Messaggi e commenti per Gianluigi Paragone - pagina 8

Messaggi presenti: 524

Lascia un messaggio o un commento per Gianluigi Paragone utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Gianluigi Paragone

Domenica 24 gennaio 2021 11:36:56

La scienza in sordina, la mente in soffitta


Caro Gianluigi, cari amici che leggete, seguo le notizie dall'estero tramite internet. Sono una ricercatrice indipendente, da alcuni anni uscita volontariamente dal mondo accademico istituzionale per insofferenza verso la sua corruzione, nepotismo e ottusità. Sono genetista e ho una formazione in ambito medico. Sono stata fortemente sostenitrice delle misure di lockdown nelle primissime fasi della "epidemia" (spontanea o "facilitata"). Ho creduto alla buona fede di governi ed esperti ad essi legati fino a che la mia attenzione si è posata per caso sui vaccini... È stato questo a "risvegliarmi"... passando da un brutto sogno ad un vigile... incubo. Approfondite la questione dei vaccini perché le menzogne e le censure su questo punto unite alle ingiustificate pressioni psicologiche sono un chiarissimo rivelatore della situazione in atto. Si tratta non tanto di vaccini quanto, nella migliore delle ipotesi, di un esperimento che tenta di verificare se la metodica RNA possa essere usata per elicitare una risposta immunitaria, tra rischi e gravi incognite mai verificati. La Pfizer che li produce (anche se a questo punto si può dubitare anche delle altre case farmaceutiche, dato il quadro generale) è stata condannata al più grande risarcimento della storia americana per truffa nel 2009.. La sperimentazione su animali del corrente pesudovaccino non è mai stata fatta, e ciò secondo alcuni ricercatori potrebbe essere stato per evitare che una elevata mortalità in questa fase non permettesse l'ammissione in uso dei preparati ad RNA. La Pfizer è passata dunque direttamente alla sperimentazione sull'uomo, con un campione di 43000 persone seguito per la bellezza di 2 mesi. La compagnia si è limitata a contare i casi "sintomatici" (termine molto soggettivo e quindi impreciso) che risultavano "positivi" al test PCR (test che tutt'ora non ha valore diagnostico). Una volta raggiunto il numero di un centinaio di sintomatici positivi, il test è stato concluso. Non si è aspettato di vedere come i sintomi si sarebbero evoluti nel tempo. Al momento della interruzione risultava un caso grave nel gruppo vaccinato e 10 nel controllo. Inoltre non si sa quanti altri sarebbero stati contagiati più avanti, dato che la probabilità di contagio spontaneo da COVID è molto bassa. Infine, sono stati esclusi dal conteggio un totale di circa 3000 casi di sintomatici che non erano positivi al test! Praticamente la stragrande maggioranza di coloro che dimostravano "sintomo tipici da COVID" risultavano negativi alla PCR e questo da solo è bastato ad escluderli. La questione, piuttosto "sospetta", è stata sollevata da un ricercatore in un articolo pubblicato di recente su BMJ. Questa esclusione ha infatti permesso alla Pfizer di dichiarare una elevata efficacia laddove un tipo di statistica diverso porterebbe a conclusioni molto meno ottimistiche. Con questo tipo di approccio, ed in considerazione del fatto che la sperimentazione è stata condotta interamente dalla Pfizer e dai suoi impiegati senza la partecipazione di commissari esterni (con lampante conflitto di interessi) sarebbe stato semplicissimo decidere di interrompere la sperimentazione in un