Messaggi e commenti per Vittorio Feltri - pagina 7

Messaggi presenti: 460

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Vittorio Feltri.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Vittorio Feltri

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Vittorio Feltri. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Vittorio Feltri.

Sabato 14 agosto 2021 13:05:23

Catastrofismo


V,. feltri
ho apprezzato il suo articolo odierno (14 agosto) su "libero" con oggetto " il catastrofismo" a tal riguardo mi permetto di segnalare che nessuno, dico nssuno mette mai in relazione le potenziali, possibili influenze tra il nucleo al centro del pianeta (solida massa a 5000/6000 ° gradi c e circa 3 milioni di bar di pressione) che dista dalla superfice terrestre meno della distanza tra roma e new york (6000 km.) e di cui non si comprendono ancora bene le caratteristiche formative e di stabilita': pare, dico pare che il secondo strato liquido superiore al nucleo solido stia aumentando di volume allargandosi verso la crosta terrestre.: e'tutta colpa della co2 ?

Sabato 31 luglio 2021 17:26:53

Terribilmente delusa da lei e Sallusti essendovi adattati al pensiero unico sul green pass. Come si può accettare una simile imposizione? ? Stanno già parlando del 3. vaccino per anziani e chi sa quale altre cose bisogna accettare per avere sempre questo assurdo pass valido. Non si rende conto nessuno che stanno decidendo della nostra libertà ??? Quanti vaccini ed altro dovremo subire per poter prendere un caffè??? Non avrei mai creduto che Lei, proprio Lei si fosse arreso ad una simile dittatura!

Mercoledì 7 luglio 2021 19:31:58

Mistero Zan


Se lo scopo del DdL Zan fosse davvero - come ho sentito affermare da molti - estendere ad ulteriori categorie di persone le tutele già stabilite
dalla legge Mancino per altre categorie discriminate, il modo più semplice e logico per ottenerlo non sarebbe modificare la legge esistente,
banalmente aggiungendo le categorie da tutelare all' elenco di quelle attualmente tutelate?
Anche perché di leggi, in Italia, ne abbiamo più che a sufficienza!
Cordialmente.

Venerdì 2 luglio 2021 11:22:47

Sono con lei


Buongiorno dott. feltri, ho letto quello che sta succedendo al suo giornale e pensandoci è la stessa cosa che sta succedendo nelle televisioni. Se sei bravo ti allontanano perché potresti capire, vedi interventi in TV sul virus. No è mai presente qualcuno di poi ione contraria, così e la stessa cosa nei giornali, o sei schierato o vieni allontanato. Dottore ha tutto l ' appoggio morale mio e quello di tantissimi che la pensano come me. Grazie dell attenzione

Domenica 13 giugno 2021 23:56:33

Ci mancava la Carfagna !


Ancora una volta comincia il piagnisteo del Sud per accaparrarsi il più possibile del malloppo .,
Ma cosa pretendono dopo che hanno da sempre aiutato e protetto in ogni modo tutte le mafie ed i boss della malavita che infestano il meridione !
Ancora oggi nonostante i miliardi spesi per organizzare apparati investigativi e operativi antimafia di ogni tipo ci accorgiamo che tanta parte della popolazione meridionale tifa per la malavita ed i boss locali contro lo stato da cui pretende servizi sanitari, sociali e assistenziali migliori !
Ma cosa danno allo stato in cambio ? Tre quarti della spesa assistenziale italiana prende la strada del meridione ma non basta !
Non si può pretendere di avere gli stessi diritti solo quando ci si siede a tavola ! E i doveri ?
Un genio della finanza ha addirittura creato il reddito di cittadinanza per evitare a tanti di dover andare a lavorare e anche questo per tre quarti ha preso la strada dal sud ! Quando finirà tutto questo ? Dopo 75 anni di cassa per il mezzogiorno che ha inghiottiti trecentomila miliardi di lire cosa dovrà ancora dare il, Nord ?
Aiutooo

Sabato 12 giugno 2021 09:05:41

Articolo tragedia Vermicino - Alfredino Rampi


Carissimo Dott. Feltri, grazie per l'articolo di oggi sulla tragedia di Vermicino. Rimarrà il dolore anche dopo questa mia segnalazione, ma voglio portare a conoscenza Sua un piccolo particolare di allora... ero giovane medico Ospedaliero ed essendo in turno ero riuscito a seguire anche durante l'intera notte la diretta TV.

Quando seppi che era stato deciso di effettuare lo scavo di un pozzo parallelo a quello ove si trovava Alfredino Rampi, ricordo che la prima cosa che pensai fu che indubbiamente avrebbero provveduto a calare un cavetto di acciaio con al suo estremo un meccanismo a "cappio" da avvolgere su un polso del piccolo, o con qualsiasi altro sistema di ritenuta, prima di iniziare lo scavo che sicuramente avrebbe prodotto vibrazioni nel terreno e favorita la ulteriore discesa in profondità della piccola vittima.

A quei tempi non esisteva la rapida comunicazione via web o tramite "socials", pertanto ricordo che non avendo avuto sentore che si intendesse far precedere lo scavo da un provvedimento tanto ovvio e semplice (era stato calato senza alcuna difficoltà un cavo con cuffia e microfono per parlare con Alfredino) avevo tentato inizialmente di telefonare al Ministero dell'Interno e, vistane l'impossibilità, avevo rapidamente scritto il suggerimento su una lettera-espresso che avevo imbucato immediatamente.

E' stato, come sappiamo, tutto inutile... Alfredino era nel frattempo scivolato più in basso.

