Messaggi e commenti per Maurizio Landini - pagina 8

Messaggi presenti: 305

Lascia un messaggio o un commento per Maurizio Landini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Martedì 11 agosto 2020 11:19:36

Buon giorno.

Vorrei che Lei assieme a tutta la sinistra italiana, cooperiate per ripristinare l'art. 18.
Eliminato da chi si dichiarava di sinistra: RENZI!
Dimostrate Voi, di essere di sinistra, ripristinate o fate ripristinare l'art. 18.
Se ricordo bene, nel 2019, sono stati licenziati oltre 30000 lavoratori, perchè non vi è più la tutela che garantiva l'art. 18.
Attendo vs. azioni, al più presto.

Lunedì 10 agosto 2020 16:12:05

Gentile segretario il governo sta elargendo bonus a tutte le categorie... (ultimamente anche
a deputati del governo). l'ultima comica e' il fondo casalinghe per fare corsi
per formarsi.. ''''??? le casalinghe sono una categoria che hanno sacrificato
tutto per la famiglia... non possono avere la pensione perche' hanno un solo
monoreddito del marito da dividere tra tutti i componenti familiari.
anche questa volta sono state escluse... ignorate... saluti

Venerdì 7 agosto 2020 06:34:37

Egregio Sig. Ladini, non la chiamo Dottore come si usa a Roma perché so che lei non approverebbe, mi chiamo Tagnini Marco e sono nato il 7 agosto 1958 e a proposito auguri anche a lei.
Sono fisioterapista all'ospedale di Scandiano, dal lontano 14/09/1981e sono quindi in procinto di lasciare il mio servizio svolto in esclusiva per la comunità sempre con onestà e attenzione verso i più deboli e malati.
In questi tempi di Covid poi, siamo stati anche impegnati nei reparti di Intensiva per sopportare i colleghi infermieri e nel duro e pericoloso lavoro che la pandemia ci ha riservato.
Siamo quindi passati da dipendenti pubblici nulla facenti e disonesti ad eroi e martiri, sempre sottopagati e sotto organico, ma eroi.
Allora io mi permetto di scrivere a lei, che conosco ed ammiro da sempre come persona onesta ed attenta ai problemi dei lavoratori per segnalare un 'ingiustizia colossale che secondo me rasenta il furto, alla quale siamo sottoposti noi dipendenti pubblici: lei probabilmente lo sa già, ma le sembra giusto e onesto che dopo 43 anni di servizio e 63 anni di età anagrafica, per ricevere il mio TFR. dovrò aspettare (se sopravviverò) almeno 26 mesi?
Ma 26 mesi sono 2 anni e due mesi, io questi soldi li ho guadagnati lavorando sempre, pagando quotidianamente tutte le trattenute in busta paga, tasse comunali, provinciali, statali, bolli, assicurazioni, interessi bancari, tasse scolastiche, ecc.
Le sembra giusto?
A me sembra proprio il classico sopruso nei confronti del povero dipendente che non si può opporre o ribellare, è la mucca da mungere sempre fino alla fine anche dopo una vita di lavoro.
Mi appello a lei anche a nome di tutti i colleghi della sanità dello stato della scuola e del pubblico impiego.
Faccia il possibile per porre fine a questa ingiustizia! !
Cordiali saluti
Taglini Marco

Giovedì 6 agosto 2020 19:09:49

Vorrei segnalare la situazione penosa in cui si trovano i precari della ricerca sanitaria (dovremmo essere una 50ina in tutta Italia) che non sono entrati nella c. d. Piramide del Ricercatore (ex. Legge N. 8 di febbraio 2020) in quanto mancanti del solo requisito formale dell'avere un contratto nelle 24 ore del giorno 31. 12. 2017.

Questa legge solleva delle questioni di legittimità in quanto i contratti flessibili (cococo, cocopro) sono sistematicamente soggetti a lacune tra uno e l'altro (vacanza contrattuale), e quindi una legge che fissi tra i criteri di accesso il possesso di un contratto attivo nelle 24 ore di un unico giorno (31. 12 2017) equivale a tirare testa o croce e giocare con i destini di persone che hanno dedicato la propria carriera alla ricerca scientifica.

È un criterio che appare come un'enorme sbaglio o svista del legislatore.

Esiste anche un odg alla Camera su tale normativa (si veda link riportato di seguito).

Ricordo anche che l'ultima legge di bilancio ha prolungato il criterio sostanziale della maturazione di almeno tre anni di collaborazioni negli ultimi 5 (dall'1. 1. 2013 al 31. 12. 2017) presso Istituti di ricerca a carattere scientifico, di ulteriori 2 anni e cioè, fino al 31. 12. 2019.  

Ciò significa che sono stati assunti con contratto a TD precari di brevissimo corso, mentre ne restano esclusi precari che collaborano con lo stesso Istituto da 14 anni (come nel mio caso) e anche oltre.  