momento in cui i casi positivi sintomatici fossero in maggioranza nel gruppo non vaccinato. Anche prendendo per buoni i risultati, non possiamo sapere neppure se il cosiddetto vaccino ha protetto in assoluto dal contagio oppure lo ha semplicemente "ritardato" e, più importante ancora, se ha protetto dallo sviluppo di una forma grave. La tecnologia RNA non è stata usata mai prima di oggi nel contesto di una vaccinazione e questa è una vera e propria sperimentazione di massa su persone non informate del fatto che aderiscono ad un programma sperimentale e delle possibili conseguenze sul medio e lungo termine. Da considerare anche il fatto che (1) da molti anni i ricercatori hanno tentato di sviluppare vaccini contro altri CORONAVIRUS e non ci sono mai riusciti a causa della elevata mortalità (questo ci rende scettici sulla presunta "fortuna" dei vaccini Pfizer saggiati per ben 2 mesi...) (2) Dal momento che i vaccini "educano" il sistema immunitario per risposte a lungo termine, se per caso la risposta è di tipo ipersensibilità o autoimmunita' le conseguenze croniche sono non trascurabili, andando da un aggravamento delle infezioni da coronavirus (invece che una protezione da queste) a possibili malattie autoimmuni (la sclerosi multipla è una di queste). I dati "crudi" della sperimentazione di fase III saranno disponibili a fine sperimentazione ovvero a fine 2022, il che (1) implica che la vaccinazione in corso sia sperimentale (una sperimentazione però fatta su non consenzienti perché non informati e tra l 'altro pagata dai governi - e non dalla Pfizer - con i soldi dei contribuenti) (2) Dimostra la totale assenza di trasparenza nella procedura di approvazione. Notiamo anche che tradizionalmente per lo sviluppo di un vaccino occorrono un minimo di 7-10 anni di studio, a conferma della complessità delle variabili biologiche coinvolte.
Tra i vaccinati si registrano molte vittime, ma in assenza di uno studio statistico rigoroso ogni decesso viene facilmente liquidato come "non correlabile al vaccino". Solo uno studio statistico sistematico da parte di un ente autonomo con una popolazione di controllo potrebbe chiarirlo, ma quale è l'ente che si sta occupando di farlo? Se ne siete a conoscenza fatemi sapere.
Stiamo dunque assistendo ad un ABUSO, una violenza su persone non in grado di sapere a cosa vanno incontro. Vengono messi a tacere o minacciati coloro che sollevano dubbi. In questo quadro non può che rendersi palese la malafede e la corruzione di un intero sistema e pertanto il suo collasso in atto. Se i governi non tutelano più la salute dei propri cittadini pur sbandierando ovunque l 'idea che si faccia tutto in loro difesa contro una pandemia, se si uccidono anziani ammalati con un vaccino sperimentale per proteggerli dal covid, come poter credere che i lockdown siano fatti davvero per il bene comune e non per qualche altro interesse? Perché tanto accanimento nel censurare opinioni diverse da quelle di regime? Perché tanto silenzio? È il momento di risvegliarci e resistere civilmente ma in modo coeso per non permettere che si insaturi una dittatura. Usiamo questi mezzi di comunicazione finché ci è dato per metterci in contatto al più presto. Se siete a conoscenza di iniziative civiche o avete gli stessi intenti aspetto vostre notizie. Sostengo Gianluigi e chi come lui ha il coraggio di esporsi politicamente e dire la verità, difendendo ciò che ancora non è stato cancellato ma rischia di scomparire...

