Biografie

Hugo von Hofmannsthal

Hugo von Hofmannsthal
Hugo von Hofmannsthal nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia I percorsi della coscienza

Hugo von Hofmannsthal nasce a Vienna il giorno 1 febbraio del 1874. Il padre è un bancario che ha visto decadere la fortuna di famiglia e finisce con il riporre tute le sue speranze sul suo unico figlio Hugo, il quale, sin dall'infanzia, dimostra di possedere un'intelligenza fuori da comune. A soli 6 anni legge i classici in lingua originale e rivela una forte inclinazione per la musica.

A sedici anni pubblica la sua prima raccolta di poesie utilizzando lo pseudonimo di Loris Melikor, nome di un generale russo vissuto all'epoca di Alessandro II. Pubblica con uno pseudonimo fino al 1895, perché essendo ancora allievo di un liceo non gli è consentita l'attività letteraria. I circoli intellettuali della sua Vienna imparano così a conoscerlo e ad apprezzarlo, concordando sulle sue qualità.

Si diploma nel 1892 e come premio parte per la Francia Meridionale dove conosce il barone Leopold von Andrian zu Werburg che condivide con lui la passione per l'operetta, e sarà fondamentale nel dare una nuova impronta alla sua vita. Si iscrive inizialmente alla facoltà di giurisprudenza, materia molto lontana dai suoi veri interessi. Solo dopo il servizio militare, decide di seguire le sue passioni e si iscrive alla facoltà di lettere laureandosi in filologia romanza nel 1897. Anche in questo caso festeggia la fine degli studi con un viaggio: raggiunge in bicicletta la città di Varese.

Nel 1900 si presenta al lettorato per la cattedra di filologia romanza all'Università di Vienna; domanda che ritira lui stesso nel dicembre dello stesso anno. Nel 1901 Hugo von Hofmannsthal sposa Gertrud Schlesinger, sorella del suo amico Hans, dalla quale avrà tre figli. I due conducono una vita ritirata in un villaggio vicino Vienna, Rodaun.

Hugo si dedica ormai solo alla poesia e al dramma. I suoi scritti, proprio come le opere di poesia, raggiungono presto un ampio pubblico di lettori. Purtroppo però nel 1901 viene colto da una crisi intellettuale accompagnata dalla pubblicazione della sua famosa lettera "Ein Bref". Come lui stesso afferma, la crisi nasce dalla sua fuoriuscita da quello che definisce stato di "preesistenza", vale a dire quel particolare rapporto di intima fusione dei giovani con il mondo e la realtà che li circonda.

Hofmannsthal sente la sua difficoltà di riconnettersi con questo stato anche a causa di una scarsa fede religiosa. La sua missione diventa allora il compimento di un personale percorso di autocoscienza. Decide così di abbandonare la poesia, e di tutta la sua produzione precedente salva solo 25 componimenti.

Da questo momento in poi si dedica all'attività di drammaturgo, grazie anche al fortunato incontro con il musicista Richard Strauss con il quale inizia una collaborazione che durerà per ben venti anni.

La prima delle dodici opere che i due compongono insieme è "Elettra", nata dalla rielaborazione di un dramma scritto da Hugo von Hofmannsthal nel 1903 e ispirato all'omonima opera di Sofocle. I maggiori successi della coppia sono: "Il cavaliere della rosa" del 1911 e "Ariadne auf Naxos" del 1912. L'anno successivo, proprio quando sono a Roma, la loro attività artistica è interrotta dallo scoppio della Prima guerra mondiale. L'autore austriaco viene richiamato alle armi con il ruolo di ufficiale di riserva di stanza in Istria e a Vienna.

Nel periodo compreso tra le due guerre fonda una rivista e continua la sua attività di drammaturgo e autore raccogliendo i suoi scritti in diverse pubblicazioni, tra cui 6 volumi nel 1924 e 15 volumi nel 1945-1959. Dà alle stampe anche il fitto epistolario con Strauss. La pubblicazione svela il tipo di collaborazione esistente tra i due. Hugo von Hofmannsthal, infatti, ha una predilezione per il teatro fastoso e allegro ed è lui stesso a tentare di allontanare Strauss dal dramma per avvicinarlo all'opera buffa. Vi riesce però solo in parte, e le loro accese lettere sono la testimonianza del vitale rapporto intellettivo che li lega.

