribili lacerazioni che sanno colpendo in queste ore il nostro paese risanarsi. Il nostro paese lo richiede ora più che mai. Spero leggerà lei in prima persona questo messaggio. Le chiedo solo di prendere la costituzione in mano e difenderla perché oggi essa è in pericolo perché depradata da molte angolazioni, e un po' tutte le posizioni. Difenda la libertà di pensiero, l'uguaglianza tra TUTTI i cittadini, difenda il diritto al lavoro, la speranza di un futuro prosperoso e migliore per tutti noi. Ci ridia la forza di essere ancora italiani. Gli italiani che hanno lottato per la libertà dallo straniero e che hanno lottato per sdradicare i fascismi dalla nostra terra natia. Le auguro buon lavoro.

Il pilastro mancante: la coesione sociale

Buongiorno o buonasera a tutti,
scrivo questa lettera a tutti quelli che hanno occhi per vedere e orecchie e cuore per sentire. Ma precisamente cosa bisogna vedere e ascoltare?
E’ abbastanza semplice: bisogna vedere questo mondo e quello che lo stra distruggendo. Bisogna ascoltare noi stessi e chi ci sta più vicino. E vi assicuro che la causa di questa distruzione non è il covid, o il green pass, o le restrizioni, o i no vax, ect, ma proprio quel nostro vedere e ascoltare. In questa lettera non affronterò minimamente le varie posizioni per confutarne qualcuna ma tenterò di evidenziare la cosa che manca in questo momento aldilà delle posizioni: la coesione sociale, il rispetto reciproco. Le opinioni (che come Platone ci insegna non sono l’epistème, cioè la verità, ma visioni della realtà e dei fatti in maniera parziale e limitata) ci stanno portando a chiudere il nostro cuore e la nostra mente e a considerare chiunque la pensi diversamente da noi un deficiente, invasato e incosciente. Quello che più fa paura è che non ci rendiamo conto che qualsiasi sia la nostra posizione produciamo gli stessi insulti alle opinioni altrui con la medesima convinzione. Ma ragioniamoci su. Cosa veramente rende migliore una posizione rispetto alle altre con gli insulti? Se io ora dicessi che “Giuseppino insulta Dario dicendogli che è un fascistello di merda e che è un’incosciente che si è fatto manipolare” ecco non riesce a capire chi e il no vax e chi no, può essere Giuseppino che insulta il vaccinato Dario o il vaccinato Giuseppino che insulta il no vax Dario. Questo perché pensiamo quello che l’altro sia quello che lui pensa di noi. In parole brevi ci insultiamo con gli stessi insulti e questo sottolinea la follia e la non veridicità degli insulti. Questa guerra dove tutti insultano, denigrano, prendono in giro e minacciano ci rende solo meno umani. La pandemia doveva ravvicinarci tutti contro la difficile situazione che stavamo vivendo ma invece ci ha portato a una paura nei nostri stessi confronti impareggiabile. Questa paura che lo vogliamo accettare o no, che sia voluta o accidentale, ci a portati a un punto di non ritorno, nel quale lo stesso tessuto sociale ne è totalmente immerso. Quest’immersione sta portando il