fb Johanna Dowland

https: //www. bmj. com/con tent/371/bmj. m4037
https: //www. bmj. com/content/ 371/bmj. m4058
https: //www. bmj. com/content/3 36/76 34/11. 1
https: //www. google. com/url? sa=t&sour ce=web&rct=j&url=https: //www. nat ure. com/a rticles/d41586-0 20-03219-y&ved=2ah

Venerdì 22 gennaio 2021 16:04:44

Quando vogliamo organizzare italexit e trasformarlo in partito nazionale?


Gianluigi quando vogliamo organizzare italexit e trasformarlo in partito nazionale? Io voglio scendere in campo specialmente al senato dove c'è bisogno di gente seria e rispettosa del ruolo che ricopre... Vorrei essere della partita sono sicuro che presto si tornerà al voto

Mercoledì 20 gennaio 2021 14:11:46

Caro onorevole ormai tutti i cittadini svegli hanno compreso che il pere7nne stato di emergenza e le scelte politiche che ne conseguono non sono dettati dalla... pandemia. Conosciamo i burattinai che attraverso questo governo, pericoloso e asservito, ci stanno togliendo la salute, le relazioni, i diritti fondamentali e le risorse economiche. Occorre svegliare il popolo dormiente, caro onorevole,: denunciando che un vaccino non testato, non adeguatamente sperimentato e di dubbia efficacia
è pericolosissimo per la salute e perdipiù inutile. Perché nessun politico parla chiaro al riguardo? Perché non vengono ascoltati i medici competenti e liberi (non i cani da salotto che dolosamente disinformano) che stanno urlando queste verità? Il problema che riguarda i vaccini è anche economico., ma non solo. E' più profondo, andrà a colpire duramente le popolazioni. Lo scopo dei burattinai è chiaro: "dividi e comanda". Vaccinati responsabili e patentati contro non vaccinati, irresponsabili e untori.
Informate dei rischi, dissuadete chi pur di ritornare alla normalità soccombe e mette in pericolo la propria salute. Perché il vaccino è il primo passo verso il baratro, Nessuna libertà di impresa e di vivere una vita normale ci attende perché, forti della nostra sottomissione, continueranno a tormentarci finché non ci avranno spogliato di tutto. Lei sa quanto male ci ha fatto la privazione della sovranità monetaria!
Noi, cittadini svegli, ci stiamo organizzando per proteggere la nostra salute e i nostri diritti. Associazioni di medici e di avvocati ci stanno aiutando. Voi, però, dovete sostenerci, denunciando pubblicamente le verità che conoscete, non solo nelle arringhe parlamentari e nei video che postate, ma sistematicamente, avvalendovi di spazi culturali. Perché non in emittenti libere che ospitano esperti? Perché non utilizzate gli spazi offerti da DAVVERO tv? Perché non la pubblicizzate? L'informazione mainstream., asservita, purtroppo è l'unica fonte malata alla quale si abbevera ancora buona parte della popolazione che, ignara, pensa che moriremmo tutti di Covid se non ci vaccinassimo., il governo fa bene a chiudere tutto e poi tutto finirà bene. Bella storia!
Spero che questo lungo messaggio le arrivi interamente. Stimo la sua onestà e so che lo prenderà in considerazione; se potesse rispondermi ne sarei lieta intanto le auguro buon lavoro.
Marialuisa

Sabato 16 gennaio 2021 16:41:41

Non si può vedere un governo che pur di stare attaccato alla poltrona reclutano gente voltagabbana e priva di dignità. Non capisco come fate a rimanere immobili di fronte a questo scempio. Questo governo ha portato l'Italia ormai nella melma e se rimane lo porterà definitivamente nella m.. da. Ci ha tolto ogni diritto. Ci hanno ormai chiusi in casa togliendoci gli affetti e l'unica cosa che possiamo fare è Pay tv, computer e telefonini, ingrassando cosi le multinazionali. Caro Paragone, ma è vita questa? Noi non siamo animali ma esseri umani. Basta con la scusa del covid, perché non è vero che i morti sono solo di covid, a detta di chi ha perso una persona cara. Lucrano sul terrore, che uccide più del virus. Gli Italiani sempre più si rivolgono a psicologi e altro. Caro Senatore portateci al voto. Saranno gli Italiani a dire se questo governicchio ha fatto bene o male.

Venerdì 15 gennaio 2021 19:28:17

Tari sproporzionata


Buonasera,
Mi chiamo Massimiliano Corioni e vivo a Monza. Vorrei portare alla Sua attenzione una questione che sta molto a cuore a me e a molte altre persone che hanno una seconda casa (senza per questo essere ricchi). Dopo aver contattato Comune di Varazze e Regione Liguria, scrivo anche a lei una preghiera, nella speranza che qualcosa possa cambiare. VA BENE LA PANDEMIA, VANNO BENE LE CHIUSURE (PER NULLA), MA I PROBLEMI VERI E QUOTIDIANI NON LI RISOLVE NESSUNO. Vedi vergognosi costi su bollette luce e gas.

Come dicevo, ho in precedenza inviato al Comune di Varazze una mail con richiesta di chiarimenti in merito all'oggetto, ma, vista la risposta fornitami dal vicesindaco, mi sono cadute le braccia.
In un anno particolare per la pandemia in corso, ci è stato fisicamente impedito di recarci al di fuori della nostra Regione (per 6 mesi nel 2020 e siamo già a 2, considerando il mese di febbraio, per il 2021), per raggiungere le seconde abitazioni. Già qui ci sarebbe da discutere per la privazione della libertà garantita dalla Costituzione, ma stendiamo un velo.

A dicembre riceviamo la Tassa dei rifiuti, già di per sé iper-sproporzionata rispetto alla popolazione residente e ci troviamo la sorpresa di un aumento di 62€ (almeno per la mia abitazione - 70 mq - 442€ - lo scorso anno 380€). Espongo ciò che ho scritto al Comune e alla Regione, dopo essermi informato.

