Messaggi e commenti per Maurizio Landini - pagina 8

Messaggi presenti: 227

Lascia un messaggio o un commento per Maurizio Landini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Mercoledì 6 maggio 2020 15:17:10

Buon giorno, sono un rsa della filcams Cgil di roma. Volevo dirle che sono stato licenziato dalla mia azienda Dussmann, che opera nelle pulizie, all'interno dell'inps Roma/Lazio. Perché ho dato consigli per la sanificazione, mandando direttamente email a inps. Questa cosa non è piaciuta alla ditta che mi ha licenziato. Stiamo provando con la filcams a farmi reintegrare, ma non ci riusciamo. Vorrei un suo intervento per mettere in risalto il mio problema. Se vuole si può mettere in contatto con la filcams di Roma. Grazie

Mercoledì 6 maggio 2020 15:07:47

Buon giorno, sono un delegato della filcams Cgil. Sono stato licenziato dalla mia azienda Dussmann, perché ho scritto direttamente all'ente committente (inps), dando consigli riguardo la sanificazione nell'ambiente di lavoro. Questo all'azienda non è piaciuto, dicendo che da parte mia c'è stata volontà denicratoria e mi ha licenziato. Vorrei un suo intervento per farmi reintegrare, stiamo provando con la filcams ma non ci stiamo riuscendo. Grazie

Mercoledì 6 maggio 2020 08:53:06

Gentile Sig re Landini,
Sono una docente di storia e filosofia di un liceo romano. Tra poco più di un mese saremmo chiamati a tornare a scuola per sottoporre ai ragazzi l'esame di stato. Nonostante i vari appelli lanciati da gruppi di docenti e associazioni di dirigenti scolastici per evitare di effettuare l' esame in presenza, le indicazioni del MIUR sono sempre più decise a percorrere questa strada. Vorrei chiarire che la categoria docenti non vuole deresponsabilizzarsi in questa difficile fase della storia del nostro paese, ma vorrebbe ricevere garanzie sui protocolli per la sicurezza.
Tutto tace, il nostro dirigente scolastico ad oggi non ha ricevuto nessuna indicazione. A tal fine vorrei sollecitare le categorie sindacali perché richiedano agli uffici di competenza a predisporre tali procedure. La ringrazio anticipatamente

Mercoledì 6 maggio 2020 08:36:55

Buongiorno penso che in questo momento il ruolo di un grande sindacato sia fondamentale e importantissimo per la vita di tutti i cittadini
Non vorrei sembrare una lavoratrice con lo sguardo verso il passato pensando che in questo momento "Lavorare meno lavorare tutti" possa essere invece uno sguardo volto al futuro che può essere l unica soluzione per migliorare la vita di tutti
Sicuramente un sindacato può essere in grado di fare proposte
attuabili per fare in modo di organizzare il lavoro che possa permettere a tutti i lavoratori di poter così gestire anche i figli e vivere una vita migliore

Mercoledì 6 maggio 2020 01:33:02

Buonasera segretario. Non so se leggerà mai questa mail. Intanto la ringrazio molto per il lavoro e le proposte che sta facendo per aiutare i lavoratori. Sono un lavoratore di 31 anni nel settore della ristorazione. Trovo molto buona la proposta della riduzione del lavoro con salario invariato, credo sia una proposta da portare avanti anche in futuro oltre il coronavirus, permetterebbe a noi lavoratori di lavorare per vivere e non vivere per lavorare e soprattutto, abbattendo i costi delle assunzioni alle rispettive aziende, incrementare significativamente le assunzioni compromettendo cosi anche lo sfruttamento di ogni singolo lavoratore, costretto ad oggi a fare straordinari avvolte nemmeno retribuiti. Spero che si allarghi anche a tutti settori oltre a quelli industriali. Nella speranza di un'Italia migliore di quella che avevamo 2 mesi fa.
Le rinnovo i ringraziamenti per tutto quello che sta facendo.

Cordiali saluti

Luigi

Martedì 5 maggio 2020 22:10:18

Buongiorno,

OH!!! oggi sono venuto a conoscienza di una situazione che credevo risolta... Ho sentito un titolare di una media catena di negozi per chiedergli se presso un suo punto vendita avesse pentole e posate che mi necessiterebbero:
Risposta strabiliante, le corsie del casalingo sono ancora transennate

Ora mi chiedo, solo tramite Amazon posso acquistare pentole e posate? ? E' così che aiutiamo i nostri negozi e produttori italiani? Siamo sicuri che i nostri governanti, sindacalisti non siano tutti in stato di grave confusione mentale? ?