tessuto a marcire e sfibrarsi. Siamo pronti ad accusarci a vicenda, ci sentiamo autorizzati a giudicare chiunque solo per un’opinione. C’è addirittura chi minaccia e aspira a vedere morire esponenti o gruppi che hanno altre opinioni. Questo è molto grave. E’ grave che alcuni denigrino una persona, per UN’OPINIONE. Pensiamo di avere la verità in tasca e che gli altri sono solo degli stolti. L’unica verità che abbiamo è il nostro cuore e lo stiamo indurendo, se non lo abbiamo già fatto. Quindi cosa sta demolendo il mondo che abbiamo costruito? Lo abbiamo d’avanti a agli occhi: il pilastro fondamentale della civiltà umana, LA COESIONE SOCIALE. Dobbiamo dialogare, dobbiamo cooperare, dobbiamo confrontarci, dobbiamo fidarci gli uni degli altri, dobbiamo FARE DEI COMPROMESSI PER VENIRCI IN CONTRO. Oggi quello che ci divide è la pandemia, finita la pandemia sarà un’altra cosa. Ma l’unica cosa che distingue la civiltà dall’inciviltà è l’umanità dei suoi componenti. E l’umanità significa rispetto reciproco e non discriminazione o tolleranza verso gli altri con sopportazione. Ci consideriamo dalla parte giusta del mondo (quello “libero e democratico”) ma l’odio diffuso e alimentato soprattutto nei media e nelle TV non è né libertà né democrazia, e, ribadisco, qualsiasi sia la vostra posizione. Ormai non ci riconosciamo più in persone, in uomini, donne e non binari, ma in si vax e no vax ma di mezzo ci sono i no green pass, poi ci sono gli ipocondriaci e i negazionisti, i catastrofisti e i banalizzatori, i coscienti e gli incoscienti, gli egoisti e gli stolti e potrei andare avanti per un po’. Ormai non ci rendiamo conto che noi siamo oltre le categorie. Noi tutti siamo uomini, donne e non binari di questo mondo e tutti meritiamo di essere rispettati per quello che siamo e le nostre opinioni devono valere quanto quelle di tutti gli altri. Poi per trovare la via migliore e le soluzioni alle situazioni che stiamo vivendo ecco che servono il dialogo e la coesione per trovare dei compromessi. I compromessi sono una risorsa della nostra società perché ci permetto di vivere tutti insieme nel miglior modo possibile. Ci permettono di rinunciare a un pezzo della nostra opinione per un qualcosa di più grande. In questo lo stato dovrebbe essere in prima fila per farsi garante delle uguaglianza sociale. Permettere che chiunque, aldilà del suo pensiero, possa vivere una vita tranquilla e soddisfacente, nel rispetto di tutti. Possiamo davanti a questo essere indifferenti e continuare a pensare che insultare gli altri per la loro opinione li indebbolisca e fa apparire noi più forti. Ma vi assicuro che nessuno uscita “vincitore” da questa guerra di opinioni. Ci saremo annientati a vicenda e sempre più avremo perso la nostra umanità. Quindi invece che odiarci tra noi cerchiamo di darci libertà e uguaglianza a vicenda, chiediamo al governo di tenere fede alla costituzione che prevede le pari opportunità e pari diritti a tutti e ricostruiamo il nostro futuro insieme.