Le sue commedie con le quali, come lui stesso dichiara, raggiunge la via di connessione non mistica con il mondo, trattano i temi del matrimonio, dell'infedeltà, della maternità e della paternità, e presentano spesso dei personaggi femminili molto più positivi rispetto alla controparte maschile.

Nei suoi saggi, invece, tra cui "Le lettere immaginarie" e "Discorsi e articoli" manifesta il forte ascendente che hanno su di lui il romanticismo tedesco, il modello neolatino e le lettere francesi.

Il suo desiderio è rinnovare la cultura europea attraverso le scienze umanistiche e l'unione di elementi culturali di diversa provenienza; ecco perché fonda il Festival di Salisburgo di cui è animatore spirituale e organizzatore.

Il 13 luglio del 1929 il figlio Franz si suicida; appena due giorni dopo mentre sta partecipando a Vienna al funerale, Hugo von Hofmannsthal viene colto da un'emorragia cerebrale; muore dopo poche ore all'età di 55 anni. E' il 15 luglio del 1929.

Aforismi di Hugo von Hofmannsthal

3 fotografie

Foto e immagini di Hugo von Hofmannsthal

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Hugo von Hofmannsthal ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Hugo von Hofmannsthal nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

6 biografie

Nati lo stesso giorno di Hugo von Hofmannsthal

Anton Cechov

Anton Cechov

Scrittore e drammaturgo russo
α 29 gennaio 1860
ω 15 luglio 1904
Gianni Versace

Gianni Versace

Stilista italiano
α 2 dicembre 1946
ω 15 luglio 1997
Arnold Schönberg

Arnold Schönberg

Compositore austriaco
α 13 settembre 1874
ω 13 luglio 1951
Ernest Henry Shackleton

Ernest Henry Shackleton

Esploratore irlandese
α 15 febbraio 1874
ω 5 gennaio 1922
Gilbert Keith Chesterton

Gilbert Keith Chesterton

Scrittore e giornalista inglese
α 29 maggio 1874
ω 14 giugno 1936
Guglielmo Marconi

Guglielmo Marconi

Fisico italiano, premio Nobel
α 25 aprile 1874
ω 20 luglio 1937
Harry Houdini

Harry Houdini

Illusionista ungherese
α 24 marzo 1874
ω 31 ottobre 1926
Herbert Hoover

Herbert Hoover

31° presidente degli Stati Uniti d'America
α 10 agosto 1874
ω 20 ottobre 1964
Howard Carter

Howard Carter

Archeologo ed egittologo inglese
α 9 maggio 1874
ω 2 marzo 1939
Karl Kraus

Karl Kraus

Giornalista satirico austriaco
α 28 aprile 1874
ω 12 giugno 1936
Luigi Einaudi

Luigi Einaudi

Secondo Presidente della Repubblica italiana
α 24 marzo 1874
ω 30 ottobre 1961
Robert Frost

Robert Frost

Poeta statunitense
α 26 marzo 1874
ω 29 gennaio 1963
Ugo Bernasconi

Ugo Bernasconi

Pittore e scrittore italiano
α Anno 1874
ω 2 gennaio 1960
William Somerset Maugham

William Somerset Maugham

Scrittore britannico
α 25 gennaio 1874
ω 16 dicembre 1965
Winston Churchill

Winston Churchill

Statista inglese, premio Nobel
α 30 novembre 1874
ω 24 gennaio 1965
Maria Cristina d'Austria

Maria Cristina d'Austria

Regina di Spagna di origini austriache
α 21 luglio 1858
ω 6 febbraio 1929
Carl Benz

Carl Benz

Ingegnere tedesco, inventore dell'automobile
α 25 novembre 1844
ω 4 aprile 1929
Emile Loubet

Emile Loubet

8° Presidente della Repubblica francese
α 30 dicembre 1838
ω 20 dicembre 1929
Georges Clémenceau

Georges Clémenceau

Politico francese
α 28 settembre 1841
ω 24 novembre 1929
Wyatt Earp

Wyatt Earp

Sceriffo e celebre personaggio del far west
α 19 marzo 1848
ω 13 gennaio 1929