Per favore chiaritemi le idee, grazie

distinti saluti, giovanni gay

Martedì 5 maggio 2020 17:45:14

Segretario buonasera, come posso contattarla grazie. pietro

Martedì 5 maggio 2020 13:37:21

Dott. Landini buongiorno. Ho 60 anni, 27 di contributi, ed ho lavorato fino al 2013 perché chiusura azienda. Non potrò mai raggiungere quota 100, le chiedo a nome di tanti operai come me, di lottare con questo governo affinché noi possiamo decidere di andare in pensione. Le auguro buon lavoro. Da sempre con voi

Martedì 5 maggio 2020 09:02:23

Buongiorno. Vorrei sottoporre all'attenzione Vostra la mia situazione personale.
Perché finora ho ricevuto da parte del caaf, degli impiegati dell'INPS e dell'assistente sociale del Comune solo risposte contraddittorie e poco chiare, ed ogni impiegato mi 'palleggia' ad altro. Il caaf mi dice Chiama l'INPS, l'INPS mi rimanda al caaf che mi dice di andare dall'assistente sociale del comune che ha il dovere di prendere in considerazione le situazioni particolari.

Sono una donna di 43 anni, dal 2008 ho sempre lavorato con contratti a td in ambito ristorazione (abito lungo il litorale veneziano)

Nel 2017 rimango incinta senza avere un contratto, quindi percepisco solo la maternità del comune nel 2018.
Nel frattempo mi allontanò dal padre del bambino anche per scontri di natura economica.

Nel 2018 non lavoro e faccio la mamma a tempo pieno.
Il padre del bambino inizia a pagarmi un assegno di mantenimento forfettario pur non essendoci alcuna udienza del giudice.
Io avevo da parte qualche risparmio accumulato nel corso del tempo e grazie all'aiuto di mio padre.
Intanto vivo da sola con mio figlio in quello che era la mia prima casa di proprietà :un appartamentino di 30 mq senza gas, decisamente non accogliente per un bambino piccolo.
Decido di mettere in vendita l'appartamento per acquistarne (grazie ai miei risparmi e all'aiuto di mio padre) un appartamento vivibile con 2 camere.
A novembre 2018 firmo il prelimonare

A gennaio 2019 vendo il mio appartamento per 118 mila euro.
A febbraio 2019 acquisto la mia nuova prima casa per 130 mila euro.
Nel corso di quel mese deposito i soldi nel mio conto corrente.
Trattandosi di cifra ingente il valore della giacenza media cresce notevolmente, facendomi sforare il limite massimo per patrimonio mobiliare per percepire il reddito di cittadinanza, pur avendo comunque un isee complessivo basso di circa 6mila euro.
.
Ora La mia domanda è questa?
È possibile richiedere l'isse aggiornato essendoci stato questo evento puntuale, certificato da un atto notarile, che dimostra che questa cifra non è sparita all'estero o chissà dove, ma è stata impegnata per l'acquisto della prima casa, che oltretutto viene presa in considerazione, sebbene detratta nel valore immobiliare? ?

Perché vivo da anni sotto il valore soglia della povertà con un assegno di mantenimento di 300 euro al mese più un bonus bebè.
Sul conto corrente mi rimangono dal febbraio 2019 giusto i soldi per sbarcare il lunario. Ed ho una Yaris del 1999 da cambiare.
Ma per i parametri sono considerata ricca.

Lunedì 4 maggio 2020 18:39:32

Caro segretario io so figlio di chi veramente a fatto la storia del sindacato !!! Altri tempi, sono 40 anni che lavoro 10 11 ore sabat domenica per il bene dell’azienda ma anche per una mia soddisfazione personale ora mi trovo a casa da marzo. E sinceramente ho perso le speranze. Mi auguro una sua risposta. in fede Bacconi dante figlio orgogliosamente di chi a fatto la guerra e a lottato per i nostri diritti. In fede Bacconi Dante. Mi piacerebbe una risposta.

Commenti Facebook