Sabato 2 ottobre 2021 08:45:38

Non ricordo esattamente la citazione di Andreatta ma concordo che ci sono cose che dobbiamo fare e quelle vanno fatte, però tutta la differenza sta nel modo in cui si arriva a farle o a farle fare: se manca la convinzione soggettiva e se questa mancanza riguarda un largo numero di persone, l'esito di ciò che deve essere fatto non sarà positivo. Da insegnante e da psicologo credo che alla distanza funzionano solo le strategie Botton up. Con profonda stima e gratitudine il suo servizio al paese.

Venerdì 1 ottobre 2021 09:57:48

L’italia fino a ieri spero che draghi affronti il problema sociale

Dall’inizio secolo, la società italiana ha indietreggiato. Prima lentamente, poi rapida. E gli Italiani ? Gli Italiani non reagiscono in maniera attiva, sudditi abusati lo sono da decenni, si incartano nella sindrome Barzini, al solito. Molti di loro si ingolfano nel solito gioco “destra, sinistra e centro”, gioco perverso in quanto permette di nascondere le evoluzioni di clans di politici, facili a frodare lo stato e imbrogliare i cittadini...
Ritardi, fallimenti, promesse bugiarde, accuse, ricuse, cambio di casacca, etc. E’ la Commedia dell’Arte Politica ? In progress...
L’Italiano all’inizio XXI secolo é l’unico Europeo:
- che accetta di vivere nella confusione e nell’incertezza come condizione normale di vita ;
- che adatta la sua attività di lavoro agli interessi personali o di clan ;
- che ha spesso un doppio ruolo nella vita politico - sociale, quello che formalmente dovrebbe svolgere e quello che, senza troppo rumore, gli conviene inventarsi;
- che ha talmente abbassato il livello di guardia dei comportamenti accettabili, che accetta senza commenti qualsiasi comportamento negativo dagli altri. In compenso puo’ permettersi qualsiasi azione, anche scorretta, di sua scelta.
Ma perché solo a noi ? E il livello di guardia dei comportamenti accettabili ? In Scandinavia e Olanda esso è al livello della fronte. In Austria e Svizzera è al livello del naso, in Italia esso era all’ombelico negli anni ’60, ora è al livello delle suole (o delle fogne ?).
Tutto puo’ succedere in Italia..., Italia lassista !
Si finge, si giocano tiri mancini dietro le spalle, si organizzano complotti, poi perché ? Per avere quel che hai diritto di avere, ma che non riesci ad avere. E se qualcuno volesse far qualcosa per il Paese, allora gli ostacoli aumentano. Perché nessuno – ha scritto un giornale - vuole aiutare lo stato. Ma chi è lo stato ? E’ un’entità che lavora per il popolo, per il Progresso o per i... malandrini al potere ? Valido dubbio !
L’Italia è tutta un dubbio. Sarà per questo che ci sono 2. 6 M/ni di depressi ?
L’impostura, in tutto cio’, è grande: si fa finta che tutto vada bene, che niente occorra fare. Italiani doppiogiochisti ! Ad una grande emergenza, tutti gli astanti stanno in posizione di difesa, nessuno interviene per eliminarla, l’emergenza !
Sic transit gloria Italiae. Italien, Kaputt ! L’Italie à la poubelle ! Italy is nonsense ! L’Italia, una farsa... ?
Guardiamoci allo specchio ! Se non cambiamo faccia, lo specchio potrebbe dirci: “Cosi non si puo’ ricominciare ! ”. Eppure, se vogliamo il Progresso, ricominciare è necessario..., perché si tratta della condizione preliminare per avere un’economia, l’occupazione e la certezza del Diritto !
Ritornare a galla ? Si puo’, ma solo con idee e valutazioni sociali a livello europeo ! NECESSARIO INIZIARE AFFRONTANDO IL PROBLEMA SOCIALE !
Ulrich Realist

P. S. I politici hanno fatto credere che un Paese puo’ essere ben governato se: a) non esiste l’unione dei cittadini ; b) il popolo ha un’ignoranza sociale che... solo in Grecia la trovi eguale ; c) i politici sono scelti col criterio del comparaggio/cooptazione, invece dell’eccellenza di gestione e di una base di Valori !
Ci siamo fatti imbrogliare ! !

Venerdì 1 ottobre 2021 08:46:47

Le auguro un buon lavoro, che possa essere lungimirante per le prossime genrazioni e clemente con quelle attuali. Buon giorno!

Giovedì 30 settembre 2021 18:25:54

Proroga OD senza aumento età pensionabile al 2022


Buonasera. Ho letto che sta considerando di aumentare l'età pensionabile x OD. La prego di considerare le donne come me che sono nate a gennaio e che x pochi giorni restano sempre indietro ed in attesa sfibrante x una eventuale altra proroga di anno in anno. Almeno metta la scadenza gennaio 2022 oppure la faccia strutturale. Sono sicura che valuterà. Grazie mille.