Ora, noi esclusi per poter continuare a collaborare con gli Istituti dove lavoriamo da anni (o decenni) siamo costretti ad aprire Partita Iva (ma restiamo sempre precari a vita).

Attendiamo una soluzione tempestiva, che non può prescindere da una presa in carico da parte del sindacato CGIL, per risolvere questa assurda esclusione dei precari di lunga data/esperienza dalla Piramide del Ricerca, e per evitare la nostra trasformazione in nuovi disoccupati o in nuovi poveri.

Riporto la mia lettera al direttore di Quotidiano Sanità, dove ho già sollevato la questione.

http: //www. quotidianosanita. it/m/lettere-al-direttore/articolo. php? articolo_id=82044

Grazie in anticipo per quello che il sindacato potrà fare.

S. Q.

Giovedì 6 agosto 2020 17:30:00

Landini, datti da fare, in modo di ripristinare l'art. 18.
So bene che non dipende da te. Ma datti da fare, per ripristinarlo.

Se non lo farai, non sei degno di ricoprire la carivca che hai nella CGIL!

Mercoledì 5 agosto 2020 19:35:14

Esimio segretario vorrei metterla a conoscenza di quando segue. Lo scorso anno mio figlio, ing. informatico al terzo anno, ha provveduto al sito della FLC di Benevento. Dopo un anno di scaricabarile fra la Segretaria e l'economo non gli è stata pagata la fattura da lui presentata. Mi piacerebbe sapere il Suo pensiero. La ringrazio Giuseppina Izzo

Mercoledì 5 agosto 2020 13:48:31

Buongiorno Sig. Maurizio.
Sono un lavoratore ATA (personale della scuola NON docente), ho saputo che c'è in programma, a breve, da parte del Governo, l'elargizione di incentivi pari a 500 euro a famiglia, per l'acquisto di un pc, in base al proprio ISEE.
Ora, gli Insegnanti della Scuola hanno già da diversi anni a loro beneficio, un Bonus di 500 euro che possono spendere, rendicontandolo, per acquisti relativi alla didattica.
Le chiedo, quindi, se non sarebbe il caso di estendere questo incentivo previsto dal Governo di 500 euro, ma senza ISEE, a tutto il resto dei lavoratori della Scuola, e cioè al Reparto ATA (non docenti) della Scuola, proprio come per gli Insegnanti.
E, comunque, tenendo sempre in considerazione il fatto che ci potrebbe essere ancora la necessita' di lavorare in smart -working.
La ringrazio per l'attenzione.

Martedì 4 agosto 2020 21:34:38

Signor Landini, vorrei farle presente che ci sono lavoratori, di cui io ne faccio parte, che non sono rappresentati in nessuna categoria e nemmeno tutelati nel caso di mancanza di lavoro, come per esempio il periodo covid. Questi lavoratori che comunque pagano le tasse, si chiamano Promoter e Merchendaiser, che si facevano un sacco di ore sottopagati, senza parlare poi della parte contributi, che non ci permettono di arrivare ai requisiti per una pensione. Lei che e' una persona sensibile e attenta, per favore proponga al governo di poterci rappresentare come qualsiasi lavoratore e di valutare anche la possibilita dato che con il covid non abbiamo piu lavoro, di poter andare in pensione ovviamente fissando un traguardo per l'eta' che puo essere 64/65 anni e di pagarci una pensione in base ai contributi che abbiamo versato. Bisogna fare distinzione fra I vari tipi di lavoratori, purtroppo noi con I nostri contributi che ci versano non riusciremo mai a raggiungere gli stessi requisiti di altri lavoratori piu tutelati, mi creda non siamo in pochi in tutt'Italia, ma non abbiamo voce per farci sentire! La prego Landini, tenga in considerazione cio' che ho scritto per una valutazione con I rappresentanti del governo! Grazie mille ! Se puo' avrei piacere ricevere una sua risposta! Grazie!

Domenica 2 agosto 2020 23:34:21

Salve, le scrivo per denunciare il grave ritardo nell'erogazione della cassa integrazione in deroga, in cui sono caduti migliaia di lavoratori. Io lavoro in un azienda di ristorazione presso la Telecom. Da marzo ad oggi ancora non ci è arrivato un centesimo! È possibile che a nessuno importi della tragica situazione in cui ci troviamo noi lavoratori che da quattro mesi non abbiamo stipendio? I sindacati dove sono? Grazie

Sabato 1 agosto 2020 14:17:17

Cosa aspetta il suo sindaco a fare sentire la propria voce contro l'intitolazione di un giardino a Pesaro a Bettino Craxi? Ricci, sindaco di Pesaro PD - VERGOGNA -FERHOGNA - VERGOGNA. State alla larga da certa gente. RIVOLUZIONE.

Commenti Facebook