Il calcolo della Tari dovrebbere essere effettuato in base alla quantità di rifiuti prodotti: questo è quanto emerge dalla sentenza n. 182/1/17 (Commissione Tributaria di Massa Carrara), che stabilisce che il comune non può calcolare la tassa per i non residenti allo stesso modo previsto per i residenti. Alla base di questa pronuncia c'è un principio stabilito dalla direttiva UE n. 2008/98/CE secondo cui “chi inquina paga”: in tal senso è immediata la conclusione che chi ha una seconda casa utilizzata soltanto per le vacanze non produce la stessa quantità di rifiuti di un residente che vive la propria abitazione quotidianamente. Secondo questo principio, quindi, la Tari sulla casa di un non residente utilizzata soltanto durante le vacanze dovrà essere ridotta tenuto conto della quantità di rifiuti prodotta dal cittadino per i mesi di permanenza nell’immobile (facilmente individuabile dalla lettura delle bollette).
Ho letto l'articolo, su IVG. IT (sito ligure) del 3 dicembre 2020, nel quale il vicesindaco giustifica gli aumenti di tariffa, richiamando anche l'ARERA (ente energia), ma ciò non è sufficiente a motivare la sproporzione residenti/non residenti, assolutamente incomprensibile, proprio alla luce della direttiva UE. Nell'articolo si dice altresì che i costi dei servizi vanno ripartiti su tutte le macrocategorie, ri-giustificando l'aumento con il fatto che i parametri della tabella per abitazioni non di residenza non fossero stati aggiornati da più dei sei anni (forse perché sono già estrememente più alti ripetto a chi ha una abitazione residenziale?).

Come si può dire (parole del vicesindaco) che non è semplice l'introduzione del criterio di stagionalità perché l'uso non è oggettivamente determinabile, quando abbiamo dei dispositivi elettronici per l'apertura dei cassonetti rifiuti? ? Non bastasse, sarebbe sufficiente controllare le bollette di gas ed energia per stabilire quanto viene utilizzata un'abitazione.

Un articolo parso sul sole 24 ore relativo al calcolo della tari in riferimento all'effettivo numero di componenti il nucleo, si legge che è proprio il Governo ad esprimersi, il primo dicembre 2017, in riferimento al criterio presuntivo effettuato dai comuni. Si fa riferimento ad una sentenza, la 8383/2013 della Cassazione.

Lo stesso articolo cita il prototipo del «Regolamento per l'istituzione e l'applicazione della Tares» – i cui princìpi possono applicarsi anche alla Tari – Qui, tra le altre cose si evince che una maggiore tassazione dell'utenza domestica “stagionale” sarebbe non solo irrazionale, ma contraria alla ratio del tributo, che prevede la possibilità di introdurre agevolazioni per le «abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo» (articolo 1, comma 659, legge 147/2013).

In riferimento all'Equità della tariffa è intervenuto anche il Consiglio di Stato, con la sentenza 4223 del 6 settembre 2017, ritenendo illegittimo un regolamento comunale che fissava tariffe più alte per le utenze domestiche dei non residenti. La tassa sui rifiuti è infatti finalizzata a consentire la copertura dei costi del servizio, non anche un'atipica forma di prelievo sul reddito o sul patrimonio. Da ciò ne consegue che i Comuni non possono determinare le tariffe in libertà, generando irragionevoli o immotivate disparità tra categorie di superfici tassabili potenzialmente omogenee, giustificandosi con argomenti estranei allo specifico contesto.

Per quanto detto sopra, sarebbe opportuno una rivisitazione di questa tassa, che risulta ancora più inadeguata e sproporzionata se riferita al particolare 2020.

Con altri non residenti stiamo valutando anche un ricorso al TAR.

Mi piacerebbe ricevere una suo parere in merito, oltre ad un consiglio, se possibile.
Grazie
Cordialità
Massimiliano Corioni

Mercoledì 13 gennaio 2021 16:51:24

Caro senatore, io cerco di tenermi aggiornata riguardo alla geopolitica, nonostante i miei 76 anni. Ho perso un figlio 6 anni fa e se finora sono riuscita a sopravvivere è stato grazie all'amore degli altri miei 2 figli. Ma oggi, in questa situazione pseudopandemica mi chiedo se ho fatto bene! Non lo so più poichè noi anziani siamo ritenuti untori, inutili e indesiderati. Mi sento molto sconfortata. Grazie dell'attenzione, la saluto.