Mercoledì 29 settembre 2021 21:23:20

Esempio pratico di ingiustizia


Egregio Dott Draghi anche se mi sento deluso devo ammettere che Lei fa pubblicare anche i commenti non favorevoli. Lei e" un economista e i numeri non hanno colore politico. Le dimostro ulteriormente l'ingiusto nuovo assegno familiare fatto passare, UNICO IN EUROPA PER BONUS E QUINDI LEGATO AL MOD. ISEE. ESEMPIO: adesso chi ha un reddito di € 74. 515 (amico medico) MA SENZA RISPARMI PERCHE ' HA FATTO E FA LA BELLA VITA ed ha a carico moglie e due minori come me prende € 11, 66 di assegno familiare mensile. Io con reddito di € 32. 143 MA CON RISPARMI SUPER SUDATI E SUPER TASSATI e sempre e sempre con moglie e due minori a carico prendo € 74, 93 di assegno mensile oltre le detrazioni. Con la nuova legge da Lei firmata da gennaio il medico prendera' 400/500 € al mese ed io perdero" tutto! Le sembra giusto che chi ha un reddito due volte e mezzo il mio prendera' l"assegno ed io lo perdero'. Vorrei una risposta a questo! Io colpevole di non avere dilapidato i miei super sudati e super tassati stipendi! Ma la nostra costituzione non tutela il risparmio! Nel caso in questione i risparmi si ripercuotono contro! Sicuro di un non riscontro Le auguro buon lavoro ma approfondisca l'argomento che riguarda moltissime migliaia di persone. In Italia comandano le minoranze vedi musulmani e omosessuali ma nella fattispecie chi perde l'assegno e' una minoranza d non tutelare.

Mercoledì 29 settembre 2021 20:19:52

Il catasto va aggiornato perché c'è una disparità enorme tra appartamenti di vecchia costruzione e appartamenti di nuova costruzione. Esempio 100 mq vecchi 120 Euro, 100 mq nuovi 1000 Euro. E molto spesso i vecchi sono al centro e i nuovi sono in periferia.

Mercoledì 29 settembre 2021 17:43:58

Infrastrutture per il sud e la Sicilia


Egregio Signor Presidente del Consiglio le chiedo vivamente di attenzionare le infrastrutture nel sud e in Sicilia. Non possiamo perdere questa occasione che lei ci offre. Ne va dell'avvenire dei nostri giovani. Provi a fare un viaggio in treno dalle nostre parti. Vedrà che sofferenza. Provare per credere. Grazie Signor Presidente per consentirci di parlarle direttamente.

Mercoledì 29 settembre 2021 16:27:15

Ma LEI dove vive ?


Egregio Presidente, CHE DELUSIONE quando LEI si è insediato ho veramente pensato FINALMENTE un personaggio NON politico tutto chiacchere e false promesse, ma un UOMO degno del rispetto del popolo italiano, invece sono bastati pochi mesi per vedere la solita musica BLA, BLA, BLA, ma LEI dove vive ? l' Italia è quella dei terremotati, delle P. IVA chiuse, dello spreco senza fine, della pubblica amministrazione che NON FUNZIONA, quando poi le ho sentito dire che il ministro LA MORGESE NON LAVORA MALE mi sono cadute le braccia, ma LEI lo sà che nei commissariati NON SANNO cosa sia il T. U. L. P. S, le sembra normale che i Prefetti non diano corso (applichino) alle sentenze del G. I. P. e dopo 5 anni non hanno ancora dato una motivazione, per non parlare della tratta di esseri umani, in continuo aumento, tutto ciò dipende esclusivamente dal MINISTRO LA MORGESE. Quindi sig. Presidente un consiglio, da un suo coetaneo tenga il contatto con la realtà, ascolti la GENTE VERA, quella che sputa sangue per vedere rispettato i suoi diritti di cittadino incensurato e rispettabile. Sperando in una Sua risposta (a differenza di tutti i responsabili interpellati), colgo l' occasione per porgere,
Distinti Saluti Tomei Giorgio

Mercoledì 29 settembre 2021 11:35:33

Egregio Presidente, ammiro il suo lavoro, stimo vivamente la Sua Persona, le scrivo in merito alle Pensioni, non capisco il perché non fa nulla per pensioni di vecchiaia, i famigerati 20 anni non vengono toccati, chi purtroppo è rimasto con 19 anni di contributi a 66 anni di età non avrà mai nulla, Le sembra giusto tutto questo? Mi scuso e la saluto caramente.

Commenti Facebook