Caro Dott. Feltri, anzi, caro Vittorio (siamo quasi coetanei e la seguo dai tempi de L'indipendente) possibile che a nessuno fosse balenata l'idea che prima di scavare con una trivella a poca distanza dal budello viscido e scivoloso, il bambino che vi si trovava andava messo in sicurezza affinchè non scivolasse più sotto ?

Ho ormai definitivamente perduto ogni fiducia nell'intelligenza del popolo italico (oltre il 40% degli italiani vota da sempre per coloro che perseguono la distruzione dell'italia stessa). .. ma Le assicuro che questo processo di smarrimento era iniziato proprio allora.

Cordiali saluti.

Luigi Speroni.

Martedì 2 marzo 2021 13:35:14

Il nostro ha un nome !


Gli astronomi hanno scoperto una voragine cosmica che inghiotte pianeti, asteroidi, stelle e intere galassie e senza fantasia l'hanno chiamata " buco nero " e basta. Anche noi in Italia ne abbiamo uno ma ha un nome " Cassa per il Mezzogiorno " ! Pensate dal 1950 ad oggi ha inghiottiti ben trecentomila miliardi di Lire ! Dal 1993 ha cambiato nome ma il sistema è lo stesso e non ha prodotta quella parità di progresso industriale con il Nord per la quale era stata pensata ed attuata, anzi ! Ora su certa stampa si assiste al piagnisteo perché gli stanziamenti non sono proporzionati fra le zone d'Italia ma evidentemente la lezione non è servita a far capire che è inutile continuate a riempire un buco senza fondo. Sarebbe come togliere la biada al cavallo per riverniciate il carretto !
Aiutooo

Giovedì 25 febbraio 2021 10:17:38

Tanto si sapeva già!


Molti si meravigliano che la linea di Draghi sulla pandemia sia simile a quella del precedente premier ma se si ragiona, bisogna capire che la strada da seguire è quella per tutti, senza alternativa; perché nessuno sa esattamente cosa bisogna fare per gestire una mostruosa realtà, nemmeno i più preparati Virologi.
Senza santificare Conte, che da neofita e digiuno di governance politica, ha fatto tutto ciò che un normale cittadino di buona cultura e capacità manageriale farebbe in simili circostanze, bisognerebbe però chiedersi come ha fatto ad arrivare lì. !
Probabilmente, se l'arroganza del capetto meridionale non gli avesse preso la mano per gestire in proprio tutta la montagna di miliardi, sarebbe ancora a capo del governo, ma a qualcun'altro faceva gola tanta grazia ed ecco che è scattata la campagna demolitrice per farlo cadere con buona pace di tutti i partiti che vedevano la possibilità di liberarsi di una presenza divenuta ingombrante per i loro fini !
Aiutooo

Giovedì 25 febbraio 2021 09:37:13

Presunta superiorità della sinistra


Sapevo che la sinistra si è impadronita della RAI, di gran parte dei mass media in genere, si è insediata persino nella chiesa cattolica, ha occupato una parte della magistratura, ma non sapevo che si era insediata anche nella didattica universitaria. Oggi non si fa carriera nella RAI se non si è di sinistra, non si viene promossi nel campo della musica e della letteratura se non si è di sinistra ed ora anche per le carriere universitarie bisogna essere di sinistra e lo dimostra il video sulle denigrazioni rivolte a Giorgia Meloni da parte di un tale di nome Giovanni Gozzini che con i suoi due compari complici ha esternato il suo livello culturale e ciò nonostante fa il professore all'università di Siena. Quando non si è in grado di capire cosa significa democrazia, libertà di idee, rispetto reciproco, non si può e non si deve insegnare in una università o in una qualsiasi altra scuola. Insegnare significa trasmettere agli altri e chi non ha rispetto per la dignità altrui non deve insegnare nelle scuole. Il rispetto per la dignità altrui dovrebbe amalgamare ogni disciplina in particolare l'insegnamento della storia delle società umane.. Ci sono tanti altri mestieri ugualmente dignitosi da svolgere rendendosi utili alla collettività come ad esempio pulire i cessi pubblici nelle stazioni e negli aeroporti o pulire i pavimenti al mercato del pesce dopo la chiusura delle vendite da parte delle PESCIAIOLE e dei PESCIAIOLI, oppure andare a pescare negli stagni le RANE DALLA BOCCA LARGA e poi venderle al mercato settimanale o ancora cuocere le pere per la vendita da parte dei PERACOTTARI. Il video sopra citato mi ha fatto pensare ai gerarchi nazisti che, in nome di una loro presunta superiorità, disprezzavano chi non era nazista.

Mercoledì 24 febbraio 2021 17:55:02

Abbiamo assistito negli ultimi anni ad un moltiplicarsi di comportamenti ed esternazioni pubbliche mirate a diventare famosi, non importa se nel bene o nel male, se nella decenza o nell'indecenza, l'importante è mettersi in mostra per poi candidarsi in politica nelle file della sinistra ed avere i voti di chi odia le persone denigrate ed insultate. Alcuni, in tal senso, hanno speculato su disgrazie con decine di morti, altri tramite processi in TV, altri insultando il prossimo nelle piazze di tutta Italia con degli " vaffa... " rivolti a destra e a manca. Può pure essere, in tempi come questi, che insulti e denigrazioni odiose nei confronti di Giorgia Meloni servono a preparare una candidatura nelle file della sinistra ed avere i voti di chi a Giorgia Meloni la odia e poi diventare deputato o anche ministro.

Commenti Facebook