Domenica 3 gennaio 2021 20:25:39

Buonasera, volevo chiederle se può dare informazione a me e ai cittadini italiani riguardo al FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO (fascicolo consultabile da tutti gli esercenti delle professioni sanitarie) visto che la data per dare il non consenso è vicinissima. Visto che in tv non ho sentito niente a riguardo, chiedo a lei per la grande stima che le porto. La ringrazio anticipatamente, anche per tutto il suo grande lavoro.

Domenica 3 gennaio 2021 11:27:06

Nel lasso di poco tempo si ripete nello stesso ospedale la medesima " storia".
Un paziente anziano deve essere ricoverato e quindi viene eseguito, secondo protocollo, un test covid.
Il risultato da esito positivo, ma alle contestazioni dei parenti, dato che il paziente era stato tenuto in isolamento, la prova viene ripetuto con urgenza. Ed ecco che il responso diventa negativo.
Se si tratta di errori identici in poco tempo sorge un dubbio sulla attendibilità dei numeri ed efficienza del sistema, ma
ai più maliziosi può sorgere il dubbio della volontarietà. Un paziente covid ha un costo sanitario decisamente maggiore di altro paziente e se si libera la fantasia... quante cose vengono in mente.
Non sottovalutiamo che i pazienti sani potevano essere ricoverati in reparti covid...
Ovviamente non ho indicato il nosocomio dato che la giustizia è spesso distratta e i giornali a volte troppo allineati ma chissa se questa breve storia potrà attirare l'attenzione di qualche Don Chisciotte.
Distinti saluti.

Sabato 2 gennaio 2021 09:16:51

Vaccini: quali?

Buongiorno sig gianluigi paragone. io spesso la seguo e sono d'accordo con molte sue teorie.
volevo chiederle alcune cose sui vaccini. tutti dicono fatelo ma nessuno dice quale è il più affidabile. ma sopratutto se mi vaccino io il giorno dopo posso riaprire la mia attività? posso andare senza mascherina? se nel mio locale entrano persone asintomatiche io e i miei dipendenti siamo protetti dal vaccino è quindi non aver nessun problema.
queste e tante altre domande non sono state chiarite da nessuno.
se io sto bene se mi devo vaccinare, devo avere una contropartita e tornare presto a lavorare altrimenti per cosa lo faccio.
la gente è stanca stufa di questa situazione, non ha mai le risposte vere su cosa succederà, i famosi virologo sono ormai dei big da palcoscenico che litigano tra loro ma tutti dicono vaccinatevi senza avere il contraddittorio.
ho sentito di aggressioni a trup rai e altre, questo è un segnale che la gente si sente braccata.
ogni giorno esce un dpcm nuovo, non sappiamo come comportarci, non possiamo più darci la mano, dobbiamo stare distanti e guardarvi con sospetto. tutti questi danni fatti in pochi mesi e ci vorranno anni per rientrare nelle vecchie abitudini.
io credo che a breve la gente esasperata dalla situazione riagira duramente e molti politici ne pagheranno le conseguenze.
un saluto. rosario

Venerdì 1 gennaio 2021 20:20:35

Secondo ristoro covid-19

Buonasera Dott. Paragone, preso dallo sconforto in attesa che riaprano le banche lunedi' prossimo, mi rivolgo a lei non per chiederle un bonifico, ma per aggiungere il mio grido alle conclusioni che lei aveva previsto in diretta sfidando il senatore Faraone sul fatto della liquidqzione dei ristori come promesso dall'ultimo DPCR di Conte..
Le dico anche che in quella occasione ho voluto mettere alla prova il nostro senatore della repubblica inviandogli i miei dati fiscali, la mia domanda la mia posizione di percentuale di perdite, (Nov. -Dic. 2019 €. 150. 000 di fatturato, Nov. -Dic. 2020 €24. 000.
Devo dire che con molto stupore dopo pochissimo tempo il senatore Faraone mi ha risposto dicendo di aver interpellato l'ufficio delle entrate che gli garantivano i bonifici del secondo ristoro entro la fine del mese di dicembre 2020. Chiaramente ad oggi niente, ma vorrei capire la motivazione se possibile.
Come spesso dice lei se io mi fossi comportato in questo modo con la mia banca a quest'
ora il mio nomiativo avrebbe allungato la lunghissima fila dei cattivi pagatori.
Approfitto per augurarle uno svavillante 2021 e spronarla a continuare il suo lavoro di giornalista dando voce a molti invisibili.
Grazie Mille
Renzo Greco

Commenti Facebook